SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Nei primi mesi dopo il lancio di Passione Maglie abbiamo pubblicato una lista nera di persone che vendevano maglie da calcio a poco prezzo.

Con il tempo è diventato quasi impossibile mantenerla aggiornata, senza contare i rischi di pubblicare nomi, cognomi e account che su eBay e Facebook proponevano maglie contraffatte. A distanza di anni abbiamo così smesso di fornire valutazioni su prodotti o venditori, ma vogliamo darvi qualche consiglio per non essere truffati.

Maglie calcio e scarpe a poco prezzo

  1. Occhio al prezzo! Inutile girarci intorno, il costo fuori mercato dei prodotti è sempre il primo campanello di allarme. Maglie o scarpe da calcio originali che partono da 60 euro fino a quasi 300 euro non possono essere in vendita a prezzi scontati del 50-60-70%. Il discorso ovviamente vale solo per gli articoli della stagione in corso.
  2. I dati del venditore. Se il venditore non dichiara una sede fisica, non espone la partita iva ed esiste esclusivamente su eBay, Facebook o Instagram, al 99,99% vende maglie false.
  3. I tempi di spedizione. Per non avere problemi in dogana molti ordinano la merce direttamente in Asia con i dati del cliente finale. Ciò allunga considerevolmente i tempi di consegna – a volte si arriva anche a 30 giorni – e in caso di pacchi fermati in dogana tocca all’acquirente pagare eventuali dazi aggiuntivi. Ammesso che il pacco non venga bloccato in quanto contraffatto.
  4. Nessun reso o diritto di recesso. Per legge chi acquista online ha il diritto di restituire i prodotti per qualsiasi motivo entro 14 giorni e ottenere il rimborso dell’ordine. La gran parte dei truffatori, ovviamente, non riprende indietro la merce.

Vogliamo anche sfatare la leggenda delle fabbriche Nike, Adidas o Puma che rivenderebbero maglie o scarpe difettose. È una bufala ed è un’ottima scusa per motivare il prezzo basso e convincere gli utenti.

A tutti piacerebbe acquistare la maglia originale della propria squadra con nome, numero e toppe di lega a prezzi irrisori, ma le favole non esistono. Di un prodotto contraffatto, anche se di primo acchito può sembrare un’ottima replica, non è possibile sapere com’è stato realizzato e se sono state utilizzate sostanze tossiche per la nostra salute.

Non faremo discorsi moralistici, ognuno resta libero di acquistare e indossare ciò che preferisce, ci limitiamo a dirvi che alimentare il mercato dei falsi contribuisce a far lievitare i prezzi dei prodotti originali. Vogliamo quindi rispondere definitivamente e con certezza alla domanda che dopo tanti anni ancora ci rivolgete: “Le maglie vendute a 30 euro sono originali?”.

No, ma forse lo sapevate già.

  • Matteo Perri

    “Le maglie originali sono prodotte in Asia, perchè dovrebbero essere false?”.
    Perchè sono false, se poi qualcuno vuole davvero credere che le fabbriche delle multinazionali si mettano a vendere online una maglia per volta a chiunque… beh guardarsi un film di fantascienza è la stessa cosa.

  • pongolein

    Piccolo commentino di circostanza: per un torneo estivo con alcuni amici della mia squadra di basket abbiamo deciso di comprare tutti da un rivenditore non propriamente cristallino le maglie vintage degli houston rockets 96. Prezzo a maglia 30 euro (prodotti che sull’nba store costano più del doppio).
    A primo acchito sono fedelissime alle originali, all’analisi dei particolari le imprecisioni risultano numerose, una volta indossata…lasciamo perdere.

    Io ho una filosofia ben precisa riguardo le maglie autentiche e credo che ricalchi quella del 90% degli utenti. Comprare il falso oltre che rendervi più o meno fieri possessori di un pezzo francamente brutto alimenta un mercato che è un vero e proprio cancro da mille punti di vista. Ovvio possiamo disquisire sull’eccessivo prezzo delle maglie autentiche ma qui trascendiamo in discorsi sul “reale valore delle cose” che esulano da ogni considerazione che possiamo fare noi appassionati.

    Meglio avere una maglia anzichè 3, ma autentica.

