SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Tra pochi giorni gli occhi di milioni di persone saranno puntati verso il Brasile per la 20ª edizione del campionato mondiale di calcio. Il torneo internazionale farà tappa nel paese sudamericano per la seconda volta e tutta la nazione si augura di non rivedere i fantasmi del 1950.

Tra maglie e scarpe da calcio si prospetta un mondiale a dir poco innovativo, con diverse nazionali che hanno accantonato i loro completi storici in favore di soluzioni monocolore e inusuali. Si parte!

GRUPPO A

Bandiera Brasile  BRASILE – Nike

Maglie Brasile Mondiali 2014

I pentacampeones sono i grandi favoriti, ogni risultato diverso dalla conquista del sesto titolo sarebbe considerato un fallimento. Nike ha proposto tre maglie, ma quella verde è solo un’operazione di marketing e non sarà mai indossata in campo.

La prima casacca è gialla con un colletto verde che ricorda la forma di una ypsilon, mentre la seconda è caratterizzata da varie tonalità di blu.

Bandiera Camerun CAMERUN – Puma

Maglie Camerun Mondiali 2014

Tutto l’estro di Puma per i leoni del Camerun che si presenteranno in Brasile con due maglie decorate sullo sfondo da una speciale fantasia.

Croazia bandiera CROAZIA – Nike

Maglie Croazia Mondiali 2014

Il tradizionale motivo a scacchi biancorossi adorna la prima maglia della Croazia e scorre lungo le spalle e sui pantaloncini nella versione away colorata di blu. Il rosso predomina sul bianco come nel 1990.

Messico bandiera MESSICO – adidas

Maglie Messico Mondiali 2014

Due saette che puntano lo stemma della federazione sono l’elemento principale della maglia del Messico per i mondiali. Particolare anche la casacca da trasferta, con una strana tonalità di rosso e una riga rossa che simula un elettrocardiogramma sul petto, a rappresentare l’amore dei passionali tifosi messicani per la nazionale.

GRUPPO B

Bandiera Australia AUSTRALIA – Nike

Maglie Australia Mondiali 2014

Lo sponsor tecnico Nike ha puntato forte sugli anni ’70 per disegnare la maglia dei Socceroos, gialla con un colletto verde a polo chiuso da un triangolo sul petto. Lo stemma dell’Australia è stato incastonato in uno scudetto ricamato. Identico modello, ma colorato di giallo e blu, per la seconda divisa.

Cile bandiera CILE – Puma

Maglie Cile Mondiali 2014

È Puma a firmare le maglie che indosseranno Sanchez, Vidal e Pinilla in Brasile. La divisa casalinga è rossa con pantaloncini e calzettoni blu che si collegano cromaticamente al colletto. Kit interamente bianco con dettagli rossoblù per la seconda scelta.

Bandiera Olanda OLANDA – Nike

Maglie Olanda Mondiali 2014

Il leone fiero e in versione ingrandita per celebrare i 125 anni della KNVB è il pezzo forte della collezione di Nike per i Paesi Bassi. Incastonato in uno scudetto, nella maglia home è ricamato bianco, mentre in quella away diventa arancione. Da segnalare il font di nomi e numeri disegnati dal graphic designer olandese Wim Crouwel.

Bandiera Spagna SPAGNA – adidas

Maglie Spagna adidas 2014 Mondiali

La Roja campione in carica è più rossa che mai. In barba alla tradizione adidas ha ideato un completo interamente rosso con dettagli dorati per accompagnare i ragazzi di Del Bosque in Brasile. Si osa anche per la seconda maglia, nera con una striscia orizzontale fluo e lo stemma nazionale monocolore.

GRUPPO C

Colombia bandiera COLOMBIA – adidas

Maglie Colombia Mondiali 2014 adidas

Una delle maglie più chiacchierate quella di adidas per la Colombia, il cui contratto è stato esteso fino al 2022. La troppa presenza del bianco, i tweet piccati dell’account adidas colombiano e un club iracheno che ha copiato integralmente il disegno della maglia hanno alimentato le polemiche per settimane.

A smorzarle è arrivata poi la seconda casacca rossa, resa famosa dal team guidato da Carlos Valderrama durante Italia ’90.

Bandiera Costa d'Avorio COSTA D’AVORIO – Puma

Maglie Costa d'Avorio 2014 Puma

Non troppo elaborate le divise di Puma per la Costa d’Avorio. Su entrambe l’unico segno ornamentale è la grafica che copre le spalle e la parte inferiore delle maniche. Rinnovata la forma dello stemma che ora riproduce il perimetro geografico del paese africano.

Bandiera Giappone GIAPPONE – adidas

Maglie Giappone 2014 adidas

I Samurai di Alberto Zaccheroni sono pronti a combattere con una maglia blu con una serie di raggi tono su tono che si propagano dallo stemma federale. In trasferta spazio ad un accecante kit giallo fluo. Negli ultimi giorni si è diffusa la notizia dell’utilizzo di Pikachu, il più famoso esemplare dei Pokémon, sulle maglie del Giappone. In realtà si tratta di un’operazione commerciale, la casacca sarà in vendita solo nel paese del Sol Levante in taglie junior.

Grecia bandiera GRECIA – Nike

Maglie Grecia Mondiali 2014 Nike

Terza partecipazione ad un campionato del mondo per la Grecia, sponsorizzata da Nike. Gli ellenici scenderanno in campo con due maglie dal template identico che si differenziano per i colori: bianca la prima, blu la seconda.

GRUPPO D

Bandiera Costa Rica COSTA RICA – Lotto

Maglie Costa Rica Mondiali 2014 Lotto

L’unica squadra griffata da un brand italiano, la trevigiana Lotto, giocherà proprio contro l’Italia di Prandelli. La prima maglia dei costaricani è rossa con un simil uncino blu che decora la parte frontale. Modello uguale in trasferta, ma virato nei colori bianco e rosso.

Curiosità: dopo l’amichevole con il Giappone del 2 giugno i calciatori del Costa Rica non erano soddisfatti del tessuto. Lotto ha provveduto a inviare immediatamente una nuova fornitura, già testata e approvata durante un allenamento.

Inghilterra bandiera INGHILTERRA – Nike

Maglie Inghilterra Mondiali 2014

Un completo all white è stata la scelta di Nike per l’Inghilterra, un’ispirazione al campionato del mondo 1970. La maglia home si distingue per il collo a V rigato e le pinstripes. La celebre croce di San Giorgio è invece l’elemento principale della maglia rossa away, nascosta in un gioco tono su tono.

Italia bandiera ITALIA – Puma

Maglie Italia Mondiali 2014 Puma

La nazionale di punta del brand Puma, l’Italia, sfoggerà una prima maglia azzurra con colletto button down, inserti tricolore sulle maniche e una riga bianca (molto discussa) ai lati del busto frontale. La seconda maglia si presenta con un look innovativo e accattivante dato dalla gessatura azzurra e dai fregi tricolore sui lati.

Uruguay bandiera URUGUAY – Puma

Maglie Uruguay World Cup 2014

Gli avversari più temibili del girone D in Brasile hanno ottimi ricordi. L’Uruguay si presenta con una prima maglia celeste, profili dorati e il Sol de Mayo a fare da campo allo stemma dell’AUF. Bianca la divisa da trasferta con inserti celesti.

GRUPPO E

Bandiera Ecuador ECUADOR – Marathon

Maglie Ecuador 2014 Marathon

Un marchio locale, Marathon Sport, ha disegnato e prodotto le maglie dell’Ecuador. In entrambe sono i disegni sullo sfondo l’elemento cardine, insieme al verso dell’inno nazionale apposto nel colletto: “Más que el sol contemplamos lucir”.

Francia bandiera FRANCIA – Nike

Magie Francia Mondiali 2014

Ancora una volta il lavoro di Nike per la Francia volge lo sguardo verso la moda. La prima maglia è interamente blu con il colletto a polo e lo stemma della FFF in bianco. Impronta marinière in trasferta con una maglia bianca arricchita da strisce orizzontali grigie.

Honduras bandiera HONDURAS – Joma

Maglie Honduras 2014 Mondiali

Una grande H sul petto è il simbolo delle maglie disegnate da Joma per l’Honduras. La divisa home è bianca con dettagli blu e turchese, mentre il kit away esalta il blu con sottili linee orizzontali tono su tono.

Svizzera bandiera SVIZZERA – Puma

Maglie Svizzera World Cup 2014

Colori tradizionali per la Svizzera targata Puma. La maglia casalinga rossa è impreziosita dalla croce tonale che investe il petto. La divisa away è invece bianca con inserti rossi su colletto, maniche e fianchi.

GRUPPO F

Argentina bandiera ARGENTINA – adidas

Maglie Argentina Mondiali 2014 adidas

Righe sfumate per la maglia dell’Argentina ai Mondiali griffata adidas che in fase di presentazione è stata abbinata ai calzoncini bianchi. Varie tonalità di blu e stemma dell’AFA in oro per la seconda scelta di Messi e compagni.

Bosnia bandiera BOSNIA HERZEGOVINA – adidas

Bosnia maglie Mondiali 2014

Storica qualificazione per la Bosnia Herzegovina che ha cambiato sponsor tecnico poco prima dell’inizio dei mondiali. Da Legea è passata ad adidas che ha realizzato due maglie per Pjanić e compagni. La prima è blu con un colletto a V e dettagli bianconeri. Bianca la divisa away con inserti blu sulle maniche e sui fianchi.

Iran bandiera IRAN – Uhlsport

Maglie Iran Mondiali 2014 Uhlsport

I tedeschi di Uhlsport sono gli autori delle maglie che l’Iran indosserà in Brasile. La casacca bianca casalinga è decorata da una banda rossa spezzata e dal verde che colora il colletto e l’orlo delle maniche. In basso c’è la figura del ghepardo che ritroviamo anche nella maglia rossa da trasferta.

Molti media hanno parlato di problemi riguardo la fornitura che avrebbe costretto i giocatori iraniani a conservare le maglie onde evitare di ritrovarsi senza nella partite successive. Uhlsport ha smentito questa possibilità tramite un comunicato ufficiale, dichiarando che le maglie avranno un ricamo con i dettagli di ogni match e di conseguenza potranno essere indossate solo per una singola partita. Non ci saranno problemi di scorte.

Nigeria bandiera NIGERIA – adidas

Maglie Nigeria World Cup 2014

Le aquile nigeriane sono l’unica nazionale africana sponsorizzata da adidas. Il nuovo kit home si distingue per la duplice tonalità di verde che investe anche il collo a V. La seconda maglia è bianca con il solo verde chiaro a fare da contrasto.

GRUPPO G

Germania bandiera GERMANIA – adidas

Maglie Germania Mondiali 2014 adidas

Un preoccupante segno di rottura delle tradizioni arriva dalla nuova divisa della Germania, nella quale i pantaloncini bianchi sostituiscono quelli neri. Sulla maglia bianca la caratteristica più evidente è la grande V formata da tre tonalità di rosso. La seconda casacca strizza l’occhio al Brasile e al Flamengo con le sue bande rosse e nere.

Ghana bandiera GHANA – Puma

Maglie Ghana Mondiali 2014 Puma

Il coloratissimo spirito africano esalta le maglie del Ghana marchiate Puma. La casacca home bianca è decorata intorno al collo e sulle maniche da una fantasia formata da disegni tribali, stelle e le parole Ghana e Black Stars. Il modello da trasferta presenta la medesima fantasia su tutto il pannello frontale, ma stavolta in rosso tono su tono.

Portogallo bandiera PORTOGALLO – Nike

Maglie Portogallo Mondiali 2014

La federazione portoghese celebra il centenario nell’anno del mondiale brasiliano con una maglia che alterna il granata a varie tonalità di rosso. Il verde è quasi assente, se escludiamo i bordini minuscoli di colletto e maniche. La seconda maglia segna il ritorno del bianco-blu dopo dieci anni.

Stati Uniti bandiera STATI UNITI – Nike

Maglie Stati Uniti Mondiali 2014 Nike

Look tennistico per gli Stati Uniti che scenderanno in campo con una maglia che non sfigurerebbe nel torneo di Wimbledon. Decisamente più americana la versione away che si sviluppa nei colori blu, bianco e rosso, gli stessi della bandiera a stelle e strisce.

GRUPPO H

Algeria bandiera ALGERIA – Puma

Maglie Algeria Mondiali 2014

Le volpi del deserto sono pronte ad affrontare il caldo umido del Brasile con le nuove maglie di Puma, realizzate all’insegna della semplicità. Per l’Algeria una divisa bianca con inserti verdi in casa, mentre in trasferta il completo sarà esattamente colorato all’inverso.

Belgio bandiera BELGIO – Burrda

Maglie Belgio Mondiali 2014

Le maglie del Belgio segnano l’esordio di Burrda in un campionato del mondo. Il marchio svizzero-qatariota ha disegnato tre modelli in rosso, nero e giallo con la corona del Re dei Belgi a fare da sfondo.

Il matrimonio tra Burrda e il Belgio pare sia destinato a terminare al termine dei mondiali, alcune indiscrezioni parlano infatti di un accordo con adidas.

Corea del Sud bandiera COREA DEL SUD – Nike

Maglie Corea del Sud Nike Mondiali

I colori del Tae-Geuk sono stati scelti da Nike per le maglie della Corea del Sud. Kit home rosso con il blu che cinge le maniche e un colletto alla coreana quanto mai azzeccato. Kit away in bianco con la fascia intorno alle maniche rossa a destra e blu a sinistra.

