SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La piazza di Varese ha scelto, al Franco Ossola la squadra della città scenderà in campo con la divisa crociata.

Un sondaggio piuttosto insolito quello andato in scena nell’affollata piazza Montegrappa per la presentazione delle maglie del Varese 2013-2014, da quest’anno realizzate dallo sponsor tecnico Zeus.

Presentazione kit Varese 2013-2014

Le tre maglie sono state mostrate sul palco e votate dal pubblico per acclamazione, mancava solo un applausometro a registrare e certificare il tutto. La “competizione” è stata vinta sul filo del rasoio dalla divisa con una croce rossa su campo bianco, che richiama la bandiera cittadina, ma accantona la tradizione.

Maglia Varese 2013-2014 Zeus

La prima maglia presenta un girocollo rosso con una forma a V appena accennata e un bordo parzialmente in contrasto sulle maniche. Ai lati della croce troviamo lo stemma societario e il lettering Zeus, mentre all’interno campeggiano gli sponsor.

La tradizionale casacca rossa sarà utilizzata in trasferta ed è basata sullo stesso modello di quella casalinga. Il bianco compare sul collo, sulle spalle, sui fianchi e sull’orlo delle maniche.

Seconda maglia Varese 2013-2014

Infine la terza maglia, quella che ha generato meno calore nei tifosi, nera con una grande V rossa sul petto, a riprendere lo stemma del club, inglobato all’interno della stessa.

Nella parte interiore del collo di tutte le mute è stampato a caratteri cubitali il nome della società.

Terza maglia Varese 2013-2014

Decisamente carico il neo presidente Nicola Laurenza, che ha duettato insieme ai presentatori Michele Marocco e Sarah Maestri e caricato la squadra: “Il colore bianco è quello dell’onestà, il rosso quello della passione: ricordatevi che rappresentate il Varese e avete una grande responsabilità verso tutta questa gente che è qui per voi“.

Vi piace l’idea di scegliere la maglia con cori e urla? Come giudicate l’esordio di Zeus con il Varese?

  • frenz

    Modelli carini. Sono sorpreso piacevolmente. Il secondo non mi fa impazzire perchè mi fa venire in mente la vecchia away Inter. Purtroppo con uno sponsor simile, brutto e ingombrante, è durissima fare una maglia bella.

    • frenz

      Scusate la home mi sembra una vecchia away inter.

      • GianGio87

        e la maglia del parma ecc… è una maglia con una croce ed alla fine le maglie a croce sono così…

        lo sponsor rinvest mi sembra gettato li a caso, e il main sponsor è visivamente terrificante (meno male che rispetto a qualche anno fa è più pulito, e la scritta: “sponsor ufficiale” era di un ilarità disarmante oltre a far andare verso il basso la qualità visiva delle tenute da gioco)

        • http://www.pensieribiancorossi.blogspot.it Tom

          Mi sa che ti confondi con qualche altra squadra (forse il Grosseto?). Mai stata la scritta “Sponsor Ufficiale” sulle maglie del Varese

    • Dany222

      Riassunto delle maglie:

      Prima maglia: catalogo Erreà (Parma)
      Seconda maglia (rossa): catalogo simil-Nike (Delle stagioni 2012/2013)
      Terza maglia (nera): catalogo Nike (Manchester United in primi e poi utilizzato anche da altre)

      In pratica nuovo sponsor tecnico ma palesi copiature da altri..
      Se questo è il modo di fare da parte delle aziende sportive……..

      • passionemaglie.it

        Non voglio mettermi a difendere nessuno ma… la crociata non l’ha inventata Erreà, la seconda non è un’idea originale di Nike e la V si è vista su decine e decine di maglie al mondo.

        Poi ognuno rimane della propria opinione, ci mancherebbe.

        • Dany222

          No no ma intendo che le ha proprio prese dai “cataloghi” delle altre aziende.. Nulla di nuovo..

          E’ però anche vero che ogni anno ormai ci aspettiamo tutti sempre nuove maglie con cose nuove.. Riga magari di qua, logo più su, sponsor più giù, ecc..
          Ormai il merchandising ci ha abituati così!
          O novità ma che sia bella oppure maglia simile a quelle passate..

      • GianGio87

        Zeus non ha mai brillato per originalità

      • mb

        discorsi da bar sono modelli strautilizzati nel calcio

        • leovvi

          Mi sembri prevenuto nei confronti di Zeus. Personalmente, sponsor a parte, le maglie del Varese sembrano fatte bene (non si può dire lo stesso di molte altre Zeus).

