SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Continuiamo a parlare di Lega Pro, e scendiamo in Calabria puntando il nostro obiettivo su una delle città più “giovani” d’Italia: Lamezia Terme. La città calabrese costituita solo nel 1968 attraverso l’unione amministrativa dei comuni di Nicastro, Sambiase e Sant’Eufemia Lamezia da i natali alla Vigor Lamezia, squadra che attualmente milita nel girone B di Seconda Divisione di Lega Pro.

Formazione Vigor Lamezia 2013-14

Sulla scia di molte altre realtà del nostro calcio, la società bianco-verde si è resa quest’anno protagonista di un’iniziativa volta a consolidare il legame tra squadra e tifosi: un sondaggio online per la scelta delle nuove maglie.

I cinque modelli candidati, realizzati dal partner tecnico Royal Sport sono stati proposti indifferentemente come maglia casalinga o da trasferta, essendo tutti caratterizzati dai colori bianco e verde, gli storici colori societari che rappresentano la società calabrese sin dalla sua nascita, avvenuta nel lontano 1919. Questi colori hanno un preciso significato simbolico: il bianco rappresenta la massima lealtà che deve animare i giocatori, mentre il verde simboleggia la speranza di far sempre meglio e conquistare vette sempre più alte. Significativa la possibilità concessa ai tifosi di poter scegliere, per quel che riguarda la divisa a strisce verticali, se applicare o meno la toppa bianca per il main sponsor.

Sondaggio maglie Vigor Lamezia Royal

La proposta più votata è stata proprio la maglia a strisce verticali sottili, ovviamente nella versione senza riquadro per il main sponsor (sulla sinistra nell’immagine), con la bellezza di 2.325 voti diventando quindi la nuova maglia home della Vigor. Medaglia d’argento per la divisa sbarrata (la seconda da sinistra), con 1.914 voti, che sarà quindi utilizzata in trasferta.

La società bianco-verde si dichiara soddisfatta dell’iniziativa e ringrazia tutti coloro che hanno preso parte al voto, interpretando la grande partecipazione come un forte segnale di attaccamento e passione della città di Lamezia Terme per la Vigor.

Passiamo ora in rassegna le divise realizzate per la stagione 2013-2014 dal brand campano Royal con quartier generale a Cava dei Tirreni e che vanta tra le sue collaborazioni quella con i toscani dell’Empoli, in Serie B.

La maglia casalinga è una classica strisciata, a base bianca con strisce verdi piuttosto sottili. Il colletto a girocollo bianco è sormontato sui lati da due inserti verdi bordati in oro che si sviluppano verso le spalle coprendo completamente la parte superiore delle maniche. Sul retro della maglia, le strisce verdi sono interrotte da un grosso riquadro bianco che contiene le numerazioni nere, contraddistinte da un font fresco e vivace. Lo stemma societario trova posto al centro del petto, proprio sotto il colletto mentre il lettering dello sponsor tecnico Royal è inserito diagonalmente lungo la scapola destra; il logo dell’azienda, che raffigura un leone, è invece cucito sulla parte esterna delle maniche.

Maglia Vigor Lamezia 2013-14

Esemplare l’inserimento del main sponsor Carrefour che non interrompe le strisce verticali e che fa mostra di sè al centro della maglia, a testimoniare ancora una volta che l’impatto e la visibilità di un marchio su una maglia da calcio non dipendono minimamente dalla presenza di toppe, pezze o riquadri.

I pantaloncini della divisa casalinga sono bianchi con una sottile bordatura verde nella parte inferiore. Lo stemma societario è presente sulla gamba sinistra mentre il lettering dello sponsor tecnico trova posto sulla gamba destra. La divisa si completa con calzettoni verdi contraddistinti da un ampio risvolto bianco e da un inserto a mezzaluna che si sviluppa verticalmente lungo la tibia.

Divisa Vigor Lamezia 2013-14

La divisa può essere completata a scelta anche con pantaloncini e calzettoni della divisa da trasferta, come spesso peraltro accade allo stadio Guido D’Ippolito, casa della Vigor.

Come maglia da trasferta, è stata adottata la proposta che si è classificata al secondo posto nel sondaggio. Il colore principale è il bianco e il modello si rifà ad una classica divisa sbarrata ma con qualche variante stilistica.

