SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Facciamo un salto in Germania per tornare a parlare dell’Eintracht Braunschweig, la prima squadra sponsorizzata nella storia del calcio, che ha presentato le nuove divise con cui affronterà la stagione 2013-2014.

Presentazione kit Eintracht Braunschweig 2013-14

Si tratta a suo modo di casacche “storiche” – anche se non nel senso proprio del termine -, in quanto segnano il ritorno dei Leoni nella massima serie tedesca dopo un’assenza di ben ventotto anni: era infatti il 1985 quando i gialloblù calcarono per l’ultima volta i campi della Bundesliga; per rendere l’idea del lasso di tempo trascorso, la Germania era ancora divisa in due…

Dopo essere sprofondato nell’ultimo ventennio perfino in Regionalliga, il secondo posto raggiunto nell’ultima Zweite Liga (dietro all’Hertha Berlino) ha permesso all’Eintracht Braunschweig di ottenere la tanto attesa promozione, ritornando così nel più importante palcoscenico calcistico nazionale.

Festa promozione Eintracht Bundesliga

La festa per la promozione del 2013

Tante sono le novità rispetto alla passata stagione: la più importante riguarda il passaggio per la fornitura tecnica a Nike, dopo che dalla metà degli anni duemila era in essere un accordo con Puma.

Come si evince facilmente anche ad uno sguardo superficiale, l’azienda statunitense ha utilizzato alcuni kit base disponibili nel proprio catalogo Teamwear; in terra tedesca, Nike ha infatti dei contratti per lavori ad hoc esclusivamente con Hertha e Werder.

Maglie Eintracht Braunschweig 2013-2014

Le nuove uniformi sono state presentate dal capitano del club, Dennis Kruppke, e dal neoacquisto (dal Magonza) Marco Caligiuri.

Nonostante l’utilizzo di kit predefiniti, c’è stato ugualmente spazio per una certa libertà stilistica, che ha permesso alcune innovazioni rispetto al passato; d’altronde, chi segue il calcio teutonico sa bene quanto piaccia alle squadre locali variare significativamente le proprie maglie di anno in anno, non legandosi troppo alla tradizione o ad un singolo schema.

Nel caso specifico del Braunschweig, la tradizionale maglia gialla con dettagli blu è stata oggetto varie volte di cambiamenti e sperimentazioni, talvolta anche piuttosto radicali.

Kruppke divisa Eintracht Braunschweig 2013-2014

Partiamo proprio dalla classica divisa casalinga, che vede la novità di una maglia gialla con maniche blu (una strada del tutto simile a quella intrapresa, ormai stabilmente da qualche stagione, dal nostro ChievoVerona).

Il kit scelto è il Classic IV, e vede un semplice girocollo con maniche a contrasto; lo swoosh è pittato in blu, contrapposto sul lato sinistro allo stemma della formazione sassone. Rispettano invece la tradizione pantaloncini e calzettoni, rispettivamente di un blu e un giallo uniforme.

Non si tratta di un esordio assoluto per questo tipo di template. Volendo volgere uno sguardo alla storia recente del Braunschweig, la memoria ricorre alla stagione 2004-05, quando i Leoni sfoggiavano delle uniformi Jako con dei vistosi inserti blu, che oltre a prendere le maniche si dipanavano lungo entrambi i fianchi.

Eintracht Braunschweig 2004-2005

La prima maglia dell’Eintracht Braunschweig nella stagione 2004-05

Aria di cambiamento anche per la seconda uniforme. Solitamente realizzata secondo il negativo della prima divisa (come tra l’altro nell’ultima stagione), per il suo esordio Nike ha invece puntato su una casacca blu navy recante una marcata banda gialla nella parte sinistra del petto, inglobante a sua volta lo stemma societario.

Parliamo in questo caso del kit Striker III; la manica destra reca un’altra striscia gialla, qui meno appariscente, mentre lo stesso colore è utilizzato per il logo dell’azienda nordamericana. È inoltre presente, stavolta, un colletto con scollo a V. Il blu navy la fa poi da padrone nel resto della divisa, ovvero su pantaloncini e calzettoni.

