SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

L’appuntamento di oggi non poteva non collegarsi all’annuncio fatto in settimana del contratto faraonico tra Adidas e Manchester United, che torneranno a lavorare insieme a partire dal 2015.

Facciamo quindi un salto nel passato di poco più di venti anni, per andare a riscoprire le ultime maglie che la Casa del Trifoglio fornì ai Red Devils, prima di firmare con Umbro.

Rosa Manchester United 1991

L’anno è il 1990, e l’azienda tedesca fornisce alla squadra una maglia semplice ma ben fatta, ricalcata su quella usata nella stagione precedente: l’elegante colletto contiene un disegno geometrico a contrasto che ne delimita il bordo, sul petto si trova sulla destra il trifoglio adidas e sulla sinistra lo stemma della squadra. Lo sponsor è Sharp, presente già dal 1982, con lettering applicato in rilievo di colore bianco.

Oltre al colletto, l’altro elemento che distingue la maglia ’90-’92 da quella ’88-’90 sono le due linee che evidenziano l’attaccatura in stile raglan delle maniche: cambia il colore, che da bianco passa a nero.Vengono poi aggiunti piccoli dettagli per rendere difficoltosa la contraffazione.

Maglia Manchester United 1991 home Giggs

Per quanto riguarda i pantaloncini il colore di base è il bianco bordato nell’estremità inferiore da una piccola linea rossa, sui lati vengono aggiunte due fasce verticali rosse contornate di nero all’interno delle quali vengono inserite le tre strisce Adidas. Lo stemma della squadra lascia spazio all’acronimo ricamato M.U.F.C. in nero mentre dall’altro lato il trifoglio è rosso. Completano il kit dei calzettoni neri con risvolto rosso.

Manchester United home kit 1991

Se la divisa casalinga venne molto apprezzata dalla tifoseria, non si può dire altrettanto della divisa da trasferta, che tuttora risulta essere un dei lavori meno graditi in assoluto. Tanto per iniziare il colore scelto ricordava un po’ troppo lo sky blue dei cugini del Manchester City, e in seconda battuta il design fu giudicato troppo azzardato, secondo alcuni ispirato a fiocchi di neve e secondo altri a un puzzle.

Si discusse anche sul fatto dell’utilità stessa della maglia, in quanto in più di un’occasione la squadra rispolverò le divise da trasferta della stagione precedente.

Seconda maglia Manchester United 1990-1992

L’intento di Adidas era quello di creare una maglia che potesse essere indossata anche nei vari pub e locali della città, e così ideò un design seghettato inusuale al quale venne aggiunto un elegante colletto bianco rosso e blu, due piccole strisce rosse intorno alle spalle, il crest societario a sinistra della maglia, il trifoglio rosso a destra e lo sponsor Sharp al centro, anch’esso rosso. Sulle spalle corrono le classiche tre strisce bianche.

I pantaloncini seguono lo stesso blu chiaro della maglia e sono bordati inferiormente di bianco. Rispetto alla prima divisa scompaiono dai lati le bande verticali e l’acronimo ricamato lascia spazio allo stemma societario.

Kit Manchester United away 1990-92

Nel 1991, in occasione della finale di Coppa delle Coppe a Rotterdam contro il Barcellona, Adidas decise di creare una maglia unica.

Utilizzando come base la maglia home, optò per una maglia bianca senza sponsor con colletto e bordature in rosso, tra le quali staccavano le due linee diagonali nere ai lati del petto. Ad essa vennero abbinati i pantaloncini casalinghi e calzettoni bianchi con risvolto rosso.

Manchester United kit Coppa delle Coppe 1991

Calzettoni che ritroviamo anche in questa foto di una formazione della famosa Class of ’92, con alcuni talenti di spicco che avrebbero poi conquistato tra gli altri titoli, anche la Champions League del 1998-1999,  con divisa europea composta proprio da maglia rossa, pantaloncini e calzettoni bianchi.

Formazione Manchester United 1991-1992

Chiudiamo citando anche la maglia che più si è discostata dalle altre nel periodo adidas durato dal 1980 al 1992, cioè quella delle due stagioni tra il 1984 ed il 1986. Si caratterizzava per la completa assenza delle tre strisce (relegate a pantaloncini e calzettoni) e per gli inserti bianchi posti all’attaccatura delle maniche, bordati di nero.

Particolare anche l’assenza del logo adidas dal petto, spostato su entrambe le maniche, soluzione non insolita nel calcio inglese di metà anni ’80.

