SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

A poco più di un mese dall’inizio della Coppa d’Africa sono state presentate le nuove maglie del Senegal 2017-2018.

A prendere il posto di Puma come sponsor tecnico è arrivato il brand Romai, già fornitore di Giamaica, Bahrain e Palestina. Il contratto tra il marchio degli Emirati Arabi Uniti e la federazione calcistica senegalese è di 2 anni.

Prima maglia Senegal 2017-2018

Maglia Senegal 2017 Coppa d'Africa

La maglia casalinga è bianca con un semplice colletto a girocollo, sul lato destro spicca la testa stilizzata di un leone pronto ad azzannare i suoi rivali o, come dichiarato dal presidente della FSF Me Augustin Senghor, a simboleggiare la fame di calcio del Senegal. I colori usati per disegnare il leone sono quelli della bandiera senegalese, ossia il verde, il giallo e il rosso.

Di fianco al leone c’è lo stemma circolare della Fédération Sénégalaise de Football in una versione rinnovata rispetto al passato.

Un altro dettaglio è l’inserto verde sulla manica sinistra, probabilmente un riferimento alla bandiera che è stampata sulla nuca. All’interno del collo c’è di nuovo la testa di un leone poggiata su una grafica che riproduce un altro esemplare a figura intera, più in basso ecco la scritta “Sénégalaise”.

I pantaloncini sono completamente bianchi, i calzettoni sono invece decorati da una serie di righe sottili con i colori nazionali.

Divise Senegal 2017 Coppa d'Africa

Seconda maglia Senegal 2017-2018

La casacca da trasferta si caratterizza per la duplice tonalità di verde, scura su spalle e maniche e chiara sul corpo, una soluzione estetica che Nike in questa stagione ha largamente usato per le maglie di club e nazionali.

Sul petto troviamo una grafica tono su tono ispirata alle collane africane, sulla quale sono apposti il logo di Romai e lo stemma della FSF.

Seconda maglia Senegal 2017 bianca

Sul retro del collo permane la bandiera del Senegal, i cui colori ornano anche l’orlo delle maniche. Lungo i lati della maglia scorre una riga gialla in mesh e di fianco troviamo una serie di stelle con dei fori traspiranti al centro.

I pantaloncini e le calze sono entrambi verdi con inserti gialli.

Nel corso della conferenza stampa sono state svelate anche due divise da portiere, in blu e viola, anch’esse contraddistinte da un gioco di toni chiari e scuri.

“Siamo orgogliosi di questa partnership perchè il Senegal è tra le squadre più forti dell’Africa, giocatori come Sadio Mané, Idrissa Gana Guèye e Cheikhou Kouyaté brillano anche in Premier League” – ha dichiarato Omar Massri, rappresentante del brand Romai – “ci hanno contattato diverse squadre africane, ma abbiamo scelto i Lions e faremo di loro la nostra nazionale di punta”.

Le cifre dell’accordo non sono state rese pubbliche, Romai garantirà una fornitura del valore di 500.000 euro per tutte le squadre nazionali del Senegal, più altra merce del valore di 50.000 euro per la vendita ai tifosi.

  • Geeno Lateeno

    Troppo forti!!!!!!!
    Bellissimo il leone stilizzato e molto belli anche i dettagli. Peccato solo per il colletto davvero “minimal”.
    Maglie stra-promosse, calzoncini magari da curare con qualche piccolo dettaglio in più e senz’altro rivedere la taglia…. questa XXXXXL è preoccupante

  • Daniele Costantini

    A mio avviso, non siamo ancora su livelli “accettabili” per un brand che si pone su di una platea mondiale; tuttavia, anche considerando la brevissima storia di Romai Sports (nato appena nel 2012), direi che il marchio arabo è quantomeno sulla buona strada 😉

    La home, anche se non perfetta ai miei occhi, è sicuramente originale e audace; certo, mi disturba non poco il fatto che il design del leone s’interrompa bruscamente alla cucitura della manica, mentre l’inserto verde sul braccio opposto trovo contribuisca a dare maggior equilibrio all’insieme. Una divisa tutto sommato promossa, più per l’audacia che per l’effettiva resa; e poi, questo template non può che rimandarmi alla away 1998-99 del Venezia:

    https://uploads.disquscdn.com/images/b766ce307f92a378e5f3b29efc39224250f3124fd1c6411e46bb579449099eb9.jpg

    Quanto alla away, nulla di eclatante… diciamo che si va sul sicuro: tante nazionali africane, hanno più volte attinto in passato alle grafiche tribali del continente nero. “Usato sicuro”, diciamo… 😀 . Anche qui, un prodotto comunque sopra la sufficienza.

