SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

City Rising è lo slogan della campagna di lancio della maglia da trasferta Nike del Manchester City per la stagione 2014-2015.

Un concept che pone l’accento sull’orgoglio di essere la squadra campione d’Inghilterra, senza dimenticare la strada fatta per ritornare ai vertici del calcio nazionale, dopo essersi ritrovati nel 1998-1999 in Second Division, serie che allora corrispondeva alla nostra C1.

City Rising - Seconda maglia Manchester City 2014-2015

Una risalita che viene rappresentata come quella dell’alba che sale rischiarando il cielo. La maglia infatti è blu notte nella parte alta e più chiara verso il basso con fasce orizzontali che gradualmente sfumano verso l’azzurro. Il colletto a polo è blu notte, con chiusura a triangolo rovesciato che costituisce l’unico richiamo all’azzurro della parte bassa. I dettagli sono in giallo fluorescente.

Seconda maglia Manchester City 2014-2015 Yaya Tourè

Molto discutibile la scelta delle personalizzazioni dorate, che cozzano fortemente con il giallo fluo utilizzato per i dettagli della maglia.

La scelta è forzata in quanto le colorazioni previste per il font unico di Premier League sono solo cinque: nero, bianco, blu, rosso e oro. Un più neutro bianco avrebbe creato meno problemi di abbinamento. Si spera invece che in caso di utilizzo della maglia in Champions League, dunque con numerazioni dallo stile personalizzato, non si compia l’errore di scegliere un colore diverso dal  giallo fluo.

Dettagli seconda maglia City 2014-2015

I pantaloncini sono completamente blu notte con la riga laterale evidenziata solo dalle cuciture, mentre i calzettoni presentano il risvolto e le chevron posteriori di colore azzurro con la scritta “City” sulla tibia.

Manchester City pantaloncini calze away 2014-15

L’esordio è avvenuto a Pittsburgh nell’International Guiness Champions Cup, nella quale i Citizens hanno sconfitto il Milan di Pippo Inzaghi con un sonoro 5-1. In rete è andato anche l’ex viola Jovetic che ha siglato una doppietta.

Manchester City-Milan amichevole 2014

La scelta del blu notte e del giallo fluo rimanda al punto di partenza della rinascita del City: una partita del 1999, la finale playoff nel vecchio Wembley per il ritorno in First Division, dopo la doppia retrocessione in tre stagioni dalla Premier alla Second Division. In quel match contro il Gillingham, i Citizens indossavano una vistosissima maglia da trasferta prodotta dalla Kappa, a strisce verticali blu navy e giallo fluo con bordature laser blue.

Maglia trasferta Manchester City 1999 Kappa

Quella partita fu una delle più emozionanti della storia dei playoff promozione del calcio inglese. Bloccata per 80 minuti sullo 0-0, vide il Gillingham passare in vantaggio all’81° e raddoppiare sei minuti dopo, chiudendo apparentemente partita e discorso promozione. Il City riaprì disperatamente la sfida al 90° con un gol di Horlock ed al 95° Paul Dickov segnò incredibilmente anche la rete del pareggio. Un gol che con le dovute proporzioni per la posta in palio, è paragonabile a quello di Aguero valso in extremis il titolo di Campione d’Inghilterra nel 2011-2012.

L’incontro terminò con la vittoria del Manchester City ai calci di rigore e conseguente promozione in First Division, seguita l’anno successivo da quella in Premier League.

Dickov gol City-Gillingham 1999

Vi piace la nuova maglia da trasferta del Manchester City 2014-2015?

  • mosca

    Elengante .

    Tuttavia il giallo fluo riesce ad essere più tremendo e nefasto dell’oro, che qui per via dei toni di blu, è davvero bello.
    Personalmente penso che la maglia sarebbe stata, forse più interessante con la sfumatura inversa, anche perchè indossata ( intendo infilata nei calzoncini…) non rende così bene.

    Bella, comunque.

    • alessandro

      Ragazzi mi spiegate una cosa? Perchè se uno compra una maglia o qualsiasi altra cosa sullo store del manchester united spediscono gratis in ogni zona del mondo, mentre in italia addirittura si fanno pagare glis tore di Juve , milan inter per spedirla in italia ben 7 euro?
      Cioè è paradossale che spediscono dall’Inghilterra a zero in italia, mentre dall’italia spediscono a 7 euro

  • adb95

    niente male affatto. I numeri in oro non gran ché, meglio giallo fluo ma con le sfumature Nike si sta riprendendo (nella classifica dei miei modesti pareri)

  • Niccolò Nottingham Forest

    La divisa mi piace molto e la mia perplessità nel vedere i numeri dorati nella partita contro il milan è stata ampiamente spiegata da FDV nell’articolo. Non sapevo di questo limite imposto ai colori delle personalizzazioni nel calcio inglese.

    Aggiungo una curiosità:

    contro il Milan un calciatore del City ha giocato con il nome “toppato”.

