SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Superate le numerose difficoltà organizzative ha preso il via poche settimane fa l’edizione 2015 della Coppa d’Africa, organizzata dalla CAF, la federazione calcistica del continente nero. La competizione, dopo il ritiro del Marocco designato come nazione ospitante, si svolge in Guinea Equatoriale.

Conclusa la fase eliminatoria e disputati i quarti di finale è giunto il momento delle semifinali. Ghana, Guinea Equatoriale, Costa d’Avorio e Repubblica Democratica del Congo sono le quattro “sopravvissute”. Facciamo un passo indietro e andiamo a scoprire le maglie delle 16 nazionali impegnate nella competizione concentrandoci su quelle sfoggiate in campo.

Maglie Coppa d'Africa 2015

Girone A

Il gruppo A ha visto imporsi con 7 punti i diavoli rossi del Congo. La formazione centroafricana, vincitrice dell’edizione 1972, sfoggia divise firmate Adidas. La versione casalinga consiste in un completo rosso con ampio scollo a V bianco. La divisa da trasferta, interamente bianca, presenta il colletto e le strisce Adidas sulle spalle in blu, mentre il rosso colora gli inserti di pantaloncini e calzettoni, oltre alle personalizzazioni.

Maglie Congo Coppa d'Africa 2015

Supera il girone anche la Guinea Equatoriale, alla sua seconda partecipazione alla Coppa d’Africa. Anche in questo caso le maglie sono prodotte dal colosso tedesco Adidas che subentra alla danese Hummel. Fino a questo momento i centroafricani hanno indossato una semplice divisa rossa con loghi e tre strisce in bianco.

Maglie Guinea Equatoriale 2015 adidas

Eliminato dopo la fase a gironi il Gabon della stella Aubameyang, che totalizza soltanto tre punti. Molto bella anche se decisamente datata la divisa Puma utilizzata dalla piccola nazionale dell’Africa equatoriale. La casacca gialla, arricchita da un inserto blu sulle spalle e dalla figura di una pantera ruggente sulla parte frontale, è stata infatti lanciata nell’edizione 2012 del torneo. La divisa, che ricorda quella del Brasile, si completa con pantaloncini e calzettoni blu, mentre il verde colora le personalizzazioni.

Maglia Gabon Puma 2015

Ultimo posto nel girone per gli stalloni del Burkina Faso, che avevano sfiorato il sogno mondiale mancando la qualificazione soltanto allo spareggio contro l’Algeria. L’italiana Kappa succede a Puma nella fornitura della nazionale centroafricana e propone un kit casalingo molto colorato. La casacca verde è spezzata da un inserto rosso che decora le spalle e che ospita il lettering Kappa in giallo; lo stesso giallo colora le numerazioni squadrate già lanciate nei campi di Serie A sulle maglie di Cagliari e Torino.

Per le divise da trasferta Kappa punta sul bianco, accompagnandolo ai colori federali. Il rosso colora le spalle e i fianchi della casacca, mentre il verde caratterizza le personalizzazioni e l’inserto obliquo posto sulla spalla destra.

Maglie Burkina Faso Kappa 2015

Girone B

Il gruppo B vede imporsi con cinque punti la Tunisia, già campione d’Africa nel 2004. I nordafricani hanno sfoggiato la loro divisa casalinga, prodotta dal partner tecnico Burrda. Il tradizionale completo bianco è colorato da una striscia rossa che si sviluppa lungo i fianchi congiungendosi all’inserto che decora la parte superiore della maglia. Il pannello frontale è attraversato da due bande rosse di diverso spessore che dal fianco si protraggono verso il centro della maglia, interrompendosi in prossimità dello stemma federale.

Divisa Tunisia Coppa Africa 2015

Passa il turno la Repubblica Democratica del Congo, vincitrice delle edizioni 1968 e 1974, con le coloratissime divise prodotte dal brand irlandese O’Neills. La versione home utilizzata dai “leopardi” gioca su un abbinamento inusuale per le squadre africane e consiste in una casacca celeste con maniche rosse impreziosita dalla figura di un leopardo impressa tono su tono sul fianco sinistro. Molto singolare il pattern del retro che raffigura il manto maculato del leopardo, simbolo della nazionale.

Le numerazioni e il logo dello sponsor tecnico sono in giallo mentre pantaloncini e calzettoni riprendono il rosso delle maniche. Per le trasferte O’Neills punta su una divisa total white con colletto a girocollo celeste, attraversata sul pannello frontale da un motivo a linee oblique parallele dorate.

