SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Lo stadio Olimpico e i Macron Store di Roma e Shanghai hanno fatto da cornice per la presentazione della nuove maglie della Lazio 2015-2016.

Dopo tre stagioni caratterizzate da modelli classici o legati alla tradizione, Macron adotta una soluzione più innovativa con un gioco di sfumature e un look che guarda al futuro.

Presentazione maglie Lazio 2015-2016

PRIMA MAGLIA LAZIO 2015-2016

Il colore di base è ovviamente il celeste, mentre il bianco oltre alla citata sfumatura gira intorno al colletto e colora uno spicchio delle maniche. La sfumatura è composta da una serie di esagoni che scompaiono poco sotto il petto.

Originale la linguetta in mesh applicata al centro del colletto a girocollo, all’interno del quale troviamo in evidenza “Noi l’Amiamo e Per Lei Combattiamo”, il grido di battaglia dei tifosi biancocelesti.

Maglia Lazio 2015-2016 casa

Stemma ricamato divisa Lazio 2015-16 Etichetta colletto "Noi l'amiamo e per lei combattiamo" Ricamo SS Lazio retro colletto

Sul retro, oltre ai nomi e ai numeri, compare il ricamo “S.S. Lazio”.

La nuova maglia della Lazio ha una vestibilità slim, un tessuto con tecnologia MPerformanceSystem e sui lati è arricchita da inserti traspiranti in micromesh. I pantaloncini sono bianchi con una riga celeste sui lati, i calzettoni presentano la medesima fantasia con in più il risvolto celeste.

Linguetta mesh colletto Lazio

L’esordio della nuova maglia 2015-2016 è avvenuto nella finale di Coppa Italia contro la Juventus, per l’occasione c’era anche un ricamo celebrativo sotto il marchio Macron.

Ricamo celebrativo Lazio finale Coppa Italia 2014-2015

SECONDA MAGLIA LAZIO 2015-2016

Presentazione in terra cinese, precisamente in un Macron Store di Shanghai, per la divisa away che ripropone le caratteristiche della maglia bandiera tanto amata dai tifosi in una versione rivisitata.

Il colore principale è il nero, mentre l’aquila stampata sul petto, nonchè tutti gli altri dettagli, riprendono il tipico celeste Lazio creando un effetto bicromatico di forte impatto.

Seconda maglia Lazio 2015-2016

Dettaglio colletto interno Lazio away Ricamo retro colletto Lazio away 2015-16 L'aquila stampata sul petto, seconda maglia Lazio

All’interno del colletto – a polo con scollatura a ‘V’ – è stampata la frase “Noi l’amiamo e per lei combattiamo”. Sul retro invece è presente il ricamo “SS Lazio 1900”. Il nero-celeste prosegue anche sui pantaloncini e sui calzettoni.

Nel corso della presentazione a Shanghai i calciatori Parolo, Felipe Anderson, Cataldi, Lulic e Candreva hanno partecipato ad una sessione di autografi con i tanti tifosi cinesi accorsi in massa all’evento. I ragazzi di Pioli torneranno nel Macron Store di Shanghai il 6 agosto per un nuovo incontro con i fan, prima di terminare la trasferta cinese l’8 per la partita di Supercoppa Italiana contro la Juventus.

Pantaloncini calzettoni kit Lazio away neri 2015-16

TERZA MAGLIA LAZIO 2015-2016

È stata svelata in occasione dell’apertura di un Macron Store a Roma, in un evento live che ha visto la partecipazione di mister Pioli, Marchetti, Keita, Gentiletti, Djordjevic, Guerrieri e il nuovo acquisto Hoedt. Durante la conferenza stampa hanno preso la parola anche Gianluca Pavanello, amministratore delegato di Macron, e Marco Canigiani, responsabile marketing della Lazio.

Presentazione Lazio third 2015-16 - Macron Store

Marco Canigiani: “Questa sera siamo ospiti di questa nuova avventura che vede la Macron protagonista sulla città di Roma. La Lazio ha dato un grande impulso alla Macron per investire nella capitale, e nella Lazio ovviamente. La prima maglia per la prossima stagione l’avete già vista durante la finale di Coppa Italia a Roma, la seconda la vedrete per la Supercoppa a Shangai”.

“Grazie per essere venuti qui, come diceva Marco Canigiani, questa sera inauguriamo il nostro primo store, questa è un’apertura particolare – continua Gianluca Pavanello-. Presenteremo la maglia Home e la maglia Third e tutti gli articoli per la prossima stagione 2015-2016. Come Macron facciamo una produzione unica, una parte va alla squadra e una al mercato, quindi quelle che trovate nei negozi sono le stesse maglie indossate dai giocatori durante le partite”.

Terza maglia Lazio 2015-2016 Macron

Lingua in mesh, particolare colletto Lazio Lazio third, fori traspiranti Ricamo SS Lazio retro collo third

La maglia – bianca con inserti blu e celeste – ricalca in pieno la versione home con la linguetta del colletto a girocollo e la fantasia sfumata ad esagoni che scende dalle spalle.

“È un piacere essere qui insieme a voi, soprattutto in una serata così importante – conclude Stefano Pioli – “l’anno scorso la maglia ha segnato momenti entusiasmanti e felici, e ci auguriamo possa farlo anche quest’anno”.

MAGLIA EUROPA LEAGUE LAZIO 2015-2016

L’avventura europea dei ragazzi di Pioli è accompagnata da una speciale maglia away che coniuga la tradizione del club biancoceleste con le novità stilistiche di Macron. Un elegante abito da sera per le notti di gala in Europa League, la maglia è infatti antracite nella sezione superiore con l’aquila stilizzata in nero sul petto.

Maglia Lazio away Europa League 2015-2016

Stemma Lazio maglia Europa League Interno colletto Lazio Europa League 2015-16 Lazio maglia Euro 2015-16, retro collo

Il colletto – a polo con scollo a ‘V’ – è anch’esso nero, così come la parte inferiore. L’impatto monocromatico investe anche lo stemma ricamato sul cuore con un contorno bianco. Non manca un tocco di celeste dato dall’applicazione di nomi e numeri.

MAGLIE PORTIERE LAZIO 2015-2016

Novità anche per i portieri che vestono di rosso e di verde. Le maglie presentano un colletto a ‘V’ sottolineato da un profilo più scuro e la grafica a esagoni che questa volta parte dal basso. In Europa League spazio invece al completo grigio con dettagli neri e l’aquila stilizzata tono su tono.

Maglie da portiere Lazio 2015-2016

Come giudicate le novità di Macron per la Lazio formato 2015-2016?

  • Edoardo

    mamma mia…ho sperato fino all’ultimo che le indiscrezioni sul web fossero infondate.

    la sfumatura non la condivido proprio
    Senza di quella forse, FORSE sarebbe stata accettabile.

    Grande passo indietro della macron

    • iac88

      Anche io!! E la cosa brutta è che ci sarà anche la versione bianca purtroppo…

      • luca

        peggio che mai

    • andrea

      inguardabile sembra un pigiamino, ma chi è che approva ste maglie?

  • Stono2746

    BELLISSIMA MAGLIA REALIZZATA DA MACRON!!!! Ragazzi si parla dell’azienda bolognese come nuovo sponsor tecnico del Calcio Catania, qualcuno ha notizie in merito? Domanda rivolta sia alla strepitosa redazione che agli utenti. 🙂

  • claudio

    decisamente un passo indietro…bruttina.
    Sembra più una maglia per l’allenamento

    • davide

      concordo! per gli allenamenti va benissimo

  • Jimmy

    Bruttina direi… Poi quegli esagoni che verso l’alto formano delle stelle di David, insomma maglia inspiegabile…

    • KingLC

      Seriamente?

  • http://www.studiotaag.com Angus

    Non mi entusiasma, ma riconosco una certa ricerca nel proporre novità senza stravolgere la tradizione. Chiaro che la ‘maglia bandiera’ è qualcosa di unico, ma nel momento in cui si sceglie di lasciarla solo per certe circostanze, e si torna al celeste, bisogna analizzare la maglia in base a questo, e credo che Macron si confermi come un brand di alto livello e soprattutto in netta crescita.

  • Maurizio

    Io non la vedo poi così brutta (aspetto di vederla con numeri e nomi stampati) anche se avrei preferito di gran lunga quella con l’aquila stilizzata usata in casa quest’anno.

    voto: 8

  • Antonio

    Per me le sfumature sono sempre state inerenti alle maglie da bancarella… e effettivamente questa mi pare più da bancarella, con tutto il rispetto. Molto meglio la maglia con l’aquila…

  • Giovanni

    Mi sembra il meno riuscito dei lavori Macron dedicati alla Lazio e ad ogni modo non l’avrei fatta debuttare nella finale. Troppe maglie in una sola stagione!

  • Luigi

    Bellissima! Come sempre macron fa ottimi lavori……altro che le patacche di adidas o Nike

  • Baracca

    A malincuore, non mi piace per niente. Storicamente, a parte la bianca del centenario e la maglia bandiera, ogni volta che ci si allontana dalla tradizione per la Lazio si fa un azzardo. Alcuni, come gli esempi citati e anche la prima Puma con le bande nere, ben riusciti. Altri, come il celeste-grigio delle più recenti Puma, decisamente no. Questa fa parte dei no. Tra l’altro la sfumatura è invece azzeccata su quella dei portieri (colore a parte), nella parte bassa della maglia, e avrei preferito questa soluzione anche sulla home.
    Indiscrezioni sul web vogliono la away come negativo di questa, e devo dire che una versione bianca mi intrigherebbe di più. Per la home secondo me la Macron ha raggiunto la perfezione nella stagione 2012-13 e ci si è avvicinata di nuovo con la 2014.

    • iac88

      D’accordo su tutto, come azzardo secondo me riuscito metterei anche quella per i 110 anni del 2010 che si rifaceva a quella utilizzata negli anni 70.