Seconda maglia Vigor Lamezia 2013-14

La fascia verde trasversale, arricchita da una doppia linea che ne segna il contorno, attraversa la maglia da destra a sinistra fermandosi poco prima dello stemma societario, dove si interseca con un inserto bianco che occupa tutta la parte superiore e sul quale spicca un colletto verde a V.  Ai nostri lettori più attenti, la forma particolare della diagonale con i due bordi laterali avrà certamente ricordato quella disegnata da Christopher Loretti per le divise 2013-14 della Pergolettese.

Due inserti a mezzaluna verdi ornano le maniche, segnate da una sottile bordatura di colore nero. Sul fianco sinistro è presente la serigrafia del bastione di Malta, torrione costiero situato nel territorio comunale di Lamezia Terme risalente al XVI secolo, costruito per fronteggiare le continue scorrerie dei saraceni che minacciavano la sicurezza e i commerci delle città della zona. Un simbolo quanto mai azzeccato visto che nello scorso campionato, la squadra, con appena 24 reti incassate è stata la difesa meno battuta d’Italia, assieme a quella della Juventus campione in Serie A.

La torre, in forma stilizzata, campeggia anche nello stemma societario della Vigor ed è un vero e proprio simbolo monumentale cittadino, difatti si trova anche nello stemma comunale di Lamezia Terme.

Gli stemmi di Vigor e Lamezia Terme

La posizione dei loghi degli sponsor rimane immutata, mentre lo stemma societario in questa versione si trova nella parte sinistra del petto; le numerazioni, contraddistinte dallo stesso font della divisa casalinga, sono di colore nero.

Anche in questo caso è possibile giocare con gli abbinamenti utilizzando entrambe le varianti di pantaloncini e calzettoni: verdi con inserti bianchi oppure a colori invertiti. Nella maggior parte dei casi, la squadra scende in campo utilizzando calzoncini e calzettoni bianchi.

Kit away Vigor Lamezia 2013-14

Divisa trasferta Vigor 2013-14

Visto l’utilizzo degli stessi colori per la divisa casalinga e quella da trasferta, e il quasi inesistente stacco cromatico fra le stesse, non poteva mancare un terzo kit. A mio avviso, una divisa da trasferta assolve al proprio compito quando può essere utilizzata senza problemi in un’ipotetica partita contro una squadra che indossa la divisa casalinga; se ciò non avviene il completo può eventualmente fungere da terza opzione.

Il colore scelto è il nero, e la maglia è anche in questo caso una sbarrata, ma se vogliamo, più tradizionale. La fascia diagonale divisa equamente nei due colori societari bianco e verde, attraversa infatti tutta la divisa fino alla spalla sinistra e al suo interno ingloba lo stemma del club.

Apprezzabile il fatto che anche in questo caso, il main sponsor non interrompe la fascia ma vi si inserisce nella maniera più armonica possibile, con una bordatura nera. Il colletto a V è contornato di bianco e sono presenti cuciture a vista che si snodano sui fianchi. I sottili bordo-manica bianchi relegano il verde soltanto sulla fascia diagonale: bianche infatti sono anche le numerazioni e i loghi del fornitore tecnico.

Terza Maglia Vigor Lamezia 2013-14

I pantaloncini sono completamente neri, con cuciture a vista laterali e lettering Royal in bianco; la divisa si completa con calzettoni neri dello stesso modello di quelli utilizzati per le altre due divise, l’inserto a mezzaluna è verde mentre il risvolto superiore è bianco.

Third kit Vigor Lamezia 2013-14 Royal

Roma, Cesena, Varese, Salernitana, Como, Südtirol: la diffusione del sondaggio online tra i tifosi per la scelta delle nuove maglie sembra inarrestabile e interessa un numero sempre maggiore di squadre, senza discriminazione di categoria. Cosa ne pensate di queste iniziative?  E come giudicate le nuove divise della Vigor?

Photocredit: vlc1919.com (Damiano Cerra)

  • sergius

    Scelte sicuramente azzeccate per tre apprezzabili kit. Nel caso della home sembra di vedere il Betis Siviglia, ma è davvero ideata bene anche con un posizionamento intelligente del main sponsor. Gradevoli tutto sommato anche le altre due maglie.

  • adb95

    non amo quelle maniche sulla prima, ma accettabile
    La seconda sarebbe perfetta se non avesse gli artigliozzi neri. potevano evitarli
    Bellina la terza

  • Francis

    meglio di quelle dell’Aquila, almeno qui lo stemma è impaginato nella fascia.

