SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Nello stesso giorno in cui la nazionale di calcio dell’Uruguay ha disputato il primo test match contro l’Austria in vista dei prossimi mondiali, Puma ha presentato le nuove divise con cui La Celeste disputerà la fase finale di Brasile 2014.

Nella partita di ieri sera la nazionale allenata da Óscar Tabárez è scesa sul terreno di gioco indossando il nuovo kit home che riprende il colore tradizionale della divisa uruguagia e a cui fa eco anche la muta da trasferta bianca. In linea generale, il design dei due kit è ispirato direttamente alla bandiera nazionale, racchiudendone, oltre ai colori, anche i simboli peculiari del paese sudamericano.

Austria-Uruguay amichevole 2014

Nello specifico, il disegno della prima maglia è pressoché semplice con dettagli sartoriali ben definiti, come lo scollo a forma di U, e rifiniture grafiche che accentuano l’appartenenza a questi colori e al paese di rappresentanza.

Sul celeste tradizionale sono stati ricavati dettagli in oro e in bianco che richiamano ai colori dello scudo dell’Asociación Uruguaya de Fútbol, AUF, cucito in petto. A fare da campo a quest’ultimo ci pensa un watemark che rappresenta il Sol de mayo (Sole di maggio), emblema nazionale uruguaiano che raffigura Inti, il dio del sole del popolo Inca, rappresentato nella bandiera uruguagia riportata integralmente sulla parte posteriore del collo e richiamata dagli inserti a ridosso del bordo delle maniche.

Altri due dettagli completano questa casacca: le due righe in oro, che definiscono il profilo maglia e richiamano il logo Puma, e l’inserimento all’interno del collo del soprannome della nazionale, “La Celeste”.

Maglia Uruguay home Mondiali 2014

In abbinamento al celeste della maglia sono stati proposti pantaloncini e calzettoni blu scuro, con i primi che riportano la bandiera uruguaiana sulla cinta e i secondi dotati di richiami ai colori della casacca. Tuttavia nelle foto di Puma compare anche un paio di calzettoni celesti con risvolto bianco.

Calzoncini calzettoni Uruguay 2014 home

il secondo kit si presenta invece in total white con dettagli celesti e un disegno diverso del colletto preso dal template Puma King: collo a V arricchito da un inserto triangolare celeste nella scollatura. Con questo stesso colore sono state riempite le linee a profilo maglia e il logo Puma e la scritta “La Celeste” posta internamente al colletto. Il richiamo all’oro è relegato, adesso, solo al bordo dello stemma dell’AUF e al Sole della bandiera uruguaiana sul versante posteriore.

Seconda maglia Uruguay 2014

Il resto del kit segue lo stesso criterio di dominanza cromatica della maglia con una accenno maggiore al celeste solo nei calzettoni, limitando al minimo l’utilizzo di altri dettagli.

Uruguay pantaloncini calze away 2014

La realizzazione di questi due kit, tuttavia, non riguarda solo l’aspetto stilistico bensì anche quello tecnologico: l’impiego della tecnologia Puma PWR ATCV (solo nella versione Authentic) consente ai giocatori di esprimersi al meglio in termini di prestazioni calcistiche e beneficiando del miglior comfort possibile. Grazie all’inserimento di micro bande in silicone all’interno della maglia, il tono muscolare dei giocatori viene continuamente stimolato e mantenuto attivo. Inoltre la combinazione con inserti in mesh, nelle zone critiche, permette di ottenere una maggiore traspirazione e ventilazione del sudore.

Kit Uruguay Mondiali 2014

L’Uruguay si appresta, quindi, ad affrontare una nuova avventura mondiale con con dei kit che vogliono portare sul campo tutta la grinta che ha concesso alla Celeste di raggiungere il quarto posto in Sud Africa nel 2010.

Il Brasile, dal canto suo, ha un forte valore evocativo per la nazionale uruguaiana dal momento che fu proprio nella terra dei verdeoro che L’Uruguay vinse il suo ultimo campionato del mondo nel 1950. Il difensore uruguaiano dell’Atletico Madrid, Diego Godin, ha proprio messo l’accento su questa coincidenza di luoghi sostenendo che, come 64 anni fa, c’è la voglia e l’entusiasmo di arrivare in fondo a questo torneo, sapendo già che ad aspettarli ci sono Inghilterra, Italia e Costa Rica.

  • magliazebrata

    si però questa tendenza delle maglie sempre più atillate sta cominciando a stancare … saranno anche ultra-leggere, super-performanti, mega-traspiranti, eco-sostenibili, ma fanno a cazzotti col merchandising … perchè non tutti gli appassionati di calcio, di maglie, di tifo hanno fisici scolpiti come quelli dei calciatori !!

