fbpx

La Fiorentina alza il sipario sulla stagione 2017-2018 presentando la nuova collezione che celebra il calcio storico fiorentino. L’azienda francese Le Coq Sportif, sponsor tecnico giunto al suo terzo anno di collaborazione con la società viola, ha infatti creato ben quattro maglie da trasferta, ognuna delle quali si ispira a un quartiere storico di Firenze.

Presentazione nuove maglie Fiorentina 2017-18

Prima maglia Fiorentina 2017-2018

La prima maglia, viola come da tradizione, si presenta pulita nel design e propone uno scollo a V in sostituzione dell’elaborato colletto a polo dello scorso anno. Le Coq Sportif punta ancora una volta sul bianco e sul rosso, i primi colori storici della Fiorentina, inserendoli a decorare il bordo del colletto e delle maniche.

Un dettaglio di classe, appena percettibile, è rappresentato dal simbolo per eccellenza di Firenze, il giglio, impresso sulla manica sinistra. Con la stessa tecnica, sul fianco destro, sono rappresentati i simboli dei quattro quartieri storici, che si sfidano nel calcio fiorentino.

Il giglio impresso sulla maglia non è una novità in casa viola, infatti era già stato proposto da Joma nella stagione 2012-2013nel 2013-2014. A differenza del brand francese, l’azienda spagnola aveva scelto le spalle per rappresentare il fiore, simbolo di Firenze fin dal secolo XI.

I pantaloncini della prima divisa sono completamente viola, senza inserti o cuciture a contrasto. I calzettoni, dello stesso colore, presentano lo stemma societario ricamato sulla parte frontale.

Seconda maglia Fiorentina 2017-2018

Le maglie da trasferta rispecchiano i colori dei quattro quartieri storici di Firenze: il bianco, il rosso, il verde e l’azzurro. Le quattro maglie, create sul medesimo template della versione viola, saranno utilizzate a rotazione anche dai portieri.

Le maglie della Fiorentina per i 4 quartieri di Firenze

I bianchi di Santo Spirito

La prima delle quattro maglie da trasferta, che con ogni probabilità sarà la più utilizzata sul campo, è ispirata ai Bianchi di Santo Spirito. Tutte e quattro le maglie da trasferta sfoggiano il giglio sulla manica sinistra e il simbolo del quartiere che rappresentano sul fianco destro.

In questo caso sul fianco è impressa l’immagine di una colomba bianca, a simboleggiare il quartiere di Santo Spirito. Le personalizzazioni sono applicate in viola, mentre pantaloncini e calzettoni sono in tinta con la maglia.

Andrea Vannucci, assessore allo sport e alle tradizioni popolari ha espresso soddisfazione per l’iniziativa che mescola il calcio e un’importante tradizione cittadina: “Come tradizione popolare ci teniamo molto perché ci consente di legare ancor di più due aspetti della fiorentinità. Quello per la Fiorentina e quello per i quattro quartieri storici. Inoltre ci consente di diffondere la conoscenza del calcio storico”.

I rossi di Santa Maria Novella

La seconda maglia da trasferta omaggia i Rossi di Santa Maria Novella. Il colore rosso della maglia si abbina al bianco e al viola dei bordi di colletto e maniche e al bianco delle personalizzazioni. Sul fianco destro è impresso il sole, che in oro su campo azzurro simboleggia il quartiere del quadrante nord-ovest.

I pantaloncini e i calzettoni sono completamente rossi, in tinta con la maglia, per un look total red simile a quello proposto da Le Coq Sportif per la scorsa stagione.

I verdi di San Giovanni

Il terzo kit presentato richiama i Verdi di San Giovanni, quartiere che prende il suo nome dal battistero di San Giovanni. Il profilo della struttura religiosa, simbolo del quartiere, è impresso sul fianco destro della maglia.

Le personalizzazioni sono applicate in bianco, mentre i pantaloncini e i calzettoni sono completamente verdi.