      • Eugenio

        Ma tu che cosa vuoi su una maglia ?! Cento colori e cento forme diverse ? È poi state sempre a parlare di catalogo , catalogo .. Non pensate ad altro .. È poi sappi che le maglie le hanno decise i tifosi, quindi non ti arrabbiare con Zeus ma con i tifosi che hanno scelto queste divise ..

    • adb95

      certo che il logo dello sponsor fa veramente schifo. Sicuramente non è un azienda di giocattoli, ma lo sembra.

      Maglie non male

  • mf

    pensoche il varese in b abbia la stessa situaz di latina stabia e spezia…. tifoserie che hanno anche altre squadre del cuore…latina lazio roma ma soprat lazio, spezia samp ,stabia napol, varese inter milan…prima o poi scenderanno giù e i tifosi torneranno alle squadre d serie a

    • http://www.pensieribiancorossi.blogspot.it Tom

      Da tifoso del Varese che tifa solo Varese da più di quarantanni spero proprio di no

    • Niccolò Nottingham Forest

      Mettici dentro anche il Chievo.

  • jojo

    Nonostante Zeus non sia uno dei miei marchi preferiti, devo dire che la prima maglia crociata mi piace, la seconda calza pure, la terza cosi cosi, nel complesso però dò un 6,5.

  • http://blog75stc.wordpress.com stefa75

    belle maglie e ben pensate, per quanto semplici siano

  • mb

    ottimo esordio però in casa si usa la rossa

    • http://goalislife.blogspot.com FZ

      L’anno scorso alla presentazione la società spiegò come ‘home’ sarebbe diventata la bianca per…dare più risalto al main sponsor…ci deve essere un articolo in merito proprio qui su PM.it…

  • Martone

    si sono messi a urlare in piazza davvero o è uno scherzo?

    • http://www.pensieribiancorossi.blogspot.it Tom

      Non è uno scherzo. Abbiamo votato con la voce e i cori

    • FDV

      Detta così anche a me sembrava una becerata. A giudicare dal video invece è stato meglio di quanto mi aspettassi, praticamente è stata scelta la bianca con un coro. In fin dei conti il metodo più diretto se non sfocia in caciara 🙂 .
      In più dal video si intravedeva un bandierone crociato che sventolava, bel legame con la maglia eletta.

  • sergius

    Non impazzisco per il lavori zeus ma questi tre kit non sono male. La prima crociata è un’innovazione intelligente, non disturba proprio non fosse che la tradizionale maglia biancorossa è stata comunque mantenuta seppure sotto forma di away. Anche quella nera è sufficientemente apprezzabile. Niente di eccezionale ma un lavoro dignitoso.

  • hangingjudge

    Ci può stare, ma anzichè fare una vera e propria maglia crociata, modello ultimamente fin troppo utilizzato e che rimanda più a Milano che a Varese, avrei usato la divisione dei colori dello stemma vechcio della città, molto più caratteristico.

    http://en.wikipedia.org/wiki/File:Varese-Stemma.png

    • http://www.pensieribiancorossi.blogspot.it Tom

      La bandiera crociata di Varese appare sullo stemma storico tenuta in mano da San Vittore, patrono della città. Proprio per questo noi varesini (soprattutto quelli da generazioni) siamo legatissimi alla bandiera crociata. Forse più dei milanesi. Anche allo stadio noi tifosi del Varese la utilizziamo spessissimo come stendardo). Oltretutto la bandiera bianca crociata di rosso veleggia sulla torre civica della nostra città.

  • Daniele Costantini

    Tra i migliori lavori Zeus visti fin qui. Rispetto a quanto visto nei recenti anni coi kit adidas, quest’anno per il Varese c’è obiettivamente un netto balzo in avanti in fatto di maglie 🙂

    La home è abbastanza spiazzante, ma è stata scelta direttamente dai tifosi, quindi poche storie 🙂 Chissà che anche da noi non si inizi a proporre in pianta stabile delle significative variazioni in fatto di prime maglie, com’è ‘tradizione’ nel calcio tedesco…

    La away è la storica maglia rossa, e asserve alla perfezione al suo compito, mentre anche la third, pur non ritenendola molto utile nel lotto, mostra un interessante design.

    Mi paiono tre maglie molto ben fatte, personali ma non troppo cariche di inutili dettagli; mi piace molto la scritta ‘Varese’ a caratteri cubitali inserita all’interno del colletto, che mi ricorda quella della Pallacanestro Varese (non so se sia una cosa voluta ma, se così fosse, allora la apprezzo ancor di più!).