    • Passione Maglie

      Ti tranquillizzo, la versione replica comunemente in vendita non è attillata. Lo è solo l’Authentic perchè incorpora la tecnologia PWR ACTV descritta nell’articolo.

    • Moa

      Bravo, appoggio in pieno.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Completamente d’accordo con te, anche perchè un tifoso vuole la maglia che i calciatori utilizzano in campo.. non una replica.

      Ho comprato le maglie Puma delle Nazionali africane dell’ultimo mondiale (ho Algeria e Tunisia) e sono più attillate di una tuta da sci… poi sono bianche quindi se metti su un grammo ti restano nell’armadio 🙂

      • ferro

        si ma il tifoso vuole anche …respirare

        • Gigi

          a noi poveri tifosi panzuti non ci pensano mai…

  • MEFISTO

    Senza dubbio due ottimi kit, sopratutto l’home.
    Qui le due righe che definiscono il profilo della maglia le trovo ben integrate a differenza di quelle tronche nella maglia dell’Italia.

  • Niccolò Nottingham Forest

    Maglie fantastiche, anche se personalmente ho un po’ di amaro in bocca per il veloce accantonamento dell’idea dei laccetti attorno al colletto che avrei visto volentieri al Mondiale.

    Detto questo apprezzo molto ogni scelta fatta da Puma, dal colletto all’uscita di scena dell’oro rispetto all’ultimo Mondiale e anche il disegno in trasparenza del sole attorno allo stemma societario è una proposta vincente: molto significativo, ma allo stesso tempo poco invasivo, sono questi i dettagli che mi piacciono e che mi invogliano ad acquistare una maglia.
    Parlando della away avrei utilizzato la trama a righe della bandiera nazionale anche per l’inserto triangolare del colletto. Comunque strapromossa.

    Tra le due versioni di completo home preferisco quello con i calzettoni neri.

  • Niccolò Nottingham Forest

    Spero di vedere Italia – Uruguay così:

    ITALIA: Bianco – Bianco – Bianco
    URUGUAY: Celeste – Nero – Nero

    E non la temutissima soluzione

    ITALIA: Azzurro – Azzurro – Azzurro
    URUGUAY: Bianco – Bianco – Bianco

    • Eugenio

      Si potrebbe fare anche cosi :

      ITALIA Azzurro-Bianco-Azzurro
      URUGUAY Bianco-Nero (o celeste)- Bianco

      • ale

        penso non sia possibile perchè, se non sbaglio, ai mondiali le nazionali dovranno usare divise con un unica tonalità, quindi scordiamoci l’Italia in maglia azzurra e pantaloni bianchi

  • Niccolò Nottingham Forest

    Come serigrafia comunque considero questa una delle più belle tra quelle presentate da Puma in Passato (corazza Italai, croce Svizzera ecc..).
    Direi che è la giusta evoluzione di quella del 2010 (sole serigrafato su tutto il pannello frontale)… aguzzate la vista.

    http://www1.pictures.zimbio.com/gi/Uruguay+v+Ghana+2010+FIFA+World+Cup+Quarter+RzzbUq1PBlvl.jpg

    Mi dispiace un pò che non sia stato creato qualcosa del genere per l’Italia (non pizza o mandolini ma qualcosa di raffinato).

    • rudiger

      Raffinato tipo aragosta e clavicemalo? 🙂 Dai, meglio senza serigrafia. Altrimenti è più onesto mettere pizza e mandolino.

  • ferro

    un deciso passo in dietro rispetto agli ultimi lavori puma per la celeste. non male, ma trovo sempre piu´fastidiosi i righini sui fianchi

  • squaccio

    Prima maglia che ha cose belle e brutte:
    promuovo il sole serigrafato mentre boccio il colletto (sembra che manchi un pezzo) e le linee stile legea di qualche anno fa.
    Queste essendo diagonali forse sono ancora + fastidiose rispetto alle nostre.
    Diciamo 6 di stima anche perchè l’avrei preferita abbinata con calzoncini e calzettoni bianchi e non questi qui blu scuri / neri.

    Seconda maglia vecchia che ha quell’orribile doppio colletto che non mi piace per nulla. Oltre alle righe.
    Siamo sul 4.

  • Antonikx

    Per me sono brutte…sembrano maglie della salute!!!La cosa positiva che Puma quest’anno ha disegnato maglie diverse per ogni nazione!!!

  • out of mind

    Ma solo per me celeste e bianco sono confondibili?

