SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

In attesa della fumata bianca per l’elezione del nuovo Papa arriva finalmente la notizia che tutti i tifosi giallorossi attendevano: AS Roma e Nike hanno annunciato una nuova partnership in cui quest’ultima diventerà lo sponsor ufficiale del club per la fornitura di materiale tecnico e di abbigliamento.

L’accordo avrà una durata di dieci anni a partire dalla stagione 2014-2015. Nike realizzerà tutti i prodotti da gara e da allenamento, dalla prima squadra fino alle giovanili, come anche quelli per il tempo libero per giocatori e tifosi.

Nike sponsor tecnico AS Roma

Siamo orgogliosi di diventare partner di un club di grande tradizione come la Romaha affermato Bert Hoyt, Vice Presidente e General Manager di Nike Western Europe.È una squadra che incarna valori forti, è conosciuta in tutto il mondo e rappresenta una delle più importanti città d’Europa. Siamo impazienti di iniziare a lavorare con loro per costruire insieme una lunga partnership di successo”.

Italo Zanzi, CEO di AS Roma, ha aggiunto: “AS Roma è impegnata a diventare la squadra di calcio più importante del mondo, dentro e fuori dal campo, e questo è un passo fondamentale verso questo obiettivo. La dedizione che Nike ha verso l’eccellenza nel calcio e la costruzione di un brand globale sono perfettamente in linea con i nostri obiettivi. Siamo molto emozionati per questo nostro futuro insieme”.

Siamo davvero entusiasti di diventare partner del più grande brand sportivo del mondo e soprattutto di entrare a far parte del portfolio di Nike. La partnership tra AS Roma e Nike svilupperà prodotti e iniziative che aiuteranno il club giallorosso a diventare un brand sempre più globale nel mondo del calcio e a coinvolgere i nostri tifosi in tutto il mondo”. È quanto dichiarato da Christoph Winterling, Commercial Director di AS Roma.

Per la prossima stagione 2013-2014 ufficialmente non sono ancora state rilasciate dichiarazioni. L’ipotesi che circola è quella di un anno con maglie senza il marchio di nessuna azienda produttrice.

  • squaccio

    Prevedo un boom di vendite per il materiale dell’anno prossimo…

    • squaccio

      Mi correggo… 14/15 ?
      E perchè non dall’anno prossimo ?
      Non fanno in tempo a realizzare il materiale o per la diatriba con la kappa ?

      • Joey K.

        La prima che hai detto. Con Kappa non hanno più nulla a che fare.. se non in tribunale 😀

        • DY

          A dispetto degli americani, tutta la querelle denota però con quanto “provincialismo” sia stato portato avanti questo cambio di sponsorizzazione: una volta che decidi di rompere unilateralmente un contratto – con praticamente la certezza in partenza di finire in tribunale (costava tanto trovare un accordo consensuale tra le parti?) – almeno ti saresti dovuto prodigare di avere già alle spalle un altro sponsor tecnico pronto a subentrare… invece adesso la Roma si ritrova con una causa in corso con Kappa (che quasi certamente, perderà), e ancora senza divise per la prossima stagione!

        • marco

          @ DY

          scusa chi ti dà tutta questa certezza che la AS ROMA perderà in tribunale con la Kappa? alla roma hanno in mano pantaloncini della divisa di gioco su cui é scolorito il colore della maglia rossa per il sudore …. le magliette bianche con i colletti dove non ci passa la testa . tu sei tanto sicuro che perderanno? io mi giocherei un bel Over …. si un game over per la kappa, probabilmente non era prevista la rottura, ma era inevitabile, oltretutto vi erano problemi di approvvigionamento degli Store Societari da prima della rottura, con diminuzione di vendite e negozianti incavolati a morte!

        • DY

          @marco:

          se ci sono davvero state delle mancanze dal parte della Kappa nella fornitura tecnica alla Roma, la dirigenza giallorossa aveva mille altri modi per farsi valere… rinegoziare il contratto con la stessa Kappa a condizioni più favorevoli… arrivare ad un ‘gentleman’s agreement’ per porre fine alla sponsorizzazione… oppure avviare lo stesso un’azione giudiziaria, ma rimanendo nei limiti del contratto in essere.

          La negligenza di Kappa, se c’è stata, non giustifica di certo altrettanta negligenza da parte della società romana, che ha rotto unilateralmente un contratto *senza una valida motivazione* (te lo immagini il Real Madrid che rompe con Adidas… perché un paio di pantaloncini sono scoloriti???). Come si può affermare che la rottura “era inevitabile”? Non mi risulta che la Roma abbia mai rischiato di scendere in campo con la canotta bianca per penuria di maglie da gioco… 😀

          La Kappa non è certo l’ultima arrivata, è nel mondo del calcio da quarant’anni… penso conosca più che bene come funziona un contratto di fornitura tecnica, cosa può e cosa non può fare. Ribadisco che dal mio punto di vista, questa faccenda è stata gestita dagli americani mooolto male, e che verosimilmente in tribunale, se gli va di c**o, pareggeranno.

        • Paolo

          @DY: certo, se al Real si scoloriscono maglie e pantaloncini la cosa comincia a essere preoccupante. Più bianco non si può! 😉

      • Marcomanno

        a questo punto sono curioso di sapere come saranno le maglie senza sponsor tecnico o chi subentrerà per una sola stagione: sarebbe una grande occasione per fare una maglia da ricordare.

        • michele

          le maglie sicuramente saranno autoprodotte dalla Roma per la stagione prossima….poi parte Nike appunto con la stagione 2014/15

        • stewie_collezionista_34

          Per quanto scritto sopra riguardo alla querelle Kappa – ASR, mi sento di concordare in toto con quanto scrive DY. Sciogli il contratto, andando in tribunale prima ancora d’avere un’accordo con altri? Boh. Pessima gestione della cosa da parte della società.
          E nessuno mi toglie dalla testa che la proprietà americana abbia voluto rompere con Kappa con delle scuse (magari con presupposti veri) giusto per dare alla Roma un brand con più appeal, a livello internazionale, di marketing, ecc…

  • kiko96

    Ma, Kappa non doveva abbandonare al termine di questa stagione?

    • Joey K.

      E infatti è così! Anno prossimo contratto-ponte.
      O maglie autoprodotte (cosa che secondo me non è così campata in aria).

      • DY

        In Inghilterra è prassi che alcuni club si auto-producano le maglie con un proprio marchio. Credo faranno così pure alla Roma, anche perché non so quale brand “famoso” possa interessarsi ad una sponsorizzazione annuale.

        • Tony

          Legea… 😉

        • Alessio

          Condivido l’ipotesi.
          Mi par di ricordare che già nel lontano 2007 Legea fosse in predicato di prendere la Roma, o sbaglio?

  • pongolein

    nel “toto” sponsor tecnico post kappa ci avevo preso! Anche se visto i numerosi indizi non era difficile questo rebus.
    Io accolgo la cosa abbastanza positivamente. Finalmente uno sponsor di livello mondiale si è fatto avanti per una società italiana, e insieme a milan, inter e juve, anche la roma potrà godere della visibilità internazionale che solo il brand col baffo sa dare (al pari dell’adidas).

    Per una piccola percentuale mi dispiace…da quando ricordo la roma ha sempre avuto sponsor come asics, diadora, kappa, e si è sempre diversificata dalle altre grandi, era quasi una questione di territorialità, e questi sponsor hanno sempre avuto un occhio di riguardo per la roma, che era probabilmente il loro prodotto di punta. Spero che la nike tratti la roma da “roma” e non come una delle tante…
    Sarà un anno di lunga attesa per gli appassionati di maglie tifosi giallorossi!!!

    • Joey K.

      Io sono più curioso per quanto riguarda il contratto-ponte, se mai ci sarà.
      Asics come si vocifera? Non marchiata, magari autoprodotta?

      Per quanto riguarda la speranza di vedere trattata la Roma come squadra di punta, io ci spererei poco. Appeal commerciale praticamente regionale, risultati sportivi relativemente mediocri… (vedi Malaga, che quantomeno è in Champions, trattato malissimo)

      • rudiger

        Anch’io sono molto curioso dalla maglia-ponte, più che da quella nike che vedremo tra un anno. Se ci lavora qualcuno degno potrebbe essere la maglia dei sogni: non legata a produzioni esistenti e a logiche di marchio. Inoltre, visto che sará una tantum, potrebbe essere diversa da ogni altra sul mercato. Molto, molto curioso.

      • pongolein

        ti confesso che anche io sono estremamente curioso per quanto riguarda la divisa 13-14. Una maglia autoprodotta sarebbe una soluzione che solletica la curiosità di molti ma io penso che ci debba essere uno sponsor tecnico che attraverso i suoi punti vendita e i suoi contatti si faccia veicolo della promozione e del commercio delle maglie…

        Il merchandising non può “rallentare” per un anno. Anche se quale azienda accetterebbe un contratto di un anno??? investire tanti sforzi per un progetto destinato a non durare??

        Diciamo che la questione “maglia ponte” monopolizzerà le nostre attenzioni nei prossimi mesi!!! =)

    • GianGio87

      curioso di capire il trattamento che AS Roma riceverà da nike

      • DY

        Anche io. Almeno, all’inizio non mi aspetto un trattamento ‘ad hoc’ da top club, come Inter e Juve.