    • Matteo Perri

      Fammi aggiungere che avere tra le mani una maglia autentica è tutta un’altra cosa, ma non tutti possono comprenderlo 🙂

  • Klaus

    Che dire,sono un “collezionista”, da quasi vent’anni ho comprato le prima maglie nel ’96…ne posseggo quasi 450…qualcuna appartenuta a qualche giocatore. Tutte rigorosamente originali. Inutile dirlo è un hobby, se così vogliamo chiamarlo che costa e parecchio. Sono sincero mi è capitato una sola volta di acquistare da uno di questo rivenditori. Il prodotto a primo impatto è fedele all’originale, ma, le imperfezioni sono notevoli, per non parlare della qualità che è piuttosto mediocre. Al punto che dopo qualche lavaggio la maglia comincia a perdere “pezzi”. Esperienza pessima e che mi sento vivamente di sconsigliare a chiunque. Inutile nascondersi dietro ad un dito però, un famoso sito di aste online ha aperto una voragine oscura nel mercato. Ed è altre sì vero, che Nike, umbro o chi per loro considerate tutte le spese di produzione,dei trasporti etc.etc. ottengono mediamente un guadagno considerevole in proporzione al costo sostenuto. Sono convinto che se una maglia venisse venduta ad un prezzo ragionevole, si darebbe un bel colpo al mercato della contraffazione. Invece ho come l’impressione che si voglia spremere all’inverosimile l’utente finale…facendo in tal modo proliferare chi vende ad un prezzo stracciato queste repliche…il cui costo si aggira tra i 27 ed i 35…comprensivo di nome, numero è toppe varie…il fenomeno va contrastato alla base a mio avviso…

    • Matteo Perri

      Senza scendere nei dettagli, c’è da dire che il prezzo è alto anche perchè chi produce e vende, oltre ad avere un profitto, ci paga le tasse. Stesso discorso per i rivenditori. Chi spaccia i falsi ovviamente non ha di questi “problemi”.

      Detto ciò credo che in Italia ci sia un evidente problema culturale sui falsi, in particolare per alcuni prodotti come le maglie. Sarei pronto a scommettere che un abbassamento dei prezzi, ovviamente ragionevole perchè è impensabile avere una maglia originale a 35 euro, non migliorerà la situazione.

      • Klaus

        Il problema del malcostume nel nostro paese è atavico, ma considerato tutto, il costo di una maglia, parlo di produzione completa, comprensivo ovviamente di materiali, manodopera e tasse, difficilmente supera 20€, una maglia viene poi venduta di base, a seconda dello sponsor tecnico ad 80€, quindi se solo volessero potrebbero diminuire il prezzo…prova nè è il fatto che in alcuni store, la maglia della stagione precedente costa la metà….e posso assicurarti che non vendono in “perdita”….

        • Matteo Perri

          Occhio però, se tutti i negozi vendessero la merce a metà prezzo, tempo 6 mesi e chiuderebbero. Che si tratti di maglie o altro. I saldi e le svendite servono più a dare liquidità che a guadagnare.

        • Giangio87

          I saldi più che a dare liquidità servono per liberare le giacenze di magazino, che poi siano utili anche a rimpinguare le casse è un’altro discorso, ma, non puoi tenere troppo occupato un magazino con roba invenduta, perchè alla lunga un venditore ci perde.

  • vigne

    Grande articolo, ottimo davvero, che serve a far aprire gli occhi a chi non li ha mai aperti. Le favole non esistono.

    Vorrei anche aggiungere che comprare un tarocco, un falso, è un reato: andreste mai in banca a rubare 30 euro?

    A chi poi, come tanti, si lamenta del fatto che le maglie costano troppo e che quindi si cade inevitabilmente sul tarocco (lasciando stare le questioni immorali già citate come “comprare i tarocchi è reato” oppure “sono composti da sostanze tossiche” ecc), dico che è il tipico ragionamento all’italiana.
    I prezzi sono alti, questo è pacifico, ma quanto costa una borsa di Gucci? Una polo Lacoste? Una scarpa di Prada? Costano come un qualsiasi capo di H&M? Possibile che nel 2015, quasi 2016, non ci si arrivi a darsi una conclusione da soli? Il mondo va avanti con i soldi ragazzi. Perché una maglia Joma costa meno di una maglia Nike?
    A volte mi sembra che si ragioni come dei bambini oppure come dei sognatori che vorrebbero un modo utopistico basato sull’uguaglianza di tutti (l’aveva già pensata qualcun altro questa cosa!!!!)

    P.S. Nei tornei estivi della mia città una squadra di alcuni miei amici ha acquistato una divisa del Real Madrid da un sito asiatico, chiaramente falsa…due su 10 sono andati all’ospedale per delle bolle che si sono formate sulla schiena e le spalle…35 euro ben investiti!