    L’unica pecca… è quello sponsor, che personalmente considero tra i più brutti nel calcio professionistico italiano. Tant’è… per il resto, tre maglie molto buone, e ottimo esordio da parte di Zeus coi biancorossi.

    • Niccolò Nottingham Forest

      “Chissà che anche da noi non si inizi a proporre in pianta stabile delle significative variazioni in fatto di prime maglie”… AIUTOOOOO 🙂

  • Ulisse

    Meglio di Adidas, complimenti (forse a Verona fischieranno le orecchie !).

  • lorenzo

    Complimenti ad Oro in Euro per il peggior logo di sempre.

    • Geeno Lateeno

      Chissà perchè ma a me fa venire in mente i biscotti

  • M23

    Complimenti Zeus 🙂

  • FDV

    Tutto sommato un buonissimo assortimento. La crociata non me l’aspettavo, la V sulla nera non male. Giusto la rossa è la più debole del terzetto.

    • Geeno Lateeno

      Beh…la crociata…. “deja vù”… la V sulla nera non è male, sono d’acordo… quella rossa è la tradizione
      🙂

  • Torto #13

    Mi pare che Zeus abbia fatto un buon lavoro, andando con l’inaspettata crociata a riprendere un simbolo della città, cosa che hai tifosi ha fatto piacere.
    La rossa è semplice ma valida a mio avviso; stesso discorso per la nera con “V” rossa, che però avrei preferito profilata di bianco.
    Promosse.

  • Alessio

    La terza non mi piace, ma per quanto concerne la prima e la seconda maglia secondo me Zeus (marchio che non conosco) ha fatto un lavoro decisamente valido. Nulla di nuovo, per carità, ma ben concepito e ben realizzato.

    Brava Zeus!

  • magliomane

    sponsor O-SCE-NO

  • http://www.forzatoro.net AlessandroP

    Peccato per lo sponsor, ma sono buone maglie vedendole così, peccato non poter vedere l’intera divisa.
    Una domanda ma la maglia di casa del Varese è rossa o bianca??

    P.S. come in tutti gli articoli è scappata la parola “catalogo”.

    P.P.S. bello il completo canotta rossa e pantaloncini bianchi della prima foto

    • http://www.pensieribiancorossi.blogspot.it Tom

      La maglia del Varese tradizionalmente è rossa. Ma molti, convintissimi di votare a priori la rossa, appena hanno visto che la crociata simile alla bandiera della città hanno deciso di puntare sulla varesinità. Io da purista ho votato la rossa, ma da varesino ho avuto la tentazione di votare la crociata. Con il senno di poi sinceramente ora sono contento che abbia vinto la crociata: crea simbolicamente un legame maggiore tra la città e la sua squadra di calcio

      • Swan

        @Tom: secondo me avete fatto bene a scegliere la maglia crociata che rimane comunque attinente a simboli e tradizioni cittadine e spezza un po’ la routine della maglia rossa, una stagione ogni tanto ci sta di voler cambiare. Inoltre questa volta avviene per volontà dei tifosi e non per un fatto pseudocommerciale. Comunque nel complesso tre kit più che dignitosi per il Varese, onestamente pensavo peggio, peccato per lo sponsor ma questo si sapeva.

    • Daniele Costantini

      La divisa tredizionale del Varese è composta da maglia rossa + pantaloncini bianchi ( http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/c/c4/Varese_Calcio_1974-1975.JPG ).

      La prima casacca assoluta della squadra, dal 1910 al 1926, era invece viola, poi cambiata per equipararsi ai colori cittadini, ovvero il bianco e il rosso; la divisa viola venne ripresa nel 2010 per festeggiare il centenario del Varese ( http://www3.varesenews.it/immagini_articoli/201003/nipp9205.jpg ).

  • squaccio

    Sinceramente io avrei preferito la rossa come maglia casalinga perchè le maglie crociate sono affascinanti ma con lo sponsor (e che sponsor in questo caso…) perdono la loro bellezza.
    Compitino della Zeus che però almeno a differenza delle altre sorella ha un logo bellino (il fulmine)…

  • ffff

    Gli sponsor sono economicamente importanti e su questo non ci piove, ma a parte rarissimi casi rovinano proprio l’estetica della maglia. In questo caso poi tre maglie a mio parere dignitosissime perdono un sacco di punti con quella “pataccata” lì in mezzo…

  • Riky Nova

    Mi permettete una battuta, anche se un po’ fuori tema ?