        • GianGio87

          Secondo me avrà un trattamento a metà. diciamo da top per la prima maglia e modello “catalogo” per la seconda divisa

        • Marco

          No, non credo, soprattutto con un contratto decennale, in linea con quelli di Juventus ed Inter.
          Le meglie “da catalogo” Nike di solito le usa o per contratti più brevi o quando entra in gioco un fornitore esterno (tipo come per il Malaga).

        • Edoardo

          e quale sarebbe questo trattamento top? dai su, la Nike fa tutte maglie IDENTICHE, brutte e coatte

      • robmcmlxxvi

        Secondo me forniranno una maglia rossa con al centro un quadratone gommoso bianco con dentro il logo volkswagen (la maglia da trasferta della juventus di quest’anno insegna!!!)

  • Alessio

    Già, stando così le cose potrebbe ipotizzarsi un anno con uno sponsor tecnico transitorio.
    O forse si è trovato un accordo con Kappa (un patto tra gentiluomini, per così dire) per una rescissione di comune accordo da effettuarsi tra un anno.

    Questo è il mio primo messaggio. Leggo spessissimo questo sito e mi congratulo con chi ci lavora. Complimenti!

    • Joey K.

      Puoi stare sicuro che l’accordo con Kappa per un altro anno non c’è e mai ci sarà! 🙂

    • rudiger

      Accordo tra gentiluomini? Kappa per ripicca stamperebbe aquilotti su tutta la fornitura. E non avrebbe tutti i torti.

      • Marcomanno

        curiosità,ma perchè la lupa capovolta? 🙂

        • rudiger

          C’è un triplo significato, simbolico, morale e… romanista. Messaggi esoterici per iniziati.

    • DY

      Il ‘gentleman’s agreement’ con Kappa dovevano cercarlo *prima* di rompere il contratto… trovando un accordo consensuale per chiudere prima l’accordo in essere, e allo stesso tempo venire incontro alle esigenze di entrambe le parti.

      L’ho già scritto sopra, il “provincialismo” con cui è stata gestita l’intera faccenda da parte della proprietà romanista è molto discutibile…

    • passionemaglie.it

      Grazie Alessio, mi auguro che continuerai a seguirci e commentare le notizie insieme a tutta la community.

  • Zigozago

    Spero solo che non facciano un colosseo stilizzato sulla maglia!

  • giglio66

    mah…sicuramente Nike è un colosso, ma per restare in argomento, l’anno scorso la Joma inizio’ a discutere delle maglie della Fiorentina con la dirigenza a fine Febbraio….ed a luglio tutto il materiale era pronto, per cui non credo tanto alla scusa che non fanno in tempo…..

    • Joey K.

      Beh, in quel caso vanno riconosciuti i meriti alla Joma. Preparare un’intera fornitura tecnica in 6/7 mesi è un’impresa titanica… e te lo dico per esperienza.

  • rudiger

    Non vorrá dire nulla, e non voglio fare il guasta feste, però sul sito ufficiale di nike l’annuncio è corredato da uno stemma coi colori sbagliati: http://nikeinc.com/news/as-roma-team-up-with-nike#/inline/18258
    Intanto do l’addio alle maniche lunghe, ma anche ai logoni e ai loghi ripetuti ovunque.
    Per la soluzione ponte molti qui a Roma parlano di asics, ma senza logo. Vedremo.

    • GianGio87

      ma asics non aveva abbandonato il settore calcio? cioè dovrebbero prendere degli stock di divise in giacenza per prima squadra e settore giovanile, la vedo difficile. secondo me l’accordo ponte lo potrebbe fare con una tra legea e givova (non hanno nulla da perdere visto che dovrebbero fornire materiale tecnico per un solo anno) e aumenterebbero il loro appeal (per chi compra le divise)

      • DY

        L’Hellas Verona sta vestendo Asics senza problemi…( http://www.soccerstyle24.it/2012/07/hellas-verona-2012-2013-con-tre-nuove-divise-asics/ ) 😀

        • Tony

          L’Asics veste ancora l’Hellas semplicemente perché’ e’ il contratto stupulato ad imporlo. Per quanto ne so, l’Asics non firma più’ contratti di fornitura tecnica in ambito calcistico.

        • Marcomanno

          ed è un peccato che questo contratto non venga rinnovato,vedendo queste maglie

    • Mario

      Calcola se ci fanno la maglia con quei colori mi incazzo come un picchio. Comunque per l’anno di transizione un’ipotesi non potrebbe essere maglie Nike fornite da un rivenditore? (tipo l’Everton se non erro o il Cesena con adidas)

      • SalCo

        stessa mia ipotesi, si “mantiene” il marchio anche se la fornitura non passa direttamente da nike ma per tramite di un rivenditore con maglie da catalogo.

  • Alberto

    Potrebbe essere il preludio al passaggio della Juventus ad un altro fornitore tecnico? L’Inter, lo so bene, ha un contratto a lunga scadenza con l’azienda americana. Se non sbaglio il contratto in essere è in scadenza. Tre top team nello stesso campionato mi sembrano troppi…

    • Alberto

      Scadenza relativamente vicina per la Juventus (giugno 2015).

      • DY

        Forse il legame Nike-Juventus poteva apparire in bilico negli anni post-Calciopoli, ma adesso – con la società ristrutturata e i risultati che sono tornati – sinceramente non credo che un rinnovo sia in discussione (ricordiamo poi che quel contratto venne firmato nel “lontano” 2003, dodici anni di durata)

        • Tony

          Difficile fare previsioni in questo ambito. Ovviamente la Nike potrebbe avere ogni interesse a prolungare il contratto per ovvie questioni di immagine e di vendite, ma alla fine sono i soldi a dominare. Chissà’, se la Roma passera’ a Nike, l’Adidas (o anche la Puma, tra poco orfana in Serie A per la quasi certa retrocessione del Palermo) potrebbe fare qualche bella offerta per i bianconeri per bilanciare un poco la situazione. Sponsorizzare tre squadre ‘big’ in Italia secondo me e’ uno spreco di soldi per la Nike.

        • DY

          #@Tony:

          Ragionando obiettivamente, l’Inter non pare vicina a ritornare a breve quella del Triplete… la Roma è una scommessa per il futuro, ha buoni giocatori in prospettiva, ma rimane una salto nel buio… dubito che la Nike si lasci sfuggire l’unica squadra italiana, la Juventus, che oggi appare solida e competitiva a 360°.
          ____

          Ragionando da tifoso, per quanto le realizzazioni Nike per la Juventus mi abbiano generalmente deluso (salvo poche cose: la maglia giallobù del 2004-05, la maglie del 2006-07, e forse le divise di quest’anno), se mi guardo in giro sono molto propenso a sperare in un rinnovo.
          Con Adidas, avremmo il rischio di ritrovarci le tre strisce in oro sulle maniche (io aborro! 😀 ); e fermo restando che la politica dell’azienda mi pare sia chiara, cioè un solo top team per Nazione (e qui c’è già il Milan).
          Mentre Puma (che di base non mi dispiacerebbe), credo purtroppo si limiterebbe a riproporre uno dei suoi (pochi) template già arcinoti.

    • Enricone
    • DY

      @Alberto, mi guardo bene dal far polemica, ma obiettivamente: dove lo vedi ‘sto terzo top team in Italia… considerando che al momento già uno dei due sta ‘traballando’ un po’.. 😀 .

      Al momento della Roma tutto si può dire, tranne che sia un top team. Forse in futuro, come vuole la proprietà americana… ma non oggi, non guardando alla storia del club.

      P.S. – Onde evitare di dare adito a confusione, insulti e quant’altro… 😀 …a mio avviso può essere definito come “top team” una squadra che nella sua storia, pur tra fisiologici cali, si è dimostrata ciclicamente vincente. Guardando alla storia della Roma, faccio fatica a farla rientrare in questa definizione.

    • Marcomanno

      non credo che ci sia un altro sponsor tecnico disposto a dare gli stessi soldi di nike alla juve…secondo me adidas,l’unico che potrebbe eguagliare l’offerta americana si sente già “coperto” in italia con il solo milan

    • claudio

      sinceramente non capisco nemmeno io perchè questo anno ponte

  • Enricone

    dire che sono felice è poco!!!! dajee Nike

  • sd

    ottima cosa, la maglia della roma ha un potenziale incredibile oltre ad essere una delle più belle, nike con i suoi mezzi potrà esaltare la classicità della maglia o osare di più come col barca (vedrei benissimo la stessa maglia con i colori giallorossi, oppure riciclare quella del galatasaray 🙂

  • Paolo

    C’è da dire che il contratto stipulatio è di 10 anni, roba da top team, i team mediocri come il Malaga concludono contratti per due/tre anni.
    Poi la Roma avrà risultati mediocri, ma all’estero è famosa al livello di Milan, Juve e Inter, ed ha un merchandsing assolutamente esteso, detto per esperienza personale nei paesi dove sono stato, ad esempio negli Emirati quando parlavano di calcio itlaiano nominavano Milan e Roma, in Canada lo stesso la Roma è famosissima.