    • antonio

      perchè le dovevano prima LAVAREEEEEEEEEE LE MAGLIE

      • Matteo Perri

        Ammetto di aver indossato un mare di maglie appena comprate. La mia schiena non ha mai avuto problemi, non diciamo eresie 🙂

  • vittorio

    Le poche volte che mi è capitata per mano una maglia FAKE la differenza si vedeva e tanto ma vorrei aggiungere qualcosina: Il mese scorso ero a Istanbul. In aeroporto c’era un GALApoint. Ho acquistato una replica originale della nike il modello “stadio” senza buchini di traspirazione etc. Con numero e toppa Champions, tutto termosaldato davanti a me. L’ho pagata neanche 45 euro. La maglia è originale della Nike prodotta in Turkia. Il ragazzo che le vendeva mi ha detto che in città avrei potuto trovarla a 35,00 euro, sempre originale. Come mai i Turchi posso avere delle maglie prodotte in casa al 100% e ad un prezzo così democratico e noi no? Ho anche chiesto se in giro si trovassero delle buone imitazioni e lui mi ha risposto con una domanda: perchè dovrebbero? In realtà non è il costo della manodopera ad alzare di molto il prezzo ma le tasse che ci sono paese per paese. Stessa cosa mi è capitata in Argentina dove ho acquistato due maglie una del Boca e una della nazionale, tutte ORIGINAL e non da stadio per una cifra inferiore alle 100 euro complessive ed entrambe le maglie (Adidas e Nike) erano prodotte in Argentina. Quindi i veri ladri sono i nostri governi e le maglie FAKE esistono solo dove le maglie hanno prezzi supertassati.

    • walter

      Confermo che anche io in quei paesi pagai molto poco (aggiungo anche la maglia del Fenerbahce) però in quel caso la moneta vale(va) molto poco rispetto al cambio in euro.

    • Giangio87

      Mica vanno via solo in tasse, un rivenditore, deve pagare i dipendenti, oppure credi che lavorino gratis?

    • Davide Valentini

      Ma scusate, a me pare ovvio perché in Turchia o Argentina costi così poco…

  • Rikylenzi143

    Io al Nike Store di un outlet a Bologna ho acquistato la maglia del psg del 2014-15 a 35€ ed è originale (ho fatto tutti i controlli possibili)… sarà stato perché l’ho comprata quest’anno?

    Se potete aiutarmi a capire se è originale o se ho subito una “truffa” vi sarei molto grato

    • Matteo Perri

      Se mettiamo in dubbio pure i prodotti che escono da un Nike store… 🙂

  • Rikylenzi143

    Senza toppe e numero con il nome ma la scritta sulla manica “QNB” e la scritta dietro “ooredo”

  • boogie

    Negli outlet le grandi marche vendono a prezzo ridotto le rimanenze delle collezioni passate, e sono gestiti tanto quanto i monomarca “classici”.
    Quindi stai tranquillo.

  • CTAMS46

    Ricordo che quando ero piccolo la maglia originale la prendevi a 50 euro a inizio stagione. I 80-90 euro di ora sono troppi per una maglia il cui costo di produzione complessivo si aggira intorno ai 30 euro. È assurdo. Gli sponsor technici stimolano le persone a comprare contraffatti vendendo una maglia a 85 euro.

    • Lucone

      Comnpletamente d’accordo

  • Andrea

    Confermando le tesi sulle maglie che in alcuni paesi vengono vendute in due versioni Stadium più economica e Original a prezzo pieno io in Romania ho acquistato tre maglie Stadium Nike della Steaua con nome e numero pagandole due 35 euro e l’ultima di Piovaccari 60 euro, quest’ultima perchè me la sono fatta spedire altrimenti la pagavo 40-45 euro, e una maglia Stadium Adidas della Romania a 40 euro, ma questo non vale solo per le loro di divise perchè ho visto anche maglie Stadium di Milan, Inter e Juventus vendute tra i 45 e i 55 euro. Ovvio che poi le stesse marche sono capaci di mettere in vendita anche la versione Original con patch di Champions League/Europa League a 120 euro ma quelle le vedi quasi tutte sopra gli scaffali a fare la polvere 😀 P.S.: da quello che so in Inghilterra, Spagna e Germania i prezzi delle maglie sia Stadium che Original sono simili se non uguali a quelli italiani

  • Ale24

    Ciao, vorrei sapere alcune informazioni sul sito che voi pubblicizzate, cioè Classic Football Shirts. Innanzitutto è affidabile al cento per cento? Perché sono andato a visitarlo ed è favoloso, hanno un sacco di divise per ogni squadra a prezzi anche molto ridotti. Poi, se lo sai, quanto costa la spedizione, perché suppongo che vengano dall’Inghilterra.