Maglie Repubblica Democratica del Congo 2015

Nonostante l’originale divisa prodotta dallo sponsor tecnico Lacatoni, arriva l’eliminazione al primo turno per Capo Verde. Il kit blu utilizzato nelle tre gare disputate dagli “squali azzurri” è spezzato da un elegante scollo a V bianco bordato di rosso, coordinato al bordo manica. La maglia è caratterizzata da fasce orizzontali colorate in due diverse tonalità di blu, arricchite dal profilo delle isole che compongono l’arcipelago di Capo Verde inserite tono su tono.

Kit Capo Verde Lacatoni 2015

Ultimo posto nel gruppo B per lo Zambia, che non presenta nessuna novità rispetto alle maglie Nike utilizzate nella vittoriosa edizione 2012. La maglia verde è attraversata verticalmente da tre strisce, una rossa, una nera e una arancione che intersecano lo stemma federale.

Maglia Zambia 2015

Girone C

Si aggiudica la prima posizione nel girone il Ghana, detentore di quattro coppe d’Africa, che propone le stesse maglie lanciate da Puma per il mondiale brasiliano. La divisa bianca delle stelle nere, caratterizzata da una vestibilità molto aderente, è arricchita da un inserto multicolore posizionato sulle spalle. Il disegno, che richiama le decorazioni tradizionali africane, orna anche i bordo manica e l’orlo dei pantaloncini.

Maglia Ghana 2015 Puma

Cambio di fornitore tecnico per l’Algeria che abbandona la lunga partnership con Puma in favore di un nuovo accordo con Adidas. La divisa home delle “volpi del deserto” è bianca con le tre strisce tono su tono, numerazioni verdi e loghi Adidas neri. Il brand tedesco propone un verde scuro per la versione away con scollo a V e marchi Adidas in bianco. La maglia è attraversata da quattro strisce diagonali tono su tono.

Maglie Algeria 2015 adidas

Eliminato al primo turno il Senegal sponsorizzato da Puma. Il kit home è rappresentato da un completo bianco impreziosito da una decorazione posta sulle spalle e sottolineata da una bordatura gialla. Il tema della decorazione è il baobab, maestoso albero che decorava anche la precedente versione del 2012. Nomi e numeri sono rossi. La versione away della divisa presenta una colorazione verde scuro, abbinata ad una tonalità più chiara che colora le numerazioni e il piccolo inserto posto sulle spalle.

Maglie Senegal 2015 Puma

Dopo l’eliminazione al mondiale casalingo del 2010 e la mancata qualificazione all’edizione brasiliana della scorsa estate, continua a deludere il Sudafrica, classificatosi all’ultimo posto nel raggruppamento. Terminato in anticipo il contratto con Puma, le divise dei “Bafana Bafana” sono ora realizzate da Nike. Nel corso della competizione è stata utilizzata soltanto la versione casalinga, composta da maglia gialla con colletto a polo e bordo manica verde, pantaloncini verdi e calzettoni gialli. Le numerazioni, proposte in un singolare font forellato sono in verde sulla maglia e in giallo sui pantaloncini.

Maglia Sudafrica 2015 Nike

Girone D

Vince il gruppo D la Costa d’Avorio che ripropone le stesse divise Puma utilizzate ai mondiali. La casacca arancione, decorata da disegni tribali posti sulle spalle, è stata abbinata ai pantaloncini verdi del completo away, ricreando una divisa che mancava da tempo agli “elefanti”. Utilizzato anche il consueto completo total orange.

Divisa Costa d'Avorio 2015 Puma

Supera il girone anche la Guinea, indossando le sue coloratissime, e molto africane, divise prodotte da Airness. La versione home proposta dal marchio francese abbina una casacca rossa a pantaloncini gialli e calzettoni verdi. Il pannello frontale della maglia è attraversato orizzontalmente da numerose righe parallele che richiamano i tre colori della bandiera della Guinea. Le numerazioni nere sono sormontate dai nomi dei calciatori stampati in giallo, rendendo colorato anche il retro della divisa.

Il kit away consiste in una divisa bianca colorata da tre strisce orizzontali che portano i colori federali nella parte superiore della maglia; il resto della casacca presenta fasce orizzontali tono su tono.

Maglie Guinea Airness 2015

Eliminato dopo il primo turno il Mali, anch’esso sponsorizzato da Airness. Il kit home consiste in un completo giallo decorato sul petto da un motivo a strisce ondulate che riprende i colori nazionali. Altra caratteristica è l’ampio scollo rosso coordinato con i bordo manica. Stesso template declinato in bianco per la versione away.