Russia flag RUSSIA – adidas

Maglie Russia Mondiali 2014 adidas

La temibile Russia allenata da Fabio Capello si ispira alla tradizione spaziale per entrambi i kit firmati adidas. Nella prima maglia un’evidente serigrafia riprende il monumento ai cosmonauti situato a Mosca, mentre la seconda è un omaggio a Yuri Gargarin con il profilo della Terra visto dallo spazio.

SPONSOR TECNICI

I tre marchi leader del calcio mondiale dominano incontrastati. Nike batte tutti con 10 federazioni sponsorizzate, seguita a ruota da adidas con 9 e Puma con 8.

Una squadra a testa per Marathon, Joma, Burrda, Uhlsport e la trevigiana Lotto che sarà l’unico brand a rappresentare l’Italia.

Sponsor tecnici Mondiali 2014

SCARPE

Nike, Puma e adidas sono in prima fila anche con una serie di scarpini lanciati appositamente per la massima rassegna mondiale. Ha destato scalpore la collezione Tricks di Puma che comprende i modelli evoPower ed evoSpeed in versione bicolore: rosa la scarpa destra, blu la sinistra. Li vedremo ai piedi di Buffon, Balotelli, Aguero, Fabregas, Yaya Tourè, Godin, Verratti.

Scarpe da calcio Mondiali 2014

La risposta di adidas è avvenuta con il Battle Pack,  in controtendenza con i colori variopinti del Brasile. Le celebri F50, Predator LZ, 11pro e Nitrocharge sono colorate di bianco e nero con le tre strisce arancioni. I testimonial principali sono De Rossi, Messi, Van Persie, Robben, Ozil e Di Maria.

Infine Nike, la più rivoluzionaria con le scarpe Magista e le SuperFly accomunate dalla tomaia in Flyknit e dal collare alto nelle versioni top di gamma. Anche qui non mancano i grandi nomi: Cristiano Ronaldo, Iniesta, Neymar, Pirlo, Rooney, Thiago Silva e Gotze.

PALLONE

È firmato sempre adidas il pallone ufficiale della Coppa del Mondo. Per l’edizione 2014 si chiama Brazuca, un nome scelto dal popolo brasiliano attraverso un sondaggio.

I colori si ispirano ai famosi braccialetti portafortuna, mentre per la finale del 13 luglio ci sarà una variante grafica con le tonalità del trofeo disegnato dall’italiano Silvio Gazzaniga.

Pallone ufficiale Mondiale 2014 Brazuca

REGOLE FIFA

Rispetto al mondiale sudafricano abbiamo assistito ad un profondo cambiamento per alcune divise storiche.

Via i pantaloncini neri per Argentina e Germania, espulsi i calzoncini blu ed i calzettoni rossi della Colombia, squalifica anche per il blu della Spagna. In molti hanno cercato le colpe nel regolamento Fifa, ma questo non è stato modificato negli ultimi quattro anni.

Come in Sudafrica anche nel regolamento di Brasile 2014 al capitolo “Equipment” leggiamo:

“Each team shall inform FIFA of two different and contrasting colours (one predominately dark and one predominately light kit) for its official and reserve team kit (shirt, shorts and socks). In addition, each team shall select three (3) contrasting colours for the goalkeepers. This information shall be sent to FIFA on the team colour form. Only these colours may be worn at the matches”.

Non si parla mai di monocolore o di kit interamente chiari o scuri. In parole povere la Germania in bianco-nero-bianco rispetterebbe il regolamento e difatti nel 2010 non abbiamo memoria di match con abbinamenti diversi. Non sarà ufficiale, ma la tendenza è quella di uniformare il più possibile i completi, in barba ad ogni tradizione.

Resta il dubbio su quali siano i colori chiari e quali quelli scuri. Pare che la Fifa abbia obbligato la Spagna, il Camerun e la Costa d’Avorio a portare un kit bianco oltre ai due ufficiali, le formazioni africane l’hanno già utilizzato in amichevole.

Maglia bianca Spagna, Camerun, Costa d'Avorio

Tanta tanta carne al fuoco insomma, non poteva essere altrimenti per una competizione che regalerà gioie e delusioni a milioni di persone.

Noi siamo pronti, la maglia azzurra è già sulle nostre spalle, l’adrenalina è ai massimi livelli. Che lo spettacolo abbia inizio!

  • Gianluca

    Bell’articolo

    • adb95

      anche per me bel’articolo secialmente per l’impartanza data alla c#§@§ta, volevo dire imposizione della FIFA sulle maglie bianche… una vera barzelletta

      Detto questo…
      Brasile home 5,5 away 6,5
      Camerun home 5,5 away 7
      Croazia home 5,5 away 7
      Messico home 5 away 6
      Australia home 5,5 away 5,5
      Cile home 6,5 away 5
      Olanda home 6,5 away 7,5
      Spagna home 4 away 7
      Colombia home 5 away 6
      Giappone home 5 (per quella roba color salmone) away 6
      Costa D’Avorio home 6 away 6
      Grecia home 5 away 5
      Costa Rica home 5,5 away 4,5
      Inghilterra home 5 away 5
      Italia home 6,5 (confermo dopo prova TV: sono brutte solo le stanghe bianche) away 5
      Uruguay home 6 away 5,5
      Ecuador home 6 away 6 (troppa roba sulle maniche)
      Francia 4,5 (anche qui visto in TV: e quello sarebbe blu???) away 5,5
      Honduras home 6 away 6
      Svizzera home 6,5 away 6
      Argentina home 6 (ottima ma la questione pantaloncini influisce) away 5,5
      Bosnia home 6 away 5,5 (catalogo…)
      Iran home 6,5 away 7,5
      Nigeria home 4,5 away 5
      Germania home 5,5 (sempre i pantaloncini) away 5
      Ghana home 6,5 away 6,5
      Portogallo home 5 away 5,5
      USA home 5,5 away 4,5
      Belgio home 6 away 6,5 third 6
      Algeria home 5 away 5 (orrendo specialmente il colore dei numeri)
      Corea Del Sud hom 6,5 away 6
      Russia home 6,5 (mannaggia le maniche…) away 7

      • adb95

        Ecuador home e away 6,5 (ho visto le fantasie tono su tono).
        Senza quei fascioni sulle maniche da 8

        • adb95

          errore intendevo dire sulle spalle non sulle maniche

  • F093

    Grazie PM per l’ottimo articolo che aspettavamo tutti con ansia!
    Ora i Mondiali possono davvero iniziare!!!

    a dopo per i commenti

    F093
    old style

    • Geeno Lateeno

      Complimenti anche da parte mia.
      Una indigestione di maglie…. ci vuole un po’ di tempo perché le pupille si fermino… ma sicuramente la seconda maglia dell’Olanda è tra le più belle così come la prima dell’Argentina e secondo me la seconda dell’Italia.
      Nota di merito per Camerun e Ghana…. fantastiche

  • Matteo23

    Noto una certa predisposizione da parte di Adidas a cambiare i colori dello stemma nelle maglie away. E non mi piace.
    In generale, la Nike ha adottato uno stile molto pulito (forse diretta eredità di Umbro), Adidas ha perso qualcosa in termini di design e la Puma lavora sempre molto bene per le Nazionali africane mentre per le altre presenta lavori a dir poco discutibili. Molto belle Stati Uniti, Russia e Ghana.
    Per gli scarpini poco da commentare, ormai si fa a gara a chi li fa più strani. Il pallone è bellissimo.

    Speriamo che sia un bel Mondiale anche sui campi.

    • Matteo23

      Aggiungo: non avremo Umbro al Mondiale.

  • Titlos85

    mi pare di aver letto che la Fifa abbia voluto il kit bianco della Spagna per usarlo nel match vs l’Olanda….

  • http://www.unoxuno.it paKi3946

    Mi spiace dirlo, ma la away dell’Inghilterra è da 10 (e comunque Forza Belgio)

  • Delphic

    Io non capisco quali problemi ha la puma a fare la seconda maglia dell’Uruguay in rosso come da tradizione…mah. Comunque peccato per l’Australia bella maglia ma templare identico a quello passato del Brasile. Molto bella la maglia del Ghana. Inghilterra meravigliosa (forse avrei aggiunto qualche rifinitura in più). Spettacolare la maglia della russia. La divisa italiana invece come da polemica presenta a mio avviso troppi dettagli.

  • steve

    Dovendo stilare una classifica personale (e non richiesta da nessuno) direi che ai primi posti si piazzano:

    1 – AWAY Francia
    2 – Away Olanda
    3 – HOME Croazia
    4 – HOME Giappone
    5 – AWAY Corea
    (Note di merito alla Home Portogallo e Home Russia)

    Ho escluso quelle dell’Argentina perché sono entrambe molto più belle della media di tutte le maglie quindi per non avere una top 5 con le prime due posizioni fagocitate dalla stessa nazionale lo considero il miglior Kit in assoluto (insieme alla Germania e Francia).

    Le peggiori in assoluto:

    1 – KIT dell’Algeria, direi che la kipsta avrebbe fatto un lavoro migliore.
    2 – KIT Costa Rica
    3 – KIT Honduras (probabilmente fatte con Paint)

    PUMA peggior sponsor in assoluto, vergognoso come ancora una nazionale come l’Italia si affidi ad un brand così fallimentare e privo di buone idee da anni, le maglie di quest’anno (specialmente la seconda, ma perché sono un amante delle Pin Stripes) le considero vagamente belle e questo è un indice di quanto mediocre sia il loro lavoro.

    Una nota di dispiacere: da forte sostenitore del Belgio, che a mio avviso quest’anno sfoggerà un Mondiale di tutto rispetto, mi sarebbe piaciuto vedere delle maglie meno “amatoriali”, magari affidando il lavoro ad un brand più di “nicchia” ma di cui sono un grandissimo estimatore, avendo svolto sempre un lavoro eccelso ed elegante seppur minimale (specialmente con le nazionali): UMBRO.

    • Wasshasshu

      Stai dicendo che Umbro è più di nicchia di Burrda?

      • Steve

        No bè non vederla così esasperata, di nicchia intendo fondamentalmente qualsiasi altro sponsor che solitamente si accaparra partnership un po minori rispetto ai vari colossi Nike-adidas-puma.
        In nazionale infatti la umbro è stata sponsor tecnico di Irlanda e Svezia, per dirne due, non Francia e Brasile tanto per fare un esempio.

        • Wasshasshu

          Colpa mia, solo che da come avevi posto il discorso sembrava che intendessi proporre per il Belgio uno sponsor più di nicchia anche di quello attuale, non solo dei top brand (comunque Umbro prima del decadimento negli anni 2000 è stato un top brand ed è tutt’ora uno sponsor tutt’altro che di nicchia).

        • Ferro

          errato : il brasile che ha vinto i mondiali nel ’94 vestiva umbro

    • eldiablo

      Ma cosa dici !?!!?!? “PUMA peggior sponsor in assoluto”. Non ho parole !

      • Steve

        Prima di tutto datti una bella calmata, in secondo luogo si a MIO avviso Puma è il peggior sponsor tecnico del mondiale. Probabilmente non in termini assoluti, sicuramente la Lotto per esempio ha fatto un lavoro peggiore a livello oggettivo ma bisogna considerare la situazione nel complesso e non il caso singolo. Puma ha quasi 1/3 delle sponsorizzazioni beccandosi fior fior di soldi dalle varie federazioni: NON puoi permetterti di svolgere un lavoro così mediocre, semplicemente non puoi.

      • Passione Maglie

        @Steve
        Puma (come tutti gli altri brand) casomai il fior fior di soldi li investe nelle federazioni, non li riceve mica. E non sempre l’investimento si ripaga, anzi…

        Per il resto occorre ricordare che i giudizi sono sempre personali, quello che per te è un lavoro mediocre per altri può essere fantastico. E nessuno dei due può dire di avere ragione.

  • Pongolein

    Vado subito con una classifica TOP/FLOP.
    Podio Top:
    1. Argentina home
    2. Olanda home
    3. ex aequo Spagna home/Italia home.

    Podio Flop:
    1. Costa Rica away (da che parte si guarda?)
    2. Iran home/away per il ghepardo
    3. Ex aequo Spagna away/ Messico away

  • miz

    la più bella è quella dell’ olanda!

    • Ferro

      anche secondo me , l´abbinamento home/ away e´top ( eleganza, sobrieta´, dinamismo, tutto in uno, anzi due)

  • FERT

    Splendido articolo che aspettavo da giorni !

    Predominio Nike !!! Tutte le divise sono eleganti e pulite. Lavori veramente eccellenti. Unico neo la Home del portogallo, non mi piace.

    Delusione Adidas !!! Al contrario, lavori miserabili e poco adatti ad una manifestazione del genere. Anche qui unica eccezione…le divise Argentine (la Home guadagnerebbe molto con il pantalone nero).

    Solita Noia mortale di Puma. Buoni lavori per Honduras e Iran.

    Le scarpe sono indistintamente le più brutte di Sempre. A palloni brutti siamo stati già abituati dallo Jabulani(2010) e dal Fevernova (2002).

  • http://fmita.m4d.it Simone

    Tra le TOP:
    – Olanda (soprattutto la home, dal vivo più chiara rispetto alla foto, che trovo bellissima ed evocativa)
    – Francia
    – USA
    – URSSia

    3 lotti su 4 sono Nike, che dal mio punto di vista ha surclassato stilisticamente sia Adidas che Puma. Hanno fatto completi meno tamarri rispetto a quanto proposto nel passato recente, complice probabilmente l’esperienza Umbro, con lavori generalmente puliti e qualche tocco di originalità, come nella away USA che penso ispirata dall’hockey o la home del Portogallo, che però non mi entusiasma.