    • GianGio87

      mah… citi milan e roma… e mi sa che non parlavano di calcio 😉

      • DY

        Ficcante! 😀

      • Paolo

        Ti dico che alla Carrefour di Dubai avevano le sciarpe di Chelsea, Barcellona, Real, Arsenal, una squadra loro che non so chi sia e la Roma.
        Ad Ottawa ho trovato in un negozietto la maglia tarocca della Roma (addirittura avevano tutte e tre le versioni), quelle tipiche nord americane, identiche all’originale anche nel tessuto ma senza lo sponsor tecnico, non quelle da bancarella italiane.

        • GianGio87

          Io quando vado in svizzera sento molto parlare di Reggina, sarà la reggina un top team? no, semplicemente posto che vai, culture che trovi, Roma, Milano, sono le città più importanti e popolose d’italia (ficchiamoci anche napoli per non discriminare) è normale che facciano eco. ma un conto è fare eco, un altro conto è avere riscontri tangibili a livello pubblicitario/marketing il che è ben diverso 🙂

  • Paolo

    Beh, guarda il lavoro di Nike con il PSG, città come Roma e Prigi hanno un appeal unico, è un marchio che se sfruttato ti porta un sacco di $$$$$$$.

    • GianGio87

      che commento pieno di spunti interessanti. da anni prima dell’avvento dei quatarioti che il psg è sponsorizzato da nike… ma non credere che prima pagasse molto nike al psg… si paga bene chi vince quindi chi crea appeal, non solo chi ha visibilità perché è di una città famosa

      • Hendry

        e allora perchè prima degli arabi la nike si è interessata al PSG?? il commento di Paolo ci sta…

        • Tony

          Questione interessante. Il PSG fu una delle primissime squadre (la prima?) ad essere sponsorizzata dalla Nike, credo piu’ di 20 anni fa. Credo che ci sia di piu’ di un semplice interesse economico in tale sponsorizzazione…

        • Paolo

          Nike e Borussia Dortmund furono le prime due ad essere sponsorizzate da Nike, quando spopolavano adidas e umbro, si parla dei primi anni 90, faceva strano vedere la Nike che faceva le maglie da calcio allora.

        • Paolo

          Ovviamente PSG e Borussia

      • Andy

        Io abito in Svizzera e della Reggina non se ne parla da quando stava in serie A

        • giangio87

          io in svizzera ho un mio cugino che ha un negozio di abbigliamento sportivo a zurigo, ogni anno quando scende va sempre a chiedere se ci sono possibilità di avere del materiale da vendere nel suo negozio, mi ricordo quando andò a cosenza per chiedere alla Onze11… risposero: “la svizzera non ci interessa”

  • Alessio

    Ragazzi, scusate, ma avete presente quanti turisti arrivano ogni anno a Roma? Io ci capito spesso per lavoro e vedo turisti di mezzo mondo con le buste dei vari RomaStore.
    Io credo che dal punto di vista del tornaconto economico, sponsorizzare la Roma sia più che redditizio.

    • Paolo

      Esatto, poi ocnsidera che alla stazione Termini ed a via del Corso (quindi posti trafficatissimi dai turisti) ci sono due Nike store, immaginali con la maglie della Roma in bella vista, attireranno gli appassionati come il miele gli orsi 🙂

  • ilnorge

    Boooom!

  • angelo_89

    avranno perso una causazza, nel senso che avranno raggiunto un accordo legale per cui kappa manterrà almeno l’anno prossimo la fornitura…ovviamente sono speculazioni campate in aria.poi boh, kappa per me fino al 2000 ha fatto le migliori maglie da calcio a livello estetico, ho quella del 96 della juve: la più bella e rappresentativa, per me, della juventus.

    • ste2479

      non credo proprio che la kappa fornirà materiale per il prossimo anno..
      c’e’ in mezzo una causa bella pesa…

  • Carlo

    L’appeal lo crea la squadra forte non c’è niente da fare… Comunque chissà se anche adidas ad esmpio investirà, oltre che sul milan, su altre squadre italiane per “bilanciare” il confronto con nike (che a questo punto ha tre delle prime cinque/sei squadre italiane per importanza)

    • Marcomanno

      con adidas vedrei bene fiorentina e napoli

  • Wario

    scusa @PASSIONEmaglie… una domanda, allora se vai all’estero si vede nei negozi nike lo scaffale con le squadre più importanti con logo grande sopra ” man utd, arsenal, inter, juve, barca,. anche sul sito alla voce club da qualsiasi paese vai appaiono solo queste… secondo te la roma può essere una di queste molto importanti oppure non apparirà come molte del resto. basta pensare che nemmeno il PSG appare nel sito… o meglio non in primo piano…

    • Carlo

      Non scherziamo. A quel livello o vinci avendo una grande squadra che ti permette di vendere maglie o hai alla spalle tifosi in tutto il mondo che comprano merchandising. Ad esempio credo venderanno più magliette dell’Everton che della roma.

    • Tony

      Secondo me la Roma sara trattata bene dalla Nike ed avra’ un posto di rilievo

      • Carlo

        Su quello sono daccordo anche io per via anche del contratto di 10 anni (bravi a farlo i dirigenti). Non è che produrranno roba di qualità scadente, è ovvio. Però la roma non è al livello dei team citati, tutti ancora in ballo in champions a parte l’inter.

        • Tony

          Ovvio non sara’ trattata come il Barcelona o il Manchester United, ma nemmeno come l’Everton che qualcuno ha citato

        • Faso

          Tony, in questo articolo è scritto che l’Everton non ha un contratto diretto con Nike, per questo motivo le maglie a priori non possono avere un trattamento esclusivo.
          http://www.soccerstyle24.it/contratti-sponsor-tecnici-squadre-calcio/

        • Carlo

          @Tony
          Dell’Everton l’ho scritto sempre io. Non parlavo dell’esclusività della maglia (perchè l’Everton mi pare abbia il contratto con kitbag e non direttamente con nike) ma di volumi di vendite che poi sono quelli che ti fanno fare i contratti se non sei un top team. Considera che a Roma (sono di Roma ma della Lazio) gira un sacco di falso e non parlo solo di maglie: è pieno di gente con tute della roma stile kappa ma evidentemente da mercato.
          Comunque rinnovo i complimenti alla dirigenza per il contratto, specie per la durata (attendendo le cifre).Bene o male una multinazionale ti consente anche una distribuzione worldwide maggiore che non fa mai male..

  • Faso

    Adesso saranno contenti i bimbominkia del “Nike, Adidas o morte” e i bancarellari romani che non vedono l’ora di vendere i pezzotti fuori dallo stadio.

  • Faso

    Quasi sicuramente ci sarà un trattamento da squadra di media fascia, come per esempio accade con Werder Brema o Atletico Madrid: prima maglia con magari un disegno apparentemente esclusivo (nel senso che prima o poi verrà rifilato a qualche nazionale asiatica o nel campionato cinese) ispirato alle cime del Terminillo, mentre seconda/terza e portieri da catalogo (non a caso le divise da trasferta di Werder ed Atletico sono praticamente uguali).

  • JONNY BRAVO

    Notizia storica. Io credo poco nella maglia autoprodotta.
    SO DA FONTI CERTE che le scelte per l’anno prossimo sono essenzialemente 2:

    1) Il poco tempo per allestire una stagione alle porte non spaventa la MACRON che già l’anno scorso ha fatto il colpaccio lazio, gestendo una situazione simile e in poco tempo è riuscita a confezionare delle divise semplici e belle.
    L’idea di avere entrambe le squadre della capitale, anche per una sola stagione, affascina molto la MACRON e si sta facendo sotto nell’ultimo tempo…visto che l’adidas si è tirata subito fuori da un contratto annuale.

    2)la proprietà americana starebbe valutando anche l’offerta di Under Armour. L’obiettivo comune di tutti gli americani in gioco (Azienda, squadra) sarebbe quello di far conoscere il marchio anche in Italia e puntare alle squadre in scadenza tra 2 anni! Anche se per un anno, farebbero un lavoro certosino reputandolo un investimento sul futuro.

    • DY

      Secondo me la scelta Macron non sarebbe fattibile a priori, vista la piazza romana… dopo quel “la prima squadra della capitale” sbandierato sulle maglie biancocelesti di quest’anno, la prox stagione finirebbero coi magazzini pieni di maglie giallorosse invendute 😀

      Invece Under Armour potrebbe essere realistica. A differenza di altri, non avrebbe nulla da perdere: di fatto è un marchio quasi sconosciuto in Italia, e anche se per un solo anno, potrebbe sfruttare la Roma per farsi conoscere sul mercato italiano (per poi eventualmente continuare la sua presenza con altre squadre dal 2015…)

      • JONNY BRAVO

        Esatto…vedo che hai colto.

        Riassumiamo le info che ho in mio possesso:

        La Macron spinge….la Roma cauta proprio per la questione Lazio.

        Under Armour e Roma hanno interessi comuni…L’azienda vuole farsi conoscere e la Roma vuole una linea curata per un anno (andrebbe bene anche la linea Tottenham.

        Vi posso anche dire Brand scartati per la poca qualità garantita anche per una stagione: parliamo di Legea, Lotto, Errea.