  • Adamel

    Che orrore, non c’è una parte decente…
    Peccato, Macron stava facendo enormi passi avanti….se volevano sfumature lo facevano bene, non con pallini che diventano più piccoli.
    Una delle peggiori maglie degli ultimi anni.
    Ogni tanto mi chiedo se prendano a campione delle persone che giudichino il risultato, perchè qui il 90% dei commenti sono negativi

    • Italiots

      Il 90% dei commenti sono negativi perché la gente sa solo lamentarsi..se ti guardi ogni articolo del sito ci sono sempre una miriade di noti designer e artisti di fama mondiale ad esprimere il loro insindacabile e arguto parere su come le maglie vadano realizzate..in poche parole #Italiots

    • Matteo Perri

      @Adamel
      Se prendessero per oro colato i commenti di una maglia arrivata dopo quella “bandiera”, farebbero un errore clamoroso.

      @Italiots
      Forse #Italiots è esagerato, ma leggendo anche i siti esteri ho notato che da noi si critica davvero tutto e di più. Posso comprendere i giudizi negativi per idee rivoluzionarie, sulle quali comunque si potrebbe talvolta avere una mentalità più aperta o quantomeno fare un’analisi a 360°, ma ho letto critiche a particolari minuziosi che mi hanno fatto cadere le braccia.

      Troppo spesso si giudica dimenticandosi che i gusti sono personali, dovremmo usare più la frase “a me non piace” rispetto a “fanno schifo” o “sono una cagata”, a volte prendendosela pure con chi la pensa in modo differente.

      • Adamel

        Concordo sul fatto che qui ci si lamenta spesso purtroppo, ho guardato anche i commenti su Todosobrecamisetas e mi pare che in generale sia piaciuta…
        Quando parlavo dei commenti naturalmente non mi riferivo a commenti di siti ecc…ma intendevo delle vere e proprie operazioni in cui prendano a campione persone anche perchè una maglia potrà anche piacere all’estero ma la Lazio dovrebbe puntare di più sul gusto italiano visto che le maglie sono vendute in maggioranza su questo mercato.
        Gli #italiots saranno pure lamentosi ma se lo sono è probabilmente perchè vogliono il meglio per la loro squadra e perchè vedere la propria squadra che per un anno indossa maglie a mio parere non rispettose della storia (come è successo ahimè un po’ troppo ultimamente per il mio povero Milan) è una vera e propria sofferenza.

  • Dario

    E la maglia bandiera??? Cioè, tutto ‘sto casino per ottenere i diritti per poi usarla per una chiusura di stagione?

    • http://www.forzatoro.net AlessandroP

      eh appunto…

      • adb95

        Lì c’entra probabilmente più la società che Macron. Scellerata la strategia di usarla per mezza stagione, piuttosto che sfoggiarla nella stagione in cui con un po’ di fortuna ti ripresenti in Champions. Sai che roba a giocare contro i migliori vestito così?

        La nuova maglia invece non è riuscitissima. Forse si poteva rendere un po’ più discreta la maglia Home. La third a colori invertiti è molto più piacevole.

        • adb95

          Mi rimangio quello che ho detto.

          A quanto pare si dice che la maglia bandiera sarà usata in Europa, mentre questa sarà solo per il campionato. Potrebbe essere un’ottima idea

        • Eugenio

          Così avrebbe tutto un senso.

        • dario

          Speriamo che sia davvero come dici tu, ossia che la utilizzino per le coppe! Dico, stiamo parlando forse della maglia più bella degli ultimi 5/6 anni, e non parlo solo della Lazio, ma della Serie A!
          Metterla via dopo una decina di partite è da scriteriati.

    • con_safo

      d’accordissimo con te, rispolverare una bella maglia per mezza stagione è stato un azzardo.

      a mio parere l’unica spiegazione potrebbe essere che hanno già trovato un accordo per lo sponsor sulla maglia dal prossimo anno, e evidentemente la maglia bandiera cozza con lo sponsor.

      • Tux

        Siamo sicuri che le regole UEFA consentano di giocare in Europa con la maglia bandiera? Io ricordo che l’Inter dovette eliminare dalla sua maglia da trasferta ’10-’11 la testa del biscione e la Fiorentina togliere i gigli dalle spalle, perché considerati elementi richiamanti lo stemma del club e quindi vietati (lo stemma del club deve essere presente solo nel suo posto canonico sul petto, a quanto pare).
        Ripeto, la UEFA non fa storie a vedere la Lazio scendere in campo in Europa con una maglia che è sostanzialmente un gigantesco stemma?

        • celtic

          avevo letto anch’io che la uefa non l’avrebbe fatta usare…

  • Aldo

    Bruttina per me, specialmente per le sfumature che non credo migliorino la maglia. Ritengo Macron la migliore azienda italiana del settore, ma stavolta come ha detto qualcuno ha fatto un passo indietro, mi piace solo il girocollo

  • iac88

    Dopo tanti bei lavori questa volta non ci siamo proprio, grosso passo indietro…sfumature, quei pallini…veramente brutti!

  • gas27

    Dopo anni di maglie tradizionali e, per carità, bellissime, per me ci sta proporre per la Lazio una maglia così “fresca”!!!
    Poi da amante delle sfumature dico che è davvero carina e fa molto seconda maglia europea (nel senso che abbiamo visto giochi sfumati in molte away e third di squadre europee…). Voto 6,5 perchè il colletto non mi entusiasma altrimenti sarebbe stata da 7 pieno…
    Però spero che la maglia con l’aquila non venga messa in soffitta anche se purtroppo temo di si, visto che dovrebbe essere pronta l’away nuova, negativo di questa,,,

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Apprezzo lo sforzo creativo, davvero, ma non mi dice nulla.

    C’è lo spunto della sfumatura, che rende bene solo da lontano, c’è contemporaneamente lo spunto delle pinstripes che, per quanto potrebbero essere adeguate, in questa stagione ricordano troppo quelle della Roma targata Nike e c’è un taglio delle maniche che io reputo strano.

    Gli omini sembrano discreti e, soprattutto, dopo tante maglie “rovinate” dal colletto viste negli ultimi mesi finalmente un girocollo ben realizzato, dal gusto retrò.

  • squaccio

    Per me è un suicidio avere una maglia bellissima come quella bandiera, fare il botto di vendite e riporla nel cassetto…che peccato………………….

  • sergius

    No, non mi piace per nulla, direi che di questi tempi si è visto di peggio ma da Macron mi aspettavo una maglia più sobria. Personalmente le sfumature non mi sono mai piaciute, se poi ci aggiungiamo un colletto del genere l’insieme è decisamente negativo. Poi può anche piacere per carità, a me pare una maglia di allenamento.

  • Magliomane

    Ma cos’e’ sta roba?
    Sti esagoni sfumati interrotti da righine azzurre mi sanno tanto di roba fatta tanto per fare.
    Passo indietro enorme rispetto alla maglia di quest’anno (sia quella azzurra che, soprattutto, la maglia-bandiera)

  • Unaquilotto

    E’il mio primo commento qui.Da molto seguo questo sito ed ho deciso di dire per la prima volta la mia.

    Da laziale,questa maglia non mi convince molto.Anzitutto,mi sembra troppo simile a quella della stagione 2013-2014,specialmente per il colletto e le strisce bianche laterali(viste in altre immagini).Io poi,sono molto scaramantico xD,e,giocare con una maglia che a me,ricorda molto una già utilizzata in un’annata non molto fortunata,non mi piace proprio.

    Anche i pantaloncini,i calzettoni,sono molto simili a quelli della scorsa stagione.Sinceramente sono un po deluso da questa divisa,la macron,a parte il primo anno,e la maglia bandiera,non mi ha proprio convinto.

    Tra l’altro,mi chiedo quand’è che torneranno i calzettoni celesti.

    Concludendo,questa maglia non mi convince,aspetterò aggiornamenti e mi farò un’idea più precisa vedendola magari in campo,ma come già detto,non mi convince molto

    • APsimo90

      i calzettoni della Lazio sono bianchi, come i pantaloncini…e la maglia è celeste con inserti bianchi. Questa è la storia, perchè 115 anni fa è stato deciso così. Le tradizioni non si cambiano, per nulla al mondo. Sono innamorato di questi colori finn da quando ero piccolo e non sarò mai obiettivo nel valutare una maglia della Lazio in quanto per me sono tutte stupende, non ce la faccio proprio a dire il contrario, quel simbolo e quei colori è come se mi ipnotizzassero, non facendomi ragionare nel valutare la reale caratura delle maglie.
      Detto questo, per me che non ho vissuto gli anni 80, è stata un’emozione la riproposizione della Maglia Bandiera, ho fatto un’ora di fila il primo giorno per comprarla e la tengo come se fosse la reliquia di un Santo, ma nonostante tutto, a mio parere, la Maglia home della Lazio deve essere celeste con inserti bianchi, completata da pantaloncini e calzettoni bianchi, non ci sono santi, la Lazio è così, le tradizioni non si cambiano. Poi lascerei la maglia bandiera, ogni anno riproposta in modi e colori differenti(in quanto, ahimè, nel calcio di oggi gli sponsor tecnici pagano le società e hanno l’obbiettivo di vendere) come terza maglia “jolly” da poter usare in occasioni veramente speciali.
      Scusate la “logorroicità” ma ci tenevo a dirlo!

      • unaquilotto

        Anch’io, nonostante non abbia vissuto quegli anni, trovo che la maglia bandiera sia una delle più affascinanti e,come detto,la più bella per il momento fatta da macron. Tuttavia, non la penso allo stesso modo, riguardo la tradizione.

        Ok,la tradizione dice che la maglia della Lazio è celeste, con pantaloncini e calzettoni bianchi. Ma ogni tanto cambiare, non è sbagliato. A me,sinceramente, piace di più l’abbinamento celeste,bianco, celeste. Lo trovo più vivace.

        Tra l’altro, io credo anche che, ogni tanto, possa anche esserci un colore più scuro, che spezzi un po, come ad esempio il nero o il blu scuro, entrambi utilizzati in passato.