    Male Adidas, sia per gli stravolgimenti (su tutti la Nationalmannschaft), sia per la ripetitività eccessiva dei template, discorso estendibile tuttavia anche a Puma.

  • squaccio

    Dunque andiamo con ordine:

    in questo mondiale l’adidas combina pasticci e secondo me viene anche raggiunta dalla puma.
    Nike nettamente uno scalino sopra, interessanti anche i lavori di marathon, burrda e joma, mentre orrendi lotto e uhl sport.

    Tra le nike boccio solo le maglie del Portogallo e purtroppo in parte anche quelle inglesi.
    Queste ultime le ho toccate con mano e mentre la seconda ha una trama a costine solo disegnata e non “cucita” la prima utlizza uno strano celestino dimenticando sia il rosso che il blu.

    Molto belle le maglie Puma, la nostra addirittura per me sarebbe stata nel podio mondiale se non ci fossero state quelle inutili righe laterali.

    Adidas salvo solo la coppia della Bosnia e la prima del Giappone.

    In definitiva la mia preferita è quella olandese home (aiutata anche dal font)
    seguita da Croazia away e Brasile away.
    Bocciate Costarica (tutte) ed Iran (tutte)

    Scarpe tutte bocciate e pallone promosso per la cromaticità del Brasile anche se avrei preferito dei colori più classici.

    Ps: utilizziamo questa pagina per tutte le curiosità mondiali ?

    In bocca al lupo agli Azzurri !

    • ale 85

      scusa se ti contraddico su una cosa, ma secondo me le maglie del Belgio sono pesanti e disordinate. L’idea delle curiosità mi piace.

  • alessio ”burbero” piras

    Salve,è possibile avere tutte le numerazioni e eventuali soprannomi nelle maglie delle squadre come x il campionato?Grazie sito FANTASTICO!

  • Magliomane

    TOP
    1. Olanda
    2. Francia
    3. Croazia

    FLOP
    1. Spagna
    2. Germania
    3. Russia

  • Riccardo

    Bel articolo ben fatto…
    A mio parere le divise migliori sono….

    Top
    1-Portogallo away
    2-argentina away
    3-Colombia home

    Flop
    1-Iran home
    2-Belgio home
    3-russia home

    Le scarpe più belle sono quelle realizzate dalla puma(a dir poco fantastiche)
    I palloni sono entrambi carini

  • sergius

    Complimenti per l’articolo, questa è una premessa doverosa.

    Le abbiamo commentate singolarmente e adesso ce le ritroviamo davanti tutte, molte sono davvero belle, altre brutte e altre ancora in contrasto con i colori e l’identità nazionale delle selezioni che le indosseranno.

    Personalmente tra le home più riuscite metto senza dubbio quella di Olanda, Russia, Inghilterra, Argentina, Stati Uniti, Francia, Grecia, Croazia e Australia. Boccio quelle della Spagna e della Germania che Adidas si è inventate in barba alla tradizione identitaria di quella nazionali, Costa Rica (non si può guardare), Iran e Honduras(da torneo salesiani) Uruguay (colletto che sembra strappato), Messico (più che su un campo di calcio le vedrei meglio ad un distributore di benzina). Senza nè infamia nè lode tutte le altre.

    Passando alle away promuovo a pieni voti quelle di Inghilterra, Stati Uniti, Francia, Grecia, Olanda, Giappone, Brasile, Argentina e Croazia. Boccio per gli stessi motivi per cui ho bocciato le home, quelle di Iran, Honduras, Costa Rica, Messico, ma anche Nigeria e Belgio, mentre quella della Spagna non c’entra un piffero con la Spagna e quella della Germania, buona più che altro per il Flamengo, fa parte di quelle ubriacature Adidas a cui siamo di recente abituati. Discrete tutte le altre.

  • Eirinn

    Direi che Nike ne è uscita molto molto bene. Maglie semplici ed eleganti, in genere. Adidas da cestinare semplicemente per l’idea di stravolgere i colori tradizionali dei pantaloncini di Spagna, Germania e Argentina. Carina l’idea della casacca russa, invece. Bellissima la prima della Francia, mi ricorda quella della Scozia del ’90 che era stupenda. Anche Grecia, Australia e Olanda sono belle realizzazioni. Personalissimo e molto bello lo stemma della Costa d’Avorio.
    Interessante la seconda dell’Italia, molto fine anni ’70. Mi piace!
    Considerazioni varie: la seconda della Svizzera pare un vestitino da infermiera, la prima del messico mi ricorda i luchadores, i wrestler messicani :D. Quella dell’Honduras sarà anche tradizionale, ma pare la polo di un hotel 5 stelle… Carine le africane, template uguale ma personalizzato con i motivi tribali dei vari paesi. Algeria da incubo per come sono stati realizzati gli stemmi.

  • marco412

    La nike è un gradino sopra a tutti.
    Classifica:
    1 Grecia ho me
    2 Francia ho me
    3 usa home

  • Renzo

    Complimenti per l’articolo.
    Pagelle:
    TOP 5 – Olanda (home), Inghilterra (away), Inghilterra (home), Croazia (home) e Francia (home – anche se la vedrei bene per la Scozia!).
    FLOP 5 – Portogallo (home), Colombia (home), Messico (home), Belgio (home), Russia (away).

  • AlbPal89

    Buon articolo PM, complimenti. Sapete con quali maglie/completi scenderanno in campo le squadre? La FIFA non dà nessuna informazione in merito, e neppure in rete si trova qualcosa. Nel sito ufficiale di Euro 2008 (l’unico finora) era possibile sapere con quali maglie le squadre sarebbero scese in campo!

  • gas27

    Da estimatore del blu e dello sfumato per me le maglie più belle del Mondiale sono le away di Brasile e soprattutto Olanda!!!
    Belline anche le maglie della Sud Korea…
    Delusione per le home di Germania e Spagna ma le più brutte e senza senso in assoluto sono quelle del Costa Rica e lo dico a malincuore perchè Lotto sa fare molto meglio di così…
    Strana ma accattivante l’away del Messico!!!
    Azzeccate come al solito le divise Puma per le Africane (tranne l’Algeria, troppo scialbe)…

  • Maurizio

    Vince la Puma. Vince assolutamente la Puma.
    Adidas delude snaturando Germania, Argentina, Colombia e Spagna. Salvo la prima maglia del Messico, un giusto mix di tradizione ed innovazione. Mi piace molto anche il template della seconda della Bosnia. Boccio tante seconde maglie, Spagna, Argentina, Germania… no… voto ad Adidas 4.
    Nike alterna qualcosa di buono con qualcosa di altamente banale. Va bene l’Olanda, però qualche sforzo in più per la prima maglia degli USA era lecito attenderselo. La Francia continua ad essere inguardabile. Il Portogallo non è niente di che. Promuovo Australia e soprattuo il Brasile. Perfetto. Ma mi chiedo, vedremo mai il Brasile scendere in campo in giallo-blu-bianco??? Lo spero… ma credo che già con la Croazia giocherà senza un vero perché in giallo-blu-blu contro la Croazia Biancorossa-bianco-bianco. Voto 5 alla Nike.
    Puma voto 8. Belle e ben lavorate le due maglie dell’Italia, classiche con un tocco di nuovo. Bene Cile ed Uruguay. Ottime le Africane. Nulla da dire, assolutamente.
    Menzione particolare per Uhlsport, Marathon e Burrda, ottimi i loro lavori curati e lineari per Iran, Ecuador e Belgio.
    Mi deludono un po’ Joma e Lotto. La Joma poteva sprecarsi un po’ di più, visto che aveva una sola squadra. La Lotto ci ha provato… ma ne è venuta fuori una maglia troppo pasticciata e con troppi colori inutilmente mischiati.

    • ale 85

      Marathon ha fatto un bel lavoro, ma burrda secondo me ha appesantito troppo le maglie

  • fede

    la bianca della spagna e stupenda!!!!!

  • Simone

    Articolo eccezionale, complimenti a Passione Maglie!!! A dire il vero mi aspettavo quest’articolo, puntuali come equitalia!!! Bravi!

  • Niccolò Nottingham Forest

    Non sapevo delle voci sulla maglia del Giappone… meno male che non si vedranno ai mondiali con Pikachu disegnato sopra, sarebbe stato atroce!

    Ho visto dal vivo la maglia della Russia e devo dire che è bellissima, davvero ben realizzata ma nonostante ciò secondo me Adidas (in generale) poteva fare di più, soprattutto con Germania e Argentina che probabilmente vinceranno il Mondiale con le loro divise più brutte (o per lo meno meno tradizionali) di sempre… una sorte simile a quella che è toccata a Noi nel 2006.

  • Eugenio

    GIRONE A : In questo girone vedo solo belle maglie. Ottimo lavoro per queste due squadre. Al primo posto ci piazzo il Brasile, secondo Camerun, terzo Croazia e quarto Messico ( un po’ bruttina la away ).
    GIRONE B : Un po’ altalenante come girone. Mi piacciono molto Olanda e Australia, meno il Cile ( per la seconda ) e la Spagna (idem, spero che utilizzino quella bianca), di cui non mi piace anche il monocolore della home.
    GIRONE C : Un girone in cui c’è un grande flop ( Colombia ), un’occasione non ben sfruttata ( Costa d’Avorio ), una seconda evitabile ( Giappone, spero che usino una bianca ) e un lavoro lineare ( Grecia ).
    GIRONE D : Due bellissimi kit ( Inghilterra e Italia ), lavoro discreto per l’Uruguay ( non mi piacciono le maglie col doppio colletto ), piuttosto brutto quello per la Costa Rica.
    GIRONE E : Mi delude l’ Honduras. Del resto ottimi kit, soprattutto quello francese.
    GIRONE F : Qualche esperimento di troppo in questo girone: si poteva evitare la sfumature delle strisce dell’Argentina ( dato che usa i pantaloni bianchi ), così e così Nigeria e Bosnia, simpatica l’Iran.
    GIRONE G : Quattro bellissime home ( tranne forse quella tedesca ), un po’ più bruttine le away ( tranne quella della Germania ).
    GIRONE H : Male Belgio e Algeria, non male la Corea del Sud. Bene la Russia.

    Quindi TOP 3 HOME
    1. BRASILE
    2. ITALIA
    3. FRANCIA ( Ma belle anche Camerun e Portogallo ).

    TOP 3 AWAY
    1. OLANDA
    2. RUSSIA.
    3. AUSTRALIA

    Per quanto riguarda i marchi , al primo posto metto Nike ( ottimi lavori ), poi Puma ( ha fatto qualche errore ) e terza Adidas ( è quella che ha sofferto di più le regole della Fifa ).
    Mi piace il pallone della finale.
    Per quanto riguarda le regole Fifa, sono d’accordo in parte.

  • marco

    Nike davanti a tutti. davvero centrata, sta esaltando lo stile classico della divisa. Adidas insolitamente deludente, bene puma, specie con le africane. Italia ottima prima, bruttina la seconda, le righine verticali proprio non mi convincono.