        Brand che si sono tirati indietro proprio perchè non accettano il contratto annuale: Adidas e Puma

        Outsider (Avrebbero pronte divise semplici e curate pronte per la Roma): Asics e Joma.

        • Carlo

          Oggi io ho sentito di asics e non mi sembra affatto male. Comunque non capisco perchè la stessa nike non opti per una maglia semplice (anche da catalogo)?? Ce ne sarà una rossa con i bordi gialli?!? Per quanto non possa essere apprezzata sempre meglio di veder il marchio roma abbinato ad un competitor… Nel caso estremo copri il marchio ma comunque non fai pubblicità a rivali

        • JONNY BRAVO

          La Nike non tratterà la Roma come una squadra di mezza classifica.
          RIFLETTETE SU ALCUNE INFO:

          – Proprio a dimostrazione della serietà del nuovo rapporto, la Nike non vuole improvvisare maglie per il primo anno ma imprimere una forte identità dal 2014;
          – Questo probabilmente lo si deve al fatto che servirà un altro anno per sbloccare e proporre un progetto serio per lo stadio….la nike vorrebbe vorrebbe dare il nome allo stadio: Nike Stadium. (cosa sfumata a Torino);
          – Si potrebbe anche leggere in quest’ottica il rinnovo del contratto di Totti al 2015: Il lancio della nuova maglia indossata dal Capitano (magari nella sua ultima stagione) con l’annuncio imminente del nuovo stadio farebbe fare il colpaccio alla Nike a livello d’immagine;
          – La Nike crede nel progetto Roma e non vuole rinegoziare contratti quando tra 3-4 anni la Roma sarà diventata molto competitiva. Il Risultato è il contratto più lungo dell’Azienda americana che non è secondo neanche a quello più longevo attualmente: Nazionale Australiana 2022;
          – Come noto a tutti, la Nike dopo aver preso i contratti più corposi (vedi ad esempio Naz.Inglese e Man.city) ha preso tutto ciò che si poteva prendere dalla linea Umbro per poi vendere l’azienda. La Roma non sarebbe seconda alle altre squadre nike in Italia per il semplice motivo che sarebbe la prima per “stile Umbro”. Juve e Inter continuerebbero per la loro strada con la Roma che intraprenderebbe più una strada simile alle nazionale francese e inglese…uno stile più elegante e classico;
          – Stile che si legherebbe a doppio filo con la Storia della città perchè la Nike considera Roma uno stupendo palcoscenico naturale per lanci di collezioni e maglie. Basta ricordare l’indimenticabile Spot Nike di Cantona.
          – la Roma avrà meno tifosi di Juve e Inter…ma il turismo della Capitale colma il Gap delle vendite.
          La lunghezza del contratto e la serietà del lavoro di preparazione indica solo una cosa: la Nike considera la Roma un Top Team.

        • Wario

          Jonny le tue riflessioni non fanno una piega… in tutto ciò mi chiedo, con tre squadre Nike in italia, l’Adidas resterà a guardare?? attualmente per risultati e considerando i recenti trascorsi in europa e con tutta probabilità anche nel prossimo anno, l’unica squadra che potrebbe interessare ad uno sponsor come adidas è napoli… anche in riferimento ai contatti tra il club partenopeo e lo sponsor tedesco… boh vedremo

        • giangio87

          ci sono un paio di inesattezze (alcune piccole storture)
          sulla questione dello “nike stadium” a roma come lo definisci tu. ancora non sono partiti tutte le verifiche e sbloccata la burocrazia per la questione stadio (e le elezioni del municipio di roma, a mio avviso svolgeranno una tappa fondamentale di accellerazione o rallentamento dei lavori). credo che Nike come qualsiasi azienda voglia prima vederci chiaro sulla questione stadio (come è giusto che sia) un secondo punto collegato al primo tuo punto cioè la questione nome dello stadio della Juventus. semplicemente sportfive (l’azienda che ha investito 75 milioni per la costruzione dello stadio) non ha trovato dei profili aziendali accettabili per il nome/sponsor dello stadio (con soldi che dovrebbe incassare solo sportfive se l’accordo è inferiore o pari a 6,5 milioni annui e soldi da dividere in caso di sponsorizzazione superiore a 6,5 milioni con però 6,5 milioni fissi per sportfive che ha finanziano buona parte della costruzione dello stadio e aree annesse) il contratto decennale tra as roma e nike non è quello che in base alla scadenza sarà il più lungo, ma è solo la durata media che in genere nike propone nei suo accordi commerciali (che ad esempio citando la juve, il contratto prevede anche la forte presenza di nike nelle soccer school e la gestione del marketing bianconero mediante una srl a proprietà mista tra nike e juventus). dopo ciò spero di non vedere pacchianate nelle maglie della roma

  • roberto

    SI SI SIII!!! MA VIENIII!

  • tot

    pensate se con le maglie autoprodotte vince lo scudetto 😀

    • jack15

      IMBARAZZANTE…

      • tot

        ma dai perché?
        quella maglia diventerebbe cult 🙂

      • passionemaglie.it

        Penso che in pochi (o nessuno) sarebbero imbarazzati nel vincere con una maglia non marchiata.

        Sarebbe anzi uno scudetto vintage! 🙂

        • Marcomanno

          c’è qualche esempio recente di club con maglie autoprodotte? ricordo lo standard liegi un paio d’anni fa…

        • jack15

          imbarazzante per kappa e nike, per chi è venuto appena prima e verrà appena dopo…

  • hangingjudge

    Se fossi tifoso della Roma sarei contento, soprattutto per via della discrezione del marchio sulle maglie, ma anche per l’importanza del marchio che alla fine in qualche modo influenza tutti (non solo superficiali e “bimbimi***a”) e per i buoni template che Nike ha recentemente prodotto per le maglie a “tinta unita”, ad esempio quello del Brasile starebbe molto bene se usato coi colori giusti.
    Sicuramente importanza della squadra ed esclusività non saranno al massimo, ma questo non sempre è sinonimo di rispetto della tradizione e design di qualità (vedi Barcellona)

  • jack15

    e vai, per la roma 10 anni di bottigliette riciclate!!!
    fortunelli….

  • Denis

    chi crede che la roma non sara’ trattata da top club si sbaglia di grosso non si firma un contratto decennale per ammollare materiale anonimo ma lo ha detto lo stesso vice presidente di nike europe la roma verra’ trattata al pari dei top club europei con materiale esclusivo per questo il contratto slitta di un anno e mezzo per la ricerca del prodotto piu’ innovativo sul mercato dunque aspettiamoci da nike un lavoro sontuoso e certosino al pari delle grandi potenze calcistiche…

  • Davide

    La roma a differenza dell’inter sarà “global parttner” come man utd e barcellona…con distribuzione in tutto il mondo…secondo me verra fatto un lavoro molto accurato

  • rudiger

    Qualche considerazione da romanista sui commenti letti.
    1) A me importa al 2% se la Roma verrá trattata da top club, e al 98% se avrá una bella maglia (cosa probabile). Le maglie “top club” di Juve, ManUtd e Barcellona non mi piacciono per niente, quelle da “seconda fascia” di Corinthians 2012 e Celtic 2012 invece molto.
    2) A me non imbarazzerebbe per niente, ma proprio per niente, se la Roma vincesse lo scudetto con una maglia autoprodotta. Neanche se fosse brutta, neanche se fosse una canottiera, neanche se fosse fatta di bottigliette riciclate tre volte, neanche se…
    3) Non mi pare provinciale rompere unilateralmente con kappa. L’ho considerato scorretto, ma oggettivamente è stata una decisione autoritaria, da club che sa quello che vuole e non si cura delle conseguenze, anche economiche. Infatti sui giornali ci sono considerazioni attribuite alla dirigenza che pensa di ripagarsi la penale (data quasi per scontata) con il rilancio delle vendite e dell’immagine internazionale. Provinciale sarebbe stato restare con uno sponsor indesiderato, per paura di pagare la penale. Ripeto: non l’ho approvata, ma è stata una rottura autoritaria.

    • tot

      d´accordissimo

    • Carlo

      Molto piú sensate le tue considerazioni che quelle di jonny bravo (altro romanista immagino). Il nike stadium, il rinnovo di totti, lo scudetto tra due anni: basta che ci credi tu jonny..
      Quello che non capisco è ció che in “trattamento da top team”: è chiaro che quando si investe in qualcosa si cerca di valorizzarlo, e per nike questo è attuabile facendo belle maglie ed una bella linea di capi di abbigliamento. Quello che intendo io è fhe etrando nel nike store di singapore troverai la maglia del barca, del city, della juve, dell’inter, dello utd, di francia e inghilterra, del celtic, del boca, del psg, del brasile, dell’olanda, dell’arsenal ecc. Quella della roma non so perchè in finale c’ho che conta sono i campion e le vittorie. Poi è chiaro che tutto puó essere, magari tra 10 anni il chievo è campione d’Europa…

    • Joey K.

      Ti do abbastanza ragione, tranne che sul presunto trattamento da club di “seconda fascia” per Corinthias e Celtic. Quelle squadre, nei rispettivi paesi (e il Celtic in tutta europa per ragioni di nome e prestigio) sono club di assoluta prima fascia!