Divise Mali 2015 Airness

Nessun cambiamento per il Camerun rispetto ai mondiali brasiliani: divise uguali firmate Puma medesimo piazzamento all’ultimo posto nel girone. I “leoni indomabili”, vincitori delle edizioni 1984, 1988, 2000 e 2002, sono scesi in campo indossando una maglia verde decorata con disegni tribali raffiguranti il leone. La particolare casacca è stata abbinata a pantaloncini e calzettoni rossi con dettagli gialli.

Maglia Camerun in Coppa d'Africa 2015

In attesa di conoscere le due finaliste lasciamo a voi il compito di stilare il podio di questa Coppa d’Africa in tema di abbigliamento.

Quali sono le tre divise più belle? E quale la peggiore del lotto?

  • Giò

    1-Costa d avorio
    2-Zambia
    3-Camerun

  • Giò

    Peggiore: Guinea Equatoriale

  • gargaroz

    secondo me la migliore è quella del Ghana!
    Poi Camerun e Capo Verde.

  • Matteo23

    Prevalenza di verde, giallo e rosso in Africa, come da tradizione. A parte qualche eccezione, le seconde divise sono per la maggior parte bianche.
    Dopo questa premessa, c’è da dire che il materiale su cui commentare è poco: per la maggior parte sono maglie che rispettano la storia e i colori delle Nazionali, e personalmente preferisco i lavori della Puma che pur essendo fatti sullo stesso template presentano disegni diversi e molto azzeccati per un continente così variopinto.
    Deludente l’Adidas (a volte sembra che nemmeno sappiano di alcune sponsorizzazioni e i club/nazionali vadano a comprare direttamente in negozio) e la Nike con l’Australia/Brasile/Sudafrica.
    Tutte belle le maglie dei marchi “outsider” Locatoni, Airness e O’Neills.

    Quella che preferisco in assoluto è la maglia-bandiera dello Zambia, e sogno un giorno di vedere l’aquila dorata libera dallo stemma federale, per una completa e fedele riproduzione della bandiera zambiana.

    Come maglia più brutta voto la Burrda della Tunisia.

  • Eugenio

    Come dice Matteo23, la migliore è Puma, che rimane più attinente allo stile africano, riproponendo i lavori per la scorsa coppa d’Africa e Mondiale, ottimi secondo me e che più si avvicinano alla mia idea di maglia per una squadra africana. Bocciata completamente adidas, che continua a lavorare con sufficienza e a produrre brutte maglie ( tra l’altro ha anche il coraggio di produrre quasi la stessa maglia per due squadre dello stesso girone ), bruttissima quella della Tunisia, che troppo vuole e nulla stringe.
    Ottimo lavoro di Locatoni, Airness e O’Neills, di cui recrimino soltanto la bandiera. Messa lì così si confonde come se fosse un particolare e sembra sparire.
    Male anche Nike, boccio assolutamente la maglia del Sud Africa, mentre ritengo interessante quella dello Zambia, sulla quale avrei sperimentato di più.
    Così così Kappa.
    In generale, una Coppa d’Africa come le altre : dominio assoluto di Puma, brutte e banali quelle delle big, ottime e sorprendenti le maglie dei piccoli marchi.

  • AxxA

    Ma cosa c’entra il colore blu con il Congo ?!?
    Il Mali una volta giocava in verde, ma vedo che da qualche anno ha cambiato.

  • AxxA

    Non capisco perchè la nazionale zambiana non ha utilizzato il nuovo completo Nike? Forse per scaramanzia?
    http://www.footyheadlines.com/2014/01/zambia-2014-home-and-away-kits-leaked.html

  • upuntou

    TOP 5:

    1)Capo Verde
    2)Zambia
    3)Guinea
    4)Ghana
    5)Algeria

    FLOP 5:
    1)Guinea Equatoriale
    2)Congo
    3)Tunisia
    4)Sudafrica
    5)RD Congo

  • NelloStileLaForza

    Potente la Costa d’Avorio, sia in total orange che con i calzoncini verdi.
    Sempre bello da vedere anche il kit del Camerun e quello con la maglia-bandiera dello Zambia.
    Coraggiosa ma poco efficace la RD Congo: l’azzurro annega nel rosso acceso.
    Ghana un po’ troppo folk per i miei gusti.
    Modeste come al solito, dal punto di vista delle divise, Algeria e Tunisia; Sudafrica gradevole nelle tinte ma molto… Australiano.
    Nota di merito per gli stemmi – qui non troppo visibili – di Gabon, Camerun e Costa d’Avorio.

