SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Nella magnifica cornice dell’headquarter Acerbis, ad Albino, in provincia di Bergamo, è stata presentata la nuova maglia dell’Albinoleffe 2016-2017 per il campionato di Lega Pro.

La partnership tra il brand orobico e la squadra seriana è arrivata all’undicesimo anno, e proprio per sublimare questa unione le due parti hanno pensato e studiato, fianco a fianco, la nuova divisa ricca di innovazione ma al contempo fortemente legata alla storia recente, all’insegna della continuità.

Maglia Albinoleffe 2016-2017

Questo concetto è stato ribadito dal presidente del marchio sportswear Franco Acerbis: “Anima e passione sono gli elementi che ci caratterizzano come azienda; vogliamo trasmettere questi valori anche all’Albinoleffe attraverso il nostro lavoro. Perseveranza, impegno e senso di appartenenza: sono associazioni necessarie per restare al passo con i tempi in un mondo che va veloce.”

Presenti all’evento anche il ds Giacchetta, il responsabile del settore giovanile Zirafa e l’allenatore Alvini, insieme a tre giocatori della prima squadra: Achille Coser, Fabio Gavazzi e Massimo Loviso, i quali hanno posato con le nuove divise.

Prima maglia Albinoleffe 2016-2017

Come anticipato prima, la maglia casalinga dell’Albinoleffe vuole essere un esempio di innovazione ma sempre nel segno della continuità e della tradizione.

Il legame con la tradizione è dato, senza ombra di dubbio, dal colore celeste, tonalità principe che ha contraddistinto la squadra bergamasca per anni e che è presente sulla parte frontale della divisa. La prima innovazione cromatica è l’aggiunta del colore blu navy sulle maniche, sul colletto leggermente a v in maglina e su tutto il back della maglia. Le novità non finiscono qui: infatti lo stesso blu navy viene richiamato frontalmente con delle sfumature a righe che partono tenuemente dalla trequarti inferiore e diventano ben visibili a conclusione della maglietta stessa.

Albinoleffe bozzetti grafici 2016-2017

Da sottolineare anche la presenza della scritta Acerbis in blu sul petto a destra in orizzontale e non obliqua come invece era stata sempre inserita negli anni passati; immancabili pure le due A gialle sulle spalle. Sul petto si alterneranno due sponsor: Ubi Banca Popolare di Bergamo, riportato in un rettangolo a sfondo bianco (fortemente voluto dallo sponsor per maggiore visibilità) sarà molto probabilmente lo sponsor per le partite casalinghe, e invece Cargeas Assicurazioni sarà applicato nelle partite in trasferta.

Passando al retro della divisa, la novità principale proposta da Acerbis è sicuramente il logo societario dell’Albinoleffe, riprodotto con una stampa in sublimazione tono su tono in basso a destra, all’interno del quale si notano distintamente l’airone, simbolo della città di Leffe, la torre presente nel paese di Albino e infine un’onda, in rappresentanza del fiume Serio che scorre nella omonima Val Seriana e che bagna entrambi i paesi. Sempre sul retro, troviamo poi anche la presenza della dicitura U.C. Albinoleffe 1998.

La divisa si completa con pantaloncini celesti ma non omogenei, in quanto nella parte destra troviamo la presenza di righine blu navy verticali. I calzettoni sono totalmente celesti con una tonalità più tenue.

La nuova divisa è stata presentata dal direttore generale di Acerbis Italia Walter Signori, che ha affermato: “La maglia è stata studiata insieme allo staff dell’Albinoleffe; porta tutti i colori societari ma c’è una novità a livello cromatico con la presenza del blu navy predominante rispetto al passato e con la presenza delle sfumature a righe a fine maglia. Sul retro è stato inserito tono su tono il logo societario e la dicitura Albinoleffe. Il tessuto usato è il Lxpro X, tessuto leggero, traspirante ed elastico che garantisce ottima vestibilità e comfort per i calciatori.”

Da segnalare una chicca, in sala stampa sono stati mostrati anche gli ultimi sei kit che Acerbis ha disegnato per l’Albinoleffe, dai primi anni di serie B fino all’ultima stagione di Lega Pro.

Le maglie dell'Albinoleffe disegnate da Acerbis

Maglia portiere Albinoleffe 2016-2017

Congiuntamente alla divisa dei giocatori di movimento è stata presentata anche la divisa casalinga del portiere, indossata da Achille Coser. Essa si presente total orange con innesti bianchi sui fianchi e sul colletto a girocollo. Pantaloncini arancioni anch’essi e calzettoni bianchi.

Come giudicate la divisa casalinga studiata e disegnata da Acerbis per l’Albinoleffe formato 2016-2017?

  • Sassà93

    mah non mi entusiasma troppo anche se ci vorrebbero foto migliori

  • squaccio

    Fronte celeste e retro blu ? Orrenda.
    Peccato perchè il fronte era interessante…

  • Magliomane

    Bocciata a più livelli.
    1) il retro di colore diverso dal fronte è possibilmente ancora peggio del retro monocolore sulle maglie a righe (e ce ne vuole!).
    2) il template palesemente scopiazzato dall’ormai stucchevole vapor kit della nike era la peggior scelta possibile.
    3) sponsor inguardabile modello francobollo.

    E mi fermo alla sola home che è meglio…
    Nettamente il peggior lavoro di Acerbis per l’Albinoleffe.
    Voto: 1 (e sono generoso)

  • MOMPRACEM

    Sanno tanto di pigiama !!!!!!!!!!

  • Nick 88

    La parte frontale è molto bella, ottimo lo stacco del blu navy delle maniche con il celeste del busto, ripreso dalla trama a righe. Brutta invece l’idea del retro completamente blu. Male i loghi gialli.

    I pantaloncini della presentazione sono quelli del kit precedente! La maglia da portiere ha quasi dieci anni! Imbarazzo totale…

  • The Italian Job

    Le casacche mi sembrano pensate e realizzate con una certa cura, eppure non mi convincono per due motivi diversi.
    È come se la maglie dell’AlbinoLeffe mancassero sempre di personalità.
    E il retro blu navy davvero non si può vedere.

  • Angelo Di Bello

    Non ci siamo Acerbis. Di nuovo

  • Swan

    Il fronte della maglia mi piace, tutto il resto è da buttare, presentazione compresa (se così può chiamarsi).

  • Cesc Lampo

    Bella a me piace!!! Mi ricorda un pò il template Nike di quest’anno

  • Daniele Costantini

    A me, sinceramente, piace molto. Tralasciando il fatto, che la ritengo la miglior prova fin qui offerta da Acerbis con l’AlbinoLeffe (ma non che ci volesse poi molto, i precedenti kit li ho sempre reputati più vicini a capi d’allenamento), nello specifico della maglia trovo molto elegente la parte frontale – con quell’accenno di simil-gessato, e la buona integrazione di braccia e spalle a contrasto -; quanto alla zona posteriore, cromaticamente all’opposto, ci vedo una voglia di sperimentare che ben si confà a una realtà ancora giovane qual è questa squadra – lo ricordo, sorta “appena” nel 1998.

    Ammetto che non mi convincono molto i pantaloncini: seppur ho sempre espresso il desiderio di vedere riservate maggiori attenzioni anche a questo indumento, in tal caso trovo che Acerbis sia andata un po’ oltre… semplici shorts celesti, sarebbero stati probabilmente più adatti all’insieme, anche alla luce della grande originalità già portata avanti dalla maglietta. Ma nonostante ciò, nel suo complesso, un lavoro promosso.