Una partita, una giocata, un assist. Il calcio è uno sport magnifico e crudele al tempo stesso perché può cambiare la carriera di un atleta in un attimo. Il 6 agosto 2003 è il giorno che ha cambiato la carriera di Cristiano Ronaldo, per sempre.

Il giorno di Sporting Lisbona – Manchester United è stata davvero la serata perfetta per il diciottenne Cristiano: si inaugurava il nuovo stadio dello Sporting e per l’occasione i Red Devils erano il club giusto per una serata da non perdere, era l’occasione di vedere i campioni di una delle squadre più forti d’Europa. Molti di quei campioni però se ne andranno col mal di testa…

Cristiano Ronaldo con la maglia dello Sporting Lisbona

La partita finisce 3-1 per lo Sporting e il numero 28 dei portoghesi, oltre ad essere protagonista in due dei tre goal della propria squadra, aveva letteralmente mandato al manicomio la difesa dello United. Proprio uno di loro, Rio Ferdinand, nel viaggio di ritorno in pullman si sbilancia con Ferguson: “Coach ma chi era quel ragazzino?”. Si associa Paul Scholes: “Dovremmo prenderlo, va a velocità tripla”. Ferguson sorrise, lo aveva già preso.

La nuova Nike Mercurial è dedicata proprio a questa fase della carriera di CR7:  la scoperta. La scarpa richiama in tutto e per tutto quel momento, il tallone ha impressa la data di quella sera 06-08-03 in entrambi gli scarpini, mentre i colori sono giallo per l’interno e grigio (tendente al verde) per la parte esterna.

Le nuove Nike Mercurial saranno disponibili dal 9 novembre su SoccerHouse24.

Assieme al lancio della nuova scarpa che verrà indossata da Cristiano Ronaldo, sarà disponibile su Nike iD una personalizzazione molto particolare delle Nike Mercurial: Nike Mercurial Superfly HERITAGE iD.

superfly-heritage-id