    • Matteo Perri

      Ciao Ale24, non permetterei mai a siti non in regola di avere uno spazio su queste pagine. Per la tua domanda dovresti trovare tutto nel loro sito, a memoria 7-8 sterline. Le maglie arrivano dall’Inghilterra, esatto 😉

  • Lucone

    D’accordo su tutte queste considerazioni, aggiungo però che in Italia le maglie sono particolarmente care perché internazionalmente siamo sempre visti come fessi da spennare, superficiali e spendaccioni. Basta notare come qualsiasi articolo elettronico, automobili, libri, cd, ecc… all’estero costaio molto di meno (e parlo anche di nazioni come la Germania dove lo stipendio medio è notevolmente più alto). Quindi, no al tarocco, ma sinceramente un maglia non può costare 80-90 o 100€, ricordiamoci sempre che non stiamo parlando di inserti in seta o in oro. Se venissero vendute alla metà il produttore avrebbe già un notevole ricavo.

    • Klaus

      In Italia abbiamo purtroppo una tassazione iva più alta, anche questo contribuisce ad aumentare il prezzo…

      • Andrea

        In Romania l’Iva è al 24% eppure le maglie costano comunque molto meno che in Italia (credo in considerazione anche del potere di acquisto)

  • Federico

    Leggere tutti questi commenti mi fa stare meglio.
    Per fortuna c’è gente che la pensa come me.

    Io provo sdegno nel vedere quanta gente vende su ebay maglie tarocche.
    Prima erano solamente quelle della stagione in corso, ma ora bisogna fare attenzione a tutto, anche a pezzi vintage. E la cosa inquietante è che questi venditori hanno pure feedback positivi al 100%..

  • Francesco Pio Perna

    Ciao.Secondo voi questo sito inglese è affidabile? –

    • Matteo Perri

      Ciao Francesco, come indicato nell’articolo non forniamo valutazioni su venditori e/o prodotti specifici. Segui i consigli del pezzo 😉

  • Davide

    Salve a tutti. Ho trovato su una pagina di instagram in vendita la maglia da trasferta della Juventus del 96′ (quella blu a stelle gialle). È in vendita a 50€. Ora non so se sia una truffa, ma dalle foto sembra originale prodotto di Kappa. Qualcuno ha qualche consiglio da darmi?

  • Giuseppe

    Ho comprato una maglia sul sito – dopo la mail dell’avvenuta transazione (33 euro con spedizione inclusa) me ne arriva un’altra un po strana in cui mi dicono che la mia zona non è raggiungibile. Credo che sia una truffa purtroppo , volevo sapere se qualcuno ha mai sentito questo sito e può darmene conferma.

    • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

      Non credo ci sia bisogno di dirti che hai comprato una maglia contraffatta da un sito che non ti offrirà nessuna tutela.

      • gianluca colucci

        scusatemi,ma siamo veramente una massa di pecoroni,ci sono molte qualità che si comprano dalla cina o paesi asiatici,e vi dico tranquillamente che con 20 euro prendete le stesse maglie originali che in italia costano 80,non dite le solite cavolate italiane se compri alla nike è originale altrimenti no,vedete dove le fanno confrontatele e poi mi direte basta con ste fesserie he ho letto

        • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

          Ciao Gianluca, tutto quello che dici è stato fatto, se poi volete giustificare i vostri acquisti (o le vostre vendite, spesso qui arrivano i furbetti) dicendo che le maglie comprate su questi siti fuffa sono originali è un altro discorso.

          Le maglie contraffatte sono ottime repliche, ma non sono originali, sono prodotte clandestinamente senza alcuna garanzia su materiali e sostanze utilizzate.

          Di fesserie, con tutto il rispetto, non ne abbiamo scritto.

  • Antoniod1

    Se vogliamo parlare di cazzate ditelo prima
    Io ho un gran numero di maglie, molte comprate sull’app di aliexpress, alcune autentiche e per fortuna solo alcune
    Io adoro le maglie, sono un collezionista e le acquisto di qualunque squadra
    Sono oltre che fiero anche contento di questa collezione:
    1. Perché sono fatte divinamente (sull’app ci sono varie inserzioni, bisogna saper trovare quelle giuste)
    2. Perché non ho speso 85€ per ogni maglia che ne vale massimo 20, anzi, ho avuto e continuerò ad avere la possibilità di avere maglie e pantaloncini a 17€
    E la mia pelle sta più che bene

    • Sassà93

      si dice che l’importante è crederci

      • Antoniod1
        • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

          Antonio, hai una collezione di maglie contraffatte, sicuramente ben realizzate, ma sempre contraffatte. Per cui continua pure ad acquistarle, io non faccio la morale a nessuno, però venire qui e passare per il furbo di turno tentando di screditarci è un buco nell’acqua.