  • LM

    MAGLIE
    Brasile: prima molto bella, peccato per lo stemma senza la scritta sotto, molto bella anche la seconda, moderna ma comunque tradizionale, mentre la terza, seppur bella, è inutile;
    Camerun: divise spettacolari per i Leoni Indomabili, curate e particolari, oltre che ovviamente vivaci. Perfetta la prima, molto bella la seconda e un pò anonima e inusuale la terza, forse perchè per il Camerun siamo sempre abituati a vedere colori e accostamenti vivaci;
    Croazia: davvero due belle divise quelle per i croati, semplici e classiche, dunque azzeccate. Prima in linea con la tradizione e quindi molto bella, anche per gli scacchi in ottima dimensione, perfetta anche la seconda, meno particolare di quella precedente ma comunque decisamente riuscita e fatta bene;
    Messico: molto bella la prima, particolare ma finalmente un pò particolare dopo gli ultimi modelli anonimi. Brutta invece la seconda, troppo colorata e moderna, apprezzabile per una squadra di club, ma no di certo per il Messico al Mondiale;
    Australia: modello riciclato, ma comunque davvero uscito bene, quello per gli oceanici. Bello l’accostamento nella prima, bella la seconda, molto elegante, peccato per lo stemma a contrasto e chiuso in uno stemma. In ogni caso due belle divise;
    Cile: due belle divise per i cileni, molto moderne ma comunque lineari e aggressive, sia la prima che quella bianca, molto elegante. Peccato per l’eccessiva eleganza;
    Olanda: bellissima la prima, elegante e vintage, sia per il font, che per lo stemma classico e l’accostamento col bianco (finalmente). Discorso opposto per la seconda, davvero modernissima, ma indossata fa davvero un grande spettacolo, quindi due completi sublimi, di certo fra i migliori;
    Spagna: primo completo da censura, davvero brutto, sia per l’assenza del blu, che per lo stemma monocolore, e per di più accostato con l’oro, colore inspiegabile. Troppo moderno, e quindi brutto e bocciato. Bella la seconda, anche se pensandoci il discorso è simile a quello del Messico, questa maglia sarebbe perfetta come away in un club, ma non di certo nella Spagna, nonostante mi piaccia davvero molto. Anonima invece la terza, ma obbligatoria visti i colori delle altre squadre;
    Colombia: prima maglia bella, ma per la Colombia mi aspettavo qualcosa di più vivace. Bella anche la seconda, ma, anche qui, Adidas poteva dei certo sforzarsi di più per la nazionale Colombiana, dato che sembrano completi fatti giusto per farli;
    Costa d’Avorio: semplicità riuscita per la squadra di Drogba, che sfoggiano completi davvero eleganti, e quindi molto belli. Belli entrambi, sia per i colori, che per lo stemma e il modello in generale. Anche qui troppa aderenza, che dà anche fastidio a vederle indossate. Anonima invece quella bianca, semplice senza alcun inserto o dettaglio particolare, e qui si capisce che è una divisa “last minute”, dato che si poteva fare decisamente meglio;
    Giappone: belle entrambe, moderne e particolari, in puro stile giapponese, ma in particolare mi piace la prima, spettacolare per il colore blu acceso e i raggi che partono dal raggio, davvero geniali dato che indicano pure l’Asia. Bella anche la seconda, accesa e vivace, e che prima proprio odiavo, stranamente. Unico, e grave, difetto: quella bruttissima pennellata sulle spalle, davvero brutta e che rovina parecchio una maglia a mio parere riuscita;
    Grecia: modelli da compitino, belli ma chiaramente non fatti con cura e impegno estremo, in più sembra proprio una polo. In ogni caso mi piace il modello e l’eleganza. Comunque imparagonabili con le ultime fatte da Adidas per l’ultimo Europeo, davvero di un’altro pianeta…;
    Costa Rica: due divise pessime, forse fra le peggiori, sia di qualità che per il modello in generale, che proprio non gradisco. Maglia pasticciata, e quell’inserto centrale che la rovina moltissimo. Brutto lavoro di Lotto, mi aspettavo decisamente di meglio. Per esempio come quella bianconera fatta qualche mese fa, davvero bellissima;
    Italia: molto bella la prima, semplice ma elegante, mentre nella seconda il gessato non mi convince, non ce lo vedo per una nazionale. Grave difetto, lo stemma, brutto e troppo grande, e messo in una posizione penosa, isolata e vicino all’ascella, peccato;
    Inghilterra; entrambe spettacolari, sopratutto quella rossa, che rievoca gli anni d’oro. Bella anche la prima, pulita e tipicamente inglese. Occhio, con tutta questa eleganza e semplicità la Nike ha fatto finire le divise quasi nell’anonimato, ma comunque a me piacciono molto entrambe le divise;
    Ururguay: bellissime entrambe, anche qui si stritolano i pettorali, ma l’uso dell’oro e del bianco e dosato e messo nelle zone giuste, arricchendo al punto giusto la maglia. Bella anche la seconda. Bellissimo lo stemma decorato con il sole in serigrafia. Sublimi;
    Ecuador: due grandi lavori, nulla da dire. Complimenti a Marathon, uno dei pochi marchi ormai rimasti in mezzo al dominio delle multinazionali;
    Francia: due bellissime divise, anche qui si rischia la troppa eleganza, ma a mio parere sono due completi davvero bellissimi, sopratutto il primo, mentre nel secondo, candido e pulito, avrei preferito qualche riferimento al tricolore vistoso;
    Honduras: divise bellissime anche qua. Bello lo stemma, che ricorda i simboli dei college americani. Belle anche le maglie, semplici e classiche, senza troppi stravolgimenti o dettagli vistosi. Due belle divise, non troppo complesse ma che non cadono neanche nella banalità;
    Svizzera: bellissime divise, belle per i colori, con nulla di unico e particolare, ma con dettagli e inserti messi bene, oltre all’ottima scelta del modello. Bella la croce tono su tono, mentre la vestibilità anche qui è davvero troppo aderente;
    Argentina: bellissima la prima, davvero riuscita nelle sue stravaganze, spero si usi anche il nero, perchè il completo bianco non mi convince del tutto. Belle le righe finalmente numerose e lo stemma in bella vista, bellissima la seconda, davvero elegante con questo blu scuro tendente a sfumare. Due capolavori a mio parere, unico difetto i calzoncini bianchi nella prima, un sacrilegio;
    Bosnia-Herzegovina: modelli fatti all’ultimo, dunque nulla di speciale. In ogni caso, molto bella la prima, pulita e semplice, mentre la seconda non mi piace sarà per quell’inserto sulle maniche visto troppe volte, e che ricorda una maglia d’allenamento. Brutto anche lo stemma della federazione;
    Iran: molto bella la seconda, di un rosso acceso e col leone sul fianco, davvero spettacolare. Bello anche il colletto. Buona invece la prima, che mi convince di meno per quell’inserto che va dal petto alla manica, già visto diverse volte e che non mi è mai piaciuto, neanche in questo caso. In ogni caso, spettacolare il leone sul fianco, sia sulla prima che sulla seconda;
    Nigeria: bella la prima, seppur il verde sia rivoluzionario, mi piace per il gessato e per la vivacità dei colori, un altro esempio di completo stravolto, ma in questo caso il risultato lo gradisco. Bella anche la seconda, ma volevo gli inserti delle due tonalità di verde. Ad ogni caso due lavori di buon livello;
    Germania: prima davvero brutta. Non tanto per la V sul petto di un colore indefinibile e che non c’azzecca nulla con la Germania, ma per la scelta di usare il completo monocolore, che rende la divisa tedesca totalmente anonima. Spero che useranno almeno una volta il completo classico. Bellissima la seconda, molto elegante e che mi è subito piaciuta, anche se avrei voluto la riconferma del verde, colore che avrei gradito molto;
    Portogallo: bella la prima, particolare ma davvero gradevole con la fantasia sfumata. Molto bello anche il font, un tocco di verde in più non avrebbe guastato. Perfetta la seconda, che si tratta di un ritorno al passato, e che è stata fatta davvero bene in questo caso, ovvero in modo elegante e pulito, senza stravolgimenti vari. Davvero due grandi divise;
    Ghana: bella la prima, curata e fatta con impegno da Puma, ma col bianco alla fine ti puoi sbizzarrire poco. Meglio la seconda, vivace e allegra, e arricchita da quella trama complessa e allegra che rende la maglia davvero speciale. Due belle divise, nulla da dire;
    Stati Uniti: bella la prima, ma davvero troppo elegante e tennistica. Meglio la seconda, moderna e fatta bene, peccato per il retro monocolore e i calzoncini e i calzettoni senza un minimo tocco di blu;
    Algeria: mi aspettavo di più da Puma, due modelli davvero anonimi e non confrontabili con quelli fatti allo scorso Mondiale, davvero belli;
    Belgio: bellissima squadra, bellissime divise: oltre alle prime due, davvero eccellenti, si aggiunge l’eleganza della terza, che a l’unico difetto di avere il numero in una posizione troppo invasiva, per il resto lavori perfetti, applausi a Burrda;
    Corea del Sud: due divise oneste, poco da dire. Prima semplice ma lineare, seconda resa vivace a quegli inserti sulla spalla. Nulla di eccezionale, ma due modelli semplici ed apprezzabili, nulla di più;
    Russia: due bellissime divise, la prima aggressiva e seria con quei colori, la seconda resa unica dalla grafica, davvero inedita. Due bellissime divise, qua Adidas si è superata;
    In generale, livello delle divise meglio di quello dello scorso Mondiale, ma noto che ci sono troppe nazionali sponsorizzate da marchi big che le trattano con modelli qualsiasi, tipo Bosnia e Corea del Sud, preferisco più marchi piccoli, dato che propongono sempre modelli interessanti e piacevoli.
    SCARPE
    Davvero brutte quelle Adidas, vergognose e per di più tutte con la stessa grafica, davvero deludenti, oltre alla ovvia bruttezza dei modelli. Particolare la PUma, con due scarpini diversi, ma avrei preferito colori più vivaci, per ricordare e celebrare il Brasile, tipo il rosso, il verde, il blu o il giallo. Infine Nike, che produce modelli davvero belli, tipo le Mercurial o le Tiempo gialle, mentre le Magista ancora non mi convincono.
    PALLONI
    Belli entrambi, sia quello normale, fatto bene, vivace e particolare, che rispecchia il Brasile e la sua vivacità, bello anche quello della finale, più elegante e semplice, ma decisamente più importante dell’altro. Insomma, speriamo sia un bel Mondiale.

    • Ferro

      riassumendo?

    • adb95

      non vorrei farti la predica, ma il leone all’Iran è una bella gaffe… (scusami non ce l’ho fatta)

  • Costanza

    per i miei gusti…stravince Adidas! negli ultimi anni sta calando tantissimo puma…prima mi piaceva molto molto di più!

  • kesu

    Le più belle secondo me sono le due della Croazia, la home Argentina, la home della Colombia e le due della Russia.

    Le peggiori Costa Rica, la home Italia e la away Messico.

    Non mi dispiace il lavoro di Puma per le africane.

  • FDV

    La mie top

    Usa away
    Olanda away
    Germania away
    Portogallo home

    Menzioni positive anche per Francia, Croazia e per Argentina away. Sto facendo l’occhio anche a Brasile home e Russia away. La home della Germania utilizzata come training shirt mi piace.

    I miei Flop:

    Belgio
    Colombia
    Costa Rica
    Spagna away da arbitro
    L’aderenza delle Puma

    • FDV

      A livello di scarpini ho apprezzato particolarmente le fantasie del battle pack adidas.

      Il Brazuca non mi piace, ma la colorazione ispirata alla Coppa del Mondo di quello della finale è ottima, tanto più che è verdeoro.

  • pongolein

    Scarpe e Pallone:

    Assistiamo in questo mondiale ad alcune delle trovate più discutibili in assoluto nella storia degli scarpini da calcio.
    Calzari, scarpe destre diverse dalle sinistre, e imbarazzanti fantasie che ricordano prototipi di qualche stagione fa ispirati alle colorazioni mimetiche delle navi da guerra, o quasi.

    In tutto questo sono felice che la nike abbia mantenuto alcuni dei suoi modelli classici, affiancati all’avveneristico, e di dubbio gusto, magista. Le altre le boccio, le puma diverse, seppur rappresentino un bel modello, non le concepisco, così come le adidas, molto tristi in generale.

    Il pallone è il più brutto della storia dei mondiali, anche perchè il modello tende a cambiare, discostandosi dalla fantasia del vincente tango, a partira dal 2002. E questo è più brutto del fevernova e probabilmente anche dello jabulani. Analizzando invece i palloni degli europei beh, forse il roteiro era ancora più brutto.
    Parzialmente migliore il pallone della finale, ma mi aspettavo qualcosa di più elegante.

  • eldiablo

    Spettacolo puro CAMERUN 1a e OLANDA 2a !
    STANDING OVATION !

  • Davide

    Anche se per scelta non seguirò il mondiale, ecco il mio personale podio:
    1.Olanda home / Uruguay home
    2.Russia home
    3.Inghilterra home

    mi piacciono moltissimo entrambe le maglie dell’Iran, e anche quella dell’Honduras (semplice, pulita e con il colletto più bello in assoluto) sa il fatto suo!

    Ciao a tutti

  • misteresse

    Nike stravince! davvero tutte molto belle e fedeli alla tradizione (tranne Portogallo), Puma ha toppato con quelle inutili linee ma ha fatto ottimi lavori con le Africane….Adidas proprio non ci siamo! non me ne piace una…
    Burrda mi ha sorpreso piacevolmente con le maglie del Belgio che trovo molto interessanti e particolari.

  • salvopassa

    Non mi soffermo per il momento sul giudizio, in generale ci sono maglie molto belle ed altre banali ma adeguate a un contesto simile.
    Certo mi lascia molto perplesso il fatto che da soli i 3 marchi “monstre” prendano il 90% e più del totale. Avete sottomano delle statistiche sui mondiali precedenti? Ci sono simili situazioni di “oligopolio” nelle ultime edizioni?

    • Antonio

      Dall’introduzione dell’uso “moderno” degli sponsor tecnici un po’ di monopolio c’e’ sempre stato, basta vedere il numero di squadre sponsorizzate da Adidas nel 1990.

  • biuck

    bellissimo articolo! devo dire che di maglie straordinarie non ce ne sono, qualcuna bella naturalmente si, ma devo dire che il livello non è poi così alto! dei tre top brand, i lavori peggiori li ha fatti adidas, e non solo per la storia del monocolore (ogni riferimento alla away della spagna è puramente voluto!); nota di rammarico per lotto che non sfrutta la vetrina brasiliana, le divise della costa rica nemmeno in lega pro le vorrei vedere!!!

    TOP
    1 CAMERUN HOME
    2 BRASILE HOME
    3 COREA DEL SUD HOME

    FLOP
    1 COSTA RICA HOME/AWAY
    2 BELGIO
    3 USA HOME/ SPAGNA AWAY/ MESSICO AWAY

  • Filippo

    sapete se la FIFA pubblicherà il documento relativo alle divise indossate in ogni partita dalle squadre e dagli arbitri, come avvenne durante SUDAFRICA 2010??