        Potrei dirti tutte le maglie che,nonostante non fossero fedeli alla tradizione, per me, erano e le trovo belle:

        La maglia usata dal 98 al 2000,ad esempio, con i rettangoli neri ai lati;

        La maglia del centenario, usata per tutto il 2000. Bianca,con strisce celesti che in diagonale partivano dal colletto fino alle maniche,con dettaglii e rifiniture in oro;

        La maglia usata per dalla seconda parte della stagione 2000-2001,con fantasie bianche e nere;

        La maglia usata nella stagione 2002-2003,semplice ma con un celeste bellissimo e vivace,con pantaloncini bianchi e calzettoni celesti.

        Tutte le divise che ho elencato,tra l’altro, a parte quella del centenario, avevano i calzettoni celesti xD,alcune totalmente, altre con bande nere ad esempio.

        Insomma, si può anche fare un qualcosa un tantino diversa dalla tradizione, basta che venga fatto bene.

        Poi ovviamente, sono gusti e quindi sono soggettivi. Magari le maglie che ho elencato ad altri possono non piacere. Così come tu ci tieni alla tradizione e alla combinazione celeste,bianco, bianco, mentre io,preferirei un celeste,bianco, celeste.

        Poi,come detto, per me ogni tanto si può provare qualcosa di diverso, ma devono farlo bene. Ricordo ancora la maglia orrenda che usammo nella stagione 2009-2010,per fortuna, solo per la prima parte di campionato, perché poi venne sostituita da quella che celebrava i 110 anni,che non era chissà che ma sicuramente meglio.

        Ho apprezzato anche l’ultima fatta da puma,quella semplice, con maglia celeste con colletto e giro manica bianchi e pantaloncini e calzettoni blu scuro.

        Insomma, ognuno ha i propri gusti xD.

        Tornando alla maglia, come ho già detto,avrei preferito vedere dei calzettoni celesti,senza contare che comunque non mi convince molto

        • Eugenio

          Per me le maglie di fine anni 90 erano bellissime, qualcosa di unico, anche con i calzettoni blu scuro.. Tra l’altro gli anni migliori della Lazio degli ultimi 20 anni..

      • Gianni

        Una precisazione: la Lazio ha iniziato a usare i calzettoni bianchi negli anni ’60, adottandoli stabilmente dal 1972/73. Fino ad allora erano neri, con i risvolti bianco celesti. Nei primissimi anni di storia, poi, erano neri anche i calzoncini.
        Detto questo, ormai è consolidata la divisa con maglia biancoceleste, calzoncini bianchi, calzettoni bianchi; divisa che può conoscere variazioni solo leggere e sporadiche! (E tra queste variazioni ci metterei proprio un ritorno ai calzettoni neri…)

        • unaquilotto

          Anche quella non sarebbe male come combinazione. Anzi,magari,sul modello Manchester United con i calzettoni blu scuri e dettagli celesti

        • FDV

          Su questa combinazione ricordo un interessantissimo Lazio-Tenerife del 1996-97 http://bit.ly/1LkBFvd

          Detto ciò: maglia celeste, calzoncini e calzettoni bianchi è la divisa “giusta”. Maglia (e divisa) bandiera a parte, lì siamo su un altro pianeta.

    • Matteo Perri

      @APsimo90
      Sono d’accordo con te, anche sull’uso della maglia bandiera.
      Sui pantaloncini e calzettoni però sono meno ferreo, in particolare per evitare problemi di confondibilità in campo.

      • unaquilotto

        Sì infatti avremmo anche potuto tenere quella con qualche dettaglio modificato

    • Aldo

      Sei stato profetico, infatti non ha portato benissimo alla Lazio ieri sera, visto che avete perso un trofeo

      • unaquilotto

        Eh infatti. Però mammamia,che sfortuna noi e che fortuna la juve. Non voglio commentare i singoli episodi perché non è la sede adatta. Non sono uno che vuole credere al destino e queste cose qua,ma certe volte la palla sembra telecomandata. E va be oh.

        Comunque, tornando a parlare della divisa,rivedendola meglio,il giudizio non cambia xD. Troppo simile a quella dello scorso anno.

        Cioè,mi sembra quasi di rivedere quella maglia,però con la sfumatura e senza colletto. Anche i pantaloncini e i calzettoni,troppo simili.

        Se utilizzavamo quella utilizzata nella seconda parte di questa stagione, ovvero quella bandiera,secondo me la vincevamo xD

        • Roberto 85

          C’è comunque da dire che la Lazio era un po’ in debito con la sorte per la Coppa Italia del 2013, vinta pareggiando ai quarti col Siena fuori tempo massimo (dopo il 2-0 clamorosamente sbagliato dal loro attaccante nel recupero) e poi con quella fortunatissima semifinale proprio contro la Juve, battuta sempre a tempo scaduto… Senza considerare la traversa colpita dalla Roma in finale! Diciamo che un po’ di giustizia ogni tanto nel calcio esiste 😉

        • unaquilotto

          Beh giustizia? La finale di coppa Italia del 2013 l’abbiamo meritata. Non abbiamo rubato niente. Se davvero esistesse una giustizia, dovremmo arrivare in champions per i prossimi due o tre anni. Siamo la squadra più sfortunata d’italia, fra infortuni, pali,traverse e cose varie. Mi spiace,ma non condivido assolutamente ciò che hai scritto. Non per mancanza di obiettività o di tifo,ma perché davvero noi siamo una squadra perseguitata (e lo dicono anche tifosi di altre squadre). Basti vedere il calendario assurdo che abbiamo per la volata champions e gli infortuni che ci perseguitano. Se esistesse una giustizia,semmai,dovremmo cominciare ad avere un po più di fortuna xD

  • vittorio

    Ma cos’è quella roba sul colletto, un tampax? dire brutta è dire poco….se continuasse a copiare ennerre sarebbe meglio. Io ‘na roba del genere non l’ho mai vista!

  • Felixino

    Da laziale non vedere la maglia bandiera il prossimo anno è perdere un pezzo di cuore. Dopo tanta attesa per l’acquisizione dei diritti del marchio non credo che l’aquila stilizzata finisca in un cassetto, voglio pensare che vogliano dare un anno di pausa tra il vecchio e il nuovo o adottata come cita l’articolo nelle gare in trasferta.

    La nuova creazione Macron comunque a me piace, la linguetta in mesh al centro del colletto aggiunge “stile” e originalità. Avrei voluto vedere sfumare anche la banda celeste sui calzoncini.

    Non vi vedono bene ma credo ci siano i “logoni” macron bianchi sulle spalle e questi li avrei preferiti in tinta con la maglia anche se capisco la scelta di evidenziarli.

    VOTO:7
    (perché rivoglio la maglia bandiera)

  • Eugenio

    Che peccato non vedere più la maglia bandiera. Bellissima, la più bella quest’anno in campionato. Speriamo di rivedere qualcosa di simile nelle maglie da trasferta.
    Quante maglie per la Lazio quest’anno ! Non avevo mai visto una squadra che indossava così tante maglie in un anno.
    Dopo queste riflessioni, eccoci alla nuova maglia. L’avevo vista durante l’intervista a Mauri, non pensavo fosse la nuova maglia.
    Vedo di essere in minoranza, ma io penso che sia una bella maglia. Colorata, vivace, moderna e fedele alla tradizione.La sfumatura riesce molto bene. L’unica cosa secondo me discutibile è il colletto, reso molto simile a quello di una normale T-Shirt probabilmente per le vendite.
    In generale la promuovo a pieno. Buon lavoro.

  • Tux

    A me piace, una maglia diversa e nel contempo non stravolgente la tradizione. Solo che chi può sfoggiare quella meravigliosa maglia-bandiera dovrebbe farlo tutta la vita, come fanno ad esempio Samp e Genoa che come dev’essere la prima maglia ce l’hanno scritto nello statuto e guai a chi la cambia.
    Questa maglia andrebbe bene per qualunque altra squadra biancoceleste o biancazzurra, e anche per la Lazio, se non fosse che la Lazio potrebbe sfoggiare una delle maglie più belle della storia del calcio. E allora perché non lo fa per sempre?

    • Matteo Perri

      Sono sorpreso, il motivo è palese e citando Genoa e Sampdoria dovresti saperlo. La Lazio ha usato una maglia celeste per più di 100 anni, perchè dovrebbe cambiarla?

      La maglia bandiera è magnifica, piace molto anche a me, ma non è un motivo valido per accantonare la storia.

      • Tux

        “Perché dovrebbe cambiarla?”
        L’ho detto… perché la tradizione è tutta celeste e ci siamo, ma la maglia bandiera (comunque tradizionale e risalente ad un “altro” calcio, anche se più recente)… beh… è bellissima!!! Iconica come quasi nessun’altra… e bellissima!
        Poi considerato che richiama una divisa del passato, ancorché innovativa all’epoca, non è proprio come “cambiare la maglia” tout court…

  • Davide

    L’unico difetto di questa maglia,secondo me,è la presenza di quella linguetta.
    Non mi piace per nulla.
    A chi si lamenta dell’assenza della “maglia bandiera” dico che,da settimane,si vocifera che sarà utilizzata come seconda maglia e dovrebbe essere nera con aquila celeste ; )

  • claudio87

    claudio87

    La Macron ha sempre fatto maglie mediocri, non mi è mai piaciuta una maglia, nn mi riferisco solo alle maglie della SSLazio, ma a tutte quelle società di calcio che hanno la sfortuna di avere Macron come sponsor tecnico.
    L’unica maglia bella è stata quella “Bandiera”, non credo sia un caso che tra tutte le maglie macron sia l’unica che mi piace, infatti non è stata disegnata da loro, nn è un loro progetto.
    BOICOTTO MACRON, FORZA LAZIO!

    Prego affinché un giorno Adidas vesta la Lazio!