Divisa Manchester United 1984-1986 adidas

Che ne pensate del binomio passato Manchester United-Adidas e cosa vi aspettate in futuro?

  • WhiteBlue

    Voglio la maglia azzurra con il design seghettato da trasferta per il ritorno di adidas

  • Niccolò Nottingham Forest

    “creare una maglia che potesse essere indossata anche nei vari pub e locali della città”

    …. si! Ma dopo la decima pinta! 🙂

    Comunque guardando la divisa away direi che potrebbe essere una bella soluzione per le maglie del Canada visto che le forme geometriche aguzze ricordano le foglie d’acero.

    Complimenti per l’articolo! Molto interessante e che iconico lo sponsor Sharp.

  • squaccio

    Secondo me se adidas dovesse ricalcare lo stile Chelsea, ossia maglia pulita e dettagli con minimi cambiamenti si avrà una maglia stupenda come quella sopra.

    Se invece sarà una maglia più tipo Milan o peggio tipo Real con imporobabili rifiniture ora blu, ora arancio ora nere ed ora rosa…tutto tranne malva…sarebbe un grandissimo passo indietro.

    Ps: sbaglio o con gli anni il rosso Manchester è diventato di un punto + scuro ?
    Quello in foto di repertorio sembra + un rosso Piacenza / Liverpool…

  • MARCO0890

    Maglie di un altra epoca di un calcio che ormai non c’è più.

  • Stavrogin

    Un momento di commozione, come sempre quando vedo maglie adidas senza le tre strisce.

    Sempre bello vedere le foto di giovani promesse ora diventate vecchie glorie.
    Oltre a Giggs, riconosco nell’ordine Mark Hughes, Schmeichel, Ince, Dennis Irwin, Kanchelskis, Brian Robson, e poi Nicky Butt, Neville e Beckham. Manca Scholes!

  • Magliomane

    Niente da fare, le maglie a cavallo degli anni 80 e 90 sono e saranno sempre le piu belle!
    Anzi, se vogliamo proprio dirla tutta, l’intero mondo del calcio in quegli anni era al top.
    Se penso a come siamo combinati adesso………

  • Nickfoto

    Noto una cosa che trovo interessantissima: sulla manica, già nel lontano 1990, compariva lo stemma della vecchia First Division. In Italia, la Lega Calcio ci arrivo soltanto 6 anni più tardi. Sono poccolezze che fanno pensare…

  • Boogie

    Me la ricordo bene x averla tanto ammirata nella vetrina del negozio di sport del paese, x cui mi permetto di aggiungere qualche dettaglio caratteristico alla descrizione:

    – il rosso non era uniforme ma, come era in voga all’epoca, presenta una texture tono su tono. In questo caso è tipo “fiammate”, la stessa che sulla maglia del portiere è declinata in nero verde;

    – la trama del tessuto presenta la tipica lavorazione “broccata” con effetti in controluce di quegli anni. Qui il disegno erano linee spezzate astratte che davano l’idea delle fiamme, come si nota nella 3^ foto.

  • Swan

    Per me Man U-Adidas era un’accoppiata indissolubile, ho cominciato a vedere le prime immagini del calcio inglese da ragazzino ad inizio anni 80.
    Obbiettivamente le maglie dello United non mi hanno mai fatto impazzire, credo che Umbro prima e Nike poi abbiano operato meglio, però erano ben curate nei particolari.
    La famosa maglia away in questione me la ricordo bene, una delle più brutte maglie mai viste in UK.

  • rudiger

    A proposito di carrellate di maglie del “maledetto” United: http://youtu.be/m88bzwaiBu0
    E maledetta Chevrolet, che ci mette una croce sopra ma firma un video da brividi, di quelli memorabili.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Ci vorrà un pò perchè passi la pelle d’oca.

      Grazie Rudiger!

  • rudiger

    Micidiale la maglia seghettata con i colori del City. Io le ho sempre interpretate come tante “M”.
    Non ricordavo la maglia senza strisce e con i loghi Adidas addirittura spostati sulle maniche; per rispondere alla domanda dell’articolo, non è certo questo che mi aspetto per la futura maglia del Manchester. Piuttosto le solite tre strisce lungo le maniche.
    Spero che lo United non abbandoni calzettoni ed inserti neri, altrimenti si confonderebbe con tante altre divise, come si vede nella foto del ’92.

  • William

    Che bellissimo amarcord! Complimenti Matteo!

    La away poi è spettacolare a mio avviso! In linea con le bizzarrie dell’epoca!

    • Matteo Azzimonti

      Grazie William! A essere sincero sono assolutamente d’accordo con te! 😉