SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Una partenza a razzo quella del Bari targato Giancaspro, oggi sono stati presentati il nuovo stemma con il galletto, lo sponsor tecnico Umbro e ovviamente le maglie da gara per la stagione 2016-2017.

Prima maglia Bari 2016-2017

Finalmente torna in auge la maglia bianca in casa, il rosso diventa il colore secondario e decora il colletto a girocollo, l’orlo delle maniche e i loghi Umbro.

Maglia Bari 2016-2017 Umbro

La nuova maglia bianca omaggia il territorio con una stampa sublimatica che raffigura il lungomare di Bari, sul retro invece c’è il motto “Forza vecchia stella del Sud”. Sul petto compaiono lo stemma ovale, il logo di Umbro e gli sponsor Betland e Balkan Express.

Un altro dettaglio si cela all’interno del colletto dove sono riportate le coordinate geografiche dello stadio San Nicola. I pantaloncini sono molto semplici nel loro candido bianco, i calzettoni invece presentano il galletto sulla parte frontale e la scritta “FC Bari 1908” sul lato posteriore.

“È un piacere per Umbro Italia affiancare il Bari in qualità di sponsor tecnico” – ha affermato Mauro Redaelli, country manager Umbro Italia – “ci fa piacere sostenere una squadra con una storia importante che ci riconduce al cuore e all’anima della passione per il calcio. Si tratta dunque di una scelta strategica per Umbro, poiché i valori perseguiti dal Bari sono affini a quelli che il nostro brand rappresenta. Anche lo stadio San Nicola ha caratteristiche non comuni: è il quarto in Italia ed unico nel suo genere, a partire dal suo architetto d’eccezione Renzo Piano che lo battezzò l’Astronave quando fu costruito in occasione dei Mondiali 1990. Per non parlare della tifoseria numero uno in Serie B per presenze e passione. Diamo dunque il benvenuto alla Bari nella grande famiglia delle squadre Umbro e ci uniamo ai suoi tifosi nel motto: Forza vecchia stella del Sud!”.

Seconda maglia Bari 2016-2017

Seconda maglia Bari 2016-2017 rossa

In trasferta la maglia si colora di rosso con un colletto a girocollo arricchito da un tassello triangolare bianco. In basso è raffigurato un altro simbolo della città, la basilica di San Nicola. Le maniche sono ornate da una fascia con il doppio diamante di Umbro ripetuto in serie, un particolare che il brand di Manchester utilizzò spesso in passato.

A completare la divisa away ci sono i pantaloncini ed i calzettoni rossi.

Bari pantaloncini e calzettoni rossi away 2016-17

Come giudicate l’esordio di Umbro per le maglie del Bari 2016-2017 in Serie B?

  • giangio87

    Atalanta e Verona imparino come un brand minore spesso è migliore di soluzioni sciatte teamwear

  • Simone

    Ma il senso di avere i due stemmi, sponsor e stemma societario, ad altezze diverse?

  • birrinoferoce

    uno aspetta anni per rivedere umbro in italia eppoi arriva questa cosa qui…

  • Angelo Di Bello

    Evidentemente qualcuno gli ha fatto notare che lo stemma non si poteva vedere, e che Nike versione contratto da catalogo non dà molto aiuto alla causa.

    Il nuovo stemma è accettabile, MOLTO difficile far peggio del precedente, e tutto sommato anche la maglia, anche se direi che a me sembra una cosa fatta molto in fretta.

  • nabo78

    Contento per il ritorno del galletto…contentissimo per il ritorno di umbro nel calcio italiano (che conta)!il kit di per sé non mi fa impazzire, si vede che è un lavoro fatto piuttosto in fretta (ho visto sul sito umbro e si tratta di un kit teamwear)…ma il ritorno di un grande marchio come umbro non può non far piacere a tutti gli appassionati di calcio!