  • mimmo20

    Brasile Home 6,5 / Away 7 / Third 6
    Camerun Home 8 / Away 8
    Croazia Home 7,5 / Away 6
    Messico Home 7 / Away 7
    Spagna Home 6 / Away 6
    Olanda Home 9 / Away 9
    Cile Home 8 / Away 7 ( per il colletto riempito)
    Australia Home 7 / Away 6
    Colombia Home 6 / Away 6
    Grecia Home 7 / Away 7
    Costa d’Avorio Home 6 / Away 6
    Giappone Home 7 / Away 7
    Uruguay Home 7 / Away 8
    Costa Rica Home 4 / Away 4
    Inghilterra Home 6 / Away 6
    Italia Home 8 / Away 6,5
    Svizzera Home 6,5 / Away 6,5
    Ecuador Home 7,5 / Away 6 (serve piu rosso)
    Francia Home 8 / Away 7
    Honduras Home 6,5 / Away 6,5
    Argentina Home 6 / Away 6,5
    Bosnia Erzegovina Home 7 (nonostante alla svelta) / Away 6
    Iran Home 5 / Away 5
    Nigeria Home 6 / Away 7,5
    Germania Home 7 / Away 6,5
    Portogallo Home 6 / Away 8
    Ghana Home 7,5 / Away 7,5
    Stati Uniti Home 7 / Away 6,5
    Belgio Home 4 / Away 5
    Algeria Home 6 / Away 6
    Russia Home 8 / Away 7 ( se logo adidas e numeri sono rossi)
    Corea del Sud Home 7,5 / Away 7,5

    Il 6 sono maglie guardabili, ma si poteva fare meglio oppure non sono maglie per quella squadra (away spagna)

    le insufficienze sono maglie orrende

    • mimmo20

      scusate Honduras Home e Away 5 *

    • Niccolò Nottingham Forest

      Troppo buono con Spagna, Messico e Giappone 🙂

  • Janek

    Piuttosto belle quasi tutte quelle griffate Nike, soprattutto entrambe le olandesi, le inglesi e, giudizio del tutto personale, le australiane.
    Abbastanza valide le Adidas, soprattuto quelle argentine e tranne quelle russe (a mio parere le peggiori in assoluto).
    Le altre, in genere, sono scialbe e smorte, comprese le “nostre”.
    🙁

  • giorgiol02

    adesso che la guardo con calma la maglia del portogallo mi pare ipnotica soprattutto se vista da lontano

  • Maver

    Una domanda per PM:

    Ho letto sulla gazzetta che i Costaricani si sono lamentati della scarsa qualità delle maglie Lotto, che tendono ad appesantirsi eccessivamente a causa delle grandi quantità di sudore che il tessuto è in grado di assorbire, diventando fastidiose nella parte finale dei match.
    Si parlava di un clamoroso cambio di rotta (e di kit) in extremis.
    Notizie a riguardo?

    • Passione Maglie

      Non ho letto nulla, non vorrei fosse una “notiziona” come quella dell’Iran, smentita subito da Uhlsport.

    • Passione Maglie

      @Maver
      Avevi ragione, ne parla proprio la federazione del Costa Rica sul sito ufficiale. È stato cambiato il tessuto con tanto di test dei calciatori che hanno approvato la modifica.

      • Ferro

        e si son visti subito i risultati in campo 😀

  • Amedeo

    Complimenti a chi ha scritto quest’ articolo, per quanto riguarda le divise sono molto belle tranne le puma e quelle di altri sponsor tecnici minori anche per la semplicità scelta da Nike e adidas (non mi piace la seconda della Russia).

  • raffaele

    La maglia dell’italia è come al solito sopra le righe…ma quando va via dalle scatole la puma???

    • Janek

      Quando accadrà sarà comunque troppo tardi.
      Le “nostre” maglie obiettivamente sono inguardabili.
      La away della Grecia, al confronto, è da esporre agli Uffizi.

      • raffaele

        nike e anche adidas fanno molto meglio!…perfino marathon e joma hanno fatto maglie migliori di sta skifo-puma…sono veramente diventate inguardabili le maglie dell’italia.

  • Luca B.

    La più bella è quella della Scozia 😀

  • mfp78

    top

    1. russia home
    2. russia away
    3. camerun away

    flop

    1. costa rica home
    2. costa rica away
    3. messico home

  • upuntou

    Migliori 5:

    1) Francia home
    2) Inghilterra away
    3) Argentina away
    4) Grecia home
    5) Portogallo away

    Peggiori 5:

    1)Nigeria home
    2)Germania home
    3)Giappone away
    4)Spagna home
    5)Portogallo home

    • Niccolò Nottingham Forest

      Condivido ma secondo me la maglia (non il completo) della Germania è bellissima, e sarebbe stata stupenda con il giallo al posto dell’arancione. Il giudizio cambia inesorabilmente se si giudica l’intera divisa che esclude i pantaloncini neri.

  • Daniele

    Bellissimo pezzo, completo e preciso, come da marchio di fabbrica. Vengo sempre sul sito da almeno tre anni, commento poco ma ora c’è da applaudire.

    I numerosi commenti già presenti hanno forse detto tutto, tra gusti personali e non; aggiungo solo che impazzisco per quelle dell’Argentina, la prima ha dettagli molto belli e la seconda richiama alle tradizionali cambiandone lo stile. Stupenda. La seconda dell’Olanda non rispecchia le precedenti (a mio parere molto più belle, la prima è pulita e sempre bella ma si poteva far meglio.

    Su Puma non ce la faccio proprio a farmele piacere. Nemmeno quella dell’Italia, che ormai da troppo tempo vedo snaturata. Forse il loro target è davvero l’Africa, dove fanno anche lavori onesti visivamente ma che non mi colpiscono. Terrificante Camerun e Ghana away, manco le commento Costa Rica, Honduras ecc perché sono RIDICOLE.

    Sul podio Inghilterra away per la pulizia e la croce tono su tono, molto bene anche i due kit dell’Australia a mio avviso.

    Belgio, ma perché!? Tanto bravi in campo, tanto brutte quelle maglie da torneo aziendale!

  • JomaViola

    Premetto che farò questa classifica al netto degli stravolgimenti di abbinamento maglia-pantaloncino-calzettone che comprometterebbero la reale valutazione dei completi:
    TOP 5
    5)Croazia Home; adoro la predominanza del rosso nel kit a scacchi, riprende un’ antica tradizione e si discosta dalla “piattezza” del semplice bianco.
    4)Uruguay Home; ottima combinazione oro-bianco anche se per il colletto si poteva fare di più.
    3)Colombia Away; bella la tonalità di rosso, che con il blu delle rifiniture si sposa benissimo, anche se avrei preferito vedere questi colori sulla maglia home…
    2)Olanda Home/Away; entrambi i kit sono fantastici, il primo elogia la tradizione e la semplicità grazie ai pantaloncini bianchi e allo stemma che rievoca i tempi d’oro, il secondo è molto moderno e originale, a coronare la bellezza delle due maglie c’è un font sublime (il migliore dei mondiali a mio parere).
    1)Argentina Home; uno dei migliori completi mai realizzati per l’Albiceleste, elegante e allo stesso tempo dinamico grazie a dettagli stupendi come la sfumatura a righine delle strisce celesti. Viene tutto però inesorabilmente rovinato da pantaloncini e calzettoni bianchi e non neri come da tradizione.
    FLOP 5
    5)Cile Home; colletto larghissimo e orribile che mal si sposa con la vestibilità aderente della maglia, inoltre gli inserti sule maniche sono da aborto.
    4)Spagna Away; una t-shirt nera con logo adidas e inserti giallo fluo, è un po’ poco per l’away dei campioni del mondo…
    3)Honduras Home/Away; stavolta i designer Joma si sono spremuti davvero poco, producendo una maglia (perchè questa è una sola maglia con due colori diversi) piatta e senza la minima personalizzazione: delusione vera.
    2)Belgio Home/Third; la seconda si salva ma le altre due sono veramente brutte, con inserti che un bambino metterebbe meglio e una corona disegnata li senza motivo.
    1)Costa Rica Home/Away; ecco a voi Lotto, l’azienda che rappresenta il paese dell’arte ai mondiali. Senza parole.
    P.S.)Vorrei anche fare una valutazione speciale per la maglia dell’Italia: a mio parere entrambi i kit non sono ne orribili, nè splendidi, ma noto con piacere che la Puma ha “schiarito” l’azzurro che, dopo gli europei, era ormai diventato blu, le maglie poi di per se’ sono normali, penalizzate da una vestibilità eccessivamente aderente.

  • rudiger

    In generale mi pare un’infornata di maglie buone e molto buone con poche eccezioni, soprattutto tra le prime divise. La brasiliana titolare vista in tv è un po’ deludente, soprattutto per colpa dei calzettoni blu che li fanno somigliare alla Svezia.
    La peggiore impressione, mi duole dirlo, finora l’ho avuto dalla nostra nazionale. La prima divisa sembra una camicia con bretelle; abbinata al resto sembra che gli italiani giochino in mutande e reggicalze.
    La seconda, vista da vicino ha una confusione di righe: orizzontali, verticali, assenti, che sembrano accostate a caso.
    Due parole su Puma, Italia a parte: dove ha osato con la nuova linea (bretellata) per me ha deluso; dove ha mantenuto lo stile “etnico” (con alcune africane) ha fatto centro.
    Il mondiale delle maglie per me lo vince la seconda degli Stati Uniti, in finale con il Camerun.
    Propongo di usare questo articolo per commentare le maglie durante il mondiale, via via che le vediamo in campo.

  • rudiger

    Sugli scarpini non mi pronuncio per rispetto alla policy del sito riguardo le volgarità. Vedere Balotelli con due evidenziatori diversi ai piedi qualche sera fa mi ha spinto a cambiar canale.Un giorno non lontano probabilmente non si dirà più “ha segnato di destro” o “di sinistro”, ma di fucsia o di lime.
    Il pallone è simpatico, quello verdeoro della finale qualcosa in più. comunque per me andrebbe scritto nel regolamento del calcio che a questo sport si gioca con la palla a scacchi, un oggetto talmente iconico che lo abbiamo dato per scontato fino a cancellarlo dai campi (ma non dall’immaginario). Strano che la Fifa non lo imponga “per motivi di visibilità”. Preferiscono dedicare le loro inutili (e costose) attenzioni a far cambiar maglia alle nazionali.

    • http://fmita.m4d.it Simone

      La mia idea è che l’idea delle scarpe bicolore della Puma complicherà la vita ai guardalinee in caso di fuorigioco.

      Però sul pallone ti dirò, perché non tornare ai cari vecchi modelli in cuoio? Basta eliminare le stringhe e siamo a posto, tanto c’è la tecnologia per farli! 😀

      • rudiger

        Il cuoio marrone era un’esigenza dell’epoca. Il pallone a scacchi ha segnato non solo un’epoca ma l’epica di questo sport. Questi moderni, belli o brutti che siano, sono solo gadget da vendere. È il solito distinguo tra creare qualcosa (una maglia, un pallone…) per passione o solo per soldi. Chissà perché negli Usa si gioca ancora a basket col pallone a spicchi arancioni, a baseball con la palla bianca dalle cuciture rosse, e a football con l’ovale di cuoio con cuciture bianche.

    • Renzo

      Concordo

    • angelo

      Sulle scarpette, io credo che forse i calciatori sono così impegnati a leggere Kafka che a volte dimenticano il piede destro e il sinistro e allora gli sono andati incontro per non creare difficoltà a quelle povere anime di fargli gli scarpini di due colori

  • Niccolò Nottingham Forest

    BRASILE: 8; 6
    CAMERUN: 8; 7
    CROAZIA: 7; 7,5
    MESSICO: 5; 3

    AUSTRALIA: 7,5; 8
    CILE: 7,5; 5
    OLANDA: 8; 6
    SPAGNA: 5; 2

    COLOMBIA: 4; 5
    COSTA D’AVORIO: 6; 6
    GIAPPONE: 4,5; 3
    GRECIA: 7,5; 7,5

    COSTA RICA: 4; 4
    INGHILTERRA: 8,5; 8
    ITALIA: 7,5; 7,5
    URUGUAY: 7,5; 6

    ECUADOR: 5; 5
    FRANCIA: 9; 7
    HONDURAS: 7; 6
    SVIZZERA: 5; 6

    ARGENTINA: 7; 7 (inclassificabile se maglia home non abbinata ai pantaloncini neri)
    BOSNIA: 5; 3
    IRAN: 6; 8
    NIGERIA: 5; 4

    GERMANIA: 8; 6 (inclassificabile se maglia home non abbinata ai pantaloncini neri)
    GHANA: 8; 7
    PORTOGALLO: 7, 9 (inclassificabile se maglia home non abbinata ai pantaloncini verdi)
    USA: 6; 7

    ALGERIA: 6; 6
    BELGIO: 5; 4; 5
    COREA: 7; 7
    RUSSIA: 9; 5

    TOP 3 HOME: INGHILTERRA, FRANCIA, RUSSIA
    TOP 3 AWAY: PORTOGALLO, IRAN, AUSTRALIA
    FLOP 3 HOME: MESSICO, NIGERIA, BELGIO
    FLOP 3 AWAY: RUSSIA, GIAPPONE, SPAGNA

    • Eugenio

      Non considerarla una critica, ma sei molto rigido con i voti.. 🙂

  • Tux

    abbinata ai pantaloncini bianchi come da tradizione, a me l’Azzurra piace molto; se non ci fossero state le righine bianche laterali incomprensibili, o se fossero state tricolori, sarebbe perfetta.
    Mi piace anche la away, le pinstripes per l’Italia in “trasferta” vanno benissimo per cambiare un po’ e non sono troppo invasive da urtare la tradizione.
    Tutto sta ora se riusciremo a giocare in azzurro-bianco-azzurro o se le imposizioni “occulte” della FIFA costringeranno anche noi al monocolore.