      Vuoi un esempio di squadra di seconda fascia (peraltro immeritato)? Il Malaga, per quanto quest’anno siano riusciti a fare delle maglie non tremende.

      • rudiger

        No, guarda, siamo d’accordo anche sul tema “seconda fascia”. Ho citato corinthians e celtic solo perché sono le prime due squadre che mi sono venute in mente con maglie che mi piacciono e non figurano tra le squadre che gli altri definiscono di “prima fascia”. Per me prima fascia è quando ti fanno (o ti danno) belle maglie; seconda fascia è quando le maglie sono brutte o irrispettose di colori e tradizioni. Esclusive o no mi importa molto meno.
        Inoltre, ad onore di nike, il mettere un solo logo tecnico è già un bel passo avanti per la “prima fascia”; e nike riserva questo trattamento a tutte le maglie che produce.

    • jack15

      come specificato sopra sarebbe imbarazzante per kappa e nike, per chi è venuto appena prima e verrà appena dopo…

      • rudiger

        Ah, avevo frainteso. Penso che kappa, più che imbarazzata sarebbe inc… Nike tutto sommato si troverebbe subito a produrre una maglia scudettata da sfoggiare in champions’ league.
        Però a scrivere ‘ste cose dal settimo posto in classifica non mi ci trovo proprio bene. Parliamo di colletti, colori e font per ora; e rimandiamo il dibattito su top club, conquista dei mercati e dominio del mondo a tempi migliori.

  • ste2479

    “La Nike crede nel progetto Roma e non vuole rinegoziare contratti quando tra 3-4 anni la Roma sarà diventata molto competitiva”

    E questo chi può dirlo ??? E’ da due anni che avrebbe dovuto farlo (nelle intenzioni)….

    • nickfoto

      Credo che come squadre di seconda fascia vengano intese quelle con le divise da catalogo. Nella fattispecie citerei quelle da portiere di Celtic e Malaga, con i cerchi che partono dal cuore via via ingrandendosi.

      • nickfoto

        Scusate, il mio commento si riferisce a quello di Joey K!!! 🙂

  • ste2479

    cmq in prima pagina del corriere delle sport c’e’ scritto che l’accordo per 10 anni vale 100 milioni di euro..

    • Bart

      Beh se non è un trattamento da Top Team 10 milioni di euro all’anno per 10 anni, per fornire materiale tecnico ad una squadra che non vince in Europa da quando la competizione si chiamava ancora Coppa delle Fiere (Wikipedia Docet) quale sarebbe il trattamento da Top?
      Ha ragione chi dice che Nike sta investendo nella Roma perché crede nel progetto.

  • Cesc Lampo

    Wow che bombaaaaa!!! Ho letto tutti i commenti e mi piacciono molto alcune cose: la prima è la voglia da parte di Nike e As Roma di fare un lavoro mirato e di concentrarsi bene per il 2014 senza “sputtanarsi” facendo cose in fretta e male; la seconda è l’idea di Under Armour come possibile sponsor ad interim, credo che la loro strategia di investimento sia buona… l’idea della maglia autoprodotta mi incuriosisce, ma non credo sia possibile al giorno d’oggi… le quantità e i costi sono troppi, decisamente meglio affidarsi ad un’azienda che logicamente vorrebbe mettere il suo logo; terza ed ultima a questo punto seguendo il filone americano lancio un sasso: e Warrior??? maglia semplice semplice (sempre bella) stile Liverpool con la lupa sul petto a farla da padrone e trampolino per la grande ascesa di Nike… bah… staremo a vedere 🙂

  • raido

    Sono molto contento di questo salto di qualità, a dire la verità ero preoccupato per un possibile arrivo di Adidas, non ce la vedo la bella divisa della Roma ”sporcata” dalle tre strisce. Sono contento anche dell’espansione di Nike in Italia, sperando in un bel lavoro della società americana.

    • DY
      • raido

        OMMIODDIOO, mi ricordavo che Adidas avesse già vestito la Roma, ma questa ”cosa” qui non me la ricordavo proprio. 🙂 Le tre strisce così messe sono devastanti, peggio delle più celebri e discrete righe sulle maniche (che io detesto 🙂 )

        • DY

          Se ti ricordi bene, all’inizio degli anni ’90 era la norma… era il periodo in cui Adidas stava sostituendo le “canoniche” tre strisce sulle spalle in favore di queste maxi-strisce.

          I casi più famosi rimasero forse la Germania ad Euro ’92 ( http://blog.kitbag.com/wp-content/uploads/2012/06/John-Jensen-Euro-92-Croppedsmaller.jpg ) e il Marsiglia della Champions League ’93 ( http://img850.imageshack.us/img850/1475/r4b7.jpg )

        • raido

          Mi sembra strano che quella della Germania, non so perché, mi piacesse. Io odio quando lo sponsor tecnico applica loghi sulle spalle, fianchi, ecc… (ad esempio le italiane Lotto, Kappa, Legea, Errea e tutte le altre, Macron compresa). Le maglie Adidas mi piacerebbero molto di più senza le tre strisce, ad esempio odio la maglia di una delle mie squadre preferite, il Real Madrid, perché la sua divisa, da bianca che era, è diventata bianca – navy, oro, viola o qualsiasi altro colore che possa venire in mente alla marca tedesca. Ad esempio ho visto su todo sobre camisetas quella che probabilmente sarà la maglia del Real l’anno prossimo: Bianca con inserti arancioni e blu.
          Se così fosse: SPARATEMI! 🙂

        • DY

          Quella della Germania era forse l’unica maglia in cui le strisce erano “mascherate” coi colori della bandiera, quindi probabile che fosse la “meno peggio” e per questo piacesse 🙂 .

          In questo senso, “molto peggio” furono le maglie usate a Euro ’88 e Italia ’90, che oltre alle canoniche tre strisce sulle spalle, avevano anche le maxi-strisce che correvano lungo tutto il petto! ( http://img849.imageshack.us/img849/458/g6io.jpg )
          ____

          Per quanti riguarda invece le maglie 2013-14 del Real Madrid… ommioddio l’ho vista anche io, “teribbbile”!!! 😀 ( http://todosobrecamisetas.blogspot.it/2012/12/exclusiva-posible-camiseta-adidas-del.html ). Molto bella invece (se ovviamente fosse confermato) la away azzurra 😉 ( http://todosobrecamisetas.blogspot.it/2013/03/exclusiva-camisetas-suplente-adidas-del.html ).

        • sousa

          le 3 strisce messe in quel modo stavano benissimo secondo me in quelle maglie anni ’90!
          sulle divise di oggi però non le vedrei più bene..

  • Maver

    Non vedo l’ora di vedere la maglia away Viola, giallo fosforescente e beige!!!

    • nickfoto

      Viola, come il gelato preferito di James Pallotta, giallo fosforescente come il pennarello preferito del figlio del Pupone e beige, come le tende di casa De Rossi. Nike vergogna.

      • F093

        A nickfoto: il tuo sembra il mio stesso commento sulla maglia away del Portogallo (4 febbraio 2013 13:41).
        Ad ogni modo aspettiamo di vedere la maglia prima di giudicare.

        Stai sicuro che io sarò tra i primi a criticare ferocemente o a commuovermi dall’emozione per la nuova maglia giallorossa “swooshata”.

        Fidati, con la Roma io non scherzo. 🙂

        F093
        old style

        • nickfoto

          Giuro solennemente ed ammetto di essermi ispirato ad un commento letto tempo fa su queste pagine: da juventino puro sangue ma amante dei colori giallorossi (non chiedermi il perché della mia perversione per la “maggica”, so che è un controsenso), sarei il primo ad incazzarmi come una bestia per un cattivo risultato. Perché le potenzialità sono enormi.

          Ho una scarsa affezione a Nike per un solo motivo: tanti, troppi kit identici tra loro. Null’altro.

  • alessandro

    sinceramente speravo in Under Armour, un pò perchè mi piace il brand, e sopratutto per distinguersi dalle altre big

  • Swan

    Buon per la Roma, avrà delle maglie decenti, le prime dai tempi dell’ Adidas e di Claudio Caniggia.
    Penso che per la Nike sia un buon affare, la Roma non è un top team ma ha tifosi sparsi in varie parti del mondo, in più Roma è una città in cui ogni anno viene visitata da una miriade di turisti quindi prevedo un boom del merchandising del club giallorosso. Se poi Nike riuscirà ad apporre il proprio nome all’eventuale nuovo stadio avrà fatto un gran colpo. Sicuramente i soldi della Nike faranno comodo alla Roma ma da qui a diventare il più grande club al mondo, come dice Zanzi, ce ne passa. Magari ci sarà bisogno anche dello pseudo sceicco e di Michele Padovano.. Curioso di vedere come e da chi verranno prodotte le divise per il prossimo anno, temo soluzioni alla paesana ma spero di sbagliarmi.

  • Beard

    Ma scusatemi, la Roma avendo rotto con Kappa a ottobre, presupponendo che l’accordo con la Nike era già stato fatto, la Nike non riusciva a produrre le divise entro giugno (o, al limite, come a fatto Zeus con il Crotone) presentarle a campionato già iniziato? Boh.

