fbpx

La sedicesima stagione del Chievo Verona in Serie A è ufficialmente iniziata a Veronello. Nel quartier generale della società della Diga, il presidente Campedelli assieme al tecnico Maran e ai giocatori ha presentato ai tifosi e alla stampa la squadra e le nuove maglie 2017-2018, firmate ancora una volta da Givova.Conferenza stampa ChievoVerona stagione 2017-2018

Il sodalizio tecnico tra la squadra veneta e il brand campano si sta confermando come uno dei più longevi della Serie A, arrivando al nono anno consecutivo di collaborazione.

Prima maglia Chievo Verona 2017-2018

La maglia casalinga si presenta completamente gialla, senza le ormai celebri maniche blu. Il look della nuova divisa home richiama quello sfoggiato dai veronesi a partire dal 1994 e fino all’esordio in Serie A, nella stagione 2001-2002. Pucciarelli indossa la maglia del Chievo 2017-2018

Novità anche per quel che riguarda lo stemma societario che si sposta sulla manica sinistra per lasciare spazio sul petto alla figura di Cangrande I della Scala, cucita in blu senza lo scudo e la denominazione societaria. La sagoma blu del Signore degli Scaligeri è raffigurata anche sul fianco sinistro, come di consueto.

Come nella passata stagione il colletto a girocollo prende spunto dalla scherma, con il particolare sistema di chiusura laterale a tre bottoni. I bordo manica sono blu, come i loghi di Givova e lo storico main sponsor Paluani.

In blu anche la denominazione societaria, stampata sopra al bordo posteriore della maglia e le stampe di nomi e numeri, il tutto caratterizzato dal consueto font gotico-medievale. Dietro al colletto è presente la scala, il simbolo degli Scaligeri, racchiuso in uno scudo rosso.Divisa Chievo 2017-2018 Givova

Rinnovati anche i pantaloncini che per la prima volta prevedono la figura di Cangrande anche sulla parte posteriore. I calzettoni gialli con bordo blu completano la prima dei veronesi.

Osservando nel complesso il completo notiamo che il profilo di Cangrande I Della Scala appare ben sette volte, di cui tre sulla maglia, due sui pantaloncini e due sui calzettoni. Comprensibile la volontà di richiamare un importante simbolo cittadino e della società, ma forse in questo caso si è esagerato.

La statua equestre di Cangrande I della Scala esposta al museo di Castelvecchio.

A parte l’onnipresente cavaliere scaligero, la grande novità della collezione è rappresentata senza dubbio dall’assenza delle maniche blu sulla maglia casalinga, un dettaglio che accompagnava la squadra veronese da quindici anni.

Il nuovo look dei clivensi non può che rimandare al Chievo dei Miracoli di Gigi Del Neri che sbalordì il calcio italiano nella stagione 2001-2002, quella del debutto in Serie A. L’ultima divisa del Chievo senza le maniche blu, fu appunto quella realizzata da Joma in quella magica annata.

Dall’anno seguente, stagione 2002-2003, fa il suo debutto la maglia “modello Arsenal” con busto giallo e maniche blu. Questo particolare design è stato introdotto dal presidente Campedelli, grande appassionato di maglie e da sempre molto attento a questo aspetto.

Seconda maglia Chievo Verona 2017-2018

Anche in questa stagione i veronesi vestono in trasferta i loro storici colori, il bianco e l’azzurro. La maglia è creata sullo stesso modello della precedente, compreso il colletto abbottonato lateralmente, ma senza stacchi cromatici sui bordo manica.

Sul petto scorre una banda verticale azzurra che sfuma verso lo stemma societario, ricamato nella versione con i mastini rampanti già utilizzata per le maglie Christmas edition del 2012 e del 2013 e per la maglia away della passata stagione.

Numerose varianti dello stemma scaligero rispetto alla versione originaria con la scala argentata su campo rosso, furono introdotte per distinguere i diversi rami della famiglia e i relativi individui.

I pantaloncini e i calzettoni del kit away sono coordinati cromaticamente alla casacca, bianchi con inserti azzurri. Sul fronte dei calzettoni è ricamato tono su tono un dettaglio del portale d’ingresso delle arche scaligere, le tombe dei Signori di Verona site nel centro storico della città veneta.

Sul retro della casacca, sopra alle personalizzazioni blu trova posto il motto in latino “Gaudete in dominio“, richiamo alla storia del club presente anche sui cancelli dell’impianto sportivo Bottagisio, casa del settore giovanile del ChievoVerona.

Terza maglia Chievo Verona 2017-2018

Come di consueto i ragazzi di Maran hanno a disposizione anche una terza divisa, che ripropone un colore già utilizzato in diverse occasioni nella storia del club. Il verde intenso che colora la casacca è interrotto da una striscia verticale gialloblù che attraversa la sezione sinistra proseguendo sui pantaloncini.

Il lettering di Givova e i loghi posti sulle maniche sono colorati di giallo, mentre il main sponsor Paluani e le personalizzazioni poste sul retro sono argentate. Sul petto è cucita la scala di Verona, argentata e bordata di rosso, liberata dal consueto scudo araldico.

Un altro richiamo al Medioevo e ai signori di Verona è presente sul fronte della maglia, dove è impresso tono su tono il sigillo di Cangrande I della Scala. Questo sigillo appare sui documenti originali medievali conservati presso la biblioteca capitolare di Verona e reca la scritta “S(igillum) Canisgrandis de la Scala” che rappresentava la firma del signore scaligero.

Per decifrare una volta per tutte questo simbolo, che abbiamo ritrovato già in altre occasioni sulle divise da trasferta del Chievo, ci siamo rivolti direttamente all’Ordine delle Lame Scaligere, un’organizzazione di Sale d’Arme di Scherma Storica e associazione culturale di rievocazione veronese che si occupa di insegnamento, studio e pratica della scherma del Basso Medioevo. La risposta è stata immediata, con tanto di fotografia e spiegazione storica degne di un’enciclopedia.

Il simbolo medievale è proposto anche sulla parte frontale dei calzettoni, verdi con spesso bordo giallo. I pantaloncini, anch’essi verdi, sono decorati dalla scala e dalla striscia verticale gialloblù che prosegue dalla maglia.

Le maglie del Chievo 2017-2018 in campo

L’amichevole disputata in ritiro tra il Chievo e la selezione Top 22 Calcio Dilettanti Veronese è stata l’occasione di ammirare sul campo la nuova divisa home degli scaligeri. La squadra di Maran si è imposta sui dilettanti veronesi per 4-0.

Da notare che lo stemma del club era ricamato sulla manica destra, nella versione definitiva sarà invece a sinistra per fare posto alla toppa ufficiale della Serie A. Una chicca per i collezionisti clivensi.

Come abbiamo visto la maglia gialla a maniche blu quest’anno rimarrà nell’armadio, come giudicate il cambio di rotta stilistico del Chievo? Vedreste bene l’utilizzo della divisa gialla con leggeri inserti blu in pianta stabile?

Credit: lamescaligere.eu; bagaglioamano.altervista.org