  • Sassà93

    La vestibilità tra foto manichino e indossate cambia nettamente però

  • squaccio

    Mi sembra molto più particolareggiata la seconda; la prima potrebbe sembrare una normale tshirt souvenir…marchio Romai che mi incuriosirebbe toccare con mano perchè i design mi sembrano molto estrosi e positivi.

  • Franz

    Idea originale e maglia home promossa. Tuttavia, non sono sicuro di riuscire a vedere un leone nella grafica tricolore, ma cio’ nonostante la resa e’ accattivante. Poco male che il disegno non prosegua sulla manica, trovo invece ben piu’ fastidioso che il logo Romai sia nel mezzo. E’ nvece abbastanza incomprensibile la fascia verde sulla manica sinistra: l’intento e’ sicuramente quello di dare equilibrio, ma il contrasto tra le due meta’ delle maglie mi pare forte: una parte “pazza”, l’altra troppo rigorosa; nella foto in cui la maglia e’ indossata dal calciatore, la manica verde sembra poi attaccata quasi per sbaglio.
    Dignitosa e gradevole la away, che sembra la “solita” maglia Puma per le africane.
    Decisamente imbarazzanti i pigiami dei portieri.

  • Nevio Pizza

    incredibile, sembrano maglie da calcio e non tute da ciclisti!

  • marco089

    A me le maglie africane, anche quelle di Puma, mi sono sempre piaciute perchè sprizzano Africa da tutti i pori.
    Anche queste non sono da meno, certo la vestibilità lascia molto a desiderare.

  • Vittorio

    La prima maglia prende spunto in maniera molto esplicita da quella di Puma del Cameroon per i mondiali brasiliani. L’uso dei decori di tradizione tono su tono ne è la prova evidente. Neppure la seconda, come ha fatto notare Daniele, si impone per grande originalità. Senza trattenerci troppo sugli altri particolari come l’uso di mesh e buchini traspiranti, mi sembra che la Romai abbia ancora qualche problema di personalità che le si augura di superare quanto prima. Purtroppo in un mercato in continua evoluzione avere disponibilità economica potrebbe non essere sufficiente per garantire a Romai un posto di prestigio tra le grandi aziende sportive ma con l’acquisizione della sponsorizzazione del Senegal, Romai si candida ad essere la risposta mussulmana alle grandi d’occidente come Nike o Adidas. Chissà che questa competizione non conduca a risultati presto più interessanti?

  • buzz_a

    Wow. A prima vista tanta roba!
    Il leone stilizzato ha una resa fantastica, da forza ed importanza a tutto il completo. Sembra chiaramente ispirato alla mitica away del Venezia by Kronos che ha riportato Daniele Costantini, ma “chissene”, anzi.
    Away effettivamente molto Puma, ma niente male.

    Anche il rinnovato stemma federale mi piace molto.

    Ad un occhio più attento, qualche pecca vien fuori però. La manica verde sulla home, beh. Vestibilità svolazzante, almeno sembra. Per i portieri, due pigiami, dei più brutti, non so davvero come definirli. Calzoncini lunghissimi! Calzettoni che pur curati non mi fanno impazzire.

    Comunque, complimenti a Romai, brand giovane ma che lavora bene (con qualche licenza e qualche ispirazione di troppo forse).

  • Angelo Di Bello

    Molto molto bella la prima, non perfetta al colpo d’occhio, ma amen. Il leone funziona, forse un po’ troppo frammentario, ma lì è più un gusto personale. La resa resta ottima al di fuori della mia opinione.

    Away giusta, meno audace ma non per questo non azzeccata, ha il giusto Mix di originalità ed eleganza.

    Brava Romai che con le nazioni colorite a quanto pare ci sa fare.

  • Eugenio

    Molto carine, devo dire complimenti a Romai anche perché in queste maglie vedo qualcosa che tra i top brand sta scomparendo sempre di più: il colletto e una vestibilità adatta al calcio e non al ciclismo come diceva qualcuno più sopra: nella prima io eliminerei tranquillamente la fascia destra sulla manica: senza probabilmente il leone sarebbe stato messo ancora più in risalto;
    bene anche la seconda anche se meno esplosiva della prima come impatto.

  • Magliomane

    Belle tamarre e colorate, esattamente come dovrebbero essere tutte le nazionali africane.
    Promosse.

  • MrPickwick

    maglie vivaci, in linea con la tradizione delle nazionali africane, senza però risultare eccessivamente pacchiane

  • vuje

    Complimenti. Mi piacciono in particolare la seconda.
    Che sia di buon auspicio per i leoni dopo anni di anonimato con puma sia sul campo sia sulla maglia dopo le coq sportif