    • Matteo Perri

      Sfortuna, boicottamento, preghiere, manca una rivolta sociale 😀

    • iac88

      Erano belle quelle della Puma invece no? Questa non piace molto neanche a me ma con Macron abbiamo fatto passi da gigante rispetto a Puma che specialmente negli ultimi anni (tranne che per i 110 anni e l’ultima maglia 2011-2012) ci ha rifilato le solite maglie scelte fra i due/tre modelli stagionali e con il celeste pure sbagliato!

    • adb95

      Mah. Io continuo a preferirla. Sbaglia molto meno dei “top brand”

    • GIGIO

      Prego affinché arrivi Adidas?
      Beh, allora aspetta e spera…

      • Edoardo

        beh veramente si vocifera che il prossimo sponsor sarà proprio adidas, i quali già avevano contattato lotito 2 anni fa. Soltanto che il pazzo scelse macron perchè garantiva più “libertà di personalizzazione” alla società

      • Matteo

        noi laziali non possiamo aspirare ad Adidas quando Nike veste la Roma?

      • Matteo Perri

        @Matteo
        Su PM non amiamo le faziosità, anzi le combattiamo. In futuro per nominare la Roma, così come un’altra squadra, per favore usa un altro termine onde evitare discussioni banali con altri utenti.

        GIGIO combatte una crociata con le persone accecate solo dai top brand, per le quali tutto ciò che non è adidas-Nike e talvolta Puma è orrendo. Non voleva sicuramente dire che adidas non potrà mai legarsi alla Lazio. Spero 🙂

    • Ronbo

      Salve, riposto il mio pensiero, citando per primo l’administrator:
      “Su PM non amiamo le faziosità, anzi le combattiamo. In futuro per nominare la Roma, così come un’altra squadra, per favore usa un altro termine onde evitare discussioni banali con altri utenti.”
      Per secondo cito il signor claudio87:
      “Prego affinché un giorno Adidas vesta la prima squadra della capitale!”
      Allora, io da romanista non posso rispondere sfottendo il signor claudio 87 perchè mi viene cancellato il post (me lo ha fatto sapere più sopra l’administrator), però claudio87 può vedere lasciato il proprio commento sulla presunta “prima squadra della capitale”.
      Sappiamo tutti che il riferimento voluto non è all’anno di fondazione, quindi: ci sono sfottò di serie A e di serie B?

      • Matteo Perri

        No Ronbo, ci sono centinaia di commenti al giorno tra sito e social network e in questo periodo triplicano. Sono un essere umano, qualcosa mi può sfuggire 🙂

        Concordo con te, il riferimento non è per l’anno di fondazione.

        • claudio87

          comunque il riferimente era per l’anno di fondazione del suddetto club calcistico.
          Mi dispiace aver infastidito il Sig Ronbo.

        • claudio87

          e cmq, l’aver cancellato, o cmq modificato il testo “la prima squadra della capitale” nel mio commento precedente è da non crederci.
          questo si che è offensivo e denigratorio nei mie confronti!
          Inizio a credere che il Sig.Matteo Perri a questo punto sia di parte in questo discorso.
          M’ha!

        • Matteo Perri

          @claudio87
          Non sono di parte e mi dispiace se ti sei sentito offeso. Il mio compito (ingrato) è quello di evitare discussioni o litigi virtuali su un argomento, il calcio, dove la gente è capace di accoltellare una persona per uno sfottò di troppo.

          I maggiori siti di calcio sono diventati delle arene virtuali, da anni ho scelto di non volere qui banali discussioni. Purtroppo non tutti lo comprendono e alcuni commenti vengono modificati per prevenzione. Se il tuo commento non era fazioso meglio così 🙂

      • Edoardo

        Bah
        Dire che la Lazio sia la prima squadra della capitale è come dire che il cielo è celeste e gli alberi verdi. Non c è nessun riferimento a terzi. Al contrario, “adidas alla Lazio? aspetta e spera” beh, quello è chiaramente “offensivo”

        • claudio87

          concordo in pieno.

  • APsimo90

    La maglia mi piace; esce un po’ dai canoni tradizionali e mostra un po’ di modernità. Un lavoro diverso della Macron, piacevole. Poi quando c’è quel simbolo è sempre la più bella di tutte quante. 😉

    • APsimo90

      PS. Il rosso per il portiere non mi va a genio, gli avrei preferito mille colori: giallo, grigio, verde, blu, nero…

      • APsimo90

        E poi vabbè…rispetto al 95% delle maglie puma queste so dei capolavoridi sartoria e di personalizzazioni…passo e chiudo

  • Alessandro

    Boh, no non mi piace proprio. Si vede che è stata pensata come t-shirt da passeggio, poi quella linguetta senza senso appiccicata lì al centro… Bocciata.

  • FERT

    Difficile fare meglio della stagione in corso per Macron. Tre maglie più la maglia bandiera ai limiti della perfezione. Però si poteva fare di più per la prossima annata, apparte il fatto che non mi piace il debutto in finale, la maglia è spenta, “insipida”, sembra più una maglia per allenamento che da gioco. Forse questo effetto sfumato sarebbe più interessante a colori invertiti, ma così non mi dice niente.
    Ultima cosa, ma i tifosi laziali la maglia rossa per il portiere la digeriranno ?? 🙂

  • Michael

    Ma perchè dico io, nun se pò vedè! Abbiamo una delle maglie più belle al mondo, se non la più bella, e questi me tirano fori sta cosa. Venderanno solo la seconda!

  • Daniele Costantini

    Dopo le recenti stagioni tutte virate sul classico nonché sulla riscoperta della storia laziale, io dico che una bella dose d’innovazione ci sta tutta! 😉 Premesso questo, la maglia 2015-16 è, come dire… sì interessante, ma non ‘colpisce’: mi piace l’idea della sfumatura, mentre meno gradevole trovo quella linguetta che, per me, nulla aggiunge alla casacca e anzi rischia di inficiarne al ribasso la valutazione generale. Con un colletto diverso, sono sicuro, il risultato finale sarebbe stato molto più apprezzabile.

    In generale, rimane il fatto che questa è, e dev’essere, la maglia della Lazio, nessun’altra: celeste, con dettagli bianchi. Per quanto bella e affascinante, la ‘maglia-bandiera’ rivista in questi mesi rappresenta solo una piccola parte, appena pochi anni, della secolare epopea biancoceleste. Per quanto sia rimasta nell’immaginario della tifoseria, e pertanto sia più che legittimo rispolverarla una tantum come divisa speciale – magari già nella prossima stagione, per il ritorno nelle coppe -, una maglia del genere non dovrà a mio avviso mai soppiantare la Storia. Scritta dal colore celeste.

  • Manuel

    Non è uno scempio, ma di certo per la prima si poteva fare molto meglio, questo template mi piace per la terza che sarà bianca con sfumature celesti. In ogni modo è strano che macron presenti una maglia in questa maniera stile adidas…secondo me non si sono impegnati più di tanto poiché sanno che la Lazio non rinnoverà con loro per la prossima stagione. Speriamo bene almeno per la seconda!

  • Swan

    È giusto, secondo me, che ciclicamente si alternino maglie di stile classico e di stile moderno, ergo penso sia giusto che la Lazio opti per quest’ultima opzione nel 2015/16.
    Il taglio della maglia mi piace, la sfumatura no; diciamo che da lontano non è malaccio ma vista da vicino con gli esagoni che rimpiccioliscono e la linguetta in mesh perde tanti punti.
    Non ho avuto modo di vedere altre immagini, non riesco ad inquadrare bene panta e calze.
    Riguardo alla tanta sbandierata maglia del -9, sono contento che rientri nel cassetto, il suo utilizzo è stato sbagliato nei tempi e nei modi.
    Sarebbe stato più opportuno utilizzarla nel 2016/17: nel trentennale di tale stagione e per tutta la stagione.
    Assolutamente contrario al suo utilizzo in pianta stabile, è una maglia del passato del club e ci sta che venga riproposta per rinfocolare il ricordo di certe date o imprese, ma poi ê giusto che ritorni nei magazzini del club.

  • 8gazza

    La maglia della Lazio rimane, a mio parere, quella della stagione in corso!!!
    Comunque bella, molto bella senza stravolgere esageratamente la tradizione!

  • Niccolò Mailli

    La maglia mi piace molto e devo dire che dopo anni di “classicismo estremo” da parte di Macron che tanto aveva accontentato i tifosi della Lazio esasperati dai continui stravolgimenti di Puma, un po’ di innovazione ci sta e come (aspettiamo stasera per un giudizio definitivo).
    Secondo me i modelli proposti fino a questo momento da Macron sono stati tutti azzeccati mentre per quel che riguarda il precedente rapporto con Puma secondo me si salvano soltanto pochi modelli di home (penso all’ultima proposta nel 2011 2012) mentre il marchio tedesco ha fatto meglio con le divise da trasferta (molto bella quella fasciata bianco e blu del 2010 2011, anche se resta madornale l’errore di averla utilizzata in un derby).

    Questione maglia bandiera: non avrei sottoscritto un suo utilizzo in pianta stabile al posto della tradizionale maglia celeste ma l’avrei certamente utilizzata stasera nella speranza di legarla, ancora una volta, alla Storia della Lazio.

  • Arfonso

    La maglia-bandiera è l’apice, qualunque maglia si fosse inventata Macron avrebbe sfigurato.La storia è la storia, ma se una divisa un po’particolare rimane nel cuore dei tifosi ed è apprezzata (e pure tanto) dai non laziali, perché non tenerla? Non segue la tradizione…ma è iconica, la vedi e pensi “Lazio”.
    Io voto per la maglia-bandiera fissa come prima divisa, per le away sbizzarritevi, anche virata in altri colori se vi va.

  • Mr.74

    Avevo auspicato che Macron facesse un balzo innovativo, o almeno pur nel rispetto della semplicità, proponesse qualcosa di diverso rispetto agli ultimi lavori, ma di certo non mi apettavo soluzioni come questa. Questa maglia non mi piace per niente, un assemblamento di dettagli schizofrenici e azzardati, la cui resa estetica è semplicemnte brutta. Passo indientro di Macron, voto 5.

