SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Dopo due edizioni dei Mondiali giocati con una divisa completamente bianca, finalmente si riaccendono i numerosi colori dell’Africa sulle maglie del Ghana 2014.

Nelle precedenti partecipazioni ai campionati del mondo, nel 2006 e nel 2010, il Ghana aveva indossato una prima maglia sviluppata esclusivamente nei colori bianco e nero. In quegli anni le Black Stars, infatti, avevano abbandonato le loro vistose e sgargianti casacche e reintrodotto le originarie divise completamente bianche.

Asamoah divise Ghana 2014

Era il 12 giugno del 2006, ad Hannover, quando l’italiano Vincenzo Iaquinta, imbeccato da un magistrale lancio di Pirlo superava in progressione il portiere Kingson e depositava in rete il gol del due a zero, regalando la prima vittoria agli azzurri che darà il via alla cavalcata della Nazionale di Lippi verso la conquista del quarto titolo. Dall’altra parte c’era il Ghana al suo esordio mondiale che, nonostante la sconfitta rimediata con l’Italia, riuscirà a qualificarsi agli ottavi a discapito di Stati Uniti e Repubblica Ceca.

Ghana maglia home 2006

Agli ottavi di finale la Nazionale africana si arrenderà al Brasile di Adriano, Ronaldinho, Kakà e Ronaldo, e proprio un gol del Fenomeno, forse l’ultimo capolavoro del campione brasiliano, incanalerà la partita verso il tre a zero finale. Il completo sfoggiato dai ghanesi durante il mondiale tedesco consisteva in una divisa interamente bianca con inserti neri e delle stelle tono su tono serigrafate su tutto il pannello frontale. Più colorata la versione away che prevedeva un completo rosso con inserti gialli.

Ghana away 2006 Puma

Quattro anni più tardi, durante il mondiale sudafricano, battendo per 2-1 gli Stati Uniti negli ottavi di finale il Ghana entrerà nella storia eguagliando il miglior piazzamento ottenuto da una nazionale africana, affiancando Camerun (1990) e Senegal (2002).

La storia delle Black Stars tuttavia, poteva essere ancor più gloriosa se durante la partita contro l’Uruguay, senza dubbio la più spettacolare ed emozionante di quella edizione, Gyan Asamoah non avesse calciato sulla traversa il rigore del possibile due a uno definitivo all’ultima azione del secondo tempo supplementare, un rigore procurato da un salvataggio di mano sulla linea da parte di Luis Suarez.

Kit Ghana home 2010 Mondiali

La lotteria dei rigori darà ragione ai sudamericani  e condannerà il Ghana all’eliminazione. Anche allora la divisa dei ghanesi era rappresentata da un completo bianco più inserti neri e con una stella inserita in trasparenza sulla spalla destra. Molto più “africana” la maglia da trasferta che, giocando con i colori della bandiera nazionale, creava una divisa coloratissima e molto particolare.

Seconda maglia Ghana 2010

Il Ghana è ormai pronto per disputare il suo terzo mondiale dopo aver investito con una goleada i nordafricani dell’Egitto (6-1) all’andata della doppia sfida di qualificazione e perdendo per due a uno la gara di ritorno. In Brasile, le Black Stars, soprannome che si deve al simbolo del Paese che appare anche sulla bandiera nazionale, sono inserite nel Gruppo G, un raggruppamento davvero tosto che vede gli africani opporsi a Germania, Portogallo e ancora una volta Stati Uniti. Per tentare il terzo passaggio del turno in altrettante edizioni, gli “italiani” Asamoah, Badu, Essien e capitan Muntari indosseranno i nuovi kit Puma, che andiamo ad esaminare.

La prima divisa, che ha già fatto il suo esordio nell’amichevole del 5 marzo scorso contro il Montenegro, mantiene una netta prevalenza di bianco, ma è arricchita questa volta da inserti coloratissimi che richiamano lo spirito africano. Il modello e le tecnologie sono le stesse utilizzate per le altre nazionali firmate Puma, con la presenza del taping Actv all’interno che dona alla maglia un’aderenza massima.

