SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Gli ultimi mondiali hanno confermato che il calcio polacco è in ascesa. Agli Europei 2016 di quest’estate si presenta una Polonia giovane e ambiziosa, che può davvero pensare di essere una seria pretendente ad una posizione tra le prime quattro alla fine del torneo.

A vestire Lewandowski e compagni è Nike che ha svelato le nuove maglie per il torneo francese, entrambe caratterizzate dall’ala stilizzata dell’aquila d’argento, il simbolo che campeggia sullo stemma nazionale.

Prima maglia Polonia Euro 2016

Maglia Polonia Europei 2016

Al primo sguardo la Polonia presenta un kit home molto classico, dai soliti colori bianco e rosso che si alternano tra maglia, pantaloncini e calzettoni. Sul petto compaiono lo swoosh e lo stemma nazionale tanto caro ai tifosi polacchi.

Il disegno dell’ala si intravede nella parte frontale, creando un effetto di “movimento” molto interessante che segue le linee naturali del corpo, come se l’ala appunto “abbracciasse” i propri giocatori.

La scritta “Polska” sul retro del colletto completa una maglia molto tradizionale e patriottica, tipicamente polacca.

Divise Polonia Europei 2016

Seconda maglia Polonia Euro 2016

Cambia ben poco nella logica, ruotano i colori eccezion fatta per i pantaloncini, che restano rossi. In questi due kit Nike ha sicuramente cercato di mantenere una linea equilibrata, in modo da lasciare spazio e protagonismo agli atleti in campo.

“Siamo una squadra di giovani calciatori, pochi anni fa tutti condividevamo il sogno di giocare con i nostri colori, con un’aquila sul petto. Quest’estate vivremo questo sogno”, ha affermato il capitano Robert Lewandowski.

Seconda maglia Polonia 2016 rossa

Le divise sono realizzate con poliestere riciclato, si stima che per ogni kit vengano utilizzate 16 bottiglie di plastica. Dal 2010 ad oggi Nike ha riciclato più di 3 miliardi di bottiglie, sufficienti a ricoprire circa 5200 campi da calcio.

Che impatto avete dai due kit polacchi per Euro 2016? Avreste osato di più?

  • rudiger

    Cit. “Il disegno dell’ala si intravede nella parte frontale, creando un effetto di “movimento” molto interessante che segue le linee naturali del corpo, come se l’ala appunto “abbracciasse” i propri giocatori.”
    Un momento! Siamo di fronte a un nuovo “volo” pindarico di Nike o a un’interpretazione del buon Saverio?
    Perché altrimenti io ci vedo l’erba delle pianure polacche mosse dal vento.
    Bellissima divisa comunque.

    • Vittorio

      Si Rudy, un fiore nel deserto per Nike!

    • Saverio Biliotti

      Se ti sei chiesto se mi drogo, la risposta è no, ma ti assicuro che non ne avrei comunque bisogno 😉 In ogni caso, l’idea la da, credo in campo ancor di più

  • Vittorio

    Qui Nike ci risparmia gli spalloni a contrasto di tono e regala un’elegante onda grafica in basso. Rompe la routine e crea forse la magli più elegante della collezione per gli europei ma il pantaloncino rosso sulla prima divisa non mi piace affatto.

    • Andrea Carenzo

      La Polonia però il pantaloncino rosso lo ha sempre avuto……

      • Vittorio

        Mica vero!

  • Federico

    Non male, ma niente di eccezionale

  • Magliomane

    Lo stampino stavolta ci risparmia le maniche di qualche colore assurdo e – MIRACOLO – nike ci fa la grazia di mettere i pantaloni rossi e non bianchi.
    Grazie, troppo gentili, non dovevate.

    Ci voleva tanto? Voto 7,5 per entrambe

  • Daniele Costantini

    Idea semplice, resa ottimamente. Approvo. Mi disturba solamente, nella away, la “scomparsa” dello scudo rosso, di fatto “affogato” nel tessuto circostante: avrei magari tentato l’inserimento di una bordatura a contrasto, o una totale inversione di colori rispetto alla home… ma in generale, rimane un set di divise ampiamente promosso.

  • Nick 88

    Maglie molto belle ma comunque un gradino sotto rispetto alle ultime due versioni. Quella del 2012 con la banda orizzontale e quella del 2014 con la palatura verticale mi sembravano delle belle varianti da adottare in pianta stabile. Ampiamente promosse entrambe; ma per lo stemma della away sono d’accordo con Daniele… Doveva risaltare di più.

  • FDV

    Con la prima divisa Nike mi ha spiazzato. Il primo pensiero è stato: tutto qui?
    Il secondo: ah ma allora si possono anche rispettare le divise tradizionali!

    Sarà che la Polonia non è una nazionale Nike di primissimo piano, ma fa piacere vedere anche un po’ di normalità. Il design dell’ala non è male, fin tanto che non lo vedremo sulle maglie di altri 4-5 club nel mondo, con o senza qualche fantasiosa spiegazione.

