SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Qualcuno potrebbe storcere il naso a vedere l’ennesima maglia prodotta da Macron con il motivo camouflage, ma stavolta è per un’ottima causa.

La divisa è stata realizzata per il Millwall, club di Londra che gioca più o meno stabilmente in Championship e famoso ai più per la sua tifoseria, tra i principali protagonisti dell’era degli hooligans con i loro scontri con i rivali del West Ham.

Millwall Commemorative Kit Camouflage 2014

È diventata ormai una tradizione l’apporre un fiore di papavero al centro delle maglie da gioco, dal 1921 simbolo britannico per commemorare i morti della Prima Guerra Mondiale nel Remembrance Day (11 novembre). Alcuni club, tra cui proprio il Millwall, hanno deciso di realizzare qualcosa in più per questa stagione che coincide con il centenario dello scoppio del primo conflitto internazionale.

In collaborazione con il marchio di abbigliamento sportivo italiano, i Lions hanno realizzato un kit da gara esclusivo, in cui è il color sabbia a farla da padrone.

La maglia vede un motivo mimetico, come quello adottato dal Napoli nella scorsa stagione, che ricopre la parte anteriore e posteriore ad eccezione delle maniche, queste a tinta unita. Dettagli come gli spessi bordo manica e il colletto a polo con finale a punta sono in blu navy, il colore del Millwall. Sempre in blu è la scritta “Let Em Come” dietro al collo che riprende il motto della squadra, poco più sotto lo sponsor Wallis Teagan.

Divisa Millwall remembrance day 2014

I pantaloncini, anche loro color sabbia, sono personalizzati con un inserto orizzontale spesso sui fianchi, sormontati dal marchio Macron. Il lettering dello sponsor tecnico e il logo societario trovano posto invece sulla parte frontale.

I calzettoni sono ocra con il risvolto in blu scuro, così come il logo del marchio italiano frontalmente e il nome della squadra posteriormente.

Kit Millwall commemorativo camouflage 2014

Oltre al kit completo, sono due i simboli che portano alla mente la ricorrenza: il red poppy impresso al centro del petto e il marchio Headley Court come sponsor principale. Esso rappresenta il Centro Militare di Riabilitazione britannico, al quale l’ordinario sponsor Euroferries ha ceduto il posto per l’occasione: il ricavato della vendita di questa maglietta in edizione limitata sarà devoluto totalmente al centro.

Ad aggiungere valore c’è anche l’esclusività dell’utilizzo del completo. L’unica occasione in cui si potranno ammirare i Lions scendere in campo con questa divisa è sabato 8 novembre, quando ospiteranno al The Den il Brentford, gara valevole per la diciassettesima giornata di Championship.

Millwall Commemorative Shirt Macron

Per i collezionisti che vogliono avere questa maglia tra le loro mani il tempo ormai stringe: dopo l’inizio della prevendita la società, attraverso il proprio sito internet, ha comunicato che tutte le taglie normali sono terminate e sono rimaste a disposizione solo le junior size.

Qual è la vostra opinione sulla divisa commemorativa del Millwall?

  • Fakkio

    Certo avrei evitato il tema mimetico. Un conto è il ricordo un conto è la propaganda all’esercito cosa che in questo caso mi sembra superiore all’idea di voler ricordare qualcosa che in teoria dovremmo evitare che risucceda. Iniziativa buona quella di una maglietta alla memoria,ma qui si è creato qualcosa di propagandistico e basta.

    • sousa

      Concordo pienamente

    • FDV

      Resta il fatto che le forze armate non siano un’organizzazione criminale o una marca di sigarette.

    • rudiger

      L’11 novembre non è la ricorrenza della guerra ma della fine del conflitto guerra, ovvero della pace. Detto ciò, ed anche per questo, più che sul mimetico (simbolo della guerra moderna) avrei puntato sul papavero che almeno è un fiore.

      • Luca

        Anche io preferirei idee più sobrie per questo tipo di commemorazioni.

  • Torsolo

    Vabbè dal Milwall che vuoi aspettarti 🙂

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Template usato ed abusato, ma che in questo caso penso sia perfetto. Ottima anche la tinta scelta: il beige/sabbia non è “sfacciato” come il marrone/verde e affiancato alle finiture navy sta davvero bene. Penso che non ci fosse occasione migliore per sfruttare questo modello di maglia, abbinato anche al papavero per commemorare i morti della Prima Guerra Mondiale nel Remembrance Day.

  • Swan

    Avevo anticipato questo evento nel commentare le maglie della Ternana.
    Queste, pur non piacendomi, hanno motivo di esistere: innanzitutto la commemorazione dei caduti di guerra nell’anno del centenario dell’inizio del Primo Conflitto, con tanto di red poppy sul petto.
    Poi perché il ricavato della vendita di queste maglie sarà devoluto al Centro Militare di Riabilitazione per i soldati che alla guerra sono riusciti a sopravvivere pagandone pesanti conseguenze.
    Da notare anche che il main sponsor si è fatto da parte per l’occasione, che la maglia verrà indossata unicamente nella partita la cui data è più vicina al Rememberance Day, e che la colorazione è pertinente e sobria.
    Qui il mimetico è inteso come un omaggio alla divisa dei soldati che mettono a repentaglio la propria vita per servire il proprio Paese, non una tamarrata a fini puramente commerciali.