    Per le altre divise, spettacolo puro la away dell’Olanda (anche la home è bella). Notevole la home francese ma l’avrei preferita blu come da tradizione e non dark blue; per la away, avrei voluto godermi per qualche anno l’iconicissima mariniere (geniale) che qui viene riproosta però in grigio, peccato.
    Poco vintage ed in controtendenza rispetto alla moda del momento, ma a me le messicane piacciono: almeno si discostano nettamente dal mucchio. Poi l’away rosso sangue, al netto dell’elettrocardiogramma che in effetti è un po’ pacchiano, richiama l’away dei chicanos a Mexico 70 (recuperate la partita con l’Italia in qualche filmato a colori).

    Non digerisco la Colombia in pantaloncini e calzettoni bianchi e nemmeno l’assenza del giallo sull’away meritoriamente rossa. Dell’all red spagnolo ho già detto a suo tempo tutto il male possibile (pure coi fregi dorati da sembrare bianchi anziché gialli), per giunta con la vigliaccata di farla passare come una richiesta esplicita dei giocatori (come se Pirlo domattina pretendesse di far giocare l’Italia in fucsia) quando sappiamo benissimo da CHI è venuta la richiesta. L’away nera e fluo è da restituire al designer (e poi restituire il designer alla cicogna che l’ha portato ai genitori).
    Stesso discorso per l’insulto rivolto alla nazionale tedesca, che oggi in campo si riconosce solo se gioca testa di limone Schweinsteiger. Poi voler fare l’away rossonera, anziché la storicissima maglia verde che ha anche un significato preciso di pace e fratellanza e risale al post conflitto mondiale… e va bene… ma allora almeno le righe adidas in giallo!!! I colori della bandiera tedesca sono tre, e il bianco non c’è!!!

    Andando avanti, menzione d’onore per i due kits russi.
    Grecia, Bosnia, USA home (Perché rinunciare alle hoops biancorosse che distingevano gli americani da tutti, perchéééé???) e Honduras sono state create praticamente lasciando in bianco così com’era il template su photoshop. USA away carina ma si continua a stravolgere di manifestazione in manifestazione le divise statunitensi andando esattamente CONTRO la volontà dei tifosi americani, che vorrebbero una divisa unica e sempre riconoscibile per Altidore e compagni.
    Lavoretto semplice per il Cile (mai piaciute le strisce Puma), un po’ più di sforzo per la Svizzera, con almeno la croce tono su tono.
    Belle le africane (quelle elaborate, almeno). sarebbero kitsch addosso a chiunque altro, ma indosso ad una nazionale africana hanno un senso e sono molto pittoresche.
    Si salva l’away iraniana, mentre la home, con quella striscia asimmetrica, è bocciatissima.
    Carino il Belgio ma nulla di più… non mi convince l’uncino della Costarica. Per l’Uruguay, niente infamia né lode, credo che la divisa della Confederations’ resterà insuperata per anni.

    Quelle che ho scordato evidentemente non mi hanno colpito 🙂

  • ale 85

    La burrda non ha equilibrio nelle sue creazioni.. sono appesantite da troppi dettagli, l’adidas ha fatto qualche maglia bella tipo l’Argentina e la Russia e poi le altre banalotte, l’Iran con la linea meno pesante (magari tono su tono)faceva una bellissima maglia, le maglie delle africane sono belle ma è lo stesso disegno su tutte e tre mi pare, la nike invece ha fatto come ad ogni mondiale tutte dello stesso stile che comunque è molto bello e versatile. Ma vedere qualche altro sponsor tecnico magari italiano sarà mai possibile ad un mondiale? Solo la Lotto per la Costa Rica mi sembra poco. Apprezzo molto la Marathon, si vede che sono equadoregni che fanno maglie per equadoregni, ok i soldi della Puma, ma l’Italia non può usare i propri brand? Azzarderei anche una sponsorizzazione inconsueta come nel basket tipo EA… che ne dite?

    • Passione Maglie

      Certo che la Figc può scegliere un brand italiano, ma giudizi estetici e preferenze personali a parte, abbiamo un contratto con il terzo brand al mondo. Non siamo legati ad un marchio minore o sconosciuto solo per i soldi (che in ogni caso restano il fattore più importante).

      La maglia dell’Italia deve essere distribuita e venduta in tutto il mondo, serve un partner che abbia una diffusione capillare.

      • Janek

        Diffusione capillare?
        Se per questo EA è conosciuto pure in Papuasia e alle Orcadi, non parliamo certo di Pizza&Fichi.
        Le maglie Puma (per club e nazionali) non “mediamente” sciatte, quella azzurra non fa affatto eccezione.
        Nella sua estrema semplicità, la away della Grecia (come ho già scritto)è di gran lunga più bella ed elegante.

      • Passione Maglie

        @Janek
        Nessuno ha parlato di conoscenza del marchio, certo che Armani è famoso in tutto il mondo. In ogni caso EA7 non produce kit tecnici per il calcio.

        Personalmente (Matteo) non scambierei mai la maglia azzurra con quella della Grecia, ma sono gusti e ognuno giustamente ha le sue preferenze.

        • Janek

          Mettiamola così, allora : EA (tanto per fare un nome) non è forse “diffuso capillarmente” a sufficienza?
          Puma è, come dire … un brand con poco “buon gusto”, le maglie delle nazionali hanno un valore iconico altissimo, a cominciare dal colore.
          Il “nostro” azzurro savoia (almeno quello) è stato salvaguardato, avessero messo mano pure a quello giuro avrei denunciato l’azienda alla Alta Corte di Giustizia…
          :-).
          p.s. : resti tra noi … pure il distintivone della federazione non è che mi entusiasmi più di tanto.

        • rudiger

          “Personalmente (Matteo) non scambierei mai la maglia azzurra con quella della Grecia”
          Io si, e sarei tentato di lasciarci anche il distintivo greco 🙂

  • Swan

    Un mondiale con troppe maglie banali o inguardabili (Costa Rica su tutte).
    Per me il set migliore di maglie è della Germania, un gradino sopra le altre, a seguire trovo belle Olanda home, Usa away ed i set di Australia, Argentina e Croazia.
    Maglie decenti per l’Italia, tristissime tutte le altre nazionali vestite da Puma

    • sergius

      Saranno pure ben fatte, ma con tutto il rispetto per la tua opinione mi fai capire cosa ci trovi di Germania in quelle maglie?

      • Geeno Lateeno

        Ah perché ci sono anche le maglie della Germania? Quelle bellissime, classicissime, maglia bianca e calzoncini neri?
        Mi sono sfuggite…
        🙂

      • rudiger

        Conoscendo Swann, la risposta è: lo stemma in primis fa la maglia 🙂
        Punti di vista. Per me i colori fanno la maglia, lo stemma è un accessorio che per la maggior parte dei casi è una (eccessiva) affermazione di potere della federazione di turno.

        • rudiger

          *Swan

      • Swan

        Rudiger ha risposto per me, è lo stemma a rendere la maglia unica ed identitaria quindi le due maglie in questione sono a pieno titolo le maglie della Germania.
        E comunque ci sta che le maglie si evolvano, ricordo furono considerate rivoluzionarie quelle della stessa Germania di Italia 90 e quelle dell’Olanda agli europei del 1988.
        Concordo con Rudiger riguardo agli stemmi sulle maglie delle nazionali, anch’io non vedo di buon occhio gli stemmi delle varie federazioni, dovrebbero essere rimpiazzati dagli stemmi nazionali, nel caso dell’Italia lo stemma della Repubblica, oppure dalle bandiere delle varie nazioni.

        • rudiger

          Facciamo che ci rimettiamo lo scudetto e non se ne parla più? 🙂

        • adb95

          evoluzione sì, iconoclastia no…

  • rudiger

    Sui marchi minori.
    Lotto sembra aver perso una grossa occasione con la Costarica: con quella bandiera nazionale si poteva creare una maglia/bandiera veramente bella. Il logo al centro poi è eccessivamente vistoso. A me piace graficamente (mi ricorda i trascorsi da tennista), ma messo così diventa l’elemento di primo piano della maglia.
    Nota di merito per le Marathon ecuadoriane: aggressive e molto sudamericane. Anche qui il marchio (abbastanza banale) è un po’ troppo protagonista.
    Joma con l’Honduras ha osato poco con la maglia, che però diventa notevole grazie alla grande “H”.
    Uhlsport ha fatto due belle maglie per l’Iran, a patto che il ghepardo non si veda troppo.
    Burrda ha il merito di aver osato con due modelli originali dati al Belgio. La corona della prima è talmente fuori misura da diventare quasi una forma astratta: vedremo come renderà in campo e in tv. La gialla mi sembra molto buona. La nera ha il difetto della banda diagonale infranta dal marchio che invece, nell’altro modello, è più discreto. E’ un peccato che lo abbiano spostato proprio per interrompere la fascia.

  • Angus

    NIKE: decisamente il miglior prodotto degli ultimi anni, in assoluto. La semplicità e l’eleganza di maglie come quelle della Grecia e dell’Australia (in particolare le due Away) sono uniche nel panorama degli ultimi anni. Non male anche gli azzardi di Francia (nel colore Home e nella versione marinaio dell’Away) e Olanda (il blu rende molto in foto, attendo di vederla sul campo). Mi piace molto anche il set USA, soprattutto la seconda e la Home del Portogallo (che però apprezzavo molto nella versione anni 90 coi pantaloncini verdi).
    A deludermi un po’ sono i set di Inghilterra e Brasile, ma son da vedere anche completi di pantaloncino e calzettone.

    ADIDAS: Il set dell’argentina è molto bello in ambo le versioni sul fronte, ma ho visto immagini di sfuggita dei ‘back’ e non ho avuto una grande impressione, forse colpa dei dettagli oro dei quali il brand tedesco sta decisamente abusando negli ultimi anni. Bene anche il Messico, moderno e innovativo, adatto ai tempi, ma a mio parere piuttosto legato allo spirito dei centro americani.
    Non male la Home russa (eccessiva anche se significativa la Away), quella della Spagna (rispetto alla seconda russa quella spagnola è unicamente solo un prodotto per il marketing), quella giapponese (vedi la Spagna per l’Away) e la crucca (qui l’ispirazione al Flamengo della seconda mi pare un po’ insignificante).
    Il materiale della Nigeria non mi pare interessante nonostante il gioco di doppia tonalità di verde che poteva essere fatto con un po’ più di modernità. Quello della Bosnia è da vedere così non pare nulla di innovativo, ma attendo di rivederlo sul campo.

    PUMA: Alti e bassi. Innova molto col materiale delle formazioni africane, in particolare la versione bianca del Ghana spicca per originalità e legame con lo spirito della nazione. L’utilizzo dei dettagli anche nella Costa d’Avorio non è male. Il Camerun è forse troppo spinto ma probabile che sullo schermo dei televisori di casa renda molto di più.
    Meno interessante l’Uruguay, la Svizzera, l’Algeria e il Cile, mentre per l’Italia mi pare una buona base nella Home, con l’eccesso di tricolore sulle maniche, e un po’ troppo ‘demodè’ il kit gessato Away.

    ALTRE: tra kit troppo azzardati e kit troppo banali quasi di ispirazione anni 90, spiccano secondo me in positivo Uhlsport e Marathon, in particolare la prima dell’Iran ha una certa cura dei dettagli anche se avrei evitato la rappresentazione del ghepardo chiesto probabilmente dalla federazione asiatica. Per l’Equador un kit che veste molto bene, forse non originalissimo (il tono su tono ricorda una vecchia maglia Puma dell’Italia) e con un leggero eccesso di toppe, rimane comunque una soluzione positiva rispetto ad altri brand minori.

  • F093

    Giusto per ridere, ecco le vicnitrici del concorso “la maglia PIU'”….

    …INNOVATIVA: USA away
    …BANALE: Grecia
    …COLORATA: Ecuador Home
    …”CATALOGO”: Bosnia home
    …SFUMATA: Russia away
    …REGALE: Belgio Home
    …CAOTICA: Costarica Home
    …ELETTRICA: Messico Home
    …MARINARA: Francia away
    …TENNISTICA: USA home
    …OSPEDALIERA: Honduras (se PRONTO SOCCORSO Svizzera)
    …APPARISCENTE: Giappone away
    ….

    🙂
    F093
    old style

    • rudiger

      “Ospedaliera”… 🙂

    • Niccolò Nottingham Forest

      Avrei inserito.. LEOPARDESCA, Iran 🙂

  • mosca

    top:

    1) kit Germani
    2) kit Olanda
    3) away Australia

    flop:

    1) Costa Rica
    2) Belgio
    3) a scelta away Messico away italia away Spagna.

    Nota di merito nella sezione “fuori concorso” per il kit Honduras che mi ricorda Holly e Benji

  • Ronbo

    Premesso che sono un fan dell’Adidas (fan che non ha comunque ancora digerito certe rotture come i pantaloni bianchi della Germania), questi i miei top e flops per le maglie. Facciamo finta che pantaloncini e calzettoni non ci siano o non siano così importanti:

    TOP
    1. Russia home
    2. Olanda away
    3. Colombia home
    4. Germania home
    5. Iran away
    6. Italia home
    7. Russia away

    FLOP (la 1. è la più orrenda)
    1. Spagna away
    2. Belgio tutte
    3. Molti kit “insignificanti”: USA home, Nigeria-Costarica-Inghilterra tutte…

  • Coimbra

    Mah… per me le pui’ belle in assoluto sono le due maglie dell’Argentina: sono belle e sono (nonostante le tante sfumature…) maglie da calcio.