  • MOSCA

    Un attimo di smarrimento, poi…
    Poi la promuovo.

    Parto da due premesse che rendono idea della mia idea di home Lazio; in collezione ho la home del 94 in quegli anni scelsi quella, bellissima anche perché mi ero fatto sfuggire alcune precedenti.
    Detto di questa che resta stupenda e perfetta, la seconda premessa riguarda la maglia bandiera.
    Ecco tanto una quanto l’altra, per me, sono l’essenza di questa divisa.
    Ma una è archiviata e l’altra ha più a che fare col foklore e la leggenda. Tutti la amiamo ma è comprensibile anche usarla una tantum.

    Su questa nuova.
    La sfumatura per furtuna tale non è!
    Avevo temuto qualcosa di orripilante tipo la home sfumata del Barca, invece è totalmente diverso.
    Mi piace.

    Semmai mi infastidisce il fatto che il motivo è creato come fosse una maglia a righe, tipo Inter.
    Fosse stato senza questa interuzzione, avrei apprezzato di piu.
    Il colletto mi pare irrisolto.
    L’avrei creato come quello che umbro fece per la Svezia, simile per forma ma con le corde inserite.

    Poco male alla fine, sarà una bella divisa una volta vista indossata

  • Leo

    Tanto bella la maglia anni ’80, quanto insignificante questa.
    Peccato!

  • pongolein

    Vado in controtendenza. Molte volte con le maglie a tinta unita è facile cadere nel banale, o improvvisare soluzioni invece troppo audaci che stridono con la tradizione.
    In questo caso si è scelta una soluzione a mio avviso elegante e sobria per arricchire una maglia che è bella semplice così com’è. Soprattutto il colore molto acceso mi piace davvero tanto.
    Il colletto così rischia di dare l’effetto pigiama ma ormai è una soluzione che stanno adottando sempre più spesso.
    Gli esagoni danno l’effetto sfumato e penso che vadano giudicati in maniera più globale, già da un metro spariscono insomma…è un particolare da valutare nell’insieme.
    La maglia della lazio è biancoceleste, la maglia bandiera è una bellissima soluzione ma non ha granchè senso al posto della maglia home, che da più di un secolo è, giustappunto, biancoceleste.

  • enrico

    Aspettate di vedere la maglia da trasferta..!!!.

  • Antonio

    Decisamente deluso da parte di Macron che fino ad’ora, con la Lazio, aveva fatto un lavoro perfetto. L’idea della sfumatura con esagoni è una pacchianata assurda, non so davvero cosa dire. Se penso alle belle maglie degli ultimi tre anni e alla maglia bandiera degli ultimi mesi, mi viene da piangere. E se penso inoltre che giocheremo la finale della Coppa Italia con questa maglia dopo aver visto la splendida (e vincente) edizione limitata del 2013 ed aver sognato con la possibilità di una maglia bandiera particolare, magari celeste con aquila bianca, solo per una partita, rimango assolutamente allibito.

    Orribili le maglie da portiere.

    Sembra poi che la terza maglia sarà il negativo della prima: bianca con strisce celesti. No comment.

    L’unica consolazione mi viene dal fatto che – secondo indiscrezioni – la seconda maglia dovrebbe essere nera con aquila stilizzata celeste ed esere utilizzata nelle coppe come prima maglia. Credo che sarà l’unica maglia della Lazio che la Macron venderà a tonnellate la prossima stagione (e l’unica che comprerò io, che non mi rifiutavo di comprare una maglia della Lazio dai tempi delle maglie sbiadite della Puma).

  • MEFISTO

    Mi piace!
    un pò di innovazione senza stravolgere la tradizione, buon lavoro di Macron.

    Non sarà certo questa leggera sfumatura, tra l’altro usando il secondo colore sociale, a rovinare una divisa a tinta unita.

    Il kit nel suo complesso risulta molto bello e pulito.

  • adb95

    E COMUNQUE

    aspetterei di vederla sul campo. Ho l’impressione che in HD sia molto più carina…

  • William

    E’ da tanto che non scrivo, ma leggo quasi spesso.
    Prescindendo dal fatto che questa maglia non mi convince e non ha un’anima (anche io la vedo meglio come maglia d’allenamento), io avrei tenuto la maglia bandiera per sempre.

    Scelta discutibile.

    • Faretra

      Tenere la maglia bandiera per sempre significherebbe distruggere più di 100 anni di tradizione…

    • Matteo Perri

      @William
      Se domani il Pescara tira fuori una maglia a strisce orizzontali che a te fa letteralmente impazzire, la useresti per sempre al posto di quella tradizionale?

      • William

        Ragazzi, non l’ho specificato, ma ovviamente la mia era una provocazione.
        Anche se io terrei la maglia bandiera almeno come terza/quarta per tanti anni.

        Quanto al Pescara, io amo il biancazzurro (puché sia azzurro e non celeste, come le maglie fatte per la serie A) in qualsiasi versione.
        Ovvio che ci siano maglie che mi piacciono di più (la Puma del 2000 o quella di quest’anno) ed altre che mi piacciono di meno (appunto quella della serie A).

        P.S.: @Matteo, ma tu lo sapevi che la maglia a strisce orizzontali che il Pescara ha usato contro la Juve in serie B ( http://www.youtube.com/watch?v=ehPv4oxwdxw ) è il rifacimento della vecchia maglia della “Strapaesana”? Una formazione del Pescara degli anni ’40 dove erano presenti solo pescaresi.
        E di quella maglia che usarono contro la juve ne conservo gelosamente tre esemplari 😉

      • Matteo Perri

        Grande William, no, non ne ero a conoscenza 😉

  • Junglefever

    dopo la maglia bandiera, la maglia pigiama

    • claudio87

      naturalmente al signor Matteo Perri questo commento è sfuggito.. questo non è offensivo.

    • Matteo Perri

      @claudio87
      No, non è offensivo e non lo ritengo uno sfottò. La parola pigiama salta fuori ogni 10 maglie.

  • Angel94X

    Giudicare una qualsiasi maglia della Lazio dopo il capolavoro che hanno indossato quest’anno risulta tremendamente difficile.

    L’effetto nevicata o radiglia che impreziosisce questo kit tuttavia non è così male quanto si possa credere. Si tratta di un elemento di innovazione audace che ridisegna gli schemi di una maglia che comunque si attiene alle tradizioni del club. Vado in controtendenza, apprezzo il colletto che risalta tra le sfumature e che è stilizzato in maniera tale da risultare molto elegante e sobrio.

    Ora non bannatevi, ma credo che una maglia del genere sarebbe addirittura migliorata con l’aggiunta di uno sponsor NON invasivo sul petto. Una scritta per colmare la lacuna centrale della maglia, magari in bianco, così da legare definitivamente gli esagoni con il resto della colorazione ( che tra l’altro ha una tonalità di azzurro forte, finalmente non più stile City ).

    Complessivamente, ennesimo buon lavoro della Macron che salvo rare eccezioni, ho sempre elogiato. ( Vedesi Crystal Palace… meh )

    Voto globale 7.

  • Faretra

    Beh, rispetto alla maglia bandiera di quest’anno qualsiasi maglia sembrerebbe brutta mi sa…
    Per me questa maglia è comunque molto bella, dopo tre anni di maglie classiche e tradizionali allo stato puro ci sta un tocco di novità, che ovviamente può piacere o meno

  • Gregorio

    Cara passione maglie, mi bannate i commenti per quale motivo? Sono allibito, non ho scritto nulla di offensivo mah!

    • Matteo Perri

      Ciao Gregorio, a meno di errori (ma non ce ne sono stati), i commenti cancellati sono sempre motivati dal nostro regolamento di cui cito un estratto.
      L’obiettivo di Passione Maglie è quello di far partecipare civilmente e nello stesso luogo gli utenti di ogni tifoseria. Per questo motivo sono vietati nickname e commenti di sfottò (anche non volgari) che possano generare futili “chiacchiere da bar”. Riteniamo che il web abbia già una vasta offerta per queste discussioni.

      Scrivere “per una squadretta come la Lazio e’ pure troppo, anzi che qualcuno ha ancora il coraggio di fargli le maglie” non è assolutamente permesso.

      Per maggiori chiarimenti puoi scrivere in privato, grazie.

      • Gregorio

        Forse sono stavo un po eccessivo, chiedo scusa agli utenti e a voi amministratori

      • Matteo Perri

        Grazie per la comprensione Gregorio e buona continuazione 😉

        • vigne

          Ecco, adesso offendi tu Gregorio chiamandolo come una femminuccia! 🙂

        • Matteo Perri

          @vigne
          😀 Modificato, non c’è trucco e non c’è inganno!

  • stefeno

    50 sfumature di bianco…..

  • Miro

    La maglia di per sè non è male. Macron ci mette sempre del suo nella ricerca dell’originalità. La questione è che il tifoso laziale non digerisce le modifiche alla tradizione più assoluta. Ogni anno è possibile cambiare il colletto (girocollo, a polo ecc..) ma la maglia deve essere soltanto celeste. Senza strisce sui fianchi, sfumature e variabili di ogni tipo. Purtroppo e lo dico con grande dispiacere avendo apprezzato moltissimo il lavoro di Macron in questi anni, credo che l’unica maglia che avrà ottimi risultati di vendita sarà la maglia bandiera nera.
    Per il futuro consiglio questa “tripletta”:
    1) Prima maglia “bandiera” cambiando solo il colletto in ogni stagione, o magari la vestibilità, ma nulla più.
    2) Seconda maglia celeste, calzoncini bianchi, calzettoni bianchi (con variabili celeste o blu scuro a seconda del colore degli avversari).
    3) Terza maglia nera “bandiera”.

  • Stavrogin

    Cheap.