  • Vittorio

    Cameroon sopra tutti

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Le divise Puma non mi piacciono un granché; poi mi paiono troppo attillate anche per i giocatori, maglia strettissime e pantaloncini molto abbondanti… ma è un problema per tutte le squadre Puma, non solo per le africane.
    Adidas ha rifornito quasi tutte le proprie nazionali con modelli alquanto dozzinali, da catalogo, molto semplici; ci possono pure stare, ma tutti potrebbero reperirli per qualsiasi torneo da bar. Se c’è una competizione dove vedrei bene le sperimentazioni quella è la Coppa d’Africa, e Adidas qui un po’ ha toppato; certo tutto dipende anche dai tipi di contratti che sono stati stipulati tra il brand tedesco e le varie federazioni, perché potrebbe pure darsi che quest’ultime si siano rifornite da rivenditori che nulla (o quasi) hanno a che fare con Adidas.
    Contestualizzando gli stili e i design alle squadre africane, direi molto bene i lavori di Airness per Guinea e Mali. Bene anche O’Neill con la R.D. Congo e Lacatoni con Capoverde. Buoni anche i lavori di Nike per Sud Africa e Zambia.

    • Niccolò Mailli

      Giusta la puntualizzazione sulle tipologie di contratto per quel che riguarda Adidas. Sempre parlando del brand delle tre strisce osservavo curiosamente come Adidas abbia completato il suo portfolio di sponsorizzazioni nel Nordafrica subentrando a Puma nella sponsorizzazione tecnica dell’Algeria. Lo stesso identico passaggio aveva riguardato in precedenza Egitto e Marocco.

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Mi limito a dare il mio podio: Mali, Capo Verde e RD Congo.

  • Santa Tigna

    Top:
    – Guinea
    – Capo Verde
    – Mali
    Mi piace un sacco come lavora Airness con le maglie africane. Tutte gradevoli anche le Puma e la Nike dello Zambia.

    Flop:
    – Congo
    – Guinea Equatoriale
    – Tunisia ma non a livello delle prime due
    Neanche Kappa mi convince troppo…quanto sarebbe bello se riproponesse modelli fantasiosi come quelli del Sudafrica anni 96-98 (o della Giamaica 98, con la quale si era superata, anche se usciamo dal tema africano)

  • Mr.74

    Classifica:
    1-Costa D’Avorio
    2-Ghana
    3-Camerun

    Valutazioni generali, Puma nel continente africano viaggia decisamente con una marcia in più, e non certo da oggi. Fantasia, innovazione e vestibilità moderna, fanno brillare persino la divisa del Gabon, la stessa utilizzata nella precedente edizione della Coppa d’Africa. Discrete sorprese O’Neills e Lacatoni, brand semisconosciuti ma interessanti, senza infamia e senza lode Burrda e Airness, male Adidas, nessuno si aspettava dei capolavori, ma nemmeno delle scialbe divise che non sanno di nulla, almeno per una delle squadre Adidas, il colosso tedesco poteva sforzarsi di sfornare qualcosa di più interessante. Nonostante i lavori con Sudafrica e Zambia, pur essendo di base da catalogo, siano abbastanza curati e dettagliati, insomma poteva andare peggio…boccio comunque anche Nike, sono proprio i template del colosso americano a non piacermi, al di là di ogni altra considerazione. Infine malissimo Kappa, probabilmente quelle del Burkina Faso sono le peggiori divise in assoluto.

    • GianGio87

      C’è chi ha fatto peggio della kappa tipo adidas. Kappa ha presentato un lavoro personalizzato, adidas il più delle volte maglie a caso.

      • Mr.74

        Le maglie che Adidas ha proposto nella rassegna, in assoluto non sono una ciofeca, ma per una competizione importante, un brand importante dovrebbe fornire qualcosa di più esclusivo, impegnarsi un pò di più, e valorizzare nazionali che oltre alla coppa d’Africa(che già di per se è importante) partecipano anche ai mondiali e pure con ottimi risultati, tipo l’Algeria (da poco passata ad una dozzinale divisa Adidas … e che ha fatto un ottimo mondiale) e qui che Puma spacca rispetto ad Adidas, per Puma le squadre africane non sono assimilabili al torneo di calcetto tra scapoli e ammogliati, ma hanno un trattamento addirittura più esclusivo rispetto a nazionali europpee e sudamericane. Quanto a kappa, il lavoro presentato per te sarà anche personalizzato, ma io ci vedo solo tanta confusione ed approssimazione….i kapponi giganteschi che fanno capolino sui calzettoni mi sanno tanto di tarocco..sono tristissimi, e addirittura(se non ho visto male..) nei pantaloncini della away mancano i kappini laterali, che per quanto inguardabili….sono comunque stati riproposti nelle ultime collezioni di kappa, per non parlare dell’orrenda sistemazione dei colori.. tra bande, striscie e maniche improponibili!! Naturalmente il mio è un giudizio soggettivo e personale. 🙂