          E, se permetti, credo di avere un’esperienza tale da poter garantire quanto scritto nell’articolo.

        • Antoniod1

          Sicuramente ma, se permetti tu, ho tutto il diritto di dire che quasi 90€ per una maglia che basta un minimo per buttarla non ci valgono avrò sicuramente il diritto di comprare ciò che voglio con il 20% di quello che spenderei in un negozio ufficiale senza leggere stupidaggini come quella sulla pelle
          Qua nessuno vuole fare il furbo ma se dovete informare fatelo come si deve, senza screditare niente, dite il vero e basta
          Io ho maglie di Milan, Fiorentina, hellas Verona, olympiacos (così via, non sto ad elencarle tutte) che sono autentiche e sinceramente quando ci gioco non noto alcuna differenza, tutto con 80€ meno

        • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

          Antonio l’ho detto subito che non voglio fare la morale a nessuno e che sei libero di acquistare dove preferisci, ma ribadisco con fermezza che la verità è quella descritta nell’articolo: le maglie sono contraffatte.

        • Sassà93

          per la seconda volta l’importante è crederci

  • solfaerun

    Bho forse ho avuto fortuna io… su un sito ho preso la terza maglia della scorsa stagione della Lazio, quella del centenario, nera con l’aquila azzurra in mezzo…. pagata 29€

    Mi è arrivata originale con tanto di imballo macron e cartellino attaccato con le varie certificazioni ed il prezzo originario (di 85€)

    Ora è vero che pure sul laziostore era ribassata 58€ circa
    Forse è per questo che su questo outlet online costava così poco…
    Le altre maglie es quelle della Juventus, roma ecc ecc sempre stagione scorsa stavano sui 50€.

  • Giovanni Fedele

    Raga, ho una maglia dello store del Adidas e una maglia falsa anche Adidas.. non trovo la differenza entrambe maglie adicool..

    • Gian

      Un marchio come l’adidas è sicuramente da non sottovalutare ed è vero che bisogna fare molta attenzione a non cadere nell’inganno di chi purtroppo propone il contraffatto all’insaputa di tutti coloro che ne usufruiscono.E’ così che nasce la truffa! Però ora bisogna farsi una domanda! Perché vengono contraffatti solo i marchi ”più rinomati ” ? Semplicemente perché i prezzi di articoli importanti sono particolarmente prominenti e quindi poco accessibili,di conseguenza si tende a risparmiare,senza fare però troppa attenzione alle cosiddette truffe!

      • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

        Non è semplicemente una questione di prezzo, i marchi rinomati sono quelli che hanno mercato. Nel caso specifico più che al marchio si bada a falsificare le maglie dei top club.

        Il mercato della contraffazione in Italia è più diffuso perchè la maglia da calcio è un oggetto che nella nostra concezione è “giusto” comprare falso spendendo il meno possibile. Tra questi ci sono persone che magari girano con l’iPhone, un bene di lusso. In altri paesi una maglia non originale te la tirano dietro.

        • Franco

          Sinceramente non comprendo tutto questo accanimento verso marchi che alla fine lanciano nel mercato un prodotto addirittura qualitativamente pari o, perché no, forse anche inferiore agli altri.Mio figlio frequenta la scuola calcio da ben 22 anni ed è un vero appassionato di tute e insieme a lui ovviamente io e vi posso dire che c’è da farsene una cultura per scegliere il meglio a buon prezzo,ovviamente a tal punto da comprendere anche l’originalità del prodotto.Molte tute sportive da uomo o donna sono realizzate in fibre naturali come il cotone 100% o la viscosa,altre sono realizzate in fibre sintetiche per renderle elasticizzate ed ancora più pratiche.
          Ma sostanzialmente il tessuto ideale per la tuta da ginnastica deve risultare perfetto a contatto con la pelle e resistente all’usura, perciò spesso si opta per un mix di fibra naturale e sintetica.Non voglio dilungarmi troppo nel discorso,ma il mio consiglio è quello di informarvi e formarvi,allora comprenderete che marchi come la joma,givova,zues riescono a proporre articoli di alta qualità a prezzi straordinariamente bassi; Non dimenticatelo,bisogna considerare prima la qualità,il prezzo e infine il marchio. Se inizierete a ragionare così,allora sono sicuro che inizierete anche a darmi ragione.

        • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

          Io invece non comprendo perchè questo è il terzo commento, con nomi diversi, in cui sono citati tre negozi dove fare acquisti. Sarà una coincidenza… 🙂

          Senza contare che l’argomento dell’articolo è completamente differente.