Maglia Ghana Mondiali 2014

In prossimità del colletto è presente un grosso inserto colorato che segue la forma dello scollo e si sviluppa verso il retro della maglia, dove copre la parte superiore delle spalle. L’inserto come abbiamo detto è molto fantasioso ed è formato da linee spezzate, disegni tribali, figure e scritte riprendendo tutti e quattro i colori della bandiera ghanese: il rosso, il giallo, il verde e il nero. La figura proposta è costituita da numerose stelle colorate che accompagnano le scritte “Ghana” e “Black Stars“. La stessa fantasia colorata contraddistingue parzialmente anche il bordomanica.

Ghana-Montenegro amichevole 2014

Lo stemma della Ghana Football Association campeggia sulla parte sinistra del petto e consiste in un pallone da calcio stilizzato avvolto da un nastro formante la bandiera nazionale. Il logo dello sponsor tecnico Puma è applicato sul lato opposto ed è di colore nero, così come la tonalità di nomi e numeri. La medesima fantasia colorata presente sulla maglia abbellisce anche la parte posteriore dei pantaloncini bianchi, sui quali sono impressi lo stemma federale e il logo di Puma.

Completano il kit dei calzettoni anch’essi bianchi ornati da un doppio inserto tribale parallelo di colore nero.

Ghana pantaloncini home 2014

La seconda divisa consiste in un completo rosso creato sullo stesso modello della divisa home, presenta quindi lo stesso scollo ampio e l’identica vestibilità ultra-aderente. Tutta la superficie del pannello frontale e una parte del retro della maglia sono decorate dalla fantasia tribale già vista sulla versione casalinga, ma in questa circostanza le immagini sono rappresentate in diverse tonalità di rosso utilizzando l’effetto tono su tono.

I bordomanica sono abbelliti da una striscia che contiene stelle rosse, nere e gialle, mentre il colore scelto per i loghi Puma e per le personalizzazioni è il giallo.

Seconda maglia Ghana 2014

Molto particolari i pantaloncini rossi con la solita fantasia che decora la maglia in tutta la loro superficie; completano infine il kit dei calzettoni rossi ornati con due inserti tribali paralleli di colore giallo.

Pantaloncini calze Ghana away 2014

Personalmente attendevo un lavoro un po’ più colorato per la prima maglia della nazionale del Ghana. L’idea di proporre ciclicamente un completo bianco con inserti neri cozza a mio avviso con la festosità, l’allegria e le tradizioni del popolo ghanese, oltre che con il loro stile di gioco che gli è valso negli anni il soprannome di “Brasile d’Africa”. Va comunque ricordato che la prima divisa del Ghana è bianca fin dagli anni cinquanta e lo è sempre stata eccetto un periodo compreso tra il 1989 e il 2005, anno dell’avvento di Puma, che ha ristabilito il colore originario distinguendo la maglia delle Black Stars dalle coloratissime divise dei Paesi dell’Africa nera che solitamente propongono maglie variopinte.

Cosa pensate delle nuove divise Puma per la nazionale ghanese in Brasile? Un passo avanti o un passo indietro rispetto agli ultimi mondiali?

  • antonio

    Entrambe molto belle.

    Non necessariamente la festosità di un popolo deve portare ad una maglia eccessiva. Nella prima maglia il girocollo colorato mi sembra abbastanza e completato dagli altri estratti sulle maniche e sui pantaloncini.

    Trovo molto bello l’effetto in foto della maglia da trasferta. Molto coraggiosa ma sembra ben riuscita. Chissà se all’atto pratico renderà allo stesso modo.

    In generale direi promosse.

  • AlbPal89

    Finalmente un po di colore, era ora.

    C’è un errore nell’articolo: il Camerun raggiunse i quarti di finale ad Italia ’90, invece ad USA ’94 arrivò ultimo nel proprio gruppo e quindi mancò la qualificazione agli ottavi.

    • AlbPal89

      Bravi, avete corretto 😀

      • Niccolò Mailli

        Esattamente, come dici tu era il 1990.

  • Swan

    Oscene entrambe, allea fine le uniche maglie decenti della Puma per i prossimi mondiali sono quelle dell’ Italia, anche se migliorabili.