  • frenz

    Molto belle, complimenti!

  • Niger

    Maglie con un design “già visto”, ma comunque pienamente sufficienti per la Serie C (a proposito, quand’è che ritorna questo nome?? Siamo iconici all’estero per le lettere a definire i campionati, e la LegaPro deve spezzare tutto da B a D? Solo in Italia…scusate l’OT)
    Da SOTTOLINEARE, invece, come basti poco, una bordatura a contrasto, a integrare gli sponsor al netto dei topponi.

    • sergius

      Dalla prossima stagione tornerà il vecchio format dei tre gironi di serie C suddivisi col criterio geografico. Era ora…o forse è il caso di dire che è una scelta inevitabile in un periodo di oggettiva crisi economica che obbliga ad una riduzione del numero delle società.

    • Pippo

      Dall’anno prossimo Prima e Seconda divisione si fondono e torna la Serie C

      • Roberto

        Sicuri che invece non continuerà a chiamarsi “Lega Pro”, ovviamente senza più parlare di Prima Divisione e Seconda Divisione? Io avevo capito che il nome sarebbe rimasto quello, anche con una serie unica su 3 gironi…

        • sergius

          A me risulta che si che si chiamerà serie C alla vecchia maniera, poi conoscendo Macalli non si sa mai.

    • aldo

      Sono daccordissimo con te specialmente per quanto riguarda il discorso sulla lega pro (serie C)

  • squaccio

    Maglie belle anche se tra quelle proposte forse la 5a sarebbe stata meglio rispetto a questa che hanno scelto da trasferta.

  • Daniele Costantini

    Guardando le proposte tra cui scegliere, direi che i tifosi hanno fatto le scelte migliori: la versione in primo piano, con quell’enorme inserto dorato, era davvero improponibile; così come l’eventuale away sulla destra, caratterizzata dalla grande croce che si dipana dallo stemma, che mi ricorda tanto la ‘terribile’ maglia del Perugia 2012-13 ( http://www.umbria24.it/notizie/wp-content/uploads/2013/01/7OZ_9711esultanza-ciofani1.jpg )…

    In generale, comunque, non darei tutta questa libertà ai tifosi…. voglio dire: queste iniziative conntribuiscono sì ad avvicinare i tifosi alla squadra, ma personalmente le limiterei alle terze e (forse) seconde maglie. Le società dovrebbero però sempre fare in modo di mantenere un po’ d’autonomia nelle proprie scelte, a partire dalle divise da gioco.
    ____

    Parlando nello specifico di queste uniformi, la home è quasi perfetta – sempre tenendo presente che stiamo parlando di Lega Pro -, con la nota di merito d’aver mirabilmente scontornato lo sponsor e aver evitato l’inserimento di antiestetici rettangoli (una soluzione che riescono a fare in terza serie, ma non in A…); anche la porzione superiore monocromatica delle maniche, non mi disturba… a quel compito asserve il ‘quadratone’ bianco sul retro, forse l’unica nota stonata della divisa (come hanno scontornato Carrefour, lo stesso potevano fare per i numeri). Pure le code di topo pittate d’oro, molto discrete, ben si amalgamano con design generale della maglia: un lavoro che non sfigurerebbe affatto in categorie superiori 😉

    Meno riuscito, a mio avviso, il completo away, con una casacca che mette a bollire troppo cose in pentola. La sbarra di per sé è stata disegnata in maniera carina e caratteristica, ma odio letteralmente come s’interrompe in coincidenza dello stemma. Brutti anche quei ‘graffi’ nella parte bassa, e in generale l’uso del nero, che sfiora l’intollerabile nella bordatura esterna lo sponsor. Poteva essere un buon completo… ma i dettagli hanno fatto la differenza, e non in positivo 🙁

    Molto più apprezzabile la third, cui la già nota bordatura nera di Carrefour è la sola scelta stilistica che non approvo. Per il resto, ottima realizzazione, con la sbarra attraversata da quella sottile strisciolina atta a ‘separare’ bianco e verde, e le cuciture a vista che rendono tutto l’insieme meno ‘tetro’ 🙂

    Promosse due su tre, ampiamente un buon lavoro per Royal.

  • Benedetto Mangiapane

    Tra le maglie da scegliere hanno votato le migliori

    • Junglefever

      Ave Benedetto, Barletta ti saluta!!!!

      PM mi perdonerà l’OT, ma le punizioni di mangiapane erano, anzi sono qualcosa di meraviglioso…..

