fbpx

La Robur Siena alza il sipario sulla nuova stagione di Serie C con la presentazione ufficiale delle nuove maglie 2017-2018, prodotte per il terzo anno consecutivo dall’azienda italiana Sportika.

Le divise sono state mostrate in una conferenza stampa organizzata presso la Fattoria di Valiano, nella tenuta della famiglia Piccini che ha rinnovato il contratto in qualità di main sponsor. Un paio di settimane dopo è avvenuta la presentazione in grande stile nella cornice di Piazza San Giovanni a Siena.

La presentazione delle maglie del Siena 2017-2018

Prima maglia Robur Siena 2017-2018

La nuova maglia casalinga prosegue sul solco tracciato nella passata stagione e mantiene il design a strisce verticali, che ha sostituito quello a quadri riportato in auge durante il biennio 2014-2016 da Lotto. La casacca è attraversata verticalmente da due spesse strisce nere, interrotte al centro della maglia per far risaltare il main sponsor.

Il colletto, formato da un sottile bordo nero, è vivacizzato sulla parte frontale da un disegno a scudo bianconero che ricorda la Balzana, il simbolo della città di Siena. Le maniche, attraversate da strisce bianconere più sottili rispetto a quelle che decorano il fronte della maglia, sono chiuse da un bordo nero e ospitano il logo di Sportika, presente in versione lettering anche all’altezza della clavicola destra.

Sul retro della maglia la palatura si interrompe, con il nero che sfuma verso il basso e contiene le personalizzazioni, applicate in bianco in un font rinnovato. Pantaloncini e calzettoni sono completamente bianchi, con loghi Sportika e numerazioni in nero.

La nuova maglia è dedicata a Silvio Bandini, uno degli attaccanti più forti ad aver indossato la maglia bianconera con 60 reti segnate in 92 presenze; in particolare l’ispirazione per il design della casacca arriva da una curiosa fotografia degli anni Trenta.

Formazione Siena Calcio 1937-1938

L’immagine, relativa al campionato di Serie C 1937-1938, raffigura la Robur Siena schierata in campo in maglia bianconera, con Bandini che indossa una casacca differente rispetto ai compagni, con due strisce larghe nere.

La curiosità è stata svelata direttamente dal direttore marketing bianconero Vincenzo Federico in sede di presentazione delle nuove divise: “Sfogliando i libri di storia della Robur ci ha colpito la maglia di Silvio Bandini della stagione 1937-1938, da lì siamo partiti e abbiamo creato un qualcosa di innovativo, soprattutto nel retro. A tal proposito ringraziamo sentitamente Sportika per il supporto e la realizzazione”.

Seconda maglia Robur Siena 2017-2018

Dopo tre stagioni con il rosso protagonista la seconda maglia della Robur si colora di giallo. La casacca è attraversata da un’ampia banda diagonale nera contornata di bianco che riporta i colori sociali sul kit da trasferta. Questo inserto stilistico ospita lo stemma societario nella parte superiore e si interrompe centralmente in prossimità del main sponsor.

Seconda maglia Robur Siena 2017-2018 gialla

Il colletto è composto da bordi bianconeri, senza la forma a scudo centrale ispirata alla Balzana che abbiamo visto nella versione home; le maniche si cingono di bianco e nero, alternati su due sottili bordi circolari.

Dietro al colletto è stampata in bianco la denominazione societaria, mentre le personalizzazioni sono applicate in nero. Pantaloncini e calzettoni gialli completano il look da trasferta dei toscani.
Nomi e numeri Siena 2017-2018 Serie C

Terza maglia Robur Siena 2017-2018

Dopo il bianco della passata stagione, Sportika punta sul nero come terzo colore, proponendolo in totalità con un solo bordo bianco sulle maniche a spezzare la monocromia del kit. Anche gli sponsor commerciali, i loghi Sportika, le personalizzazioni e la denominazione societaria stampata dietro al colletto sono di colore bianco.
Terza maglia Siena nera 2017-2018
La divisa è impreziosita da un richiamo alla storia della città, rappresentato dalla figura della Balzana posta in maniera molto discreta sul fianco destro. L’emblema, simbolo di Siena, è costituito da uno scudo gotico diviso orizzontalmente tra l’argento della parte superiore e il nero di quella inferiore.

Secondo diverse fonti, l’origine di questi colori nello stemma senese è da ricondurre alla necessità di distinzione rispetto alla bicromia bianco rosso propria di molti altri stemmi toscani, tra cui quello di Firenze e di Lucca.

Una curiosa ispirazione storica per la prima maglia e la Balzana, simbolo della città, presente su due kit della collezione. Come giudicate i nuovi lavori di Sportika per la Robur Siena 2017-2018?