Giancarlo Antognoni, club manager dei viola, ha parlato della nuova maglia e dei valori che rappresenta, mostrando anche la maglia azzurra, firmata proprio da Le Coq Sportif, con la quale vinse i mondiali di Spagna: “La maglia rimane, la città rimane mentre dirigenti e giocatori se ne vanno. Si leggono notizie anche negative per i viola ma sono sicuro che alla fine la dirigenza farà una squadra competitiva a prescindere da chi indosserà questa maglia. Chiunque giochi con questa maglia dovrà dimostrare i valori dei quattro quartieri e sono sicuro lo farà anche Chiesa qui accanto a me”.

Gli azzurri di Santa Croce

L’ultima divisa delle quattro da trasferta rappresenta gli Azzurri di Santa Croce, che prende il nome dall’omonima basilica. Sul fianco destro della maglia è impressa la croce, che in giallo su campo azzurro, rappresenta il quartiere.

Anche in questo caso le personalizzazioni sono bianche, e i pantaloncini e i calzettoni in tinta con la casacca per una divisa completamente azzurra.

Patrick Ouyi, direttore marketing Le Coq Sportif ha commentato: “Lo spirito del calcio storico e dei quartieri di Firenze è una parte centrale delle fondamenta della città e del club. Siamo orgogliosi di collegare la storia del club e delle sue maglie all’autenticità del calcio storico e dei quartieri rappresentati dalle squadre. E’ una cosa unica per un club avere delle maglie che onorano e celebrano così tanto le radici della propria città. Per noi è stato un piacere realizzare queste maglie e metterci tutto il nostro savoir-faire storico, vogliamo che questa storia unica al mondo continui a lungo“.

Tutte le cinque maglie della collezione sono realizzate con un materiale altamente performante, che contiene bioceramica per una migliore regolazione della temperatura corporea degli atleti e per favorire un recupero migliore dopo lo sforzo fisico.

La presentazione a Palagio di Parte Guelfa

La nuova collezione è stata presentata ufficialmente attraverso un evento in grande stile, organizzato da Le Coq Sportif nella cornice di Palagio di Parte Guelfa, in pieno centro storico. A sfilare con la nuova maglia viola è stato Federico Chiesa, affiancato dai quattro capitani delle squadre del calcio fiorentino, ognuno nei rispettivi colori.

Fiorentina, le nuove maglie ispirate al calcio storico

A descrivere la nuova collezione anche Laura Masi, chief business officer e membro del cda della Fiorentina: “Una maglia e quattro seconde maglie, per la prima volta nel calcio. La linea guida di “4 quartieri 1 cuore viola” è quella di omaggiare Firenze, la sua storia e la sua identità. Nel progettare le maglie di questa stagione abbiamo voluto creare con Le Coq Sportif qualcosa di unico che valorizzasse il profondo legame che unisce la Fiorentina a Firenze; un connubio che affonda le sue radici nelle tradizioni della città e una delle più vere e autentiche è quella del calcio storico. Le quattro seconde maglie sono dedicate alla città nei suoi quattro quartieri mentre la maglia viola celebra l’unità di Firenze amplificandone il significato profondo“.Fiorentina nomi e numeri 2017-18 font

Conclude Michele Pierguidi, presidente del Calcio Storico Fiorentino: “Il fiorentino ha nell’animo l’orgoglio e la tenacia; credo sia bello anche per i calciatori viola avere addosso questi simboli, motivo di orgoglio ma anche di responsabilità. Il calciante non simula, non esce mai dal campo, non molla di un centimetro: se i calciatori sapranno rappresentare i calcianti, i fiorentini saranno orgogliosi di loro“.

Le Coq Sportif attinge dalla storia e dalle tradizioni della Città per creare una collezione senza precedenti. Come giudicate l’iniziativa del brand francese e le nuove maglie della Fiorentina 2017-2018?

Photocredit: firenzetoday.it, firenze.repubblica.it