    • Geeno Lateeno

      Sarebbe forse stato meglio aspettare, e commemorare la fine della guerra….

      • Swan

        La commemorazione ai caduti di guerra avviene ogni anno.

        • Geeno Lateeno

          Sì sì…. sono d’accordo, anche su quello che hai scritto prima. Il mio era solo un commento di tipo generale.

  • Dukla

    Ottima e sensibile iniziativa dei Lions. Lodo l’intenzione, nobile, ma le maglie con quel colore smorto mi piacciono ancor meno del camouflage di recenti esperienze nostrane. Anche se fuori-tema, consentitemi di aggiungere, per inciso: A) qui si vogliono ricordare le vite spezzate nel fiore degli anni di migliaia di ragazzi, non si fa nessuna propaganda a nessun esercito, anzi, semmai al contrario! I morti sono morti; il camouflage, per me, stona a prescindere sui campi di calcio. Ma non lo demonizzo, nè penso che una squadra che indossi una maglia del genere faccia apologia della guerra, del fascismo o degli eserciti. B) il Millwall ha più storia e la sua tifoseria più coerenza e civiltà di tante firms italiane. E la dirigenza non è nuova a iniziative “sociali”: basti ricordare l’iniziativa a sostegno della campagna di sensibilizzazione contro il cancro alla prostata, portata avanti con lo sponsor Prostate Cancer UK nella stagione appena trascorsa.

  • Renzo

    Da tifoso del West Ham mi è troppo facile prendere per il c**o il Millwall per l’oscenità delle maglie. Scherzi a parte, lodevole comunque la finalità. Ma che sia una tantum!

  • FDV

    Tra tutti gli utilizzi del controverso modello mimetico, questo è senza dubbio il più calzante, per la motivazione e per le finalità.

    A livello estetico invece è quella che mi convince meno, per via di questo color sabbia/carne.

    Nota molto stonata i calzettoni tendenti all’oro più che al sabbia e che sono visibilmente non in sintonia col resto della divisa.

  • mosca

    Personalmente detesto il mimetico del Napoli, e di chi altro lo porta, esattamente per le ragioni che in questa maglia diventano esplicite.Anche se si dirà che il Millwall ha le sue sacrosante ragioni di vederlo indossato mentre altrove il modello è solo una cafonata, per me lo è anche qui ed ancor di più.

    Sarà una maglia commemorativa nata per uno scopo nobile e tutto quello che si vuole aggiungere, ciò non toglie che si poteva benissimo sviluppare in altre maniere che non sembrassero, come personalmente mi pare di cogliere, fanatismi.

    Manca solo che giochino col cappellino

  • TITO

    peccato che durante la prima guerra mondiale il mimetico non c’era…

  • V

    qui però si va fuori tema.
    un po’ come con i minuti di silenzio per i soldati caduti qua e la.
    ok il rispetto, ma cosa c’entra un morto in papuasia con
    pergolettese-mezzocorona?
    comunque le maglie son belle.

  • squaccio

    La cosa “triste” è che per l’occasione il template stava bello e pronto…insomma non è stato creato apposta visto che ci stanno altre 10 squadre macron che usano il camo…

  • FERT

    Sinceramente Macron e il suo camouflage mi hanno veramente stufato.
    Ma è possibile che non riescano a fare una cosa diversa ? Come ti giri ti giri…vedi una maglia mimetica targata Macron..
    In questo caso ci sarà anche la “scusa” o omaggio alla Guerra Mondiale, ma resta comunque la milionesima maglia mimetica prodotta da Macron.
    Ero già stufo alla prima mimetica prodotta, figuriamoci ora.

    Un’ultima cosa e poi chiudo la polemica 😀 Non capisco come si possa produrre un kit e non accorgersi clamorosamente che i calzettoni sono di una tonalita di colore totalmente diverso dalla maglia. L’effetto è veramente terribile.

  • Eugenio

    Per una maglia mimetica è il motivo più giusto, nonostante la maglia mimetica non figuri mai per la sua sborietà bensì per la sua cafonaggine ..
    I colori non mi piacciono, troppo tendenti al chiaro, che specie sulla pelle degli inglesi sta male ..
    Quelle calze poi ..

    Voto 6,5

  • FDV

    ..restando in tema Remembrance Day e Macron, la sobrietà della maglia verde militare del Bolton è di tutt’altro livello estetico rispetto a questa del Milwall.

    http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2014/09/dettagli-bolton-verde.jpg

    • Dukla

      E’ vero, l’avevo proprio dimenticata…tutto un altro pianeta, effettivamente.

  • sergius

    Non stiamo parlando di maglie di calcio ma di tutt’altro. Una maglia del genere, brutta o bella che sia, può piacere ad un collezionista nè più nè meno come un francobollo o un quadro, col calcio giocato non c’entra nulla.