SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Un salto in Prima Divisione Lega Pro per segnalare una società con un approccio alla gestione della propria immagine decisamente da Serie A: il Cosenza Calcio 1914.

Tutto ciò grazie all’apporto di un’agenzia esterna, dello stesso territorio e con una profonda conoscenza della storia del club: Vircillo&Succurro, società di consulenza di immagine e comunicazione che dal 2009-2010 cura i dettagli delle public relations, gli eventi, i rapporti con gli sponsor e soprattutto immagine e merchandising del Cosenza Calcio 1914.

E piatto forte del lavoro sono le tre divise della squadra calabrese, progettate da V&S e realizzate da Onze.

Divise che per il 2010-2011 si propongono di celebrare il 96° anniversario della squadra con un progetto unico, dal concept forte ed innovativo… ai limiti del provocatorio.
Disegni maglie Cosenza 2010-2011
Presentazione maglie Cosenza Calcio 2010-2011
Prima divisa
In tempi recenti le maglie del Cosenza sono state caratterizzate prevalentemente da bande verticali rossoblù, ma nel corso degli anni non sono mancate varianti, sia cromatiche che di formato.

Per il 2010-2011 si è andati oltre, con un formato praticamente mai visto su un campo di calcio prima d’ora. Maglia e calzoncini frontalmente sono rossi, nel retro sono blu.
Bozzetto kit Cosenza 2010-2011 Vircillo

Una visione nuova e coraggiosa dello stile della divisa da gioco, in cui il rosso ed il blu si incontrano ma non si mescolano, creando un’alternanza dinamica delle due tinte sul campo,con il superamento della tradizionale bidimensionalità del design delle maglie tramite un vero e proprio approccio a 360°.

Ed ecco l’effetto della divisa sul campo…

Divisa Cosenza 2010-2011 rossoblù

Cosenza maglia rossa davanti blu dietro

Per esigenze del fornitore tecnico Onze, la realizzazione delle divise differisce in parte dal progetto Vircillo&Succurro per quanto riguarda la vestibilità non in in stile kombat, gli inserti a colori alternati di maniche e calzoncini, e per i calzettoni che non propongono la stessa divisione fronte-retro di maglia e pantaloncini. Peccato.

Seconda divisa
Delle tre è senza dubbio la più “normale” : bianca con inserti blu sulle spalle e rossi sottomanica. Come nelle altre due divise, troviamo sul cuore lo scudetto, a destra lo stemma della Provincia di Cosenza, al centro Onze e sul petto lo sponsor caffè Aiello. Calzoncini e calzettoni bianchi con inserti rossoblù.

Divisa Big Match
Altro fiore all’occhiello del progetto Divise 96° anno Cosenza Calcio 1914 di V&S.
Maglia color argento con banda diagonale rossoblù. Stesso colore per i calzoncini, mentre i calzettoni saranno a strisce orizzontali rossoblù. Non è un third kit, ma una divisa speciale, che verrà utilizzata solo nelle sfide considerate big match. Verrà prodotta in tiratura limitata e sarà possibile richiederla con l’autografo ricamato del proprio idolo. Iniziativa che consente al tifoso di impreziosire la maglia acquistata, ma soprattutto di personalizzarla, considerato che in Lega Pro vige ancora la numerazione dall’1 all’11.

Aldilà del giudizio sulle tre divise, che per me è positivo, quello che salta all’occhio è l’impegno nella cura dell’immagine di un club che milita nella Prima Divisione della Lega Pro, mentre nelle serie superiori in molti casi la maglia, veicolo di identità e di passione, non rientra nelle priorità nè dei club, nè dei fornitori tecnici, con lavori decisamente superficiali come risultato. Da segnalare inoltre, che il Cosenza Calcio dispone di un proprio store ufficiale all’interno dello stadio San Vito, altra rarità nel nostro calcio.

Mi piacerebbe che l’approccio creativo utilizzato da Vircillo&Succurro per il Cosenza Calcio 1914, venisse applicato ad un numero crescente di club, dalla Lega Pro alla Serie A.

Voi cosa ne pensate?

Photocredit: vircilloesuccurro.com

  • passionemaglie.it

    L’articolo è scritto da FDV, ma ci tenevo a spendere due parole anche io. Ho avuto modo di visitare gli uffici della Vircillo&Succurro, parlando direttamente con Luigi e Rosaria.
    Che dire ragazzi, ce ne fossero di persone come loro, così attente ai particolari e conoscitori della realtà cosentina. La bellezza del lavoro svolto è soggettiva, come sempre a qualcuno piacerà, a qualcuno no. Di sicuro non è una maglia da catalogo con su le toppe della squadra. E’ triste sapere che alcuni club in Serie A si limitano a fare in questo modo.