    L’utente Tizio, davanti ad una maglia Nike con la “v” dice: DA CATALOGO ! CHE SCHIFO ! Lo stesso utente Tizio di cui sopra, davanti alla stessa maglia griffata Zeus, non da catalogo, con la “v”, dice: MERAVIGLIOSA !

    Un po’ come per le maglie “classiche”. Quando la umbro faceva una maglia a un colore, Tizio esclamava: STUPENDA !. Un’altra marca faceva la stessa maglia a un colore e Tizio ululava: CHE SCHIFO !

    Perdonate l’ecumenismo, ma dico questo perchè mi piacerebbe che fosse apprezzato maggiormente il lavoro degli sponsor tecnici. Siamo o non siamo appassionati di maglie ? Viva le grandi marche anche con le loro maglie da catalogo (oh, magari non i modelli a 9.9 euro come l’Adidas Squadra II, su quelli vi do ragione volentieri…), ma viva anche le piccole marche. La stessa Macron è nata come piccola marca: a mio modo di vedere, faceva maglie bruttine (vi ricordate la maglia rossa del Bologna, copiatura nike…), ora invece è cresciuta diventando un top marchio.

    Al contrario, spesso leggo utenti infervorati nel portare avanti le proprie “cause”. Appassionati di maglie, lasciamo le dispute da ultras agli ultras…sì alla critica, perchè ci sono maglie che possono non piacere o anche essere oggettivamente brutte..ma critiche sempre “costruttive” ! Poi una maglia va sempre valutata dopo un po’, magari vista anche dal vivo o addirittura provata. Vi faccio un esempio: la 1938 della Acerbis (da catalogo), l’ho indossata, è comodissima (anche se la taglia è stretta ahahha). Il Santarcangelo, squadra della mia Provincia, ha una maglia non da catalogo della Asics, a quarti giallo-blu. Molti di voi la vedrebbero e direbbero: STUPENDA. In realtà ha un tessuto di elastane che per me è pessimo: giocare d’estate con una maglia così significa accumulare sudore in grande quantità. Per me è la maglia peggiore del mondo ! Poi anche questa mia valutazione può essere soggettiva eh..ad ogni modo, rovesciate il discorso: il Santarcangelo ha pur sempre una maglia molto elegante nei colori e nel disegno e non da catalogo ! Per cui non tutto l’elastane viene per nuocere ehehh!

    Cercate sempre di guardare i pregi delle maglie…altro esempio, la nuova home del Verona. Personalmente la ritengo una brutta maglia: ma non la ritengo un orrore o una cosa impresentabile; nè la considero brutta perchè è da catalogo. Non mi piace, ma apprezzo l’idea del blu scuro, colore delle storiche maglie Errea del triennio 1995-1998.

    Perdonate il fuori tema…e grazie a Passione per il prezioso lavoro sulle maglie italiane..grazie mille da un “malato”.

  • LM

    Sinceramente non mi piacciono moltissimo, ma il risultato è comunque gradevole, a parte lo sponsor rovina-maglia. Prima di tutto la maglia crociata non mi piace perchè non c’entra molto con la storia del Varese, massimo avrei preferito la V, che almeno riprende lo stemma. Altra cosa discutibile è la scelta della maglia rossa relegata a maglia da trasferta, che è talmente semplice e bella che mi dà fastidio, dato che questa scelta è dovuta allo sponsor che sarebbe più difficile da vedere sulle maglie. Forse quella che più mi convince è la terza, dato che non ha nulla da discutere. Comunque dei buoni lavori di Zeus, sicuramente meglio di quelle anonime con le tre strisce. Promosse.

  • Riccardo

    Non sarebbero niente male, ma con questo sponsor a ‘supertoppa’ sono inguardabili.