  • gigios

    Ciao ragazzi,vi ritengo troppo intelligenti per non capire che sotto sotto è un accordo globale che comprende anche lo stadio.

  • matteo18

    non riesco a capire una cosa, dal punto di vista di nike: non converrebbe all’azienda americana proporre uno dei modelli semplici (ad esempio simile a quello del brasile, con maglia rossa e bordomanica arancioni) per la prossima stagione senza perdere un anno? tanto non mi pare che si sia contenuta nel proporre più volte lo stesso modello e essendoci poco tempo per proporne uno nuovo magari potrebbe essere comunque accettato.

    • Maver

      Insomma, un’operazione in stile campionato cinese…non credo sia ben accetto da parte dei tifosi giallorossi…sarebbe come considerare la Roma un Club di secondo piano.Credo che Nike (se volesse) potrebbe tranquillamente creare qualcosa di nuovo e in poco tempo. Non stiamo parlando del sarto sotto casa.

  • davide

    sono quasi piu contento che nike subentri l anno prossimo….perche nel frattempo si avrà una maglia senza sponsor,visto che anche wind è in scadenza…e credo che verranno fatti interagire i tifosi….magari l asics prestera i loro stabilimenti per produrre le maglie…comunque torno a ripetere…neanche il barcellona fece un contratto di 10 anni….e neanche l inter fa parte dei ” global partners” cosa di cui invece fara parte la Roma…ma bisogna sempre cercare di essere ” diversi” nei commenti! tipica usanza italiana!

    • ste2479

      l’inter nel 1998 il contratto lo fece di 11-12 anni….poi rinnovato fino al 2020
      Va bene l’entusiasmo che avete per la nuova maglia…ma cerchiamo di non esagerare facendo credere che alla nike importi più della roma che del barcellona o del manchester united…

    • DY

      Anche con la Juventus nel 2003 Nike stipulò un contratto di 12 anni (che scadrà per l’appunto nel 2015). L’accordo decennale è ormai una prassi per Nike nel calcio, almeno coi club più famosi a livello nazionale.

      Ragazzi, non è la maglia che fa di una squadra un “top club”! 😀 . Capisco l’entusiasmo per la nuova casacca giallorossa, ma il famoso “Progetto”, nonostante siano già passati due anni, è ancora tutto da vedere… l’accordo con Nike sarò sicuramente una buona base per la Roma del futuro, ma non è affatto sinonimo automatico di successo (se così fosse, il Palermo vestito Puma non sarebbe nell’attuale situazione di classifica… 😀 )

      • davide

        tu hai ragione,infatti nessuno ha fatto l addizione Roma+Nike=vittoria.
        Pero è un passo avanti decisivo,un accordo decennale che neanche con il barcellona era stato fatto….e questo credo che significhe che la Nike crede nella Roma.
        Non è un top team,sicuramente,ma è anche uno dei marchi meno sviluppati al mondo…stiamo parlando di Roma,ed infatti il contratto che è stao stipulato è quello di global partner,come juve barcellona e man utd,cosa che neanche l inter ha.
        Poi ovvio che i risultati accellerano qualsiasi tipo di marketing,ma la Roma non manco l ultima arrivata!

        • davide

          da due anni sta crescendo esponenzialmente il brand Roma,infatti sotto l aspetto tecnico a questa dirigenza si puo rimproverare piu di una cosa,ma sotto l aspetto commerciale veramente niente da dire….non ne hanno sbagliata una.
          Vedere tra un anno,la maglia della roma nei nike store negli U.S.A insomma almeno a me fara un certo effetto!

        • GianGio87

          crescerà il brand ma di risultati sportivi non vi è traccia, e neanche dei risultati economici..

  • marco

    in pochissimi hanno realmente letto il comunicato prestandoci attenzione, la Nike non sarà lo sponsor tecnico, ma farà tutto lo STORE della Roma anche del Casual e tempo libero, in stile Barcellona.

    • ste2479

      …la kappa lo faceva da anni.
      accappatoi, scarpe sneakers, felpe, tute, borse, sciarpe, guanti, calze, ecc ecc

      • marco

        a me non mi pare, vai a vedere nelle store della roma e dimmi nel casual se c’é qualcosa marchiato Kappa, é tutta roba unbranded

        • Carlo

          Esatto lo so pure io che sono della Lazio. Quella era una fissazione dei Sensi: produrre abbigliamente marchiato asr. Tra l’altro questo è il motivo che ha allontanato finora i grandi sponsor tecnici che giustamente, investendo, volevano produrre tutto loro.
          Lo sviluppo per la distribuzione sarà enorme tra roma store e nike store, non si potrà girare per la città 🙂

        • ste2479

          io su quel sito acquisto spessissimo.
          E ti posso assicurare di aver visto accappatoi, sneakers, polo, t-shirt in cotone, asciugamani, teli da mare, zaini e zainetti, tute e tutine da bimbo, palloni, ecc ecc
          ma dal momento della famosa causa hanno iniziato a svendere tutto anche al 70%. inoltre il link diretto per accedere ai prodotti della roma è sparito probabilmente per ripicca.
          adesso ci sono rimaste solo alcune t-shirt e le maglie da gara.

          tutto questo te lo posso assicurare…non lo scrivo mica perchè sono invidioso perchè la roma ha preso la nike…

    • GianGio87

      lo fa già per quasi tutti i suoi top team, Juventus e Inter incluse. anzi per la juventus è stata fondata una società ad HOC che si occupa del marketing bianconero divisa al 50% tra nike e juventus. non capisco perché questa corsa al sensazionalismo quando è un ovvietà.

  • ciguy

    http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2013/02/maglie-csl-2013-nike-595×373.jpg

    Cambiate i colori ad una (qualsiasi) di queste, ed ecco la maglietta dell’AS Roma.

    (Ovviamente è ironico e provocatorio…ma fino a un certo punto)

    • pongolein

      ahaha ci ho pensato subito anche io…bordo manica e colletto giallo e il resto rosso. Eccovi la nuova maglia!!! =P
      Cmq spero che in questo anno qualcosa cambi nelle linee guida nike, la roma può ben sperare visto che fare peggio di così è difficile!

  • stefano t

    @DY la roma ha sempre avuto una maglia con cui giocare è vero ma il problema è esploso durante la turnee in USA. la roma voleva delle maglie da vendere come merchandising e la kappa gli ha fatto avere a mala pena il materiale tecnico per la squadra per due settimane. a quel punto hanno deciso di rompere unilateralmente il contratto . rosella sensi come ultima cosa prima di andarsene aveva legato la roma con un contratto da 7 anni con la kappa … quel che si dice un regalino di addio. diciamo che la dirigenza non aspettava altro che un passo falso, che la kappa ha prontamente fatto perchè non può supportare un merchandising su scala mondiale come quello che vuole fare la roma

    • GianGio87

      la sensi fece rinnovare con Kappa perché servivano soldi certi (che portano spesso i contratti a lunga scadenza)

  • alexis

    Ho letto che la joma in 4-5 mesi abbia realizzato tutto il materiale tecnico per la fiorentina… ma visto che la joma a confronto con nike e un marchio regionale… la nike non farà in tempo perchè deve realizzare più di 1000 divise per i mondiali in brasile visto che ci sarà una maggioranza di nazioni che vestono Nike al mondiale…. io credo che per “arrangiare” ci sarà asics poi il 2014 ne vedrete di belle firmate Nike… gia sogno la maglia simile al Galatasaray con la stilizzatura giallorossa anche la seconda maglia sara stupenda…. forza romaaaaaaaaa non ne potevo più di Kappao

    • GianGio87

      asics non fa accordi nuovi, continua con quelli vecchi solo per il semplice motivo che è vincolata dai contratti, ma di nuovi non ne firma neanche annuali (ha dismesso il settore calcio, fa solo gli scarpini da calcio, ma non più tenute da gioco o connessi)

  • Wario

    se nike avesse voluto trattare la Roma come club di seconda fascia avrebbe ARRONZATO delle divise da catalogo per l’anno prossimo, invece il voler iniziare con calma vuol dire solo una cosa: che la nike ritiene la roma un TOP CLUB!

  • Carlo

    L’Inter quanto prende da nike?
    Comunque sentivo oggi le cifre del contratto troncato con kappa ed arrivavano oltre gli 8 milioni l’anno. A questo punto penso che sia veritiera la cifra di 10 milioni anche perchè immagino ci sarà una penale da pagare quindi serve un po’ di margine. Complimenti al marketing della roma, veramnete un grande accordo.
    Cmq il problema dei tempi non riguarda la produzione delle maglie per squadra e giovanili, ma quelle destinate alla vendita al pubblico. Evidentemente ritengono più conveniente saltare un anno che mettere il materiale sul mercato magari a dicembre. Non mi trovano daccordo ma tant’è.

    • ste2479

      secondo me sui 10-11 milioni l’anno..

    • GianGio87

      l’inter prende con il rinnovo quasi 19 milioni di euro annui

  • F093

    Ho un’idea per Passione Maglie: perchè non sfruttare l’anno 2013/14 senza sponsor per far sentire alla Roma i nostri desideri riguardo la maglia ideale (magari tramite sondaggio sui colori da adottare, modello, stemmi da inserie)??