    L’effetto in campo è molto particolare, rosso in attacco e blu in difesa. Peccato per i calzettoni che non rispecchiano il progetto, purtroppo quando poi vai a realizzare le divise devi scontrarti con altre esigenze e realtà 🙁

    Mi auguro che più squadre inizino a seguire l’esempio del Cosenza, affidandosi a persone che in primis studino la storia della squadra.

    Permettetemi inoltre di ringraziare pubblicamente la V&S per la disponibilità avuta nei miei confronti.

    • Fabio

      le maglie sono belle dal punto di vista puramente estetico. solo che mi è capitato di guardare in tv degli highlights di una partita del cosenza giocata con la maglia rossa e blu… devo dire che l’effetto non è affatto piacevole in campo, si crea confusione, sembra che ci siano 3 squadre in campo… e da quanto ne so fino a qualche tempo fa era anche proibito dal regolamento avere maglie di colori diversi davanti e dietro…
      gli altri 2 kit sono molto gradevoli…

      • maxxi

        lunedì sera hanno dato in diretta la partita del cosenza e francamente all’inizio ho faticato a capire cosa stava accadendo in campo!!
        l’effetto è molto strano,devi affrontare sempre una squadra con la maglia a tinta unita.pensate se due s

  • Francesco

    Progetto bellissimo, complimenti!
    Mi associo, molti delle categorie superiori dovrebbero seguire l’esempio di questa società.

  • Mamo

    Fosse stata come nel progetto sarebbe stata quasi perfetta, ma anche così è una grande divisa. Concordo sul discorso della cura all’immagine e alla tradizione carente nei nostri club, soprattutto delle serie inferiori. Se fossero solo un pò più accorti si renderebbero conto che in tempi neanche tanto lunghi può diventare una preziosa fonte di introiti.

  • malkovich

    si è capito che avete visitato l’azienda…ma un po’ di spirito critico farebbe bene comunque. che dire? nulla di che, rosso davanti e blu dietro capirai che novità. e poi che nelle partite importanti si usi un’altra maglia è una cosa bella ora?? che ne dicono i tifosi? di visioni nuove e coraggiose vedo solo quella di fiore che poverino non ha trovato un contatto e se n’è andato a casa sua in c.
    saluti

    • ale.co.

      aceto

  • ThePickwickPub

    Lodevole cura dei particolari in tutto il progetto. L’idea della maglia personalizzata con il ricamo dell’autografo è poi qualcosa di davvero prezioso e particolare per un appassionato.

    L’unico dubbio l’ho sulla composizione cromatica della prima maglia: come chi mi ha preceduto temo la confusione che può generare un simile template (l’illusione di 3 squadre in campo effettivamente è da considerarsi)…non so nemmeno se a termini di regolamento è davvero presentabile (ma credo di sì, dato che le mute sono state ufficializzate).

    Per i big match immaginavo un kit in maggior contrasto con la maglia da trasferta, ma dato che non si tratta di una 3a maglia, bensì di qualcosa di diverso, può andar benissimo.

    Complimenti per il lavoro svolto da V&S: merce rara nel nostro calcio.

  • mosca

    Concordo novità a proposito della divisione fronte retro, ma a me non piace.
    Quella dell’87-88 poteva già essere un accenno di questa.

    Trovo invece, sempre nelle foto d’epoca, la maglia 86-87 molto più bella e alternativa rispetto a tutte le altre.

    La away e la third sono invece molto comuni di questi tempi.

  • CiccioDecì

    Conosco Luigi e Rosaria….conosco la loro passione verso i Lupi e la dedizione sul lavoro!!!
    Sono un tifoso del Cosenza e collezionista ovviamente delle sue maglie!!!
    Sinceramente non amo e mai amerò la maglia di quest’anno!!!
    La prima è un esperimento alquanto azzardato…
    In campo non da una bella impressione….il materiale della maglia lascia decisamente a desiderare e da loro mi sarei aspettato di più!

