SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Dopo la sconfitta del Torino contro lo Zenit San Pietroburgo e la sfida fratricida tra Fiorentina e Roma sono rimaste soltanto tre squadre a rappresentare l’Italia in Europa: il Napoli e la Fiorentina che affronteranno rispettivamente Wolfsburg e Dinamo Kiev nei quarti di finale di Europa League e la Juventus che se la vedrà con il Monaco per tentare l’approdo alle semifinali di Champions League.

Questa settimana ci occupiamo dei rivali della Viola: gli ucraini della Dinamo Kiev.

Dinamo Kiev divisa 2014-2015 home

Le divise del club di Kiev sono prodotte dal colosso tedesco adidas, partner storico della squadra ucraina.

La prima maglia, bianca come da tradizione, punta decisamente sulla semplicità, tanto da risultare addirittura spartana. La casacca è impreziosita da una trama a righe orizzontali tono su tono, difficilmente percettibile e presente solo sulla parte frontale. Poco elaborato anche il colletto a girocollo, bianco nella parte frontale e decorato da un inserto a contrasto azzurro sul retro.

Maglia Dinamo Kiev 2014-2015 adidas

A portare un po’ di colore e vivacità sul petto è l’elegante stemma societario ricamato. Il crest è caratterizzato da un rombo azzurro che contiene la lettera D in corsivo posta sopra alla scritta “Kiev” in caratteri cirillici. Abbiamo già trovato la stessa D in due precedenti appuntamenti della nostra rubrica, in cui ci siamo occupati della Dinamo Minsk, che ha sfidato proprio la Fiorentina e della Dinamo Mosca, sconfitta dal Napoli.

Stemma Dinamo Kiev maglia 2014-15

A fianco allo stemma societario è cucito il logo adidas in blu navy, lo stesso colore delle three stripes che decorano le spalle. Appena sotto al colletto, sul retro della divisa, troviamo in azzurro le iniziali del club sottolineate da una linea curva. Le personalizzazioni sono invece applicate in una tonalità più scura: una via di mezzo tra il blu navy delle strisce adidas e l’azzurro dello stemma societario. La divisa si completa con pantaloncini e calzettoni bianchi decorati dalle tre strisce in blu navy.

Font Dinamo Kiev home 2014-15

Molto più vivace la maglia away che abbina il celeste al blu royal, consueto colore da trasferta della Dinamo. La maglia presenta sette strisce verticali nella parte frontale, tre blu e quattro celesti di medio spessore, interrotte sui fianchi da un grosso inserto blu che occupa l’intera parte posteriore della casacca.

Seconda maglia Dinamo Kiev 2014-2015

La palatura si interrompe anche in prossimità delle maniche, interamente blu con le tre strisce adidas celesti. Inutilmente asimmetrica la disposizione dello stemma societario rispetto al logo adidas, cucito al centro della maglia; una consuetudine di numerosi modelli da catalogo prodotti dal marchio tedesco. La maglia si abbina a pantaloncini e calzettoni blu.

Dinamo Kiev away kit 2014-2015

Blu navy, royal, azzurro, celeste e bianco; un’intera scala di colori per la collezione della Dinamo Kiev 2014-2015. Come giudicate le due divise di adidas?

  • Magliomane

    Maglie molto semplici e belle (a parte ovviamente il retro monocolore dell’away, che ormai sono anche stufo di criticare).

    Tra l’altro non sapevo che avessero cambiato stemma. Mi piace, anche se cosi’ e’ proprio uguale a quello della Dinamo Mosca!

    • Classick

      Non proprio uguali, sono a colori l’uno il negativo dell’altro.
      Personalmente vedrei meglio le due squadre a stemmi invertiti: la D.Kiev con D blu su sfondo bianco e la D.Mosca con D bianca su sfondo blu.

  • Geeno Lateeno

    Davvero bella la away.
    La home è davvero a un passo dal minimal più minimal che si possa immaginare ma meno male che c’è il motivo a righe orizzontali sulla trama.
    Comunque sempre meglio di certi obbrobri che ultimamente si vedono in giro per voler essere originali a tutti i costi (prima maglia Inter su tutte, ma è solo un esempio)

  • MOSCA

    Salvo solo il nuovo stemma , perché per dimensione e colore è davvero protagonista.

    Per il resto non benissimo.
    La home è davvero priva di qualunque dettaglio o personalità.

    L’away si salva per i colori e nient’altro.
    E il retro monocromo abbassa ancora di più il livello.