  • squaccio

    Quando ho visto la foto in rete immaginavo il commento che avrei scritto se fosse stato fatto il pezzo qui sopra:
    “Maglia semplice, carina, buono il ritorno di umbro ma inguardabili serigrafia e mancato allineamento di stemma e logo…”
    Booom…il sottolineato salva tutto ! 🙂

    Bella maglia, bel font…sullo stemma giusto che si esprimono i baresi: io preferivo l’ultimo galletto (non ovviamente la cresta fantasma dell’anno scorso)…questo mi sembra troppo miniuscolo….

    Maglia strapromossa cmq.

  • Magliomane

    Finalmente sparisce quell’aborto di stemma dell’anno scorso e la home ritorna bianca.
    Già solo questo merita la promozione d’ufficio… certo, per il resto non è granchè, si è visto ben di meglio in passato.
    Voto: 6 (stiracchiato)

  • Miro

    Modena, sei tu?

  • Alberto

    Apprezzo il ritorno del galletto nello stemma societario, tuttavia il restyling del logo (brutto il precedente) non mi convince affatto. Avrei preferito una soluzione più fresca, questa mi sembra già “superata” sia nell’idea di base che nella realizzazione finale. Uno di quei casi in cui la semplicità non risulta affatto un valore aggiunto. Il simbolo in uso fino al luglio 2014 resta nettamente il migliore. Sulle maglie poco da rilevare, condivido il ritorno al bianco nelle gare casalinghe ma nel complesso il kit non mi esalta.

  • Stefano

    bella maglia peccato per quel pezzo di cartolina in grigio nella parte bassa della maglia che non c’entra niente col calcio, poi la scritta stella del sud sul colletto mi sembra un po’ pretenziosa, Napoli e Palermo mi sa che sono un bel po’ avanti come storia

    • Alberto

      “Vecchia Stella del Sud” è uno degli appellativi con cui si è soliti riferirsi alla squadra biancorossa, come tanti ce ne sono per altre squadre. Non ci trovo alcunché di “pretenzioso” in questo caso.

    • Daniele Costantini

      Per completezza, lo storico appellativo di “Stella del Sud” nacque nell’immediato secondo dopoguerra, quando la Bari era la migliore – e talvolta unica – squadra del Meridione in Serie A; periodo in cui i Galletti raggiunsero peraltro il miglior piazzamento della loro storia, con il 7° posto della stagione 1946-47.

  • Stefano

    bello anche il ritorno al vecchio stemma degli anni ’60

  • Daniele Costantini

    Torna – si spera! – il Bari in maglia bianca… torna il Galletto… tornano gli Humphrey Brothers.
    Tanto mi basta per promuovere il tutto! Per promuovere anche una semplice maglietta con bordini rossi; per “digerire” perfino quella singolare stampa sul busto… 🙂

    Capitolo stemma: bentornato Galletto! Da bambino, ammetto che avevo un debole per la moderna versione introdotta nel 1979… tuttavia mi piace molto anche questa rivisitazione dello storico stemma usato fino agli anni ’70; anzi, della versione 2016 apprezzo ancor più la posa del gallo (ad “artigliare” un vecchio pallone di cuoio) e, soprattutto, l’uso dei due soli colori sociali, bianco e rosso. Unica nota negativa, la discrepanza di font tra Bari, dal taglio quasi “militare”, e Football Club 1908, al contrario fin troppo classico: una convivenza “forzata” che non mi fa impazzire.

  • Stefano

    Premesso che ho grande simpatia per il Bari, che mi ricorda l’infanzia quando ad allenarlo era il mitico Oronzo Pugliese, valutavo solo il suo palmares, comunque forza Sud in generale!

  • Superfity

    Veramente brutta, come molti hanno detto il logo societario è troppo piccolo, manca l’allineamento con il marchio umbro e la cosa dona un forte senso di disordine. Il disegno grigio in basso cerca goffamente di rendere meno anonima una maglia mal riuscita sotto tutti i punti di vista. Se eliminiamo tutte queste pecche resta una casacca bianca con bordini rossi. Non capisco come si possa massacrare la proposta Kappa per il Napoli ( a mio avviso molto bella) ed esser clementi con questa oscenità.