    Non mi piacciono le battle-shirt, ma posso capire che sul fisico iper-atletico dei calciatori attuali possano fare bella figura. In questo senso meglio quelle tinta unita e storiche di Olanda ed Inghilterra.

    Poi ci sono alcune scelte di design miranti a fare delle maglie da calcio dei capi da indossare durante la giornata ed acchiappare cosi’ il vasto gruppo di utenti che si puo’ comperare una maglia (elegante) anche se non va mai a fare sgambate al campo con gli amici. Maglie come quelle di Grecia, Francia, Usa, ma anche quelle dell’Italia vanno viste in quest’ottica (ma a me sembrano maglie da tennis …).

    Infine ci sono tante maglie scialbe ed addirittura scelte di design da anni ottanta per molte realta’ minori. Anche se quella un po’ retro’ dell’Australia mi garba…

    Comunque se dovessi comperare qualcosa, opterei per la prima della spagna o la seconda dell’argentina.

    Un sonoro vaffa all’adidas per i pantaloncini di Argentina e Germania!

    • Janek

      Io comprerei la away degli USA.
      In spiaggia farei un figurone…
      😀

  • Luca

    Ma le patch del mondiale saranno in vendita?

    • Marco

      Sarei interessato anch’io grazie!

  • squaccio

    In barba alla tanto discusse monocromaticità dei completi la nike (e la fifa) fà scendere in campo Brasile e Croazia con i soliti completi giallo-blu-bianco e scacchi-bianco-blu.
    Rivedibile il retro rosso della Croazia; bruttissime le toppe mondiali sulle maniche.
    Cioè addirittura quella della serie A è meglio; avrei preferito + la coppa stilizzata senza rettangolone.

    Buon mondiale a tutti !

  • Stavrogin

    Partita inaugurale incoraggiante per quel che ci riguarda: niente monocromie, nonostante la Croazia abbia i calzettoni dello stesso colore dei pantaloncini del Brasile.

    • rudiger

      Si, è andata bene. Anche se ho paura che il Brasile abbia giocato coi calzettoni bianchi perché già la Croazia li aveva blu.

      • squaccio

        Io mi accontenterei se la squadra “casalinga” giocasse come vuole la tradizione e alla peggio quella “in trasferta” di riflesso…

        Noi siamo stati sorteggiati come casa o trasferta ?

        • rudiger

          Per domani con l’Inghilterra temo il tuttoazzurro contro il tuttobianco.

        • F093

          Considerando che i classici kit maglia-panta-calzettoni delle due nazionali sarebbero facilmente distinguibili essendo il perfetto negativo l’uno dell’altro: (ITA: azzurro-bianco-azzurro; ENG: bianco-blu-bianco) temo che la FIFA snaturi il tutto imponendo i kit monocromatici come dice Rudiger.

          Meno FIFA più …. 🙂 🙂

          F093
          old style

        • FDV

          Per Italia-Inghilterra tendo a preferire il tutto azzurro contro tutto bianco visto che i pantaloncini blu degli inglesi sono praticamente azzurri.

          Il trionfo di colori delle divise tradizionali (Nike) di Brasile-Croazia ha letteralmente ridicolizzato l’integralismo basato sul “quasi nulla” con cui adidas ha smontato le divise di Germania, Argentina, Spagna e Colombia.

        • squaccio

          Dalle foto che vedo, non ho sky, Messico in “tricolore” e Camerun tutto giallo (!!!)…

      • Eugenio

        Non credo che sia per questo … Comunque FDV ha ragione, è stato tutto ridicolizzato .. Chissà come si giocherà oggi Spagna – Olanda ..

      • rudiger

        Comunque la si pensi resta un caso emblematico. Magari non sempre, ma sembra che ci sia una certa tendenza a imporre divise “molto” chiare contro divise scure. Sembra non basti più la differenza rosso/blu (il classico del subbuteo per dirne una) che evidentemente sono visti come “scuri” entrambi. Con mio grande ribrezzo si moltiplicano le divise bianche e nere, che sono la morte del calcio “rinascimentale” trionfante dagli anni ’60 ai ’90.
        Siamo nell’era “calvinista” del calcio, per quanto riguarda le maglie.
        E il concetto di prima maglia ha sempre meno importanza.

  • Federico

    Oggi è spuntata fuori anche un ipotetica divisa bianca del Messico.

  • Gabriele

    Brasile: Home 7/Away 7.5/ Third 7
    Croazia: Home 7/Away 5
    Messico: Home 7.5/Away 5.5
    Camerun: Home 6.5/Away 5/Third 7 (Maglia di riserva)

    Spagna: Home 6.5/Away 5/Third 6 (Maglia di riserva)
    Olanda: Home 8/Away 8
    Australia: Home 6.5/Away 6.5
    Cile: Home 6/Away 6

    Colombia: Home 4/Away 4
    Giappone: Home 6.5/Away 6
    Costa D’Avorio: Home 5.5/Away 5.5/Third 6 (Maglia di riserva)
    Grecia: Home 6.5/Away 6.5

    Costa Rica: Home 5/Away 4.5
    Uruguay: Home 6/Away 6
    Inghilterra: Home 7/Away 6.5
    Italia: Home 7/Away 7

    Svizzera: Home 5/Away 5
    Francia: Home 7.5/Away 8
    Ecuador: Home 6.5/Away 6
    Honduras: Home 5.5/Away 4

    Argentina: Home 8/Away 8
    Bosnia: Home 6/Away 6
    Iran: Home 6/Away 5
    Nigeria: Home 4.5/Away 4.5

    Germania: Home 7.5/Away 7.5
    Portogallo: Home 7/Away 8
    Stati Uniti: Home 7/Away 8
    Ghana: Home 7.5/Away 6

    Belgio: Home 4/Away 4.5/Third 3
    Corea del Sud: Home 5.5/Away 6.5
    Russia: Home 6.5/Away 6
    Algeria: Home 5/Away 4.5

    Top 5:
    1.Olanda Home
    2.Stati Uniti Away
    3.Argentins Home
    4.Germania Away
    5.Inghilterra Home
    (Note di merito all’Olanda Away,al Portogallo Away e alla Home dell’Italia)

    Flop 5:
    1.Tutte le maglie del Belgio
    2.Tutte le maglie della Colombia
    3.Tutte le maglie della Costa Rica
    4.Tutte le maglie della Nigeria
    5.Honduras Away

    Voti sponsor tecnico:
    Nike 8.5
    Adidas 6.5
    Puma 6.5
    Altri sponsor 4.5

  • gabriele9

    Brasile: Home 8.5/Away 8/ Third 6
    Croazia: Home 7/Away 5
    Messico: Home 7.5/Away 5
    Camerun: Home 7.5/Away 7.5/Third 7 (Maglia di riserva)

    Spagna: Home 7/Away 4.5/Third 5 (Maglia di riserva)
    Olanda: Home 9/Away 8
    Australia: Home 7/Away 7.5
    Cile: Home 5/Away 5

    Colombia: Home 4/Away 5.5
    Giappone: Home 7.5/Away 8.5
    Costa D’Avorio: Home 6/Away 6/Third 6 (Maglia di riserva)
    Grecia: Home 7.5/Away 8

    Costa Rica: Home 3/Away 3
    Uruguay: Home 7/Away 6
    Inghilterra: Home 8/Away 8.5
    Italia: Home 7.5/Away 6.5

    Svizzera: Home 6/Away 6
    Francia: Home 8/Away 6.5
    Ecuador: Home 7/Away 6
    Honduras: Home 5/Away 6

    Argentina: Home 8/Away 7
    Bosnia: Home 6/Away 6
    Iran: Home 7/Away 8
    Nigeria: Home 4/Away 4

    Germania: Home 7.5/Away 6.5
    Portogallo: Home 7/Away 8
    Stati Uniti: Home 8.5/Away 9
    Ghana: Home 6/Away 5.5

    Belgio: Home 6/Away 5.5/Third 6
    Corea del Sud: Home 6/Away 6
    Russia: Home 3.5/Away 3
    Algeria: Home 6/Away 6

    TOP 3

    USA AWAY
    OLANDA HOME
    GIAPPONE AWAY

    FLOP 3

    KIT COSTA RICA
    KIT RUSSIA
    KIT NIGERIA

    Sponsor
    NIKE 9
    ADIDAS 7
    PUMA 7
    ALTRI SPONSOR 4 (Non sono all’altezza dei precedenti sopra).

  • Marco

    Ma la divisa bianca della Spagna (peraltro molto bella, nettamente meglio della nera/fluo) a cosa serve se l Olanda gioca in blu? In che modo é possibile confondere una squadra tutta rossa con una tutta blu?

    • salvatore

      a quanto pare la Spagna ha anche la divisa bianca che è anche più naturale… visto che la prima è rossa…

    • rudiger

      Misteri della Fifa… rendiamo grazie alla Fifa…

      • adb95

        Ci voleva tanto a giocare Spagna tutta nera e Olanda Arancio-Bianco-Arancio? Così facevano Away contro Home

        Non si è mai visto neanche tra i club di giocare Away contro Third e hanno avuto il coraggio di farlo con le nazionali…

  • squaccio

    Poco da dire…la Spagna sembra la Russia.
    L’abbinamento rosso / oro (o bianco / rosso senza un filo di giallo) con i risvoltini è più consono all’ex Urss.

    Maglia olandese che si conferma migliore del mondiale.

  • rudiger

    Per quale contorsione cervellotica sia la Spagna sia l’Olanda giocano con la seconda maglia?
    Per la squallida bianca spagnola la batosta è la giusta punizione. Spero che li spinga a darle fuoco.

    • http://www.soccerstyle24.it sergius

      Hai proprio ragione, stasera ha vinto, anzi ha stravinto, la nazionale che non solo ha dominato sul campo ma anche nell’immagine. Visto che in scena sono andate due divise away, quella più bella ha sovrastato quella decisamente mediocre. Nike batte Adidas anche più nettamente del 5 a 1.

  • pongolein

    Secondo le stupidissime regole fifa l’arancione dell’olanda è un colore chiaro e non può abbinarsi alla terza maglia della spagna (obbligata a vestire questa maglia di recupero piuttosto che la away, scura, e la home, rossa).
    Quindi maglia scura con maglia chiara per forza e poco importa delle gerarchie cromatiche.

    • Stavrogin

      Svizzera-Ecuador si sta giocando in rosso contro blu. Quindi mi pare ormai ufficiale: sono saltati tutti gli schemi (della logica e del buon senso).

      A meno che la FIFA non si voglia attaccare al dettaglio che la svizzera ha i pantaloncini bianchi…

  • Nonno Festa

    Classifica fatta da me senza un preciso motivo:
    Valuto il kit intero
    Brasile:7
    Camerun 5
    Croazia 8
    Messico 5
    Australia 6+
    Cile 6-
    Olanda 8+
    Spagna 5
    Colombia 5
    Costa D’Avorio 6+
    Giappone 5
    Grecia 7
    Costa Rica 4–,orrenda.
    Inghilterra 7-
    Italia 5
    Uruguay 6
    Ecuador 5
    Francia 5+
    Honduras 6
    Svizzera 5
    Argentina 7
    Bosnia 6
    Iran 5
    Nigeria 5
    Germania 5
    Ghana 5
    Portogallo 5+
    USA 7+
    Algeria 6
    Belgio 4–,orribile
    Korea 6
    Russia 7++
    Umile parere

    • Pietro

      Mi trovi d’accordo su tutto tranne che sull’Italia

  • yeah

    per me vince nike..
    apprezzo in particolar modo l’olanda..il font è bellissimo..
    il problema di adidas è proprio il font..sempre lo stesso per tutte le nazionali che sponsorizza..un po’ di fantasia non guasterebbe!(e magari un po’ meno in certe maglie!..
    tra l’altro nome e numero adidas mi sembrano piccoli

    puma secondo me propone maglie troppo aderenti..va beh vuoi farle aderenti simil tutino in latex? perlomeno non abbinare pantaloncini enormemente larghi!!!

    il kit costa rica non ha proprio senso e fa un po’ senso..

  • Ronbo

    Avete notato che la Colombia gioca con un semplice paio di calze bianche invece di quelle più elaborate blurossobianche visibili nella presentazione ufficiale della divisa? Come mai?

  • rudiger

    Quando la divisa della Colombia era la divisa della Colombia: http://bit.ly/1qN1uK8 (stesso sponsor tecnico).

  • rudiger

    Questa divisa italiana tutta in blu ha un perché, coi pantaloncini bianchi meno. Non so se è un pregio.

    • Stavrogin

      L’hai detto tu sopra: col pantaloncino bianco fa l’effetto bretelle. Non l’avessi mai letto… ora non riesco a togliermelo dalla mente 😀

      • rudiger

        Prenditela col puma 🙂

  • http://usasoccerjersey.net soccer

    Maglia giaponesa che si conferma migliore del mondiale.

    • FDV

      Non la metto tra le migliori 5, ma vista sul campo condivido l’impressione molto positiva.

      Il contrasto tra i bordi e la spennellata dietro le spalle rosso fluo, ed il resto della maglia estremamente sobrio, mi è piaciuto moltissimo. Il tutto accentuato dall’effetto bagnato che ha acceso ulteriormente i dettagli.