Cambio anche per quanto concerne lo sponsor principale, pur rimanendo sempre nell’orbita del Gruppo Volkswagen: l’istituto finanziario Volkswagen Bank lascia ora il posto alla casa automobilistica spagnola Seat. Causa presenza della banda gialla, sulla maglia away il nuovo sponsor risulta leggermente decentrato verso destra.

Kit Eintracht Braunschweig 2013-2014 Nike

Anche utilizzando dei semplici kit già in catalogo, ritengo sia stato proposto un buon lavoro (in particolare sulla prima maglia); una qualche piccola personalizzazione di sorta non avrebbe comunque guastato, contribuendo forse a rendere queste divise più “identitarie” verso la squadra sassone.

L’unica “vera” rimostranza che mi sento di fare circa queste uniformi, riguarda la scelta cromatica affibbiata alla seconda divisa: pur apprezzando l’eleganza insita nel blu navy, la ritengo una gradazione che non si distacca troppo dal gialloblu della maglia casalinga; in poche parole, ci troviamo di fronte a due casacche dai colori fin troppo simili.

Eintracht Braunschweig vincitore Bundesliga 1966-1967

L’Eintracht Braunschweig premiato come vincitore della Bundesliga 1966-67

Dopo aver riconquistato la massima serie a quasi trent’anni dall’ultima apparizione, l’obiettivo primario dell’Eintracht Braunschweig nel prossimo torneo non potrà che essere la salvezza in Bundesliga; campionato che i Leoni contribuirono a fondare nel lontano 1963, e che quattro anni più tardi vide l’unico exploit nella storia del piccolo club sassone, con l’incredibile vittoria del titolo nazionale nella stagione 1966-67.

Come giudicate l’esordio di Nike con l’Eintracht Braunschweig?

  • Matteo

    Ovviamente maglia da catalogo, ma mi piacciono i colori abbinati.. Voto 6,5

  • MagicR

    Che brutto il logo seat

    • Daniele Costantini

      *Off-topic automobilistico*: su questo ti do’ pienamente ragione, non ho proprio compreso l’ultimo restyling della “S”; la precedente versione era IMHO nettamente migliore (idem qualche anno fa per il logo Lancia). Bah…

      • mimmo20

        Io avrei messo una scritta Seat con il simbolo della stessa grandezza della scrittura a destra o sinistra

        • frenz

          d’accordissimo

  • pongolein

    la home sembra una maglia da torneo di calcetto all’oratorio, la away se non altro è meno banale e obiettivamente più carina.
    Un lavoro da 6 striminzito.

  • yokopoko

    che tristezza la maglia home… una pettorina da allenamento è piu’ originale. maglia da catalogo con un desaign disgraziato….. l’unica nota di conforto è data dalla maglia away… che almeno a una maglia da calcio ci somiglia. male male….voto 5,5.

  • Alessio

    Mi sbaglio o la seconda maglia ricorda molto la seconda divisa della nazionale di Svezia?

  • TITO

    stesso discorso per le maglie del centenario del caen.
    certe volte è davvero più dignitosa una squadra vestita al mercato.

  • Dukla

    Mi piace soprattutto la away. Semplici (troppo?) e abbastanza in linea con la tradizione. Per me può bastare.

  • Boogie

    Away >>> maglia del Verona?!?!?

    • yokopoko

      non credo che per la maglia del verona usino la barra verticale di lato…quindi scarterei questa ipotesi. che comunque al 98% sia un altra maglia da catalogo possiamo azzardare a dirlo…. hanno voluto la nike a tutti i costi ….. ora pedalano… 100 volte meglio ROYAL con l’empoli.

      • TITO

        sono d’accordo.

      • Teddy

        Hellas Verona!

    • Cesaretto

      probabile

  • salmone kalou

    home anche se da catalogo il blu e il giallo si abbinano bene
    away maglia da catalogo

  • Ivan

    Più che avere un colletto, la home sembra una maglia con un “buco” in cima.

