fbpx

A poche settimane dalle anteprime circolate sul web, il Napoli ha presentato la nuova maglia 2019-2020 realizzata da Kappa. L’ufficio stile del brand torinese, dopo le pantere e i serpenti dello scorso anno, ha puntato su una grafica camouflage tono su tono costituita da una serie di puntini.

Prima maglia Napoli 2019-2020

Due gli elementi principali della nuova casacca dei ragazzi di Carlo Ancelotti. La già citata grafica “camouflage dots” e gli inserti bianchi sulle spalle e lungo i fianchi.

Il colletto alla simil-coreana è bianco con bordo blu navy, anche l’orlo delle maniche si colora di blu. Sul petto, oltre al consueto sponsor Lete con l’immancabile riquadro rosso, torna dopo cinque anni il co-sponsor MSC. Grande novità sono i nomi e i numeri blu, come nel 1982-1983.

I pantaloncini sono bianchi con inserti azzurri sui lati e bordo blu in fondo. Non manca la versione azzurra che sarà usata anche con la divisa away. I calzettoni sono azzurri con una riga blu e lo stemma societario sul davanti.

Seconda maglia Napoli 2019-2020

Nel corso del ritiro a Dimaro è stata presentata la maglia away, costruita sul medesimo template di quella casalinga. Il colore di base è il verde militare in una duplice tonalità che ricorda la tanto discussa casacca camouflage del 2013-2014.

Terza maglia Napoli 2019-2020

Per la terza maglia si torna al bianco con finiture azzurre e blu. Sul petto è sempre presente la fantasia tono su tono a pallini.

Maglie Napoli portiere 2019-2020

Anche i portieri adottano il modello dei giocatori di movimento, virato nei colori rosso e blu.

La società aveva smentito i leak con una dichiarazione di Alessandro Formisano: “Nella serata di ieri sono circolate immagini di presunte maglie per la prossima stagione. Queste rappresentano alcuni prototipi che Kappa e SSCN hanno valutato, ma non rappresentano le maglie effettive, che saranno diverse“. Vero che si trattava di prototipi, ma le uniche differenze in realtà riguardavano solo il co-sponsor MSC e il colore degli omini Kappa sul petto.

Come giudicate le nuove maglie del Napoli 2019-2020?