  • Eugenio

    Un buonissimo lavoro da parte di Zeus, una piccola marca che sta facendo bene e spero si ampli sempre di più .. Mi sembrano maglie di una vestibilità eccellente e soprattutto ritengo che abbiano fatto bene a far scegliere le maglie ai tifosi, anche se come prima volta da Zeus mi aspettavo scelte personali.. La prima mi piace molto, la croce ricorda la bandiera cittadina quindi si collega tutto, peccato che si sia incentrato troppo sul petto, cioè avrei preferito che la croce e il bruttissimo sponsor che rovinerebbe tutte le maglie da calcio più immaginabili fossero più centrali .. La away mi sembra la meno interessante, forse perché le altre hanno la croce e la V , ma rimane sempre su buoni livelli. Mi piace anche la terza, interessante ma dall’ utilizzo incerto. È inoltre ritengo che questa sia la maglia più rovinata dall’ orribile sponsor ( basta guardare la foto per capire ). Mi piace anche l’ accostamento maglietta – calzoncini che si vede in foto, forse solo la home sta male con i pantaloni neri. Spero che il font sarà quello che Zeus ha usato per il Crotone l’ anno scorso.

    Voti 8,5 – 8- – 8+

  • sergius

    Visto che stiamo parlando del Varese e quindi si serie B è di stasera la notizia che tutte le 22 le squadre del prossimo campionato cadetto dovranno portare sul retro delle maglie lo sponsor unico del campionato il cui nome e logo non è stato ancora comunicato. Bisognerà vedere per poi capire quale sarà l’ulteriore scempio a cui verranno sottoposte le divise di tante squadre, di certo è una notizia molto innovativa.

  • Rolfo12

    Belle belle, mi piace questa idea dell’acclamazione popolare, ma resta il fatto che questi modelli sono assolutamente ottimi, anche quel pizzico di invenzione come mettere una croce rossa su sfondo bianco come home e davvero intelligente e non mi stupisce che il pubblico varesino ne sia impazzito e scommetto anche che ne saranno vendute molte di più rispetto agli anonimi completi adidas degli anni passati

  • Wario

    purtroppo con uno sponsor cosi non riesco a giudicare una maglia… cmq belle devo dire… forse l’asse orizzontale della croce l’avrei messo poco più in basso…

  • xtm87

    maglie fatte bene, la prima quella crociata la migliore e gli inserimenti degli sponsor fatti bene, però hanno stufato tutte queste maglie crociate…

  • Walter

    Visto la terza il Brescia avrebbe dovuto passare a Zeus non a Adidas…:D

  • MARCOPANTERONE

    Prese singolarmente le ritengo buone (in proporzione con l’appeal del brand)… ma secondo me sono tre disegni troppo distanti l’uno dall’altro per essere identificati con la stessa squadra. Decisamente fuori luogo poi il logo Macron in alto sulla sinistra della maglia

  • William

    Primo impatto: mi piacciono tutte e tre.
    Dopo anni di maglie non originalissime Adidas, ora finalmente qualcosa di diverso.
    Curioso il fatto che i tifosi abbiano scelto per acclamazione la home.
    Però a proposito di questa maglia dico che coi pantaloncini neri sembra troppo l’inter del centenario. Non sarebbe stato meglio mettere i calzoncini rossi o bianchi (ma forse quelli che vediamo non sono i pantaloncini ufficiali e quindi aspetto nuove foto, anche dei calzettoni)?

    La away, mi aggrada parecchio, soprattutto per la linea bianca che corre sul fianco. Molto ben fatta.

    La third è una novità anch’essa e non credo che i tifosi del Varese non l’apprezzino. Non è affatto brutta.

    Come vestibilità, infine, Zeus mi sembra molto migliore rispetto ad Adidas.

    • ferro

      i pantaloncini sono chiaramente da passeggio, anche il nero e´diverso da quello della third

  • MARCO0890

    Divise veramente sorprendenti, la zeus ha fatto un ottimo lavoro, peccato per lo sponsor!!!

  • dani

    Onestamente nn sono esaltato da queste divise, anzi, comunque nel complesso nn sono male, nemmeno la nera che io in realtà trovo meno peggio di tante altre divise nere.
    Lo sponsor sul petto è una cosa obrobriosa ma a quanto pare necessaria no?

  • Niccolò Nottingham Forest

    Tutto il set mi sembra ben realizzato e intravedo un netto miglioramento del marchio Zeus dal punto di vista della pulizia e della sobrietà delle divise, senza dimenticare la fantasia e l’estro.
    La home è molto affascinante, è una maglia che, seppur non tradizionale per il Varese è “una maglia da Varese”, nel senso che secondo me, identifica molto bene la città e i colori di Varese. Se i pantaloncini saranno neri come nella foto mi aspetto lo stesso colore anche per le personalizzazioni; lo spessore della croce mi sembra perfetto; peccato per lo sponsor di cui si è già detto molto. VOTO 6,5.
    La away rappresenta la tradizione, ma è anche quella un po’ più sempliciotta del lotto; spero comunque di vederla spesso in campo perché mi dispiacerebbe un progressivo accantonamento del colore storico. VOTO 6.
    La third è il mio rammarico; mi sarebbe piaciuto tantissimo vedere l’intera collezione con questo template: rossa con la V bianca la home; bianca con la V rossa la away, nera con la V bianca-rossa la third e verde con la V bianco-rossa per il portiere. Come third comunque ci può stare, avrei però bordato la V rossa di bianco. VOTO 6.
    Curiosa la presentazione in stile “chi volete libero? Gesù o Barabba?”.