  • Luca_M

    assolutamente ottimo lavoro di macron, 8.5

  • ale.co

    Premessa numero 1) Dopo la maglia bandiera (che speriamo sia ancora utilizzata di tanto in tanto) ogni altra maglia sarebbe stata “minore”.
    Premessa numero 2) Sono 3 anni che Macron sulla prima maglia non sbaglia mai: giusta la tonalità di celeste, belli i front.
    Premessa numero 3) Bisogna vederla in campo. E stasera la vedremo, oh se la vedremo…
    Detto ciò, a sta maglia manca qualcosa per piacermi, non so bene cosa, ma mi pare incompleta.
    Nota negativa per la scritta Macron in blu, era così pure nel 2012/2013, speriamo porti bene.
    Voto 6,5

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Mi sembra un mix tra una tunica e un’armatura, mi spiace ma questa volta Macron è rimasta al di sotto dei propri standard (ultimamente elevati). Certo è facile criticare questa maglia, viene appena dopo la riproposizione della maglia bandiera, tra le più belle di tutti i tempi nell’intero panorama calcistico internazionale.

  • salvatore

    Dico solo una cosa: meno male che il Napoli è passato a Kappa!!!

  • LeDuc

    Fresca-Moderna-Unica !…ma sopratutto…fuori tempo ! Sembra una maglia come andava di moda negli anni 80…personalmente mi sono fermato agli anni “Umbro” ,Puma male e Macron mediocre.

  • filmar1973

    A primo impatto non si può davvero evitare di ricondurre la propria memoria ad una banalissima maglia da “bancarella”: detto questo, è altrettanto inevitabile sottolineare l’incomprensibile (viste la nota “querelle” sul loro utilizzo) delle celebri maglie bandiera degli anni ’80: speriamo in un ripensamento, per evitare l’abbandono di un brand davvero unico ed ovunque assolutamente riconoscibile come l’aquila stilizzata.
    Insomma, avrei preferito un aggiornamento sulle maglie attuali, con un’evoluzione naturale del template precedente, piuttosto che un prodotto dozzinale, poco più di una maglia da riscaldamento pre-partita (per quanto ciò non intacchi l’assoluta qualità dei prodotti di Macron), privo di personalità e carattere.

  • Renzo

    Brutta brutta brutta! Che delusione, dopo la bella maglia 2014/15 e dopo il grande ritorno della bellissima maglia del -9, questa maglia sfumata mi lascia di sasso. Autogol di Macron, decisamente!

    • Aldo

      La maglia a bandiera di quest’anno è una riproposizione di quella dell’82-83 (vedere le foto) anche se viene sempre nominata quella dell’86-87

      • Renzo

        Chiedo venia…

  • Gaizka

    Sarebbe stata bella se la sfumatura avesse “formato” la figura di un’aquila

    Così è una cosa che non ha senso e non rappresenta nulla

  • squaccio

    Vista in campo si è ripiombati nella banalità…celeste che si avvicina troppo al Napoli…

  • Geeno Lateeno

    A me invece è piaciuta e molto, vista in TV.
    Certo è una maglia “usa e getta” – va bene solo per una stagione, però è originale quel tanto che basta.
    Fa molto “Premier League”, non starebbe male nemmeno indosso al City

  • Gianluca

    Non mi piace. Non è questione di innovazione, è proprio l’effetto che secondo me non va. Anche io ho l’impressione di vedere una maglia da allenamento. La peggiore di Macron. Ho letto che sarebbe una maglia Premier League: secondo me si avvicina più allo stile MLS americano.

  • thecanta

    Ieri vista dal vivo La maglia non è male……

  • Luca F.

    La sfumatura fa uno strano effetto: sulla maglia biancoceleste non mi convince, trovo che la faccia sembrare quasi una maglia da allenamento (e quella specie di “cravattino” in mesh mi sembra un po’ buttato lì), su quella da portiere invece sta benissimo: credo che sia uno di quei piccoli dettagli che va ad impreziosire un completo altrimenti un po’ banale.

  • F093

    La sfumatura ha visto sfumare la coppa…

    F093
    old style

  • Antonio

    Vista indossata dai giocatori ieri. Da laziale e da stimatore della Macron (la maglia bandiera e le tre prime maglie dei primi tre anni di contratto sono la perfezione pura), ribadisco il mio primo giudizio: maglia indecente. Non trovo altri aggettivi. O meglio, li trovo ma mi modero.

    Incomprensibile la maglia e incomprensibile inaugurare quest’orrore in finale in mondovisione avendo a disposizione tanto la maglia bandiera come la prima maglia celeste 2014-15. Assurdo. Sorridete, ma sono più deluso da questa maglia che dall’esito della finale. Sarà che mi avevano abituato troppo bene?

    Aspetto ansioso la presentazione della seconda maglia nera con aquila stilizzata celeste: sarà l’unica delle tre che si salvi (e che venderà a palate). E meno male che, come sembra, sarà la prima maglia nelle coppe europee.

  • Mr.74

    Anche io dopo aver visto la partita, confermo la mia prima impressione. Voglia di strafare e fare i fenomeni= schifezza inguardabile. Ma con una splendida maglia bandiera, una home 2014/15 dignitosissima, era proprio il caso di partorire questa robaccia? A distanza di tempo….confermo quanto detto per la maglia del Sassuolo, meglio non cambiare(soprattutto quando la maglia è anche bella) che fare i fenomeni….rendendosi solo ridicoli.

  • Aquila

    a me non piace. Bastava fare il collo a V bianco, oppure girocollo bianco, ma questa scollatura strana proprio non mi piace.

  • Aquila

    secondo voi è possibile che la Macron e la Lazio, magari dopo aver fatto un sondaggio su internet sull’opinione dei tifosi, decidano di apportare qualche modifica prima di fornirla ufficialmente alla squadra e metterla in vendita per i tifosi?

    • Alessandro

      No.

    • Matteo Perri

      No, impossibile.
      Una cosa del genere avrebbe speranze (poche) solo con una protesta incredibile e serie motivazioni. Qui mancano entrambe.

  • Roberto 85

    Bè, devo dire che vista in TV non mi è dispiaciuta affatto! In particolare, ho apprezzato il contrasto che si produce tra zona “sfumata” e le spalle… Niente male! Tonalità di celeste forse appena troppo scura (ricorda un po’ il Napoli), ma nel complesso direi che un 6,5 se lo merita tutto! Bene anche il portiere in rosso, anche se a qualche tifoso potrà non piacere perchè gli ricorda la Roma 😉

    • Antonio

      Vero. Anche il celeste è troppo scuro (un’inezia, probabilmente voluta perché il contrasto con le strisce sfumate non diventasse invisibile, ma noi laziali siamo molto rompiscatole sul tema): quello dei tre anni precedenti e dell’ultimo anno Puma era il “vero” celeste Lazio.

  • Antonio

    E il Tampax al posto del colletto… Scusate la volgarità, ma più la guardo più ci rimango male.

  • NelloStileLaForza

    Della maglia promuovo, come della maggior parte dei lavori di Macron, la cura sartoriale, i dettagli e il rispetto delle tradizioni del club (che non significa, ovviamente, ripetere ogni anno la versione “Subbuteo” della maglia).
    Per questo non capisco chi sbava dietro ai cosiddetti “top brand”: forse solo con una ditta italiana, un club italiano può ottenere tanta attenzione e rispetto.

    Detto questo,la soluzione dei pallini-esagoni disposti a sfumatura non mi sembra né geniale né talmente ributtante da giustificare una contestazione.

    Mi stupisce, invece, che si pianga la prematura dipartita della maglia-bandiera, quando chiaramente quel template tornerà, sotto forma di seconda maglia e/o in Europa.
    Chi vorrebbe la maglia-bandiera come prima casacca, forse non comprende che il suo “valore aggiunto” è proprio quello di poter essere usata in alternativa alla maglia celeste con inserti bianchi, consacrata da una storia secolare.

  • Rue

    Secondo me avreste criticato qualunque maglia dopo quella “bandiera”.
    La maglia non è affatto male, e la sfumatura è una ventata di freschezza.
    A me non piace il colletto, totalmente sbagliato.

  • Mattia

    Non mi ero accorto, ma come qualcuno qua sopra ha fatto notare, i giochi di sfumature nella parte superiore formano delle stelle di david. Fortunatamente sono piccole e si notano poco, ma direi che è un caso identico a quello della famosa maglia della fiorentina e se fossi nei tifosi della lazio farei emergere questa cosa per chiedere alla macron delle modifiche, perchè avere un simbolo del genere sulla maglia lo trovo inaccettabile.

    • Francesco

      Io vedo degli esagoni. La stella di davide è, appunto, una stella ma probabilmente sei ammorbato da strane ossessioni come qualche altro migliaio di persone che affollano le curve degli stadi italiani

    • Antonio

      Sono contento che tu abbia segnalato questo dettaglio, che mi permette di parlare del tema (non mi azzardavo ad aprirlo io, leggi sotto).

      L’involontario gioco di sfumature che menzioni tu è un altro dei motivi per cui questa maglia mi sembra inaccettabile: non – intendiamoci – per ragioni razziste, ma perché anche la stella di Davide è un simbolo di identificazione politica (politica, sottolineo, non razziale). Erano fortuite le svastiche lotto/Fiorentina? Ne sono convinto. Sono fortuite anche queste stelline di David? Non ne ho alcun dubbio. Ma se le svastiche Lotto erano così pericolose, e se è vero – come è vero – che da regolamento nessuna maglia deve recare simboli che si rifacciano a ideologie politiche, io non vorrei sulla mia maglia (o quella di chiunque altro) un (fortuito) simbolo d’identificazione con l’ideologia sionista dello Stato d’Israele (o con qualunque altra, di destra o di sinistra o di centro).

      Ripeto: si tratta una volontà di dissociazione da simboli politici: se il simbolo fortuito fosse stato il “Sole delle Alpi” della Lega Nord Padania o il fascio littorio, avrei detto la stessa cosa.

      Il vespaio è aperto, anche perché se noi laziali facciamo una rivendicazione del genere – che secondo me è giusta e legittima -, salta fuori immediatamente il circo mediatico che ci dipinge come intolleranti nazisti sfruttando anche quest’occasione per alimentare il cliché.