    Magari potrebbe essere l’anno buono che vengano tenuti in considerazione i nostri desiderata senza subire le logiche e pressioni di sponsor ufficiali.

    Inoltre potrebbe essere anche di spunto e base di partenza per il fatidico anno 2014/15 targato Nike “decido io-faccio tutto io-so solo io cos’è il merchandaising e le tendenze del prossimo millennio”!! 🙂

    chiedo troppo??? 🙂
    F093
    old style

    • passionemaglie.it

      Ti sei perso il contest MyRoma?
      http://www.soccerstyle24.it/2012/12/myroma-la-maglia-giallorossa-colori-ufficiali-comune-di-roma/

      FDV è super attivo e coinvolto in tal senso. Presto ci sarà un nuovo articolo con gli aggiornamenti del contest.

      • F093

        Hai ragione, nella mia mente ero talmente su di giri per la notizia che avevo sovrascritto la notizia della Nike sopra il file MyRoma!! Mi scuso per l’errore.
        Per punizione mi rileggo tutto l’articolo (commenti inclusi) 🙂
        F093

  • cris

    Speriamo che tra un anno il centro stile Nike ritrovi un minimo di ispirazione. Stanno producendo belle maglie ma tutte tremendamente uguali…

  • LORENZO70

    rispondo a Tony (13 marzo) e Paolo (14 marzo): ricordo la squadra belga del beveren in uefa contro il toro nell’86-87 e una mezza dozzina di squadre greche qualche anno prima, ad esempio il panionios e se non ricordo male l’ofi creta contro l’atalanta in coppa coppe. qualche anno dopo, non so se prima o dopo il psg anche il monaco’ di hateley.
    strano a dirsi per la nike: si stava affacciando timidamente e con un basso profilo.

  • marco

    contratto che verra’ spazzato via dalle aule dei tribunali.

    cmq non capisco perche’ la nike venga vista con tanta simpatia. hanno fatto certi scempi qui a barcelona…il cattivo gusto americano non ha limiti.

    • homer

      ma cosa dici? nella peggiore delle ipotesi la Roma pagherà la penale alla Kappa, cmq la nike negli ultimi anni ha sfornato ottimi modelli..poi i gusti sono gusti per carità

    • Carlo

      Vuoi mettere?!? Nike fa figo. Purtroppo penso che per molti (certamente non chi segue pm) questa sia la determinante…

    • marco

      sesso nickname idee diverse, per fortuna LoL

  • ste2479

    quoto marco..
    la maglia da trasferta color fanta/fanta orange di quest’anno ne è l’esempio…

    • ste2479

      per non parlare di quella rossa dell’inter..o quella nero-viola dell’arsenal..

      • vincent

        quella rossa l’ha voluta la dirigenza per avvicinarsi al mercato cinese, sicuramente non è ” colpa ” della nike che l’avrebbe fatta volentieri bianca o ( per cambiare un po’ ) gialla… e in ogni caso c’è di peggio ( vedi quella dell’arsenal di cui parli ) 😉

    • DY

      La maglia away “Fantaranciata” ( 😀 ) del Barcellona di quest’anno è una casacca che “spiazza”, ma ha un pregio che tante altre seconde maglie oggi non hanno (e che dovrebbe essere la *base” delle maglie away), cioè “staccare” fortemente e cromaticamente con la prima divisa. Che poi piaccia o no, son gusti (a me sinceramente non dispiace, la preferisco ad es. alla divisa “evidenziatore” di qualche stagione fa)

      La maglia rossa dell’Inter, è un segreto di Pulcinella che sia stata “suggerita” da Moratti per ingraziarsi i soci cinesi… i designer americani qui c’entrano ben poco. Se poi guardiamo le vendite, i tifosi sembra abbiano gradito, visto che “straccia” la maglia nerazzurra 70%/30%.

  • miguel

    letto da: http://www.asromalive.it/2013/03/roma-vulpis-forse-laccordo-con-nike-prevede-lallontanamento-di-de-rossi-che-ha-adidas/

    “Intanto l’anno prossimo la Roma dovrebbe produrre da sola il merchandising. Scelta conveniente?
    Ormai è andata così, un top club normalmente dovrebbe avere una sua continuità: chiudendo con Kappa normalmente doveva essere già pronta Nike, ma di fatto non era pronta per l’operazione e quindi, al di là degli incontri avuti sia con Nike che con Adidas, si sono trovati ad avere un anno buio, in cui nessuno si sarebbe legato al club e a quel punto hanno comprato materiale dall’Asics. Abbiamo valorizzato come Insideroma.com l’operazione attorno ai 500mila euro, dopo vedremo quanto vale concretamente l’operazione Nike, per ora non annunciata.”

    • Wario

      secondo me la cosa di de rossi che va via perchè è adidas è una cavolata allucinante e non so come facciano certi giornalisti a scrivere certe cose… allora Del Piero adidas e juve nike? o ronaldo nike e real adidas?? o ancora MESSI adidas e barcellona nike??? ma dai su!!!

  • Marco

    Contratto ponte maglie fatte da Legea , informazione sicura

    • Wario

      allora speriamo senza logo. che tristezza legggea!!

    • squaccio

      Se fosse vero, sarebbe strano per un romanista avere la kappa, passare alla legea ma sapendo che sta arrivando la nike…

    • MARCOPANTERONE

      dicembre 2012 fine del mondo , informazione sicura

  • Wario

    STEMMA con colori proposti da myRoma http://img6.imageshack.us/img6/6231/jjjwz.jpg

  • rudiger

    Io vado controtendenza: mi piace la soluzione ponte, per vari motivi.
    1 avremo una maglia che piú esclusiva non si può. per tanti su questo sito è un valore aggiunto
    2 chi la fará non dovrá, ne potrá, copiare o usare template di altri
    3 non avrá loghi invadenti (forse addirittura nessuno), un tuffo temporaneo nel passato
    4 nike, con un anno in più ci dará sicuramente modelli nuovi, del 2014, finora mai visti
    5 la maglia ponte, poiché unica, sará ambita da molti più collezionisti internazionali, con probabile aumento delle vendite e proventi interamente, credo, alla Roma
    6 se sará brutta avremo la matematica certezza di non vederla più l’anno dopo
    7 sará una delle ultime maglie di Totti. Tu, che la stai preparando, tienine conto!

    • NagasH

      Punto 7. Ti stringo la mano virtualmente.

  • Rampi79

    Ho letto il messaggio di Alessio e non ho potuto resistere: anche io sono un vostro assiduo lettore da almeno un biennio ma non ho mai avuto occasione di scrivere un commento…Direi che è giunto il momento! 🙂
    Cmq complimenti per il sito, avanti così!

    • passionemaglie.it

      Grazie anche a te, spero non dovremo attendere altri due anni per un altro commento 😀 😉

      • Alessio

        Quanti meriti ho!!!

        A parte gli scherzi, allora sarà Asics a produrre le maglie?

      • passionemaglie.it

        Sì, a meno di smentite questa è la voce che circola a Roma come sicura.

        • Rampi79

          Io invece avrei una domanda da porvi. Nella settimana precedente alla gara interna col Pescara all’Atalanta store c’era un’offertissima: con 35€ ti portavi a casa maglia+pantaloncini ufficiali di questa stagione.
          Questa superofferta così super è forse da considerarsi il probabile addio della Erreà a Bergamo? Il contratto con Erreà scade a Giugno…qualcuno ha qualche anticipazione su quale sarà lo sponsor tecnico dell’Atalanta l’anno prossimo?

  • gabbibbo71

    Le radio capitoline danno la maglia 2013-2014 per prodotta da un sotto-marchio dell’ASICS, senza logo visibile.

    • GianGio87

      Le radio capitoline spesso sparlano e gettano spunti senza riscontro. asics non produce più materiale tecnico per il calcio (salvo le scarpe) e non ha “sottomarche” che si occupano di calcio, al massimo può essere qualche stabilimento che non avendo più il contratto per fare maglie da calcio a marchio asics le fa senza marchio.

      • Carlo

        Quindi la maglia all’Hellas chi gliela fa?!?

        • GianGio87

          Asics con l’hellas verona e lecce ha un contratto stipulato da tempo prima che i vertici nipponici dismettessero il segmento abbigliamento calcistico

        • Carlo

          @giangio
          Appunto, comunque le producono. Qui non si parla di maglie particolari, saranno maglia rosse con i bordi gialli, non credo sia complesso…
          Poi mi sembra che alcuni club della jleague abiano come sponsor asics…

    • gabbibbo71
  • rudiger

    Un’altra grande curiosità è che cosa scriverà PM (nello spazio di 1 riga) sulla tabella dei contratti tecnici alla voce as Roma; e soprattutto quando (c’è ancora scritto kappa).