      Belle maglie, unico difetto il toppone sul retro della prima che ritengo inutile. i numeri neri si sarebbero visto lo stesso.

      P.S.: leggo spesso buone per la serie C… non capisco, non è che in terza serie non ci teniamo all’estetica e alla storia….

  • Ivan

    I tifosi votano sempre il meglio.

  • Lord Balod

    Buon lavoro,in fin dei conti…terza semplice ma bella,seconda particolare e tutto sommato ben riuscita,ottima la prima

  • Roberto

    Maglie molto belle, tutte e 3! Davvero un ottimo lavoro, decisamente sopra la media anche la terza in un poco usuale abbinamento bianco-verde-nero!
    Voti:
    Home 7,5
    Away 7+
    Third 7,5

  • Swan

    Finalmente delle maglie con un po’ di personalità, cosa rara tra i club italiani.
    La migliore delle tre è senza dubbio la home della quale mi piace quasi tutto tranne il quadrato bianco sulla schiena, evitabile bordando i numeri in bianco così come è stato fatto con lo sponsor a sua volta perfettamente inserito.
    Away e third non sono all’altezza della home ma sono maglie comunque gradevoli. Positivo il fatto che anche panta e calze abbiano qualche dettaglio che li contraddistingua, cosa sempre più rara.
    Menzione anche per lo stemma, semplice ma ben ideato.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Belle divise, davvero. Ottimo anche il fatto che siano state scelte dai tifosi tramite un sondaggio.
    Buona la home che forse però risulta la più “normale”.
    Away davvero azzeccata, identificativa della Vigor Lamezia grazie al Bastione di Malta. Unica pecca, se possiamo definirla così, l’interruzione della banda diagonale in prossimità della spalla: l’avrei fatta proseguire.
    Bella anche la third, “sbarrata”, senza troppi fronzoli.
    Giudico molto positivamente il lavoro svolto da Royal.

    PS: grazie per la citazione relativa alle maglie del(la) Pergo 2013/14 🙂

    • Niccolò Mailli

      Il richiamo è stato immediato appena vista la maglia 🙂

  • rudiger

    Belle maglie. Guarda caso i tifosi interpellati bocciano le toppe bianche.
    Sulla seconda bianca vedrei bene lo stemma ingrandito a coprire tutto lo spazio bianco della spalla.

  • Fakkio

    Cose Belle: 1a Maglia,ben realizzata sul fronte,le strisce più strette sono sempre le più belle,le spalle completamente verdi si sposano bene con la divisa e non rubano spazio alla trama rigata donando invece un pò di originalità alla divisa. Lo sponsor finalmente si amalgama perfettamente alla maglia,si nota ma non deturpa. Lo stemma societario è ben realizzato fonde storia e modernità senza obrobi come quella del Foggia. 2a Maglia Bello il colletto. 3a Maglia non so a cosa gli possa servire ma è realizzata benissimo,bella la striscia,lo sponsor e lo stemma all’interno della riga e non fuori come l’Aquila.

    Cose Brutte: 1a Maglia,il retro è realizzato malissimo,stona davvero con il buon lavoro fatto sul fronte,il quadratone bianco è troppo grande,i numeri potevano essere o bordati come lo sponsor oppure messi in un quadrato molto più piccolo. Lo stemma andrebbe sempre sul cuore,la scelta di metterlo sotto il collo può starci se hai altri scudetti di cui fregiarti,ma qui non ci sono. 2a Maglia,troppa carne al fuoco,c’è la torre,la riga a 45 gradi inserti neri e onde verdi. Troppe cose,sarebbe stato meglio scegliere almeno o solo la striscia verde o la torre ancora meglio visto come è fatta la terza. 3a Maglia a cosa serve??

    Voto: 7 la prima
    5 la seconda
    7,5 la terza

    • Niccolò Mailli

      Ciao Fakkio, intanto complimenti per lo stile che hai adottato e che contraddistingue i tuoi interventi in ogni articolo: molto ordinato.
      Permettimi però di non essere d’accordo per quel che riguarda la terza maglia. Come ho lasciato trasparire dall’articolo in questo caso trovo più confondibile con la prima maglia, e quindi se vogliamo più inutile la seconda maglia rispetto alla terza che stacca molto cromaticamente dal bianco-verde.