    • rudiger

      Con me sfondi una porta aperta 🙂

  • FERT

    Catalogo pieno per l’Uruguay, almeno fossero belli i template…

    Inguardabili i colletti.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    La maglia home è passo indietro rispetto alla maglia della Confederations Cup 2013, anche se queste nuovo sono comunque belle maglie. Bella la serigrafia del Sol de Mayo in prossimità dello stemma federale. Infastidiscono un po’, come in tutte le maglie Puma 2014, le linee laterali; anche se devo dire che tra quelle proposte queste utilizzate nella maglia dell’Uruguay sono le migliori perché disposte più a lato e “complete” (visto che partono dall’ascella e terminano a fondo maglia.
    La maglia away mi piace, bello l’effetto sottomaglia celeste del colletto.

    • Tux

      vabbè, ma dopo la maglia della Confederations nulla più. Non esisterà mai niente di ugualmente bello.

  • squaccio

    Ps: al tipo gliela potevano addrizzare la maglia nella penultima foto…sta come il pigiama quando ti alzi la mattina…

  • rudiger

    Queste righe Puma sui fianchi sono proprio deleterie. Finora hanno rovinato tutte le maglie che ho visto. Fanno sembrare i giocatori più grassi di quanto sono e i pantaloncini più larghi di quanto sono. Quelle sui calzettoni poi sembrano reggicalze da uomo.
    Il colletto… mangiato ha un suo perché, a patto di non metterci nulla sotto, come invece ha fatto Forlan nella foto.
    Bell’idea le righe bianco celesti simil bandiera sulle maniche; potevano evidenziarle di più e metterle anche sui pantaloncini per alleggerire un po’ tutto quel nero.
    Qualcuno poi mi spiegherà perché le maglie sono sempre più attillate e i pantaloncini sempre più clowneschi.

    • Swan

      Perché con maglie svolazzanti non potrebbero applicare le varie pseudo tecnologie che permettono ai calciatori di non sudare a 50 gradi, di restare asciutti sotto tempeste tropicali, ecc.
      Riguardo alle braghe a me sembrano consone, clownesche erano quelle inguinali anni 70-80 dove il calciatore che teneva la maglia fuori dai pantaloncini sembrava in mutande.
      Braghe al ginocchio tutta la vita.

      • rudiger

        Non ho niente contro la lunghezza al ginocchio. Mi danno profondamente fastidio la larghezza e soprattutto la fattura dozzinale che rendono quasi tutti i pantaloncini, di quasi tutte le marche, dei banali… copri vergogne. Capisco che le maglie si vendono e i pantaloncini no, ma qualcuno veramente aperto di mente, in questo vedrebbe un vasto mercato potenziale. Invece l’unica cosa a cui si può paragonare i pantaloncini informi che vediamo sempre (specialmente quelli bianchi) sono i mutandoni dei nonni.

  • rudiger

    E se lo scollo fosse a U in riferimento alla parola U-ruguay?

  • Fely

    ma i calzettoni sono neri o celesti?

  • Eugenio

    Stesso discorso per la Svizzera : quasi identica a quella dell’Italia, però con una serigrafia, che stavolta si trova nello stemma. Il colletto stavolta è anche più brutto di quello della Svizzera.
    La seconda mi piace di più, anche se ha lo stesso colletto dell’away italiana. Questo riciclare della Puma sta iniziando a darmi fastidio .. Ci mancavano le pin stripes.

    Voti 8- – 8

  • Alessandro

    Le preferisco a quelle della nazionale italiana

  • Gianluca

    Belle, tra le migliori della squadra uruguaiana. Serigrafia elegante.

  • Swan

    Bah, due kit scialbi. Preferisco il kit home, la bordatura del colletto bianco-celeste-oro è bella, peccato che del colletto ne manchi un pezzo. Per il resto le ormai solite righine laterali, che qui hanno più senso, e nulla più.
    Il kit away all white è troppo banale per i miei gusti.

  • VIto76

    Maglia 7,calzoncini 7,calzettoni 7.Mi limito a dare voti sui componenti del kit senza aggiungere commenti perche’ a qualcuno qui non piace il fatto che io scriva commnenti lunghi.Quindi faccio uno sciopero temporaneo non commentando piu’ in attesa di chiarimenti.La mia vuole essere sopratutto una protesta per esprimere la mia indignazione a chi mi ha mancato di rispetto.

  • Luigi – TR

    fanrne un completo così per l’Italia no, vero cara Puma ?
    questo è molto bello…il nostro è orrendo

  • sergius

    La home non mi piace proprio, il colletto poi sembra essere stato strappato da un giocatore avversario dopo una trattenuta, ma al di là di questo la maglia mi dice molto poco. Decisamente meglio la away.

  • Fakkio

    Tra le Puma presentate sono le più belle sia per inserti che per realizzazione. voto 7,5 alla prima di cui mi piace veramente quasi tutto,dall’uso dell’oro al posizionamento di stemma e bandiera. E voto 7 alla seconda,ben fatta ma l’uso di una tecnologia cosi attillata la fa sembrare una canotta della salute.