  • adb95

    Stile Ghana, non malissimo

  • Classick

    Un colletto come quello della home visto da lontano mi ricorda le collane che usavano i faraoni nell’antico Egitto, quindi lo avrei visto più adatto a una squadra del nord africa. Su un colletto a polo le stesse decorazioni sarebbero apparse meglio.
    Sul bordomanica invece le decorazioni stanno benissimo, peccato solo che siano presenti soltanto nella parte posteriore.
    La away promossa ma considerando che il Ghana usava la maglia gialla nel periodo 1989-2005 mi sarebbe piaciuto vedere una maglia gialla con inserti rossi e verdi magari.

    • squaccio

      Totalmente d’accordo con te sulla maglia gialla che a me piaceva molto.

      Però queste 2 le reputo tra le migliori del mondiale.

  • Fakkio

    Cose belle: Della prima maglia spiccano all’occhio subito colletto e bordo manica,ottimamente arricchiti da inserti particolari che esaltano finalmente una squadra puma che non sia per forza tra le teste di serie. Della seconda ottima la trama tribale tono su tono,peccato si interrompa sulla parte posteriore,a mio avviso sarebbe stata più bella tutta disegnata.

    Cose brutte: Il simbolo della federazione è inguardabile, oltre tutto non cucito e piccolissimo sembra un adesivo posticcio appiccicato tanto per. I numeri neri e grigi non sono il massimo,si potrebbe utilizzare nella home la stessa fantasia del collo,darebbe ancora più risalto alla nazionalità della squadra. Della seconda maglia non capisco la voglia di interrompere sulla schiena una trama cosi particolare e ben realizzata,mi da come la sensazione che gli sia finito l’inchiostro mentre la facevano.

    Voto 6+ alla prima, 6,5 alla seconda

  • rudiger

    Belle entrambe. L’inserto sul collo mi sembra una buano soluzione per ravvivare una maglia girocollo. La trama della maglia rossa è bella ma il dorso “piatto” senza numeri stona un po’.
    Lo stemma federale mi fa tristezza. La stella nera era un simbolo ben più fascinoso.

  • MARCO0890

    Continuo a ripeterlo la Puma per le Africane fa divise sensazionali.
    Guardando la Home ma anche l’Away del Ghana, si sente e si vede lo spirito africano

  • sergius

    La trama tribale sulla prima divisa non è male anche se a conti fatti preferisco la seconda divisa di cui anch’io però non capisco granchè la logica dell’interruzione della fantasia tono su tono sulla schiena….alla Puma avranno avuto un motivo ma pur sforzandomi non lo capisco proprio. In definitiva due belle maglie, sicuramente più originali rispetto alle altre nazionali africane presenti ai prossimi mondiali.

  • Eugenio

    Sicuramente un passo avanti, le migliori maglie ghanesi viste ad un mondiale.. Poteva sbizzarrirsi così anche per la Costa d’ Avorio e l’ Algeria, con cui ha fatto lavori molto dozzinali.

    HOME: Molto bella, bellissima la fantasia e il taping Actv, però avrei dato più spazio alla personalizzazione, per esempio con una grande striscia sulle maniche. Lo stemma non è granché.

    AWAY : Molto bella anche questa, ottima la stampa, che qui trova molto più spazio della home. Mi sembra sbagliato però il retro vuoto, poteva essere riempito di personalizzazioni come nel davanti.

    Voti 8,5 – 8,5

  • roberto

    solo clamorose!!! puro stile afro!
    PS Ho notato che Puma ha adottato uno stile differente per ogni continente! tutte le squadre africane hanno lo stesso modello come quelle europee e quelle sudamericane! è una soluzione adottata sicuramente in maniera non casuale.

    • Teo18

      Anche la maglia del Camerun ha una fantasia molto simile a quella della seconda ganese…

  • LM

    Davvero bellissime, oserei dire quasi perfette, ed esprimono nel migliore dei modi il continente africano, con delle grafiche particolari,originali ed uniche. Belle entrambe, poche distinzioni da fare, ovvio che quella rossa è più allegra, mentre quella bianca più elegante. Bello lo stemma. Troppo semplice il font per due completi così aggressivi.A mio parere meglio di quelle precedenti, belle o stesso, ma sono gusti. Belli anche i calzoncini coi dettagli della maglia, ciò dimostra che è un lavoro fatto bene, forse il migliore di Puma finora, e nessun confronto con le altre, troppa differenza. Brava Puma, che col Ghana, e col Camerun ha sempre sfornato divise perfette, curate ed uniche.