    • yokopoko

      grottesco…tipo maglie in carne…o della salute…

  • Eugenio

    Vabbe, inutile dire della eccessiva semplicità delle maglie Nike e di come le abbiano prese da altre maglie ( Tahiti e Australia ) , perché. Ormai é scontato. Incommentabili.

    Voti 4 – 4. Ormai nel mondo c é. Così tanto Nike che sembra un grosso torneo parrocchiale ..

  • Alvise

    solità banalità targata nike

  • squaccio

    Beh, la seconda è carina.
    La prima troppo banalotta.

  • Simone21

    Ho avuto delle maglie simili, mi piacevano un sacco…le usai per dormire.

  • Matteo

    sono da sempre un estimatore nike

    ma ora basta, non se ne può più:
    la prima è uguale alla mia maglia da torneo universitario

    a questo punto preferisco una “warrior” che mi porta un lavoro mal riuscito (liverpool away a mio modesto parere): almeno ci prova, ci mette quel qualcosa

  • Swan

    Effettivamente la home è abbastanza piatta anche se i colori sociali le danno un qualcosa in più.
    La away è praticamente uguale a quella dell’Australia ma template e colori mi piacciono. Alla fine due kit non eccezionali ma dignitosi. Mi piacerebbe rivedere il Braunschweig sponsorizzato dalla Jagermeister ma temo non sia possibile. Complimenti per lo stadio, pur con la pista sembra un salotto.

    • Daniele Costantini

      E parliamo di un impianto, l’Eintracht-Stadion, che fino all’altro ieri era da Serie B (tedesca)…

  • FDV

    Come scritto da Swan, la maglia home tecnicamente è povera senza bordi a contrasto, ma i colori e probabilmente il fascino del club Jagermeister la aiutano.

    Piacevole anche la seconda maglia, in particolare per la scelta del blu scuro che rende a mio avviso il set di divise ben assortito pur senza introdurre colori estranei a quelli del club. Per le squadre gialloblu mi piace questa flessibilità di utilizzo delle diverse tonalità di blu.

  • William

    Vorrei dire una cosa a chi critica le maglie “da catalogo” come fossero la peste.

    Un piccolo club che torna in A dopo tantissimi anni cosa dovrebbe aspettarsi?

    Ovvio che io preferisco Erreà per il mio Pescara, visto che almeno fa personalizzare le magliette dalla società, però non mi sento di criticare Nike in questo caso.

    Parlando delle maglie nello specifico, dico che non mi entusiasmano, ma nemmeno sono brutte. Una sufficienza piena comunque gliela voglio dare.

    • R7

      Il problema non è il “catalogo” in se.. Il problema è il catalogo Nike!! Grandissimo, e ripeto grandissimo, sforzo di design..

    • yokopoko

      secondo me , una marca famosa come la NIKE… non puo’ permettersi di proporre certe oscenità… in primis per il marchio stesso ..è secondo perchè così facendo manchi di rispetto alla squadra ….qui non stiamo parlando di una maglia fatta male, questa è una maglia che non è stata proprio “progettata” o disegnata…. la maglia home è stata fatta con i piedi. perchè la NIKE si puo’ prendere il lusso di fare distinzioni tra grandi e piccoli club ?

      • William

        Non voglio difendere Nike, anche perché spesso neanche a me piacciono i suoi lavori.
        Però ti invito a riflettere su alcuni punti.

        1) non sappiamo quando è stato stipulato il contratto tra la squadra tedesca e Nike.
        Se il contratto fosse stato stipulato 4-5 mesi fa ci sarebbe stato (eventualmente) il tempo per fare qualcosa di personalizzato, ma se il contratto fosse stato stipulato un paio di mesi fa, come avrebbe fatto il marchio americano a creare delle divise ad hoc?
        Ti faccio notare che già da ora i colossi (Nike, Puma, Adidas ecc) stanno studiando le divise per l’anno 2014/15, quindi con largo anticipo. Di conseguenza non è che si prende da un giorno all’altro e si fa una linea specifica per una sola squadra.