    Anonime

  • Mr.74

    A me piace molto(salvo per il maledettissimo archetto che comincia a farmi venire il prurito…). Sarà minimal, ma è bella e curata nei dettagli, e soprattutto è in linea con il passato, che io ricordi, a prescindere dai vari sponsor tecnici(adidas..umbro…) la Dinamo Kiev ha sempre avuto una maglia semplice e pulita. Bello il template della away, ma onestamente io avrei optato per un kit monocolore.

  • Roberto 85

    Io da più di una decina d’anni simpatizzo per la Dinamo Kiev, soprattutto in campo europeo (per la precisione dalla Champions 2002/2003, quando gli ucraini uscirono dalla fase a gironi per colpa dell’1-2 interno con la Juve e di un gol al 93° del Newcastle al Feyenoord all’ultima giornata). Personalmente, tra tutte ho sempre apprezzato molto la maglia con la diagonale di qualche stagione fa (che rendeva peraltro ben riconoscibile la Dinamo Kiev) e preferivo il vecchio stemma circolare a quello attuale, che come già detto è praticamente identico a quello della Dinamo Mosca. La maglia di questa stagione poi è un po’ troppo semplice e spoglia, e la mancanza di sponsor in questo senso non aiuta: non siamo al livello delle “all white” Nike ma poco ci manca! Neppure la Away poi non mi piace granchè, sembra la maglia del Lecco… Molto meglio utilizzare una sola tonalità di blu, a mio avviso!
    Voto maglia Home 5
    Voto maglia Away 5-

    • Roberto 85

      *ovviamente intendevo: neppure la Away mi piace granchè, senza il “non” 😉

  • Swan

    Home davvero anonima ed insipida, molto meglio la versione con la fascia obliqua blu.
    Non male la away: mi piace l’abbinamento celesteblu, anche se avrei preferito una tonalità di blu più scura, e per una volta il retro monocromatico non mi infastidisce più di tanto.

  • giglio66

    maglie anonime, da mercatino.
    Si vede che Adidas non considea più di tanto la squadra Ukraina.

  • roberto

    La Dinamo Kiev ha sempre avuto tra le più belle maglie d’Europa, sempre legate alla tradizione. Eleganti, essenziali e classiche anche quest’anno non si smentisce

  • Alessio

    Belle. A me lo stile “minimal” piace molto. 🙂

  • LORENZO 70

    pulite, semplici e bellissime.

  • Eugenio

    Il vecchio stemma della Dinamo Kiev era molto più bello rispetto a una D molto elegante, ma anche molto diffusa nel calcio ” ortodosso ” ( russo, ucraino ecc. ).
    La Dinamo nel corso degli anni ha perso molta considerazione da Adidas, basta confrontare queste maglie un po’ buttate lì con quelle del 09/10 (http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/60/Andrey_Shevchenko.jpg ) che comunque non erano esclusive, ma avevano uno stile sicuramente meno ” da mercatino ” come queste. Promuovo solo la scelta del celeste, non tanto per la resa finale, ma per aver provato a fare qualcosa di diverso.

    • Roberto 85

      Tra l’altro, se non erro il font di quest’anno di nomi e numeri è lo stesso identico delle stagioni 2008/09 e 2009/10… Niente di male, per carità, ma in effetti un po’ di fantasia in più non avrebbe guastato! 😉

      • Eugenio

        Si, è lo stesso. Ma per me bastava anche un piccolo tocco e sarebbe cambiato tutto.. Per esempio nella maglia che ho linkato rispetto a quella attuale c’è solo un gessato, ma da tutto un altro aspetto alla maglia..

        • Roberto 85

          Perfettamente d’accordo!

  • vittorio

    io ricordavo l’azzurro più scuro mentre ora vedo che sul fondo del simbolo societario è un azzurro Olympic Marseille più che Dinamo. La maglia è bella, le three stripes sono del colore giusto ma sul retro del collo ritorna quell’azzurro acceso (in verità bello) ma a parer mio non la tonalità societaria.
    comunque una maglia quella bianca classica dell’Adidas che tutto sommato mi piace. voto 7,5

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Mi sa molto di anni ’80 la maglia home. Nell’estrema semplicità le “three stripes” sono protagoniste; la texture traslucida a righe orizzontali invece richiama quelle degli anni ’80, spesso usata da adidas.
    Maglia away che mi sorprende piacevolmente, bell’abbinamento di colori che richiama un po’ il Lecco (anche se per questi ultimi il blu è navy e non royal). Peccato per il retro senza righe verticali, ma monocromatico.