  • cisky

    buone tutte e tre, comunque come prima maglia per Varese avrei preferito la rossa.

  • Lord Balod

    Belle divise,tutte e tre.Peccato che per motivi economici la bianca sia diventata home,ma Zeus ha compiuto un buon lavoro.Io avrei inserito qualche particolare sulla rossa,a mio avviso troppo semplice pur essendo ben riuscita.

    • dettagli

      dalla foto forse non si vedono ma ci sono dei dettagli bianchi nei fianchi e sulle spalle 😉

  • fendo

    Secondo me buonissime tutte e 3 e quindi faccio i miei complimenti a zeus(piacevola sorpresa)!!…ma lo sponsor “ORO in EURO” è a dir poco orrendo!brutto brutto e inserito malissimo!tristezza a palate!

  • Junglefever

    Buon lavoro. Secondo me, umilmente e giustamente, la Zeus si presenta ad una nuova piazza rispettando e innovando le tradizioni. Ricordare lo stemma cittadino, la maglia classica e lo scudetto societario mi sembra un’idea che i tifosi, consumatori ultimi ma sempre poco rispettati, sicuramente gradiranno.
    Non credo che al Zeus abbia scopiazzato errea/parma, nike/manchester. sono template diffusi e ordinari, magari possiamo tacciarli di poca fantasia, ma per me va bene così.

    p.s.: lo sponsor e aberrante, ma credo lo sappiano tutti tranne lo sponsor.

    6.5 x tutte.

  • TITO

    secondo me sono piacevoli. l’unica pecca è lo sponsor…mostruosamente triste e bruttissimo…pensatele senza “oro in euro”, diventano migliori.

  • squaccio

    Secondo me i 3 calzoncini in foto sono bermuda da passeggio…quindi non parlerei di abbinamento con le maglie.
    Se aguzzate la vista sull’ultimo calciatore si intravede la cerniera…

    • William

      @Squaccio: mentre tu guardi la cernieri di lui, io guardo la lei che sta a sinistra :p

      (si scherza ovviamente 😉 )

      • squaccio

        😀

  • Luca

    Belle tutte e tre 🙂

  • Tom

    Due cose, i pantaloncini non saranno nero (erano quelli di rappresentanza dei giocatori arrivati apposta dal ritiro per la presentazione della squadra). Secondo, Oro in Euro oltre ad essere sponsor è l ‘azienda del nostro presidente che ci permette di stare a questi livelli: a noi tifosi che il logo sia bello o brutto intreressa poco 🙂 Forza Varese

  • Voller9

    Peccato per lo sponsor … troppo brutto!

  • alberto Juve padova

    Belle la bianca crociata e la nera, Voto 8,5. Rossa da 6.
    Sponsor veramente troppo invadente e orribile. Pessimo da vedere su una maglia da calcio!!!!

  • MK

    buon lavoro, anche se sono 3 maglie prese dal catalogo Zeus

    • Regole FIGC

      Ciao MK ti rispondo subito alla tua affermazione, sicuramente sei un grande appassionato di maglie, ma forse non conosci ne i Regolamenti della Lega, ne i contenuti di un contratto. La tua affermazione è errata, sono tre maglie che nn trovi nel catalogo 1) ogni Kit Zeus dietro al collo porta il suo logo ricamato |nel regolamento FIGC è vietato| l’interno del collo porta una Size Label interamente Zeus invece qui c è la scritta Varese| per il resto un lavoro può piacere o non ma è stato meglio toglierti questo dubbio le tre divise non sono da catalogo.