  • amedeo

    a vedere queste maglie tutte uguali mi sembra che nike si sia dimenticata di produrne di personalizzati, possibile’

  • Davide Mungiguerra

    Maglie molto banali, ma almeno non sono un disastro come altre presentate dalla stessa Nike. Ad ogni modo non arrivano alla sufficienza per me

  • Eugenio

    Finalmente un po’ di semplicità. Due maglie tradizionali che si distaccano completamente dagli altri lavori Nike. Sono curioso di quest’ala, che dovrebbe movimentare la maglia.
    Nike finalmente ha azzeccato una coppia di maglie. Bel kit.

  • Angelo Di Bello

    Almeno qui c’è un idea. Finora l’unica promossa Nike

  • Angelo90

    Piccola precisazione su quanto scritto all’inizio dell’articolo: la Polonia non ha partecipato agli ultimi Mondiali. Detto questo, vedere il kit della Polonia credo faccia prendere una “boccata d’ossigeno” a tutti dopo aver visto i kit di Francia prima, ed Inghilterra dopo.

  • Romeo Carlomusto

    Fighissime, spettacolari, al punto che mi auguro qualcosa del genere per la mia AsRoma 2016-17

  • Stavrogin

    Promosse. Devo dire che vedendo la grafica mi è venuta in mente l’ala dell’aquila spontaneamente, senza prima leggere la spiegazione. Quindi o Nike mi ha piegato la mente con la sua serie di giustificazioni bizzarre, oppure a sto giro ci hanno preso.

  • Vito76

    non male

  • Vito76

    belle maglie

  • Vito76

    Oooh!!!! Finalmente una divisa fatta come si deve e soprattutto con i colori messi al loro posto come tradizione comanda.La maglia della Polonia tra quelle griffate Nike fin’ora e’ l’unica che mi piace perché ha inserito i colori come vanno inseriti con il componimento bianco-rosso-bianco senza cromature differenti per spalle e maniche come sono altre maglie Nike per questi europei.La maglia si presenta sobria con il bianco messo in evidenza e con le striscie rosse sui fianchi e sul colletto,con la fantasia dell’ala sulla parte bassa della maglia che e’ appena visibile e non va ad invadere la sobrieta’ della casacca.I calzoncini non sono malaccio anche se io avrei iserito il bianco per alternare il contrasto bianco-rosso della maglia invertendo i colori in questo caso mettendo il bianco sul rosso in contrapposizione del rosso sulla maglia bianca,ma va bene anche cosi’.L’unica cosa che non mi piace sono i calzettoni con quelle righine orizzontali sui polpacci quando potevano e dovevano essere “candidi” con il solo baffo della Nike al centro della calza.Guardando con attenzione tutto il kit si nota che la Nike anche qui ha utilizzato comunque lo stesso template delle altre nazionali che hanno lo sponsor tecnico americano come lo e’ del resto la divisa della Roma di quest’anno in cui sono previste le strisce sui fianchi e sui calzoncini,assenti in questo,caso pero’ se non altro qui non si sono sbizzarriti a mescolare colori.La maglia e’ bella ma non bellissima come lo era quella dell’Europeo scorso in casa che prevedeva quella striscia orizzontale rossa sul petto che accattivava la casacca polacca e quindi il mio voto non va oltre il 7,mentre i calzettoni gli diamo un pelino sopra la sufficienza con 6,5 ed i calzettoni senza quelle righine sul polpaccio avebbero preso anche un 7,5 ma per me stonano e quindi il voto scende a 6.Kit comunque che promuovo.

  • Vito76

    Oooh!!! Finalmente una divisa fatta dalla Nike con i colori messi al loro posto come tradizione comanda.Questa volta la Nike non si e’ sbizzarrita a mescolare i colori con composizioni strane di cromature di calzoncini e calzettoni ma ha rispettato il bianco-rosso-bianco della Polonia sfornando una casacca sobria con il bianco ovviamente messo in evidenza e con quelle strisce rosse sui fianchi che non guastano anzi danno un po di vivacita’ ad una divisa che va bene la sobrieta’ pero’ ci dev’essere un altro colore che spezza il bianco e poi comunque fa parte della bandiera e ci deve stare per forza.I calzoncini non sono malaccio pero’ una striscia bianca sui fianchi non era male per contrastare anche qui il bianco con il rosso invertendo i colori cioe’ inserendo bianco su rosso al contrario del rosso su bianco della maglia,ma va bene anche cosi’.L’unica cosa che non mi piace dell’intero kit sono quelle righine bianco-rosse dei calzettoni dietro i polpacci che potevano essere risparmiati ma la Nike evidentemente mantenendo questi nuovi template non si e’ voluta molto discostare dal nuovo designe che sta’ facendo un po per tutte le nazionali ma anche per i club griffati con il baffo e se ci si fa caso il template e’ pressoche’ lo stesso come per quello di Francia,Portogallo e Inghilterra e altresi’ come la divisa home della Roma di quest’anno,pero’ almeno qui la tradizione e’ stata rispettata.Voto maglia 7,calzoncini 6,5,calzettoni 6.