  • LM

    Molto belle entrambe, semplici e fatte bene. Bello il sole attorno allo stemma, ma anche colletto e dettagli, particolari e ben riusciti. Insomma poco da dire, a mio parere forse i migliori kit Puma fatti ai Mondiali, dopo ovviamente a quelli africani, che giudico veramente al top in quanto a fantasia e personalizzazione.

  • teo’s

    Home secondo me ottima, al netto di queste “odiose” strisce verticali ai lati che quest’anno fanno capolino su tutte le divise della Puma. Away anch’essa abbastanza pulita, ma quel doppio colletto non l’ho mai digerito.Comunque senz’altro i migliori kit Puma di questi Mondiali, almeno tra quelli pubblicati da PM.
    Per me 8 alla prima e 7,5 alla seconda.

  • Dukla

    Belle, tra le prime maglie per questi Mondiali che davvero mi piacciono!Mitico il calzoncino nero e l’abbinamento classico con il celeste della maglia! Per quanto riguarda il fatto che sembrano molto attillate, lo preferisco senz’altro alle orribili extra extra large di inizio anni 90, con giocatori che sembravano omini Michelin svolazzanti!!

  • Renzo

    Sarà perché il celeste è molto più chiaro dell’azzurro dell’Italia (come è normale che sia) ma nel caso dell’Uruguay le due striscette laterali sono meno fastidiose. Io cmq avrei evitate. Voto 6

  • vittorio

    La prima maglia è bellissima con il particolare del colletto che ricorda le maglie del flamengo sul finire degli anni ’70. davvero bella anche nel rispetto cromatico tradizionale e nella ormai nota vestibilità puma.qui le strisce lungo i fianchi in oro sono molto belle e credo che sia la miglior divisa Puma di questi mondiali! La seconda più in linea con le ultime creazioni dedicate all’olympiakos e alla stella rossa con il colletto, il resto è molto classico e finalmente abbiamo una divisa da nazionale che rispetta con fedeltà storica e innovazione i concetti ideali di divisa.

  • lfc

    Non ci credo! Che sorpresa! Che maglia originalissima…

    PUMA LA SMETTIAMO DI RIVOGARE SEMPRE LO STESSO, BANALE, INUTILE ED ORRENDO TEMPLATE A OGNI SQUADRA? VA BENE PER LE SQUADRE DI LEGA “INFERIORE” A CUI SMOLLARE MAGLIE DA CATALOGO, MA NON POTETE FARE LA STESSA MAGLIA PER ITALIA, SVIZZERA, URUGUAY (E PROBABILMENTE I PROSSIMI ARSENAL, BORUSSIA, MALMOE, BORDEAUX, UNIVERSIDAD CATOLICA ETC ETC ETC…) CAMBIANDO SOLO I COLORI!

  • led

    1 maglia bella: 7,5
    2 maglia discreta 6,5

  • cris

    Belle divise ma un passo indietro rispetto alle precedenti

  • FDV

    Che pochezza. Interessante giusto la forma del colletto nella prima maglia, girocollo con spacchetto a V al centro, ma mal si abbina a maglie così attillate.

    Detesto poi l’accostamento oro-bianco-celeste, tre tinte tenui che si uccidono a vicenda. Col nero al posto dell’oro la maglia avrebbe avuto tutta un’altra grinta.

    La seconda maglia sembra non finita. Poi il colletto a doppio scollo a V e girocollo la malsopporto già da 9 mesi, figuriamoci la sua riproposizione per il mondiale.

    Aggiungo che il bianco per la seconda divisa dell’Uruguay non mi è mai piaciuto, preferivo il rosso.

    Interessante la questione dei calzettoni, celesti nella foto di presentazione: sarebbe una novità che mi troverebbe d’accordo, trovando le divise con maglia chiara, pantaloncini e calzettoni neri spesso cromaticamente problematiche contro alcune divise scure. Vedi Inter, Atalanta e Fiorentina in panta e calzettoni bianchi a Palermo.
    Per cui benvengano eventualmente dei moderni calzettoni celesti per l’Uruguay e rosa per il Palermo.

  • Filhendil

    Non lo so, queste due maglie sono piuttosto asettiche… nel senso che, la prima, considerata la forma del colletto anche non mi dispiace nel complesso seppur ci siano dei dettagli standardizzatissimi (le due linee sulla pancia) che Puma già mi immagino riproporrà in ogni maglia della prossima stagione club inclusi, mentre la seconda non ha nulla di personale e sembra una maglia da catalogo.

    Quindi la prima senz’altro sufficiente, la seconda moto mediocre.