  • salmone kalou

    Belle maglie tranne lo sponsor che le rovina avrei usato la rossa come home

  • rudiger

    Parere personale: questo proliferare di croci che riprendono gli stemmi cittadini non mi pare una buona cosa, con tutti i distinguo legati a tradizioni più o meno lunghe. Per due ragioni: per prima cosa terrei distinti i valori civici/religiosi da quelli sportivi, e non confonderei il legame dei cittadini verso le città con quello dei tifosi verso le squadre; inoltre le croci (e simili) di solito vengono vandalizzate dagli sponsor, sporcando un simbolo cittadino per motivi biecamente commerciali. Non voglio sembrare eccessivo, ma se fossi un sindaco vieterei che lo stemma cittadino fosse anche lontanamente associabile a un marchio commerciale.
    Per quanto riguarda le maglie, mi piace solo la scritta grande “Varese” nell’interno collo.

  • ferro

    meglio adidas standardizzate o zeus personalizzate? io sono piu´propenso al lavoro di zeus per il varese, nel bene o nel male c´e´un disegno dietro, un´idea ( forse non originalissima, ma chi ne a piu´,forse solo warrior…) nel primo caso erano tre maglie uguali coi colori del club e lo stemma, un po´come negli anni ottanta,a quell´epoca andavano benone, oggi forse un po´meno. democratico lo sponsor che rimane orribile e deturpante.

  • Nico

    Io non capisco come mai qualsiasi lavoro faccia Macron c’è l’esaltazione popolare e poi qualsiasi altra divisa prodotta da marchi minori, marchiata come flop totale, o maglie da catalogo, se non da tutti, da una bella parte di voi. Cosa deve fare una casa per guadagnarsi la fiducia dei tifosi? Cambiare marchio e mettere lo swoosh o le tre strisce? Secondo me questo è un buon lavoro, qualche ritocchino sul posizionamento dello sponsor e poi sarebbero perfette. La qualità di una maglia dipende sia dall’idea concepita dietro essa, l’effettiva realizzazione stilistica ma sopratutto la resa dei materiali utilizzati, e io da Zeus sono particolarmente sorpreso.

    • squaccio

      Rispondo per me: macron nel corso degli anni ha saputo sganciarsi dalle catene delle regole del flop brand e passettino dopo passettino, avvicinarsi sempre + verso i top brand ed in qualche caso, secondo me, anche superarli.

      In che modo ?
      – fruibilità dei prodotti (da quello che si legge neanche nelle proprie città i prodotti arrivano in tempo mentre quelli macron sì).
      – logo con personalità (solo quello della Zeus, per me, è originale: gli altri sono scopiazzature dello swoosh). Inoltre ha saputo contestualizzarlo alla maglia rispetto a prima che era sempre di colore rosso con omino bianco.
      – creare un modo di essere facilmente riconoscibili “alla adidas”: che piacciano o no vedendo le 3 strisce sai subito che è adidas. La macron ponendo i loghi laterali sulle spalle ha fatto un’operazione simile.
      – qualità dei materiali. Da quello che leggo Macron è nettamente avanti rispetto a legea & c.

      Io la penso così…

      • Nico

        Anche io so apprezzare i prodotti Macron ma onestamente non li trovo così buoni come li descrivono. Ottimi prodotti anche quelli ma alla fine non sono pur sempre delle maglie da catalogo anche quelle? Per quanto riguarda i materiali non so dare un giudizio totale dato che non le ho mai indossate, ma l’effetto bagnato causato dal sudore è una cosa che per me nel 2013 non si può accettare, non per essere schizzinosi, ma puramente per un fatto di estetica. Detto ciò la mia non voleva essere una discussione riguardo Macron, piuttosto valorizzare un brand come Zeus sottovalutato solo perchè minore. Secondo me sono ottime maglie

        • squaccio

          Rispetto la tua idea sul sudore, per me invece è + grave arrivare a gennaio e giocare ancora con la maglia della stagione precedente, come è capitato giusto per restare in tema, anche al Crotone/Zeus.

          Sono punti di vista…

        • Nico

          Ultima risposta a squaccio: quello è più un giudizio sull’efficienza dell’azienda, non relativo alla maglia in sé. Tra l’altro preferirei piuttosto usare la stessa maglia per due anni consecutivi piuttosto che vederne due mal realizzate, come faceva il Liverpool fino a poco tempo fa.

        • squaccio

          Nico perchè ultima risposta ?
          Se si parla civilmente a me fà piacere…abbiamo 2 punti di vista diversi, tutto qui.
          Io personalmente non sono legato al brand perchè ho apprezzato e lodato anche lavori di brand minori fatti al Foggia, visto che è la mia squadra del cuore e li ho potuti toccare con mano.

          Quindi non sono prevenuto.