      ‘Sta maglia per me è un vero incubo. È un incubo.

    • vigne

      Scusate, dove le vedete le stelle di Davide?

      • NelloStileLaForza

        Mi associo a Vigne: dove sono ‘ste stelle?

        • Stavrogin

          Guardate sotto la frase “presentano la medesima fantasia” in questo articolo.

      • Matteo Perri
        • Alessandro

          Più che altro sembra il logo delle Golia… :-)))

    • FDV

      E’ stata una delle prime cose che ho notato, o meglio “cercato” nella maglia appena ho avuto il sentore che tra le figure geometriche della sfumatura si potesse creare un effetto simile.

      Ad essere sincero, conoscendo certe distorte dinamiche (sia da un lato che dall’altro) sono molto curioso di vedere se in seguito si solleveranno (avvilenti) rivendicazioni e vespai mediatici al riguardo.

      Ovviamente non mi riferisco a questi commenti, qui si analizzano i minimi dettagli e questo è per l’appunto un “minimo dettaglio”.

      Certo che l’immediato paragone alle svastiche della Fiorentina, quantomeno per le dimensioni mi pare un po’ forzato.

  • alberto

    Resistiamo!
    Manca un altro campionato alla scadenza con macron.
    Quando non fanno rievocazioni storiche,ossia copia e incolla,esce fuori tutta la pochezza di quel marchio da squadre di pallavolo.

  • Fabrizio

    Tremo sempre quando sento parlare di sfumature ma in questo caso il risultato è accettabile. Quando la sfumatura mantiene la tinta del colore di base, non diventa invasiva e da un tocco discreto d’originalità.

  • Ulisse

    Questa è la maglia da riscaldamento 2015-16, quella vera quando esce ?

  • FDV

    Maglia deludente. Il paragone ovviamente non lo faccio con la maglia bandiera ma con quelle celesti che abbiamo visto nelle tre stagioni di Macron finora.

    Non mi piace lo stile, che mi ricorda più una maglia o una felpa da allenamento.
    inoltre la forma del colletto mi lascia decisamente perplesso.

    Vista in campo nella finale di Coppa Italia, l’effetto sfumato non è male, ma in generale non mi hanno convinto nemmeno la tonalità del celeste e le strisce bianche lungo i fianchi.

    In generale non mi piace come sia stato utilizzato il bianco: la grafica sfumata frontale per me è una sostanziale diminutio rispetto al tradizionale utilizzo per colletto e bordi.

    L’unico dettaglio che apprezzo decisamente è il colore del marchio Macron: blu navy, tinta di cui auspicavo il ritorno per le rifiniture della maglia della Lazio.

  • giuseppe

    La maglia con l’aquila, tutta la vita.

  • Alessandro

    Non mi piace , la trovo anonima , senza carattere e priva di particolari interessanti. La sfumatura non apporta niente di più a questa maglia che arriva dopo la meravigliosa MAGLIA BANDIERA che Macron ha avuto solo la fortuna di poter riprodurre. Questa nuova Sarà dimenticata presto e se ne accorgeranno subito dalle vendite.

  • rudiger

    Mettendo da parte la maglia bandiera, per me negli ultimi tre anni la dicvisa della Lazio è passata da bellissima, a bella, a niente di che (questa).
    Riprendendo la maglia bandiera, direi che è un peccato mortale metterla tra i cimeli e tirarla fuori ogni vent’anni. Come qualcuno ha suggerito potrebbero almeno farla diventare la maglia delle coppe (nazionali e internazionali) cosi la tradizione è salva e l’aquila Casoni rimane. A Roma ci vedo gente che ci va normalmente in giro (e non è una cosa normale), ci fa jogging e passeggiate in bici. E poi: non potrebbero fare una maglia bandiera in prevalenza celeste anche sulle spalle? Di nuovo: tradizione salva e aquila pure.
    Sulle presunte stelle di David… ma siete seri? Quelli sono esagoni. Figure geometriche con sei lati e sei angoli tutti uguali. Allora anche i palloni bianconeri che tanto adoro, e che vorrei rivedere sui campi, sono sionisti?

  • Alex Naples

    Macron ormai è allo sbando l ho sempre considerata un Brand mediocre e da quello ke sto vedendo nn mi sbagliavo.La maglia bandiera si salva sl perché è una copia palese seppur cn le dovute differenze

  • gino

    VERAMENTE ORRENDA! UNA DELLE MAGLIE PIU BRUTTE MAI VISTE

  • eduardo

    Orribile maglia , penso che con la champions sia ora di tornare alla cara puma o cercare il brand adidas la macron lasciamola a gli altri………..

  • Matteo97

    La maglia con l’aquila mi piaceva molto,questa al contrario mi sembra una maglia ideata e creata in 10 minuti senza il minimo sforzo,bella l’idea della sfumatura ma applicata male con quegli esagoni che non capisco e quella linguetta al centro del colletto che sembra lo spazio per una cerniera…Non mi entusiasma molto

  • iac88

    Sapendo che la terza sarebbe stata il negativo della prima maglia ero rassegnato e invece mi ha piacevolmente sorpreso; la sfumatura dal bianco al celeste non mi dà fastidio come quella opposta della prima maglia e apprezzo molto i dettagli della maglia e i pantaloncini blu navy. Aspetto con ansia la presentazione della seconda maglia che se confermasse le indiscrezioni sarebbe pazzesca!
    Incomprensibile la scelta del marrone come colore principale del materiale da allenamento e da rappresentanza…tute e polo total brown veramente brutte, penso che ne venderanno veramente poche.

  • FDV

    Ciò che per me non funziona sulla home, va benissimo nella third: grafica sul petto e colletto mi risultano molto migliori, probabilmente grazie all’abbinamento che non smetterò mai di considerare ottimale per la Lazio: bianco-celeste-navy. Promossa.

    • ale.co

      concordo in pieno.

  • Luca_M

    mi piaceva il modello della home, tuttavia riproporlo pari pari per la terza non mi sembra una grande idea, così come usare un colore così chiaro come il bianco considerando il celeste della prima. da 6.

  • Angel94X

    Devo ammettere che sulla third il template della discordia di Macron riesce a farsi apprezzare meglio. Il merito credo sia prevalentemente dell’abbinamento con i dettagli blu navy che incorniciano “la nevicata” centrale e le danno maggior sensatezza. Anche la rifinitura laterale delle maniche appare molto più preziosa e gradevole. Certo, la grafica esagonale resta un po’ abbandonata a sé stessa, ma ho visto third molto peggiori. Sarò una voce fuori dal coro, ma reputo positivo il lavoro di Macron per la Lazio, anche se oggettivamente inferiore rispetto quello delle passate stagioni.

    Third: 7+

  • Jack

    Anche per me la terza maglia rende di più della prima. Innanzi tutto per la banale cosa che a me piacciono le divise con combinazione di 3 coloro, in questo caso blu-bianco-celeste che sono perfetti insieme. L’effetto sul kit completo è veramente bello sia con combinazione maglia bianca-pantaloncini blu-clazettoni blu che nella combinazione bianca-banchi-blu.Facendo bianchi i bordi della prima maglia come sono stati fatti in blu nella seconda sicuramente l’avrebbe migliorata, anche se entrambe migliorano tanto sull’effetto in campo. Materiale d’allenamento ci può anche stare il celeste-marrone, allo stesso tempo fare una tuta e polo tutte marroni è orrendo.
    per il momento nel complesso è un 7- ma voglio vedere di più.

  • Giuseppe

    Bruttina, o meglio, non molto bella esteticamente.

  • Marco

    Il colletto della maglia ricorda molto quello della maglia del Cagliari 1970, la maglia indossata da Gigi Riva per intenderci.
    Credo che sia necessario abituarsi alla novità e non dare giudizi di primo acchitto.

  • Matteo Perri

    Appena presentata a Shanghai la seconda maglia nera con l’aquila stilizzata celeste!

    • http://www.studiotaag.com Angus

      Bella la versione dark della maglia della bandiera. Macron per me è una conferma.
      Non ho visto il font dei numeri, esiste qualche scatto ci tocca aspettare la supercopa?

  • Mr.74

    Per quanto possibile, la seconda maglia è ancora più bella della maglia bandiera. Nella versione nera, il rendimento estetico è davvero notevole. Restano però grandi perplessità sulla home e lòa third, che personalmente considero il più grande flop di Macron, due kit davvero brutti.

  • Renzo

    Non amo le maglie nere ma devo dire che questa è bella, anche se preferisco la versione Home/bandiera.
    Confermo invece il mio giudizio negativo sulla home attuale e lo estendo alla terza. Le sfumate per me sono inguardabili!

  • Baracca

    Home bruttina. Terza a colori invertiti rende molto meglio.
    La seconda penso venderà come nessun’altra maglia nella storia della Lazio, per molti motivi 😀

  • Arfonso

    Seconda maglia da sballo! Voto 10- perché il 10 la merita la maglia-bandiera home

  • adb95

    Gran seconda maglia. Macron va sul sicuro, è vero, ma almeno non la rovinano il ché non è esattamente scontato…

  • Jack

    Ho notato che quest’anno non hanno fatto pantaloncini e calzettoni celesti. E’ una cosa definitiva o saranno introdotti extra ugualmente? Io spero di non perchè tutta celeste non mi è mai piaciuta la lazio ed è stata utilizzata spesso(anche se la divisa nera con i calzettoni celesti era forse anche meglio); molto meglio in caso l’abbinamento maglia celeste e il resto nero o blue navy.

  • Giuseppe

    1a e 3a semplici ma indecenti, molto bella, innovativa e dettagliata la 2a

  • Luca L.

    Maglia away fantastica! Una riconferma per Macron dopo il grande successo della maglia bandiera ha introdotto anche su questa maglia l’aquila, grande trovata di marketing e anche di stile con i colori che si sposano molto bene, sono contento che non abbiamo abbandonato l’aquila.
    La mia opinione personale è che questa maglia pur essendo spettacolare rimane comunque seconda alla maglia bandiera che per me è sublime.