    La seconda maglia è qualcosa di normalissimo….ma sinceramente preferivo quella dell’anno scorso!

    la terza non capisco il colore grigio perla da dove possa derivare!!! Nella storia quasi centennale del Cosenza Calcio non appare mai da nessuna parte questo grigio che mi sa di scelta “modaiola”.
    Come poco felice secondo me la scelta di usarla in un big match….e chi lo sceglie sto big match???’ e se il Cosenza ne gioca più di uno big match??? come ci mettiamo!!!!
    Delle volte per stupire basta la semplicità!!!!

    Questo non vuole assolutamente screditare il lavoro di V&S che reputo ad altissimi livelli!!!!

  • passionemaglie.it

    @malkovich
    Cosa intendi per “spirito critico”?
    L’iniziativa è piaciuta e ci è sembrato giusto darle lo spazio che merita. Per te non è una novità, a leggere i commenti qui sopra e su Facebook direi il contrario. C’è anche chi ha parlato del regolamento, a conferma che la maglia fa discutere proprio per la sua particolarità.

    Poi può piacere o meno, questo è soggettivo e ognuno di noi giustamente esprime il suo parere.

    Il messaggio principale comunque è un altro: fa piacere che una squadra di Lega Pro non snobbi affatto il discorso maglia, come invece fanno molti altri club anche di leghe superiori. In Serie A c’è chi ha preso il catalogo, scelto la maglia e messo le toppe. E non le ha neanche presentate al pubblico (Palermo).
    O chi, vedi Nike e Juventus, ha fatto maglie non in contrasto e senza alcun riferimento storico, inserendo fulmini e saette abbastanza discutibili.

    Mi piacerebbe, da appassionato, che ci fosse più attenzione verso la maglia.

    • Gluko

      Sono pienamente d’accordo con il “boss”….qui c’è solo da lodare l’iniziativa e la passione messa in queste ricerche, la linea può piacere o meno, questo è un discorso soggettivo, ma quante società lo fanno?
      …e poi si sente dire “la maglia è una fede”..mah!! 😉

  • squaccio

    Quoto in toto “Il messaggio principale comunque è un altro: fa piacere che una squadra di Lega Pro non snobbi affatto il discorso maglia, come invece fanno molti altri club anche di leghe superiori. In Serie A c’è chi ha preso il catalogo, scelto la maglia e messo le toppe. E non le ha neanche presentate al pubblico (Palermo).
    O chi, vedi Nike e Juventus, ha fatto maglie non in contrasto e senza alcun riferimento storico, inserendo fulmini e saette abbastanza discutibili.” Matteo, ma il risultato della maglia a me non piace molto.
    Interessante il parere della tifosa cosentina, alla fine chi meglio di loro puo’ dare un giudizio ???

  • http://morteogloria.blogspot.com Fidel

    Bel progetto davvero.
    Secondo il mio gusto personale, la Divisa Big Match è una bomba.
    Batte anche gran parte delle divise della Serie A.

  • Lino

    Iniziativa ottima, ma la divisione fronte-retro della prima divisa non mi piace.
    La divisa speciale è bella, ma anch’io sono perplesso sull’uso che se ne farebbe. Personalmente, adoro le divise celebrative, ma solo se usate una sola volta in un campionato, in occasione di ricorrenze particolari.

  • macaste

    bellissima l’idea….ma ho visto le immagini del mio Pisa quando ha giocato contro di loro, sinceramente dava un pò noia, non ci si capiva niente, sembrava che giocassero 3 squadre insieme….mi sa che non siamo ancora abituati a tale novità

  • Invan

    è innegabile che questa sia sicuramente una maglia (la prima) originalissima e tremendamente innovativa. Chissà in quanti ci avevano pensato prima, e nessuno aveva però mai avuto il coraggio di proporre una soluzione così ardita (e di “sfidare” un po’ il regolamento). Devo dire che mi piace moltissimo per come è disegnata, poi la realizzazione però (a quanto ho capito affidata al fornitore tecnico) mi piace un pò meno (solo un pò… peccato però non aver rispettato del tutto lo spirito dell’idea dell’agenzia). Il risultato visivo comunque è molto suggestivo. Poi visto il Cosenza in TV non mi sembra che la prima maglia crei problemi visivi o di riconoscimento dei giocatori, basta farci un pò l’occhio e sparisce presto l’effetto “tre squadre in campo”. Poi gli avversari in casa del Cosenza giocano sempre tutti in bianco ovviamente, quindi non credo ci saranno problemi.
    Normale la seconda maglia.
    Bellissima la maglia per i big match e grandiosa l’idea della vendita con il ricamo dell’autografo del calciatore preferito (nella storia del club?). Il vantaggio di rivolgersi ad un’agenzia specializzata… fucine di idee…
    In conclusione, da questo punto di vista il piccolo Cosenza, direttamente dalla lontana serie C, dà punti e lezioni alle grandi di serie A

  • Gianmiky

    Io dico che se una squadra nasce con una maglia quella deve rimanere pensate se un giorno per es il milan fa na maglia rossa davanti e nera dietro o il barcellona uguale io da tifoso non l’apprezzerei se uno deve esprimere la fantasia che la faccia in altro campo ma non nel calcio!!