    • passionemaglie.it

      @Nico
      Io leggo più apprezzamenti che critiche per queste maglie del Varese, quindi non comprendo il tuo commento iniziale.
      Se i lavori di Macron (visto che la nomini) vengono così apprezzati un motivo ci sarà, non è mica un’azienda nota come Nike, adidas o Puma per le quali si potrebbe pensare a un giudizio prevenuto.

      Ha investito e lavorato seriamente e con professionalità sotto svariati punti di vista (commerciale, marketing, comunicazione) con una curva di apprezzamento cresciuta notevolmente negli ultimi anni.

      Poi come tutte le cose possono piacere o meno, ma dietro c’è un lavoro differente rispetto ad altre realtà e le persone lo notano. L’augurio è che altri marchi seguano la stessa strada, a piccoli passi, con umiltà e senza strafare.

      Non farò nomi e non darò altri dettagli, ma è capitato di ricevere foto o risposte imbarazzanti (anche nei toni) da quando gestisco questo sito. Da queste “piccole” cose si inizia a comprendere come lavora un’azienda.

      • Nico

        Sì senz’altro, ma infatti essendo grandi appassionati di maglie prendiamo sempre in considerazione i lavori indipendentemente da quelli precedenti; poi è ovvio che quando si devono tirare le somme su un’azienda si fa riferimento a tutto il lavoro svolto, dico solo che come maglia di serie B mi sembra una delle migliori, considerando tutti gli sponsor da inserire per ottenere maggiori guadagni da parte delle squadre, la maglia risulta pulita e ben organizzata se non per lo sponsor. Il commento riguardante Macron mi è uscito spontaneo vedendo persone che non apprezzavano la maglia per via della scelta da “catalogo”, quando tutti riciclano maglie da Catalogo sostituendone qualche dettaglio, è realmente impensabile vedere un’azienda creare da zero un capo sopratutto per un club di serie b. Il calcio piace a tutti ma sappiamo che oramai è tutta una questione di soldi e partnership, sponsorizzazioni. Rimarrà sempre molto difficile vedere maglie di queste squadre create da 0 perchè non sarebbe un investimento sicuro e conveniente. Se poi per voi una maglia non è da catalogo solo perchè viene pressata a caldo con un dettaglio della squadra, allora basta questo piccolo escamotage per essere originali? In questo senso Macron con gli anni si è guadagnata la fiducia di tutti, paradossalmente preferivo le vecchie maglie del Bologna di una decina di anni fa piuttosto che quelle che sforna ora dopo essersi fatta un nome. Poi ovvio che come dici tu è riuscita a farsi apprezzare dato che ha strappato contratti importanti con grandi società europee.

  • Ste79

    quella con la V sarebbe stata perfetta per il Brescia!!!
    maglie semplici e belle, complimeti Zeus

  • Riccardo

    Carine ma nulla di che ,la migliore di tutte è la terza

    Home 6
    Away 6
    Third 6,5

  • Renzo

    Ormai la maglia crociata al giro la provano in tanti, pur essendo solo il Parma che storicamente “detiene” la primogenitura. A parte questo non sarebbero nemmeno malaccio se non fosse per quella patacca dello sponsor che rovina tutto.

  • cris

    Vabbè non impazzisco per Zeus e l’avevo anche giudicata male, ma il lavoro fatto è sicuramente gradevole. Purtroppo la pecca rimane sempre lo sponsor invasivo e non è certo colpa loro.

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Non è detto che un piccolo marchio non possa fare delle belle maglie, anzi, mi sembra che il Varese ci abbia guadagnato rispetto alle maglie da catalogo Adidas. Bella la crociata, terribile lo sponsor!

  • Michele

    Salve, conosco personalmente l’azienda Zeus e vi invito a visionare il catalogo. Come quasi tutte le aziende sportive di secondo livello produce in Cina. Replicando in tutto e per tutto modelli presenti di altre aziende. Ci sono alcuni kit hanno proprio il nome della squadra copiata. Comprano maglie ufficiali misura bambino e le spediscono alle fabbriche per realizzare dei prototipi. Alcune sono identiche anche nel tipo di cuciture (alcuni modelli Macron)

  • Lopuedo

    Sentite non saranno gran che,ma io personalmente preferisco queste maglie a quei cataloghi rifilati da Adidas.
    Complimenti a Oro in Euro per aver vinto l’Oscar come peggior sponsor su una maglia da calcio che il mondo abbia mai visto.

    • Lopuedo

      Da notare la gigantesca scritta VARESE dentro il colletto