  • marco
  • squaccio

    Bellissima..ma quella del -9 doveva essere riproposta…

  • lulic71

    Le ultime maglie di macron in casa sono in tradizione e belle che possied. per esempio quella del 2014 e’ una rivisitata del 75 campione d’Italia diciamo e’ un cambiamento rivoluzionario e di design da macron la maglia nera e’ stupenda fosse per me giocherebbe sempre con quella bandiera le due divise gli do 6.5 peccato per gli esagoni

  • Gianluca

    Bellissima la seconda, davvero memorabile. Mi sa che ne venderanno a carrettate. Strano invece come lo stile moderno mi piaccia molto sulla terza mentre non riesco proprio a vederlo su quelle celesti. Anzi, direi che la celeste di quest’anno è senz’altro la meno bella di tutte le Macron della Lazio.

  • Alamo

    Bella la seconda: il fatto che la lazio non riesca a trovare uno sponsor é un vantaggio per i designer.

    • Alessandro

      Una volta qui a dire che le maglie senza sponsor sono più belle si veniva linciati, o nella migliore delle ipotesi tacciati di passatismo. Per fortuna le cose sono cambiate. Pensate a come sarebbero state rovinate le maglie con l’aquila da una qualunque scritta…

  • rudiger

    Sulla maglia nera: tanta è la “fame” di maglia bandiera che questa l’ho già vista in giro per la città, e vi assicuro che non è normale scegliere una maglietta nera per girare a Roma in questi giorni di caldo infernale.
    Detto ciò per me si è fatto un passo indietro rispetto alla versione biancoazzurra. Innanzitutto perché questa è una terza e non una prima maglia. Poi perché più del nero sarebbe stato meno banale, e più “laziale” un bel blu scuro. Terzo perché sono tornati i macroni sulle clavicole.
    Vista oggi in tv la prima maglia con effetto sfumato: poca roba.

  • MOSCA

    visto ora il resto del kit..

    mi pare di livello altissimo, il dettaglio celeste che si inserisce nel blu sui risvolti della terza, è un dettaglio che denota un’attenzione estrema al particolare.

    Voti altissimi.

  • Matteo Perri

    Aggiornato l’articolo con la maglia speciale per l’Europa League!

  • MEFISTO

    Molto elegante la maglia per l’EL.

    Nota di demerito per lo stemma (aborro gli stemmi che perdono i loro colori originali). Tra l’altro azzurro e bianco sul fondo nero avrebbero risaltato benissimo, peccato.

  • Baracca

    Mi era parso di capire non si potesse utilizzare la away nera in Europa per via dell’aquila stilizzata sul petto. Questa soluzione eviterebbe il problema? Curioso.
    La maglia di per sé è bella, anche se a mio parere a questo punto stonano i loghi Macron e lo stemma in negativo e col bordo bianco, potevano fare tutto tono su tono o lasciare i loghi bianchi e lo stemma colorato. Da tifoso pur riconoscendone la bellezza, soffro terribilmente l’assenza di un qualsiasi richiamo ai colori sociali. Il disegno dell’aquila è riconoscibile ma almeno un appiglio per associarlo alla Lazio l’avrei voluto vedere. Questa maglia, rielaborata, sarebbe stata bellissima per i portieri. La versione grigia appunto per i portieri mi sembra ancora peggio con quella macchia nera al posto dello stemma.
    Non so, certe volte sembra che la Macron faccia di tutto per affossare i propri lavori. Sarebbe bastato un bordino biancoceleste e lo stemma mantenuto con i suoi colori per fare di questa away europea una delle maglie più belle della ultracentenaria storia della Lazio.

  • rudiger

    Spero che Swan non veda l’aggiornamento con la maglia della coppa 🙂 Già immagino i suoi commenti sullo stemma oscurato.
    Le maglie in se sono belle, soprattutto la grigia; ma sono di quelli che pensano che in trasferta, soprattutto in Europa, bisogna indossare i propri colori, altrimenti come li imponi agli avversari?
    Lo stemma così, in silouette, ha veramente poco senso… sembra lo abbiano lasciato troppo tempo in forno.

    • Swan

      Ecco, appena visto e mi è andata la colazione di traverso.
      Lo stemma oscurato è un pugno nello stomaco, non ci sono parole.
      In generale detesto le maglie di coppa, giocare competizioni europee con colori diversi da quelli canonici è ridicolo, spero che questa maglia venga usata solo in caso di necessità, come dovrebbe sempre essere per le maglie da trasferta.
      Infine la maglia in se credo sia la migliore delle tre pseudo maglie bandiera; francamente non sono un fan di queste maglie, quella biancoceleste fu qualcosa di clamoroso quando venne proposta nel 1982/83, ma oggi la trovo fuori contesto.

  • squaccio

    Due domande mi pongo ancora oggi:
    – perchè non proporre, almeno per un altro campionato intero, la maglia bandiera dell’anno scorso
    – perchè l’uefa non ha approvato la maglia bandiera normale.

    Questa qua è bella, ma troppo funerea. Lo stemma celeste avrebbe staccato tantissimo sul nero, infatti per me con le personalizzazioni la maglia sarà stupenda.

    Dopo aver comprato quella dell’anno scorso, credo di comprare la versione nera e celeste del campionato.

    • Daniele Costantini

      La risposta alla seconda domanda te l’ha indirettamente data oggi il responsabile marketing della Lazio, Marco Canigiani, replicando a un poco edificante articolo apparso su ‘Le Monde’ inerente questa maglia europea:

      “Il nero era l’unico colore che ci avrebbe permesso di impiegare la ‘maglia bandiera’ […] visto che la Uefa considera l’aquila come un logo vero e proprio e consente solo la formula ‘tono su tono’, altrimenti non avremmo neppure pensato a una quarta maglia oltre le tre di campionato. Abbiamo mandato alla Uefa circa 20 prove, fino a quando non è arrivato l’ok definitivo. Il colore doveva essere necessariamente scuro, in quanto la prima maglia è celeste e la seconda bianca”.

      Per approfondire: http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Lazio/16-09-2015/lazio-europa-league-la-maglia-nera-monde-accusa-fascista-130147302792.shtml

      • squaccio

        Visto che le regole Uefa sono le stesse da anni, non era meglio utilizzare il lotto maglie bandiera (quella biancoceleste dell’anno scorso e quella neraceleste di quest’anno) per il campionato e le due scialbe per l’europa ?

        Invece con la soluzione adottata la maglia dell’anno scorso è già sparita, quella nera “campionato” si vedrà poco e la “nera” coppa, la più brutta delle 3, avrà una visibilità molto ridotta.
        Ed in campionato si utilizzeranno due pigiami.

  • NelloStileLaForza

    …Nera come il carbòn!
    Così dello scudetto si vede solo la sagoma, con un effetto straniante. E si intuisce il logotipo della Macron.
    Chissà, magari sotto i riflettori fa un effetto diverso. Sul monitor del mio computer lo fa molto goffo, come un esperimento malriuscito.

  • zagorakis

    La maglia è bella, peccato per lo stemma e per i loghi e la scritta macron che avrei preferito avessero avuto il contorno celeste e non bianco date anche le personalizzazioni celesti

  • Renzo

    Non capisco perché giocare le Coppe con maglie “alternative”. O meglio, è comprensibilissimo sotto la voce “marketing”. Ma dal momento che io sono antico e vorrei che le squadre giocassero sempre con le casacche ufficiali (eccetto quando i colori delle due contendenti generano confusione) la boccio.
    E comunque, a prescindere dal pistolotto iniziale, queste maglie sono di una cupezza immane!

  • Alessandro

    Non ho nulla contro le maglie nere in generale, ma queste mi sembrano un po’ troppo funeree. Almeno lo stemma andava lasciato a colori.

  • squaccio

    Viste in coppa in foto sono veramente brutte….l’aquila non si vede proprio….

  • Andrea

    Per quanto riguarda le divise per l’Europa league, una sola cosa mi lascia perplesso, ed è il colore della personalizzazione. Per entrambe, celeste. Avrei preferito fosse bianco, grigio al massimo per la nera, e nero per la bianca (la quale, nell’unica apparizione -gara vs saint Etienne- finora fatta, presentava addirittura nome e numero in blu scuro).

  • alberto

    85€ per un articolo della macron….
    Solo la maglia del -9 ha riscosso successo e ovviamente l hanno ritirata.
    Unico aspetto positivo è che questo sarà l ultimo anno di contratto e si potranno vivere mesi di speranza di un brand come adidas o umbro per poi rimanere delusi nuovamente casomai da un rinnovo con macron o chissa quale altra oscenita.

  • squaccio

    Spero di essere utile:

    Premessa: ho anche la maglia con l’aquila dell’anno scorso e mi è appena arrivata la maglia con l’aquila nera celeste, presa on line quindi non l’ho potuta nè toccare e neanche misurare, a differenza di quella dell’anno scorso provata e misurata in negozio.

    Quella dell’anno scorso ha un tessuto migliore, più morbido con vestibilità molto aderente, e presi la L.
    Quella neraceleste ha un tessuto diverso, molto più “dozzinale” ed a parità di L tra le due (credevo fossero uguali ed quindi ho preso la L anche di questa), questa è un pelino più larga.

    Pelino deluso.

    • http://www.soccerstyle24.it Matteo Perri

      Riguardo il tessuto non posso dire nulla, ma sulla taglia lo scorso anno molti si erano lamentati proprio per la troppa aderenza. Credo che sia comunque slim come vestibilità, sbaglio?

      • squaccio

        Per sfizio sono andato a vedere sul sito, parla di vestibilità slim.
        Allora quella dell’anno scorso era extra slim….

        Più che altro mi ha tratto in inganno il fatto che a parità di template fossero uguali anche materiali e vestibilità.
        Tra le cose positive le ho prese entrambe ad un prezzone 😀

        Ps: resta una maglia da 10.