    • ThePickwickPub

      D’accordo come principio, ma in pratica il cosenza pare non aver mai avuto una configurazione standard da assumere come riferimento assoluto: a strisce, motivi grafici più o meno strani, toni di blu e rosso differenti, ecc. ecc.

      Diciamo che una sperimentazione del genere non si ammetterebbe mai su maglie storicamente immutate come quelle di milan, juve, ecc. dove cambiare un colletto (es. quello del milan bianco per la prima volta nella scorsa stagione) ha già il sapore del sacrilegio… 🙂

    • passionemaglie.it

      Confermo e sottoscrivo quanto scritto dal buon “pickwick”, si vede che è un attento conoscitore della materia 😉

      • ThePickwickPub

        Troppo gentile…solo un appassionato 😉

    • FDV

      Ecco, invece proprio il Barcellona vedrei benissimo come ipotetico grande club da esperimento maglia fronte-retro.Magari con una maglia speciale per la tradizionale Gamper Cup di Agosto. Infondo negli ultimi anni come schemi di maglie ha variato da bande pari a dispari, larghe o strette fino alla divisa a meta’ del 2008/09.Piu o meno lo stesso percorso seguito nelle ultime stagioni dal Cosenza.

      • ThePickwickPub

        Per come è stata osteggiata la divisa a metà direi però che la tifoseria conserva nel proprio immaginario l’idea del barça con la maglia a strisce (pari o dispari ma sempre di quelle si parla). Infatti il club è tornato repentinamente sui propri passi.
        Diciamo che lì c’è il riconoscimento di un’identità in un determinato formato grafico, cosa che da quel che ho capito non si registra a cosenza.

        In alternativa alla tua proposta di esperimento sul barcellona, ti suggerirei piuttosto il bayern monaco, che negli ultimi 20 anni ha davvero spaziato attraverso soluzioni di ogni genere (sia in termini cromatici che di template). O un marsiglia…

        • FDV

          Il Bayern Monaco già l’ha adottata: a strisce davanti, a tinta unita dietro 😀

  • josh homme

    mi assoccio pienamente sul fatto che una squadra di lega pro che non snobba la cura della sua maglia sia senz’altro positivo, ce ne fossero di più di queste realtà! poi si può discutere se il progetto sia ben riuscito o meno, ma già il fatto che una maglia crei interesse è un punto a favore a prescindere dalla sua effettiva bellezza.
    comunque io ricordo che nei primi anni ’90 l’alessandria ha giocato una stagione con una maglia davanti grigia e dietro nera, qualcuno se la ricorda? foto? in quel caso comunque l’effetto era molto peggiore, perchè davanti la maglia era chiara e dietro scura…

  • Alessio Pasquinelli

    finalmente eccole, propedeutica la mia mail 😀 Ah, Ragazzi, dopo tanto son tornato! Vi sono mancato?

    • squaccio

      Credo che erediti un sacco di domande sulla legea che riassumo qui:
      1) Oggi ho visto in tv Gela – Foggia (sigh) ed i siciliani avevano lo stesso kit della Paganese (http://www.salernomagazine.it/public/uploads/2010/09/Una-azione-di-Salernitana-Paganese.jpg) postato qualche riga + in alto.
      Mi chiedo come mai quest’anno Paganese e Gela in Lega Pro e l’anno scorso sempre Foggia e Potenza in Lega Pro avevano kit nuovi e quest’anno squadre come Palermo (uguale al Livorno dell’anno scorso)e addirittura la nazionale iraniana (uguale a Foggia e Potenza anno scorso)hanno kit antichi ???
      Il Palermo non avrebbe potuto usare il kit della Paganese o del Gela ovviamente rosanero ???
      Domande che posto qui ma che ovviamente andrebbero fatte a quelli della Legea (in parte già risposta da Matteo)
      2) Perchè utilizzate i font lotto per L’Udinese e perchè la stessa Udinese ed il Pescara hanno i numeri sulle strisce ??? Errore o volontà ???
      A parte le note faccende giuridiche, vi siete resi conto del caos che avete creato dopo un’ottima stagione scorsa ???
      Template antichi con logo nuovo
      Template nuovi con logo vecchio
      variante dei font nuovi e antichi messi qua & là.
      Ripeto, vi ho stimati l’anno scorso per l’ottimo lavoro fatto ma quest’anno avete fallito il salto di qualità.