  • lfc

    Dispiace per le mie adorate tre strisce, ma per questo mondiale nike si è dimostrata nettamente superiore. Male, malissimo puma (ma non è assolutamente una novità o una sorpresa). Tra le altre, non mi spiace troppo il lavoro di Uhlsport per l’Iran.
    Nel complesso direi che la mia classifica (tenendo conto di home ed away) è
    1 Olanda
    2 Inghilterra
    3 Australia
    4 Russia
    5 Grecia

    • Riccardo

      D’accordo con te in tutto, compresa la considerazione su Uhlsport.
      Il lavoro Nike per Olanda, Inghilterra, Australia e Grecia rispetta una certa Tradizione evidenziando, al tempo stesso, Modernità, Semplicità ed Eleganza: 4 fattori fondamentali, a mio avviso, per un risultato di Qualità.
      Russia: lavoro Adidas originale e ben fatto.
      TOP del TOP la Away Olanda con quella sfumatura di azzurro…
      Curioso di vedere la vestibilità delle maglie Burrda del Belgio…comunque fin troppo caricate di particolari.

  • Pietro

    Top 5
    1.Italia
    2.Spagna
    3.Olanda
    4.Argentina
    5.Portogallo

    Flop 5
    1.Germania
    2.Brasile
    3.Giappone
    4.Camerun
    5.Francia

    Le migliori maglie sono sempre prodotte da Adidas che offre qualità e innovazioni

  • mr74

    La home dell’Italia(dopo un frettoloso giudizio iniziale non molto generoso…) potrebbe essere potenzialmente la più bella, anche per l’innovativa vestibilità (vale anche per le altre maglie griffate Puma) ma perde moltissimo per via delle due strisce verticali bianche, che davvero non hanno nessun senso oltre ad essere fortemente antiestetiche. Molto interessanti le due della Russia sia per le suggestive serigrafie, sia per l’eleganza e l’abbinamento dei colori. Non mi piacciono per niente quelle della Spagna, anche per via dello stemma troppo eccessivo, al limite del bizzarro(quindi improponibili..) quelle del Messico, belle ma nulla di eclatante…quelle di Argentina e Germania, di Nike passabili solo le home di Olanda e Inghilterra, interessante la Home pseudo tennistica degli Usa, non mi piace tutto il resto. Quanto alle peggiori, per distacco entrambe le due del Costarica, davvero inguardabili!

  • Luca_USA

    A me piacciono molto le maglie Puma per le squadre africane.

    Non mi piacciono le maglie troppo decorate, quindi non mi piace la prima maglia dell’Italia, il Belgio, la prima della Russia, il Costa Rica, ecc.

  • F093

    Dopo il tuttiazzurri contro il tuttibianchi (ITA-ENG), abbiamo assisitito anche alla tuttabianca contro il uttorosso (GER-POR).

    Alla faccia dello storico kit Bianco/Nero teutonico e quello Rosso/Verde lusitano.

    Adidas e Nike: “tuttomale”, tutto molto “tuttomale”.

    F093
    old style

  • AlbPal89

    Mi sento insultato vedendo ESP-NED con le away ed ENG-ITA e GER-POR con le total! E mi fermo qua!

  • Stanis

    Brasile home 6,5 away 6 third 4
    Camerun home 5,5 away 6
    Croazia home 6,5 away 6
    Messico home 5 away 4
    Australia home 6 away 6 (la semplicità)
    Cile home 5 away 5
    Olanda home 6 (troppo semplice) away 7
    Spagna home 4 away 2 (sono un tradizionalista)
    Colombia home 4 (non sembra la Colombia) away 6
    Giappone home 5 (7 se non ci fossero stati i dettagli rosa) away 5 (odio il fluo)
    Costa D’Avorio home 5 away 5
    Grecia home 5,5 away 5,5
    Costa Rica home 5 away 5
    Inghilterra home 5 (troppo bianca) away 6,5
    Italia home 7 (a me piace) away 5
    Uruguay home 6 (ma non amo i dettagli dorati) away 5,5
    Ecuador home 5 away 5 (sembrano le magliette della scuola calcio)
    Francia 7 (è vero, non sembra la francia, ma è elegante) away 6,5
    Honduras home 5,5 away 5,5
    Svizzera home 7 (la maglia dell’Italia rossa) away 6
    Argentina home 6 (ridateci i pantaloncini neri, non mi piacciono i dettagli dorati)) away 6,5
    Bosnia home 5 away 5
    Iran home 6 away 6,5
    Nigeria home 3 away 5
    Germania home 6 (stesso discorso dell’Argentina) away 6 (non l’ho capita)
    Ghana home 6 away 6 (ma bisogna vederla bene)
    Portogallo home 5 (vista in tv sembra meno brutta, ma dov’è il verde??) away 6
    USA home 5,5 (un po’ anonima) away 5 (in foto sembra carina, ma in tv sembra degna della lega pro)
    Belgio home 5 away 3 third 4 (le magliette legea che usavamo per la squadra del torneo di calcetto erano fatte meglio)
    Algeria home 5 away 5
    Corea Del Sud hom 6,5 away 6
    Russia home 7 away 7 (innovative ma quasi perfette)

  • Eugenio

    BRASILE 9 – 7,5
    CROAZIA 8 – 7
    MESSICO 8,5 – 6,5
    CAMERUN 9 – 7

    SPAGNA 7 – 5,5 – 7
    OLANDA 10 – 10
    CILE 8 – 6,5
    AUSTRALIA 8,5 – 8,5

    COLOMBIA 7,5 – 7,5
    COSTA D’AVORIO 8 – 8 – 7
    GIAPPONE 9 – 8
    GRECIA 8,5 – 8

    ITALIA 10 – 8
    INGHILTERRA 9 – 8
    URUGUAY 8 – 8
    COSTA RICA 7 – 7

    SVIZZERA 8 – 8
    FRANCIA 10 – 9
    ECUADOR 7,5 – 7,5
    HONDURAS 7 – 7

    ARGENTINA 8 – 8
    BOSNIA 7 – 7
    NIGERIA 7,5 – 7,5
    IRAN 7 – 7

    GERMANIA 8 – 9
    PORTOGALLO 8 – 7
    GHANA 8 – 8
    USA 7,5 – 7

    BELGIO 6 – 7 – 6
    RUSSIA 8,5 – 9,5
    COREA DEL SUD 7,5 – 8
    ALGERIA 7 – 7

  • rudiger

    Direi: pericolo scampato per il Brasile. Anche stasera indossa i calzettoni bianchi, e non per contrasto ai rossi del Messico.
    Nonostante non sia una meraviglia, non mi dispiace la maglia rosso “piccante” del Messico. Un accostamento rumoroso col nero che risulta molto aggressivo. Fossi in loro farei un pensierino per tenerla come seconda maglia fissa. Meglio del solito bianco orpellato di tricolore.

    • F093

      Rudiger, con il nuovo avatar (si chiama così?) quasi non ti riconoscevo più!!! 🙂

      Spero solo sia una scelta del momento….. 🙂

      F093
      old style

      • rudiger

        Avatar della Nazionale che metto in occasione dei grandi tornei. L’unico stemma degno della maglia azzurra: senza scritte inutili e con le quattro stelle FUORI. Non vorremo mica lasciare il campo libero al forchettone della FIGC?
        Tranquillo, appena finito il mondiale tornerò all’avatar di protesta contro il nuovo stemma della Roma. Per la gioia di PM.

        • sergius

          Onestamente più che Brasile-Messico sembrava Brasile-Bayer Leverkusen. Per questi mondiali Nike batte Adidas 6 – 0 6 – 0.

    • AlbPal89

      Io preferisco il bianco per l’away messicana. Comunque mi è piaciuto moltissimo il colpo d’occhio del Castelão di Fortaleza dove, tra la marea verdeoro, spiccavano macchie verde e rosso, appunto per la maglia rossa! Bellissimo!

  • NHT

    Su rai1 stanno mostrando cile-bayen monaco

  • Alessandro

    Mi spiegate perché il Brasile è l’unica squadra che veste il suo completo tradizionale giallo blu bianco, mentre tutte le altre nazionali devono appecoronarsi al monocolore FIFA?? Un leggeriiiiiiissimo favoritismo? 🙂

  • rudiger

    La pessima patacca Fifa dei campioni del mondo in carica esce subito dal mondiale insieme alla Spagna. Anche l’Italia che la mostrò per prima al mondiale 2010 fu eliminata al primo turno. Vorrà pur dire qualcosa.

    • Alessandro

      Mi sa che porta sfiga… 🙂

  • TheChosefone

    Mi sa che la Spagna tornerà ai classici pantaloncini blu…

    • sergius

      Ieri sera non sembrava la Spagna, come qualcuno qui sopra ha osservato pareva più che altro il Bayern Monaco o roba simile. La home della Spagna è semmai giallorossa come la bandiera non ororossa, visto che la squadra è stata eliminata eliminerei pure questo kit Adidas oggettivamente senza senso.

  • out of mind

    Per me c’è una cosa ancora più assurda rispetto alle divise inutilmente monocromatiche: come può il celeste essere considerato un colore scuro?
    Ieri sera sono rimasto incredulo vedendo l’Uruguay in celeste e l’Inghilterra in bianco. Ho pensato che i britannici si fossero dimenticati le maglie rosse a casa. Poi il mio stupore è diventato quasi rabbia quando ho scoperto che anche il Costa Rica (prima maglia rossa!) ha giocato in bianco contro l’Uruguay. Ho ripensato anche alla Confederations Cup in cui pure l’Italia ha sfoggiato un completo totalmente bianco contro i sudamericani, cosa che probabilmente si ripeterà anche quest’anno.
    E’ vero che le maglie uruguaiane sono di un celeste intenso e forse più scuro rispetto alle maglie del Napoli di qualche anno fa, però vedere in un mondiale celesti contro bianchi è ridicolo.
    Forse è perché con le maglie sempre più piccole e i pantaloni sempre più grandi si bada più al colore di questi ultimi.

  • robmcmlxxvi

    Sto guardando: Brasile – Camerun.

    I padroni di casa in giallo-bianco-bianco fanno PENA!

    • F093

      Ti devo correggere: non è il Brasile ma la squadra della Città del Vaticano!!! 🙂

      F093
      old sytle

  • rudiger

    Accoppiamenti dei quarti:

    Adidas (ger) vs Adidas (fra)
    Nike (bra) vs Adidas (col)

    Adidas (arg) vs Burdda (bel)
    Nike (olà) vs Lotto (cos)

  • rudiger

    Tra le divise di Belgio e Usa in campo non c’è stato paragone: una era davvero “mondiale”, colorata, estiva; l’altra faceva sembrare i giocatori in sottomaglia e mutande http://bit.ly/1qQfRhu
    Se avessero giocato entrambe con le maglie alternative (la gialla per i belgi, la rossa-bianco-blu gli Usa) sarebbe stato un grande spettacolo.

  • sara

    scusate, qualcuno mi sa dire che maglietta indossano i bambini che entrano insieme alle squadre? :0)

  • out of mind

    In questo contesto di completi monocromatici è strano aver visto la Francia travestita (inutilmente) da Inghilterra.
    http://media.calcioblog.it/f/fra/francia-nigeria-2-0/451511054-8.jpg

  • rudiger

    Nike ha eliminato Adidas e Burrda; Adidas ha fatto fuori Lotto. Semifinali:

    Nike (bra) – Adidas (ger)
    Adidas (arg) – Nike (ola)

    Ma guarda un po’.

    • rudiger

      * ho scambiato Lotto con Burrda

  • http://www.irelandshirts.com/assets/image/Crest%202.JPG out of mind

    Dall’inizio del duopolio cioè dal ’98 le finali sono state queste:

    1998 adidas-nike (Francia-Brasile)
    2002 nike-adidas (Brasile-Germania)
    2006 puma-adidas (Italia-Francia)
    2010 adidas-nike (Spagna-Olanda)

    Se quest’anno nike batterà adidas in finale (cosa più che probabile) ci sarebbe una perfetta alternanza di vincitori considerata anche la parentesi del terzo colosso puma.

    Da notare invece che le ultime cinque edizioni degli europei sono state vinte consecutivamente da squadre adidas. Dal 1980 otto vittorie adidas e una hummel. Nike ancora a secco.

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    penso che molti si saranno chiesti se dopo il Mineirazo di ieri sera, il Brasile cambierà da statuto divisa

    • rudiger

      Non ci avevo pensato. Invece mi sono chiesto se la Germania adotterà la seconda rossonera per i decenni a venire. Se non fossero tedeschi, probabilmente lo farebbero.

      • http://www.forzatoro.net AlessandroP

        se dovessero vincere i mondiali usando in finale la stessa divisa, probabile

  • squaccio

    Che bella sorpresa olanda ed argentina con i colori canonici….

  • Gianluca

    Dunque, a bocce quasi ferme direi che il mondiale lo stravince Adidas che piazza le due maglie della finale. A livello stilistico invece Adidas delude assai, meglio Puma e molto meglio (ahime) Nike.
    La seconda degli USA è splendida (mentre la prima banalotta). Le maglie olandesi sono eccezionali, bene anche Brasile, Inghilterra e Francia, male il Portogallo.
    Degli eredi di Adi Dassler salvo l’Argentina che pur non entusiasma, la Grecia azzurra per la bellissima tonalità e la Russia. Il Messico notevole lo sforzo, il risultato non è malaccio.
    Puma bene con le africane, ma anche la nostra azzurra è bellissima.
    Le peggiori: la Colombia ha una maglietta carina, ma abbinarla al pantaloncino bianco è da folli completi, non si poteva guardare. Vergognosa la divisa tedesca in bianco con quella V rossa. La Costarica con Lotto che una volta era un bel marchio, e che ha confezionato un qualcosa che descrivere non saprei…in confronto il naso di Bartali è una meraviglia.