    • squaccio

      Leggere l’articolo ?

      • Superfity

        va bene, allineiamo i loghi sul petto e rendiamo meno evidente quella taroccata di disegno grigio…resta comunque una maglia poco ispirata

  • The Italian Job

    Un brivido nell’apprendere che il Bari ha firmato con Umbro e riproposto un emblema di sapore storico.
    Un filo di delusione nel vedere il lavoro finito, anzi presentato in corso d’opera…

    Che senso ha mostrare una maglia con una stampa e due simboli per specificare subito dopo che la stampa sarà meno visibile e i simboli posizionati diversamente?

    Bene comunque per l’emblema, che non “spacca” ma almeno spedisce nel dimenticatoio l’impresentabile orrore della scorsa stagione. E gradevole anche la citazione dedicata alla “stella del Sud”.

  • Swan

    Beh, nel caso del Bari è un sollievo non vedere più quell’aberrazione che ebbero il coraggio di spacciare come nuovo stemma.
    Quello in questione è la rivisitazione dello stemma storico in uso fino alla fine degli anni 70; una riproposizione di certo non memorabile ma che accolgo con piacere.
    Sicuramente preferibile al triste galletto stilizzato utilizzato a partire dagli anni 80.
    La maglia: non granché, è stato scelto un modello veramente minimal ed imbrattata da quella tamarrata di watermark nella parte frontale.
    Ritengo che, al netto del disegno e magari con delle calze ad hoops biancorosse, il kit guadagnerebbe parecchi punti.
    Ad ogni modo il Bari torna finalmente ad avere uno stemma decente, e questa è la cosa più importante.

  • superspook

    Spero sia un work in progress. Da piccolo sognavo che le pugliesi indossassero umbro ed ora che accade…deluso. La stampa del lungomare dove i baresi vanno a bere peroni e a mangiare cozze crude poi…a sto punto potevate mettere una foto di Piero Scamarcio in tuta acetata e mocassini (i pugliesi sanno chi è)

  • Nick 88

    La maglia mi piace: bianca con inserti rossi; la VERA maglia del Bari. Quando ho visto le prime immagini ero rimasto deluso dal mancato allineamento tra logo Umbro e stemma ma quando ho letto che questa soluzione è soltanto temporanea l'”allarme” è rientrato.

    Personalmente sulla prima maglia avrei evitato la serigrafia visto che, da come sembra gia la seconda maglia e la terza saranno contraddistinte da questa scelta stilistica.

    La seconda, rossa, sarà ispirata alla basilica di San Nicola mentre la terza che dovrebbe essere blu con maniche bianche ospiterà il teatro Petruzzelli.

  • Vittorio

    Non è che sia un capolavoro ma intanto questa sponsorizzazione va vista su un piano più strategico che estetico. E’ il primo passo di Umbro verso il mercato italiano. In Europa, l’azienda Britannica ha già fatto importanti acquisizioni con risultati estetici quasi sempre degni del proprio nome. Mi dispiace un pò che il vecchio galletto Pouchain sia del tutto scoparso ma già un anno fa, mi sembra, ne era rimasta solo la cresta. Umbro rispolverando l’antico simbolo fa una scelta assolutamente coerente con la propria storia. Bentornata Umbro!

  • Eugenio

    Grande Giancaspro ! Il primo impatto direi molto positivo: ha chiamato in società gente giovane ma di categoria come Stellone e Sogliano, cambiato quell’orribile stemma, messo sotto contratto un brand come Umbro (!) e riportato il bianco come colore di casa del Bari. Tanti elementi per promuovere in partenza il tutto.
    Sullo stemma: il mio preferito rimarrà sempre quello utilizzato fino al 2014, quello degli anni di Fascetti, Cassano, Enynnaia, Conte, Ventura ecc.., ma questa rivisitazione dello stemma del ’79 è promossa: non riesco a trovare grossi difetti, bene soprattutto la zona del Galletto.
    Sulla maglia invece: ottima la scelta di chiamare Umbro, che direi è nella stessa situazione nostra. Nell’euforia generale riesco a chiudere un occhio sull’effetto magliettina, leggermente sminuito dalla bellissima serigrafia del lungomare.
    Adesso aspettiamo le altre e poi tutti in campo per conquistare la A! Complimenti.