    • Stavrogin

      Ahahah

  • Roberto

    … speriamo non facciano altro orrori come con la Francia

  • Luigi TR

    povera Roma con la nike…le divise della Kappa (e anche tutto l’abbigliamento sportivo allenamento/tempo libero) sono tra le più belle per materiali e sobrietà

  • antonio

    A luigi, come No?? grande qualità kappa…ho comprato tutte le maglie dell’as roma dal 2000-2001 perchè sono un collezionista:ebbene tutte quelle che ho comprato bianche oggi sono praticamente grigie,mentre quella di quest’anno rossa mi ha stinto per 3 lavaggi consecutivi rovinandomi tutti i pantaloncini!!! scandalosi
    a proposito delle tute:vogliamo parlare di quanto costano le tute Kappa? uno sproposito!!! ed in più è ridicolo che quest’anno kappa abbia mantenuto tutto l’abbigliamento sportivo (al di fuori delle divise da gara) dell’anno scorso…un vero scandalo!!!!
    Per di più a livello di distribuzione globale non stiamo nemmen oa paragonare i 2 brand…e per un marchio come as roma che sta in espansione non è certo un aspetto secondario
    Francamente non capisco come si possa preferire kappa a nike…posso capire adidas…la differenza tra nike e kappa è la differenza che c’è tra hollywood e l’ormai scomparsa industria cinematografica di Cinecittà!!!
    bha,rimango interdetto

    • Alessio

      Antonio, mi spiace che i capi si scoloriscano. Effettivamente si tratta di una cosa grave.

  • stafeek

    grande qualità kappa ???? si come no…

  • rudiger

    Non per rinfocolare la polemica sul “top club”, definizione che non mi interessa, ma a me quel “giants” sul sito internazionale di Nike fa moooolto piacere: “Italian giants AS Roma to partner with Nike Football from start of 2014-15 season.”

  • Francesco

    Un saluto a tutti in particolare a passionemaglie! Sito stupendo! Vi seguo da molto ma proprio ora voglio lasciare il mio primo commento guarda caso su questa notizia che riguarda la mia Roma! Super felice dell’accordo con NIKE,ci siamo assicurati il meglio! non vedo l’ora che arrivi il campionato 2014 proprio per vedere come si svilupperà quest’accordo!!! ForzaRoma!!!!! Avanti cosi! 🙂

  • antonio

    appena confermato da SKYsport che l’accordo sipulato dalla Roma con il colosso NIKE garantirà al club della capitale un introito in 10 anni di 100.000.000 € !!! Se non è questo un trattamento da top club !!!
    Inoltre vorrei spiegare questo: la Nike stipula 2 tipi di accordo (smart o Full)….ebbene la Roma ha concluso un accordo Full (come hanno Barcellona,Manchester UTD,Psg,Juventus)
    Credo che con questo io abbia risposto a tutti quelli che dicevano che la nike non avrebbe mai trattato la ASRoma come un top club
    Non voglio rinfocolare la polemica se la Roma sia o non sia un Top Club…sicuramente ,però, Nike la tratta come tale!!!

    • DY

      Brava la AS Roma ad aver ‘scucito’ a Nike un contratto del genere, ma come ho già detto in altri commenti, non è certo una sponsorizzazione che fa di una squadra un ‘top club’: per quello servono le vittorie, sul campo.

      Premesso che la solidità economica dovrebbe essere alla base di qualsiasi società calcistica… credo che un tifoso (e sto parlando in generale) se ne faccia ben poco di una squadra che fattura utili, ma che poi non riesce a lottare al vertice.

      • Antonio

        Bè, il tuo verbo ” scucito” per quanto tra virgolette sottintendeva come se la Roma avesse ” rubacchiato” questo contratto… E me lo confermi quando dici che questo contratto è dato dai buoni uffici di americani e Banca.. Non sono d’accordo: se fosse come dici te nikeavrebbe stipulato un semplice contratto ( quello Smart e non Full) come , credo , ad es. abbia l’Atl Madrid ma soprattutto non avrebbe corrisposto 10.000.000 € all’anno se non avesse l’idea di avere un ritorno..
        Non è che in Nike siano dei benefattori con tutto il rispetto!!

  • Antonio

    Caro Dy, non capisco questo tuo astio ,non so se per la Roma ( se non sei della Roma) o della proprietà americana…ho premesso nel mio discorso che non intendevo riattizzare la polemica sul discorso se la Roma sia un Top Club o meno..ho voluto dire però, con i fatti, che la Nike l’ha trattata in quanto tale!!
    Tu invece la polemica l’hai voluta cavalcare di nuovo e rivitalizzare!!
    In merito al tuo dire , piuttosto banale consentimelo, che ai tifosi interessa solo la vittoria ( ma va? Ma dai? Non lo sapevo).. Ti domando questo: la vittoria è data dalla forza politica e economica di un club; ebbene i soldi chi te li dà se non le sponsorizzazioni ( visto che non esistono più i Berlusconi,i Moratti o gli Agnelli.. Solo gli emiri mettono soldi loro) o gli introiti derivanti dallo Stadio di proprietà?non ti domandi come mai Nike garantisca quasi gli stessi soldi che elargisce a Juve e Inter ? Forse perchè vede una società in crescita? Una squadra che tra pochi anni avrà uno stadio nuovo? Una società in via di espansione come testimoniano gli accordi con Disney, wolkswagen e royal carrebyan..
    Le vittorie nascono proprio da una società sempre pronta a muoversi in senso evolutivo e verticale.. Mai orizzontale e piatta!!
    Sponsor cosi forti non li porti se dietro non c’è un progetto forte.. Le vittorie, non sonmassesi curare,ma l’alta competitività assolutamente si!!!

    • DY

      Sinceramente non so come risponderti… non so dove hai letto questo mio presunto “astio”, ho solo espresso la mia opinione circa l’attuale situazione dell’AS Roma, e mi pare di averlo fatto senza aver offeso né denigrato alcunché 🙂 . Ho già scritto in commenti precedenti qual è per me la definizione di ‘top club’, e non sto qui a ripeterla.

      L’attuale proprietà dell’AS Roma si sta muovendo assolutamente bene per i progetti futuri (era onestamente difficile fare peggio dell’ultimo periodo-Sensi), ma ancora non ha dimostrato nulla. La mia “banale” (consentimelo 😀 ) opinione su tutta la faccenda, è che la ricca sponsorizzazione decennale con Nike sia frutto, da una parte, dei buoni uffici dei soci americani con l’azienda dell’Oregon, e dall’altra (soprattutto) nel fatto che – de facto! – a reggere i fili della società ci sia ancora Unicredit, uno dei più grandi gruppi bancari europei, cosa che “garantisce” quantomeno una certa stabilità economica (non sarà gli Agnelli, i Berlusconi, i Moratti, ma per la società capitolina è un bel paracadute! 😉 ).

      In generale, il mio discorso era riferito ai tanti comemnti postati da tifosi giallorossi in questa pagina, che a maggioranza parlano già di Scudetto… dal mio “banale” punto di vista, torno a ripetere che un grande sponsor non fa automaticamente una grande squadra.

      Tutto questo, senza offesa per nessun tifoso della Sud 😉

  • Antonio

    Ho scritto male l’ultima frase.. Volevo scrivere: le vittorie, nessuno te le può assicurare, ma l’alta competitività assolutamente si!!

  • Antonio

    Concludo con un daje Roma!!

  • jojo

    da tifoso juventino, sono molto contento per la Roma, sia per la scelta che definirei ottima, visto che i marchi americani erano diversi, sia perchè vedremo un’altra squadra italiana con Nike. Ora però sono curioso di vedere i risultati.

  • Marcello

    Secondo me la Roma è un top team dal punto di visita commerciale: ha molti tifosi, ha molti turisti, ha molti immigrati all’estero…di certo Nike avrà il suo rientro economico.
    Se riuscisse ha trovare una giusta via di mezzo fra tradizione e rivoluzione può venire fuori anche una bella maglia…oppure ci troveremo con una maglia pitonata amaranto e lime…

  • cisky

    Certoche questa situazione della maglia ponte per l’anno prossimo sarebbe, a mio avviso, qualcosa di davvero inusuale, almeno per ultimi vent’anni. Ma c’è qualche precedente?

  • LM

    Ottimo. Dico che la Nike, vista la semplicità della maglia della Roma, difficilmente potrà fare porcherie. L’unico timore è che le rifili template esageratamente semplici o usati, perdendo così l'”unicità” della maglia.

  • antonio

    LM, il rischio di template usati è l’ultima cosa di cui devi preoccuparti…la garanzia è data dal fatto che il contratto partirà tra 1anno;cosa voglio dire con questo? se Nike avesse l’idea di bistrattare la Roma avrebbero chiuso un accordo già per il 2013-2014 proponendo una maglietta da catalogo…invece hanno voluto prendersi un anno in più proprio per prepararsi in grande!!!

  • Lucas

    mi ricordo che non erano solo il PSG, il Borussia, Il Monaco, il Beveren il Panionios e L’OFI Creta le prime ad usare Nike. Anche l’Alianza Lima nel 1987
    http://www.oldfootballshirts.com/en/teams/a/alianza-lima/old-alianza-lima-football-shirt-s27008.html

  • manu/=\

    Manca solo l’ufficialitá ma dalla stagione 2013-2014 Nike vestirà L’ Hellas Verona per 4 anni

  • Pingback: Seconda maglia Roma 2013-2014 bianca con colletto a polo giallorosso()

  • Pingback: Nike e Inter rinnovano la sponsorizzazione per oltre 10 anni()