        • Niccolò Mailli

          @ Mr. 74
          Sulle divise da trasferta del Burkina Faso i loghi Kappa sono presenti anche sui pantaloncini ma nell’immagine inserita nell’articolo non si vedono.

          http://news.aouaga.com/img_photos/L/000_ARP4074366.jpg

        • Mr.74

          Avevo dei dubbi a giudicare dalla foto. Grazie! 🙂

  • Stavrogin

    Stravince la Rep.Dem.Congo home.
    Mi piace molto anche la home del Mali, e poi il Burkina, sia home che away.

  • Rosellino

    I marchi meno conosciuti hanno sfornato le divise migliori.
    O’Neills e Airness su tutti

  • Ant KFRD

    E’ piuttosto piacevole vedere che buona percentuale di fornitori tecnici in questa competizione sono marchi fuori dalle “Big 3”, se non completamente outsiders, come Lacatoni e O’Neill, la quale pensavo facesse solo maglie per hurling irlandese.
    La mia preferita e’ la home del Mali, approvate tutte le maglie Puma di questa competizione, in aggiunta a quella del Capo Verde, Zambia e Sud Africa.

    Piccola curiosita’: la Kappa aveva gia’ sponsorizzato in precedenza il Burkina Faso, se non sbaglio durante la Coppa d’Africa organizzata proprio in quel paese.

  • Lorenzo

    Guinea bellissime!!!!!!

    Specie quelle da trasferta ..

    Molto bene anche Costa d avorio come sempre e Camerun !!
    Molti colori comunque..molto belle

  • Swan

    La maglia dello Zambia è il top. Seguono a notevole distanza Guinea e Mali, la Airness fa maglie discrete.
    Puma pessima, le sue maglie non mi piacevano ai mondiali e non mi piacciono adesso.
    Costa d’Avorio molto meglio con braghe verdi.

  • mosca

    Non so se elencarle come le divise più belle o le meno brutte, di certo le squadre africane sono valorizzate solo da Puma assieme alle divise di Guinea e Mali.
    Il resto è un insieme di ovvietà e soprattutto noia mostruosa, .

    Noia e ovvietà espresse ai massimi livelli da Nike con Zambia e SudAfrica, ed in particolare modo da Adidas con Algeria e con le sette camicie sudate per Congo e Guinea Equatoriale…
    Assieme a loro una menzione speciale tremenda per la Tunisia.

  • Kamaki

    TOP
    1) Guinea home
    2) Zambia
    3) Capo Verde
    FLOP
    1) Congo away
    2) Algeria home
    3) Mali

  • adb95

    Congo 5 5
    Guinea Equatoriale 5 (c’è da dire che forse l’organizzazione assegnata all’ultimo secondo ha forse influito sull’anonimità delle maglie)
    Gabon 6,5 (era 7,5 ma quando è vecchia perde un voto)
    Burkina Faso 4,5 4,5
    Tunisia 5,5 (Burrda è come Warrior, ci mette troppe cose su ste maglie…)
    RD Congo 5,5 5,5
    Capo Verde 6,5 (il tentativo vale il prezzo del biglietto)
    Zambia 6 (vedi Gabon)
    Ghana 6
    Algeria 6 6,5 (anche se template un po’ vecchiotto)
    Senegal 5,5 6,5 (font molto interessante c’è da dire)
    Sudafrica 4,5 (che ne parli a fare…)
    Costa D’Avorio 6,5 (molto meglio abbinata a pantaloncini verdi)
    Guinea 5,5 6
    Mali 7 6 (sul bianco troppi colori un po’ rovinano)
    Camerun 6,5

  • Fedekicker

    Zambia bellissima belle pure quelle di airness che non conoscevo, in generale adoro i colori dell’africa. Forza Ghana!!!

  • Daniele Kanchelskis

    La O’Neills è uscita dall’Irlanda!
    La regina incontrastata delle maglie degli sport gaelici (e che ha vinto una causa contro l’Adidas per l’uso delle tre strisce)! Bella notizia