  • Mattia

    Mi sa che la umbro ha riciclato quelle maglie che un paio d’anni fa regalavano con le patatine pringles. seriamente, è questo il tanto atteso sbarco della umbro in italia? da catalogo sono da catalogo, poi ci sarà anche un minimo di personalizzazione ma le serigrafie “realistiche” sulle maglie le trovo quanto di più pacchiano ci sia. voto 4 di stima.

    • Carmine Cerveza Frìa Lentini

      Hanno chiuso un accordo in una settimana, non potevano fare altrimenti!

  • Bart

    Da Barese questa è la maglia del Bari .,finalmente il ritorno della maglia BiancoRossa , sicuramente con le migliorie che saranno apportate come gia comunicato dall’Umbro sarà bella da vedere sopratutto dallo stadio pulita e semplice l’appellativo ” STELLA DEL SUD “è da sempre riferito a i GALLETTI , quindi non c’è niente di pretenzioso in tutto ciò.

  • Amedeo

    A prima vista dico di no, aspetto di vedere quella vera, fin troppo semplice, non mi piace il disegno del lungomare, è una maglia da calcio, non un quadro!
    Voto: 5

  • Classick

    Sicuramente una maglia affrettata visto l’accordo recente con lo sponsor tecnico, troppo semplice, ma non da buttare. Non mi piace il disegno del lungomare.
    Sono contento dell’accordo con Umbro, questo brand manca da troppo tempo in Italia.
    Positivo il ritorno al bianco tradizionale in casa, anche se la rossa in casa non mi è dispiaciuta troppo.
    Finalmente hanno eliminato lo stemma osceno degli ultimi anni, ma il mio preferito rimane il galletto in uso fino al 2013-14.

  • rudiger

    Benissimo il ritorno a uno stemma comprensibile.
    La foto del lungomare mi fa passare la voglia di andare a Bari. Scritta inutile e melensa, come quasi sempre.

  • Stavrogin

    Aspetto di vedere la versione finale prima di commentare… Per adesso, con gli stemmi disallineati e la serigrafia grossolana, l’effetto è di una divisa molto cheap. Il template però fa bene sperare.

  • Lorenzo Lotito

    Maglia acquistabile dagli store a 14 euro…poi ti fai cucire il logo dalla nonna e hai la nuova maglia del Bari risparmiando 60 euro…
    non dico di fare maglie personalizzate, per carità, ma perlomeno sceglierne una più carina dal catalogo…

  • Homeaway

    Tutto qui…….?
    Una maglia da catalogo con un disegno (brutto) in sublimatico o serigrafia?
    Si vede che la Umbro inglese non c’entra nulla …….
    Il Bari é proprio un disastro nella ricerca dello sponsor tecnico.
    Un anno si vanta della sponsorizzazione Nike (all’insaputa della company americana……….) con la complicità di Paparesta (Dio l’abbia in gloria….) ed un negoziante del posto combinando disastri.
    Adesso si fregia di aver chiuso con Umbro quando é un distributore di Brescia.
    Con i risultati che tutti vediamo.
    Ma affidarsi ad una delle tante aziende “normali” no….?
    Della maglia che dobbiamo dire?
    Parrocchiale………. presentata in versione ..simile…ma poi la cambiamo…….
    Vedrete che sarà migliore….forse….
    E presentarla subito a posto?
    Dilettanti!!!

  • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

    L’articolo è stato aggiornato con nuove immagini in alta qualità!