SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Anche nel terzo anno consecutivo in Serie B è Acerbis a firmare le maglie della Virtus Entella 2016-2017. Il brand bergamasco ha raccolto il testimone di Erreà che aveva disegnato le storiche maglie del centenario nella stagione della promozione.

La nuova collezione conferma le colorazioni della passata stagione, con la prima divisa biancoceleste e il kit da trasferta completamente nero.

Prima maglia Virtus Entella 2016-2017

La divisa casalinga dei liguri si ispira storicamente a quella della nazionale argentina e ne riprende i colori bianco e celeste, alternandoli in quattro grandi strisce verticali. La ripartizione cromatica della casacca è seguita anche dal colletto, rinforzato da un bordino laterale.

Maglia Virtus Entella 2016-2017 Acerbis

I due colori sociali si alternano anche sulle maniche con il bianco a destra e il celeste a sinistra, entrambe chiuse da un doppio bordo biancoceleste. Il lettering di Acerbis cucito all’altezza della clavicola è bianco contornato di nero, come i due loghi del brand posti sulle spalle; una soluzione molto più armoniosa rispetto al giallo della stagione 2014-2015.

Particolare il font old style dei numeri, essi sono applicati in nero e composti da tre strisce parallele, mentre i nomi dei calciatori sono scritti in stampatello minuscolo. Da segnalare il numero zero sbarrato che avevamo già visto sulle divise prodotte da H&M per la nazionale olimpica svedese ai giochi di Rio. Dietro al colletto, sopra alle personalizzazioni è ricamata la scritta “Virtus Entella”.

I pantaloncini riprendono i colori societari con il bianco abbinato al celeste della banda verticale che scorre su entrambi i lati. I calzettoni, infine, sono bianchi con un ampio risvolto celeste.

Seconda maglia Virtus Entella 2016-2017

In trasferta è stato mantenuto lo stile total black, un omaggio al soprannome dei calciatori liguri che vengono chiamati “Diavoli neri“, nonchè alle divise utilizzate stabilmente dagli anni Venti agli anni Sessanta. La maglia nera è vivacizzata dai colori societari che riempiono la doppia striscia verticale che attraversa centralmente la casacca. Il bianco e il celeste colorano anche il colletto a girocollo, ripartendosi in base al disegno della striscia verticale, e i bordi delle maniche.

Seconda maglia Entella 2016-2017 nera

Dei loghi Acerbis in questo caso è ricamato solo il bordo bianco per farli risaltare sul nero. Sempre in bianco sono le personalizzazioni sulla schiena e la scritta con il nome del club all’altezza del collo. Il look da diavoli neri si completa con i pantaloncini e i calzettoni neri decorati da inserti biancocelesti.

Divisa trasferta Virtus Entella 2016-2017

Terza maglia Virtus Entella 2016-2017

Utilizzata finora solo in amichevole con l’Alessandria, la terza maglia riprende quella away e si colora di amaranto. Al centro permane la banda verticale biancoceleste che parte dal colletto a girocollo, l’orlo delle maniche è celeste a sinistra e bianco a destra.

I calzoncini sono amaranto con una vistosa riga celeste sui lati, più semplici e monocolore invece i calzettoni.

Per una rassegna storica più approfondita sulle divise della formazione ligure vi invitiamo a visionare l’articolo lanciato in occasione del Centenario dell’Entella.

Per i liguri Acerbis ha disegnato una linea più pulita e tradizionale rispetto alle ultime divise. Come giudicate i nuovi kit 2016-2017 dell’Entella?

  • Angelo Di Bello

    Sfiziosa la prima, forse un po’ troppo chiaro questo celeste (è così da sempre all’Entella? Se si ok)

    Seconda e terza ok, sui dettagli Acerbis deve migliorare però, specialmente dalle gambe in giù.

    • Niccolò Mailli

      In alcune stagioni il celeste era un pò più scuro avvicinando la casacca dei liguri a quella del Pescara (vedi kit del Centenario). Dall’avvento di Acerbis comunque la tonalità è sempre stata molto chiara.

    • Alessandro

      L’entella ha sempre cambiato tonalità di azzurro

  • squaccio

    Prima maglia molto bella, 2a e 3a banalotte con il palo centrale.
    Font numeri stupendo, font nomi bocciato per il minuscolo.

    Facendo una media sommaria, lavoro da 7.

    • Geeno Lateeno

      Condivido per quanto riguarda nomi in minuscolo, che continuano a non convincermi (non sono il solo) anche se il font scelto non è male.
      Meglio la terza della seconda… il nero ha un po’ stufato

      In generale mi pare che quest’anno (ma anche prima) Acerbis stia lavorando piuttosto bene.

      • Geeno Lateeno

        Mi era sfuggita la questione “Diavoli neri”… ritiro il mio commento su seconda/terza maglia.
        Sorry

  • sergio59

    Per la home avrei preferito strisce medie che non queste larghe modello Bologna, ma la maglia è comunque apprezzabile, segno che Acerbis negli ultimi tempi ha per così dire regolarizzato i suoi lavori….penso ancora a quella follia multicolore della Cremonese di alcune stagioni fa. Discrete anche le altre due, ci possono stare senz’altro.

  • Niccolò Mailli

    Maglie molto belle visivamente e curate dal punto di vista qualitativo. Peccato l’abbandono dei calzoncini e calzettoni neri che rendevano ancor più immediato l’omaggio alla nazionale albiceleste. Nella stagione passata venivano alternati a quelli bianchi, spero che la cosa si ripeta anche in questo campionato.

    Brava Acerbis! Spezia, Entella e Brescia hanno dei kit di tutto rispetto!

  • Daniele Costantini

    Home davvero molto bella, che conferma tutti i progressi stilistici di Acerbis degli ultimi tempi. Per me, tra le migliori maglie della categoria… certo, l’omaggio all’Argentina è un po’ tirato per i capelli: storicamente, la camiseta albiceleste non ha proprio una palatura così ampia 🙂 . Molto riuscito, al contrario, l’omaggio insito nel font, che rielabora quello sfoggiato ai Mondiali ’78 da tutte le Nazionali vestite adidas.

    Tornando alla palatura proposta quest’anno dall’Entella, devo dire che questo stile asimmetrico lo trovo nettamente migliore rispetto a quanto visto nelle stagioni passate; qualche remora sulla tonalità di celeste, che seppur identica a quella dello stemma societario, dagli spalti rischia forse di diventare invisibile… ma in generale, la maglia è promossa a pieni voti.

    Quanto ad away e third, buone maglie ma niente di clamoroso. Il confronto con la divisa casalinga, risulta abbastanza impietoso! 😀

  • Swan

    Home decente, niente di clamoroso ma sicuramente migliore di quella delle ultime due stagioni.
    Il tono di celeste troppo tenue non aiuta, bordature nere a contrasto darebbero più carattere a questo kit.
    Away e third mi sembrano copiate da un vecchio modello della Macron; carino il font, ma lo zero sbarrato non si può vedere.

  • Luca_M

    si dai molto belle forse si potrebbe scurire un po’ di più il celeste (magari come la maglia del centenario) per avere un maggiore stacco cromatico, ma sono tutte e tre buone maglie, da 7.

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Sembra quasi, quasi, un modello Bologna… Interessante, anche se con uno stacco minimo.

  • Grumbler

    Troppo chiara la tonalità del celeste, non ha senso abbinata al bianco nella palatura.