        2) Credi che squadre tipo Caen, Braunschewing, Hellas Verona ecc possano portare lo stesso ritorno di immagine che portano Barcellona o Manchester United? Anche per questo Nike la maggior parte delle volte non si sforza troppo per creare delle divise particolari per gli altri clubs.
        Se io dovessi ragionare come se fossi il proprietario della Nike, ragionerei proprio così.

        Preciso comunque che è una cosa che a me non piace e piuttosto che vedere il mio Pescara con Nike preferisco una Erreà che almeno fa delle divise personalizzate e che lascia alla società la possibilità di scegliere la due maglie su tre oltre che pantaloncini e calzettoni, con tanto di personalizzazione con logo societario su questi ultimi.

        • Daniele Costantini

          Concordo. Non sono le maglie più belle e originali del mondo ma, vista la situazione del club – una neopromossa dopo 28 anni – e il bacino di tifosi, non vedo come il Braunschweig potesse pretendere un trattamento ‘esclusivo’ (e fermo restando che, non mi risulta Nike abbia puntato loro una pistola alla tempia per la firma del contratto… 😀 …evidentemente per il Braunschweig è stata questa la scelta migliore). Un po’ come se il Sassuolo, per la prox stagione, pretendesse dei lavori al livello del Real…

          Come ho scritto nel pezzo, anche io credo che Nike potesse ‘sforzarsi’ un po’ di più (soprattutto nella prima maglia: credo che il semplice inserimento di colletto e bordini a contrasto, avrebbe notevolmente migliorato il giudizio sulla casacca); non ritengo comunque giusto criticare Nike per una scelta commerciale – ovvero contratti esclusivi e non – che viene attuata similmente anche dalle altre ‘big’ Adidas e Puma. Così va il mercato.

      • passionemaglie.it

        Mi sembra ovvio che Nike, come qualunque altro marchio, faccia distinzioni tra grandi e piccoli club. Com’è ovvio che uno dei brand più noti al mondo possa scegliere di fare contratti esclusivi o meno.

        I club possono scegliere, nessuno li obbliga a firmare.

  • saverio

    orrende,ma trattandosi di nike…..

    • Daniele Costantini

      Un commento del tutto spassionato, immagino… 😀

  • Niccolò Nottingham Forest

    La third del Verona non si riusciva a fare così?? No eh….

    • Roberto

      Al massimo la away, che deve essere gialla… Perchè la third? E cmq farebbe un po’ troppo Chievo, non credo che quelli dell’Hellas avrebbero gradito! ;-D

  • Torto #13

    Saranno due kit da catalogo e non realizzati ad hoc, sarà per i colori e per il template semplice, ma a me piacciono; trovo che Nike abbia svolto un buon lavoro senza pasticciare le divise.

    • Roberto

      Una volta tanto, sarebbe stato meglio pasticciarle… Soprattutto la prima!!! Per me resta un mistero come faccia a piacere a qualcuno :-O

  • GW

    Carine, mi piace soprattutto la prima

  • Roberto

    un trionfo di banalità

  • Roberto

    La prima non mi piace neanche un po’, sembra una canotta da allenamento e l’assenza di un colletto blu o quantomeno di un bordino del girocollo è una scelta assolutamente sbagliata… Voto 4! Meglio la seconda, voto 6,5

  • Riccardo

    Brutte entrambi
    Home 4
    Away 4

  • sergius

    Estremamente semplici, direi colpevolmente troppo semplici, ma definirle brutte mi pare altettanto eccessivo. La maglie brutte sono altre.

    • Roberto

      No no, la prima è proprio brutta, nel vero senso del termine!!! Non la augurerei alla mia peggior rivale…

      • Daniele Costantini

        Questa vorrei proprio capirla.