      Riprendendo l’esempio dell’articolo, in un ipotetica partita fra “Vigor A” e “Vigor B” giocherebbero da una parte una squadra con la prima maglia e dall’altra una squadra con la terza. Prima contro seconda non sarebbe fattibile.

      • Fakkio

        Grazie del complimento fa sempre piacere riceverne da gente esperta e preparata come te 🙂 .

        Ti do ragione,la seconda è più inutile della terza essendo già di colore chiaro,la terza stacca moltissimo ed è anche ben fatta. Il mio appunto era infatti rivolto solo alla necessità proprio di un numero di maglie superiore a due per una squadra che militia in una serie cosi bassa. Avrei evitato il bianco e però anche il nero visto che si rischia di incontrare avversari con prime divise sempre tendenti allo scuro come nella foto messa nell’articolo. Non so storicamente però a quali altri colori potevano attingere.

  • aldo

    Maglie azzeccate quasi in pieno, la Home è praticamente perfetta utilizzabile anche per categorie superiori. Ottima scelta quella quella dello sponsor “scontornato” si inserisce bene con le strisce. Le strisce sottili poi mi piacciono particolarmente, apprezzo anche le spalle verdi, il logo Royal nelle maniche consente di applicare bene la toppa di categoria (negli anni passati veniva messa sopra la scritta royal coprendola). Non mi dispiace il quadrato bianco sulla schiena consente in modo inequivocabile la visione dei numeri. Belli anche i bordini dorati di maniche e fondo maglia insomma una maglia ben fatta. La Away risulta meno attraente ma comunque è una divisa senza fronzoli, forse avrei evitato i bordini neri, comunque almeno riporta i colori della società. La terza come ha detto qualcuno era quasi indispensabile vista la vicinanza cromatica delle due prime maglie, e comunque anche in questo caso troviamo i colori della prima maglia cosa che apprezzo molto nelle seconde e terze divise. i font dei numeri rimangono quelli della passata stagione mi sembra, che non erano male, forse gli avrei fatti verdi nelle due prime divise ma non si può chiedere troppo

  • LM

    Davvero tre belle divise, le migliori fra quelle che si potessero scegliere. Bello il fatto che le divise siano state scelte dai tifosi, non tutti gli sponsor tecnici si preoccupano di creare, o in questo caso adattare, più modelli su una sola squadra, quindi complimenti. Detto ciò, sicuramente tutte e tre sono migliori di quelle precedenti, anche a livello di sponsor, dato che in queste divise non invade come aveva fatto in quella dello scorso anno.La prima, pulita e semplice, con le righe strette e lo stemma al centro, ha un aspetto molto elegante, dato anche dai dettagli dorati sulle maniche che lì stanno davvero bene.
    La seconda è bellissima, l’unica cosa che avrei cambiato sarebbe sata la rimozione delle righine parallele nella banda diagonale e l’aggiunta di un pò di nero, invece di una riga tutta verde che squilibra i colori, dato che pure colletto e calzoncini e calzettoni sono verdi. Bellissima la serigrafia sul fianco, semplice ma anche iconica.
    Infine la terza, dal colore scuro e con una semplice banda diagonale dai due colori. In questa avrei evitato le cuciture e i dettagli sui fianchi bianchi, che rendono la maglia più pesante rovinandola esteticamente. In generale ottimo lavoro di Royal, che ha fatto per la Vigor Lamezia divise di tutt’un’altra categoria.

  • Eugenio

    Fra le scelte, sono state votate le migliori.
    La prima è molto bella, e sono riusciti ( finalmente ) a inserire lo sponsor senza topponi. Con tutto il kit, la preferisco con i pantaloni verdi.

    Anche per la seconda è stata scelta la migliore: l’ altra opzione era un miscuglio di cose, uno schifo.

    La terza è come la seconda, una maglia utile, ma sulla media.

    Per quanto riguarda le iniziative della squadra, penso che sia data troppa libertà al pubblico e dovrebbero limitare le iniziative.

    Voti 8,5 – 7,5 – 7,5

  • Nonno Festa

    Scusate Passione Maglie,dall’articolo mi sembra di capire che la più votata è diventata la prima maglia,e quella che è “arrivata seconda” è diventata la seconda maglia. Se i tifosi avessero votato di più quella che attualmente è la prima,però come seconda votavano quella con il riquadro sullo sponsor,i tifosi si sarebberò trovati due maglie praticamente uguali se non fosse per il riquadro???

    • Passione Maglie

      No, non l’avrebbero considerata ovviamente 🙂