  • passionemaglie.it

    Certo caro 🙂
    A proposito, perchè non lasci un commentino al lavoro svolto per queste maglie? 😉

    • Alessio Pasquinelli

      Subito: La Onze ex Sport point la conosco relativamente, ma sò avere degli ottimi designer, l’abbinanamento cromatico è affascinante, bella proposta, sì, però ha un difetto tecnicamente voluto(a mio parere), effettivamente, la dispercettività oculare in fase dinamica, (in movimento dinamico confondono e vedrete siano studiate ad hoc, per questo!

      Ciao.

      Vostro

      Alex

      • http://www.rlb.it Eliseno

        i designer della Onze quì non c’entrano per niente, visto che il frutto è tutto della Vircillo & Succurro, un team che unisce con professionalità
        ricerca e passione per la squadra della propria città. Che poi la prima maglia possa piacere o meno è sempre soggettivo…che dire per esempio di quella simil rosa del barca?

  • out of mind

    Anch’io in tv ho avuro l’impressione di vedere tre squadre in campo.
    Un effetto molto strano all’inizio ma che in termini di distinguibilità non ha aluna ripercussione.

  • hangingjudge

    una soluzione provata recentemente in NBA,per una maglia speciale dei New Orleans Hornets, in occasione del Martedì Grasso

    http://media.nola.com/hornets_impact/photo/nola-uniformsjpg-e15b5e079a827ded_large.jpg

    e per l’ All-Star Game 2008, sempre a New Orleans, con risultati discutibili (una maglia oro-bianca, l’altra metà chiara e metà scura, scelta assurda!!)

    http://images.sneakernews.com/wp-content/uploads/2008/02/nba-asg-01.jpg

    • Stavrogin

      Anche io leggendo questo articolo ho pensato subito a quelle maglie All-Star… che scelta infelice!

      Però credo che in quel caso l’effetto infausto era dovuto al fatto che *entrambe* le squadre avevano maglie metà chiara e metà scura, quindi era ovvio che in campo ci fosse una gran confusione.

      Nel caso del Cosenza il rischio rimane, ma credo sia minore (contro maglie bianche o chiare, per esempio quelle del Benevento che si vedono nel video postato più su, non si crea affatto confusione).

  • Pingback: Uniforme meio-a-meio do Cosenza | (Blog) Minhas Camisas()

  • Ryoda Ushitora

    Un’idea originale e innovativa. Spero che sia adottata anche da altre squadre di calcio in tutta Italia!

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Eccola in campo:

    http://www.youtube.com/watch?v=M0PZf9R6-4Q

    Quindi da quello che ho capito, la Onze le ha solo prodotte, mentre gli autori sono Vircillo&Succurro?

    Detto questo, vedendo i vari lavori della Legea sparsi in A e in B, posso dire che sono maglie all’altezza della massima competizione 😉

    La mia preferita è la bianca, che non so perchè mi ricorda le divise del campionato messicano…

    • http://www.rlb.it Eliseno

      Si, le divise del Cosenza degli ultimi 2 anni sono state progettate e disegnate dalla V&S e se dai un’occhiata al progetto originale, la Onze non le ha neanche rispettate in pieno, forse per limiti di produzione o chissà cos’altro.

    • FDV

      Ipotesi sul perchè: forse il layout di Caffè Aiello ti ricorda quello di Bimbo nella maglia del Chivas 😀
      [img]http://img831.imageshack.us/img831/6827/46899215.jpg[/img]

  • miguel

    avrei fatto anche i calzettoni di due colori a meta

    • crowl

      c’è scritto che il progetto originale li prevedeva

  • gabryant

    Con queste maglie si potrebbe creare una grande confusione in campo. Comunque mi piacciono molto.

  • Luigi

    La maglia nuova fa pena, evviva la tradizione!

  • Pingback: Terza maglia Manchester United 2014-2015 in due tonalità di blu()

  • sharkbait

    Matteini nella prima foto di squadra 😉 Livornesi ovunque nel mondo hehe