    Il calciatore misterioso è il numero 67 che nell’immagine dell’articolo vedete tutto a sinistra. Ecco il retro maglia con toppone sul nome

    http://i.imgur.com/WpUYD5Y.jpg

    • Niccolò Mailli

      Chiedo scusa! E’ stata spiedata da FDV nell’articolo!

      • FDV

        😀

      • Matteo Perri

        Diamo a Cesare quel che è di Cesare, corretto!

    • passioneitaliano

      Tuttavia i numeri in oro ben si integreranno con le patchs dorate riservate ai campioni in carica della Premier.

  • Riccardo

    Bellissima….sia come modello di divisa che come idea…dell’alba che sale…
    Rifiniture e modello molto belli…
    Carina anche la divisa blu/giallo fluo….

    Away: 9,5

  • Pietro

    Bellissima
    Voto-9

  • Niccolò Nottingham Forest

    Gli inserti azzurri dietro i calzettoni in questo caso stanno davvero bene. Nei completi del Verona invece non hanno nessun senso: un’unica nota di blu royal nell’intera divisa non può essere sul polpaccio.

    https://fbcdn-sphotos-c-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfa1/t1.0-9/10568822_695266637193681_4170106127238034937_n.jpg

  • http://www.marcellinux.it Marcello Cannarsa

    Mi piace + la seconda della prima

  • Eugenio

    Bella, l’avevo già vista in TV.. Mi piace, peccato i numeri in oro .. Però la Premier è troppo esagerata per le maglie ..

    Voto 8,5

  • Antonio

    In generale, non mi piacciono le maglie sfumate, e nemmeno questa. Poi, perché l’ascesa di un club dovrebbe essere rappresentata dallo scurirsi di un colore? Se la “mia” Lazio dovesse ascendere a più alti livelli dovrebbe portare la maglia dell’Hellas Verona? Secondo me stavolta la Nike ha steccato sia la prima che la seconda.

    • marcello

      “Una risalita che viene rappresentata come quella dell’alba che sale rischiarando il cielo. La maglia infatti è blu notte nella parte alta e più chiara verso il basso con fasce orizzontali che gradualmente sfumano verso l’azzurro.”

      mi pare chiaro il concetto .
      ed eventualmente un gioco del genere dovresti immaginartelo su un’ipotetica away della lazio non sulla home.
      ragion per cui…..
      comunque 2 bei lavori convincenti della nike per il city altro che le maglie da calcio a 5 della macron per la lazio dai….(forse la 3rd/pigiamino a righe è l’episodio più interessante)

  • Daniele Costantini

    Maglia tutto sommato carina, per essere una away. Certo che, tutto ‘sto popò di discorso per giustificare una semplice trama colorata a gradiente… 🙂

    Se davvero volevano omaggiare la maglia palata gialloblù del 1999, perché non mettere in pratica l’audace e innovativa idea di disegnare… una maglia palata gialloblù? 😀

  • Wasshasshu

    Sembra proprio la maglia dell’Argentina.

    Però è bella. 😀

  • Vittorio

    Un incrocio tra il modello dell’Australia e quello per l’Olanda con le sfumature. Il colletto chiude troppo e le sfumature orizzontali non hanno la stessa efficacia di quelle a punta fatte per i Paesi Bassi. Il risultato é un modello ibrido troppo scuro sul petto nel quale lo sponsor interrompe l’effetto della sfumatura e rende la divisa tetra. Voto 5,5

  • lorenzo

    Stupenda
    Voto:9

  • teo 18

    Sono l’unico che associa questa dicisa a quella dell’argentina usata in finale?

    • Pippo

      lo stavo per scrivere anche io…quindi no, non sei l’unico 😉

  • Swan

    Non sono un amante delle sfumature sulle maglie ma questa del City è diversa, sono delle hoops con varie gradazioni di blu che danno un effetto diverso rispetto ad una sfumatura classica rendendo la maglia meno astratta: secondo me buona idea e realizzazione.
    Avrebbero dovuto scegliere i numeri bianchi ma pazienza. Le calze con le pseudo chevron sul retro sono tremende.
    La away del City del 1999 rende le maglie che Kappa rifila da 15 anni ai club italiani ancora più tristi ed aride.

  • Fely

    numeri fluo ed era fantastica!

  • Renzo

    Non sono sfumature, fortunatamente, bensì strisce di varie gradazioni di azzurro. Eleganti, ma non mi fanno impazzire. Male, molto male i numeri e le personlizzazioni dorate

  • ferro

    con le dovute e chiare differenze la proposta ricorda un po´la away dell´olanda agli ultimi mondiali,proposta che ho trovato molto gradevole anche in questa variante “orizzontale”

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Fa molto maglia da trasferta dell’Argentina. Non che sia brutta, ma non mi piace così tanto visto che non amo le sfumature (o presunte tali) nelle maglie da calcio.
    Male i numeri dorati, che sarebbero dovuti essere gialli come lo sponsor.