  • albeJuve

    Brava Puma 2 maglie con personalità, voto 7 la 1^, voto 8 la 2^. I pantaloncini rossi sembrano di un pigiama, sarebbero stati più belli in monocolore rosso.

  • FDV

    La home è decisamente la meglio riuscita tra le Puma africane viste sino ad ora.
    Ottimo l’utilizzo dei colori della bandiera nell’inserto attorno al collo, che rende riuscitissimo il riferimento agli abiti tipici africani. Bella davvero.

    La seconda è un gradino sotto, ma i bordi delle maniche sono un altro ottimo tocco. Interessanti anche i pantaloncini tutti con il pattern grafico della maglia.

    Chiudo commentando i colori delle due divise: inizialmente il Ghana in bianco non mi andava giù, ma più passano gli anni è più lo apprezzo. Bello anche il rosso per le trasferte.

    Ps. Gradevole la divisa Legea del Montenegro, con il colletto stile Bayern. Male giusto i calzettoni, da moda dei primi anni ’00.

  • vittorio

    la rossa è molto bella, la bianca meno ma ha una sua originalità e riconoscibilità!

  • Pep87

    sono belle, mi piace molto il colletto e i bordi delle maniche con quei ricami che richiamano ai tipici abiti africani……davvero belle
    HOME 8
    AWAY 7

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Fino ad ora la maglia home del Ghana (assieme a quella del Camerun) è la migliore proposta da Puma per le squadre africane. Belli gli inserti con i colori della bandiera nazionale. Il colletto, che effettivamente di particolare non ha nulla, assume una propria particolarità per l’ampiezza che gli viene conferita dall’inserto colorato; a me personalmente questo colletto ricorda quello delle tipiche tuniche africane, e quindi ci sta alla grande.
    Anche la divisa away mi soddisfa, ma i disegni tribali dovevano essere presenti anche sulle maniche e su tutto il retro. Piuttosto avrei evitato di estenderla ai pantaloncini.

  • raido

    Maglie che vanno aldilà del mio concetto di divisa per le nazionali, ma che hanno comunque un fascino particolare.

    Puma e Africa binomio vincente.

  • Claudio

    chi ha giocato con queste maglie super strette sa di come si suda e dell’ “aiuto” che questi tessuti sintetici proprio non danno …
    In Brasile vincerà chi giocherà con delle semplici maglie in puro cotone…

  • Vito76

    Premetto che a me piaceva molto la divisa tutta gialla del Ghana che fino a 9 anni era la maglia home e non si sa per quale motivo dal giallo si e’ passato al bianco,dico che tutto sommato questa maglia non e’ affatto malaccio con questi disegni particolari che richiamano il folcore africano sul colletto e in parte sull’orlo delle maniche rendendo meno spoglia la casacca di questa nazionale meno spoglia come lo era ai mondiali 2006 e quelli 2010 quando predominava quasi solo il bianco con i bordi neri.
    Forse si poteva fare un po meglio aggiungendo che so anche un po di giallo o del verde che sono poi i colori della bandiera da inserire lungo i fianchi della casacca ed anche nei calzoncini.
    Voi mi direte che i il giallo ed il verde ci sono come colori perché sono presenti in quelle linee sul colletto e sulle maniche pero’ si confondono fra loro e se pur risulta un bell’oramento credo sia poco almeno per me affinché si possa dire che e’ kit perfetto.Direi nel complesso un 6 ne mezzo in piu’ ne mezzo in meno.Il kit da trasferta invece mi piace molto perche’ha questo rosso acceso con questi ghirigori serigrafati che danno un effetto particolare e con le stelle sulle maniche che riprendono la famosa stella nera presente sulla bandiera ghanese che e’ il simbolo per questa nazione.Voto al kit away 7.

  • Pingback: Le maglie dei Mondiali 2014 in Brasile()

  • Filippo

    Tooooop la prima maglia a parte lo stemma spacca!