        D’accordo che i gusti son qualcosa di soggettivo e non si discutono, ma giuro che non comprendo: nel caso della home, trovo pertinente parlare di maglia ‘semplice’, ‘spoglia’, al limite ‘poco affascinante’… ma definirla “brutta, nel vero senso del termine” (per giunta, con tre punti esclamativi) lo ritengo davvero un giudizio campato per aria.

        Stiamo parlando di una onesta maglia gialla con maniche blu… non è che, per caso, sei dell’Hellas? In tal caso, sarebbe tutto chiaro! 😀

        • Roberto

          No, tranquillo, tifo Ternana e quindi col gialloblù non ho proprio nulla a che fare! ;-D Il problema di questa maglia, secondo me non degna di un incontro ufficiale (ma al massimo di un’amichevole estiva contro la rappresentativa della Montagna, in attesa che esca la nuova maglia vera), come ho già detto sta nell’assenza di un qualsiasi colletto (bastava anche solo un misero contorno blu!) e nella mancanza di dettagli, che ne fanno quasi una pettorina da allenamento, con l’unica differenza che qui le maniche ci sono! A volte anche l’eccessiva semplicità porta a realizzare cose inguardabili…

        • Niccolò Nottingham Forest

          Mi dispiace Daniele ma devo dar ragione in parte a Roberto. Non è una maglia da professionisti, so che non si può mai parlare in termini oggettivi di queste cose e capisco anche che a qualcuno possa piacere per la sua semplicità, ma qui il termine giusto è banalità.
          Semplice per me è sinonimo di essenziale, di elegante, di raffinato; qui siamo su un altro territorio, quello della pochezza, della poca creatività, dello scarso impegno.

          Mi seccherebbe scendere in campo con una divisa simile anche in terza categoria, la maglia peggio riuscita della serie B italiana ha più personalità nell’interno colletto che questa “maglia” nella sua interezza.

        • Daniele Costantini

          @Roberto, tifando tu per una maglia dai colori unici come quella delle Fere, capisco che ogni altra casacca possa apparire insignificate 🙂 . Sono d’accordo con te – e l’ho già scritto in precedenti commenti – quando si sostiene che sarebbe bastato poco per rendere la home più *accettabile* al grande pubblico (tipo dei semplici bordini a contrasto); ciò nonostante, ritengo ingiusto stroncare in toto questa uniforme: per come la vedo io, il concetto di “brutto” è ben lontano da un lavoro simile.

          @Niccolò, evito di soffermarmi nuovamente su cose già spiegate nell’articolo: il Braunschweig – realtà oggettivamente *minore* del calcio teutonico – non ha un contratto diretto con Nike (in Germania lo hanno solo Hertha e Werder), quindi non vedo come i Leoni potessero pretendere chissà cosa. Detto questo, è il concetto di maglia “brutta nel vero senso del termine” che non condivido affatto: va bene ‘banale’ o qualsiasi altro sinonimo, ma a mio avviso le *vere* maglie brutte sono altre! In merito alla nostra Serie B, poi, ritengo che non potevi scegliere esempio più sbagliato… 😀 …nella stagione appena conclusa, i lavori interessanti si sono contati sulle dita di una mano: credo che molte compagini cadette avrebbero dato un braccio per avere divise come quelle del Braunschweig.

  • Antonio

    Assolutamente anonime. Nike sempre più in basso.

  • jojo

    semplici niente di chè

  • frenz

    trovo che il marchio seat sia troppo invasivo. Forse sarebbe stato meglio la scritta seat col loo di fianco. Per il resto rimangono nella media. Non fanno gridare al miracolo ma non sono nemmeno brutte.

  • Junglefever

    Maglie come dire…ignave. Un piccolo club con una bella storia forse ne avrebbe guadagnato ad avere uno sponsor tecnico meno global, credo.

  • LM

    In generale preferivo sia i kit della Puma che lo sponsor precedente, ma ciò non vuol dire che queste siano brutte. I modelli scelti sono molto buoni, ma anche già usati. Il primo, che mi ricorda quello di Tahiti visto di recente, a mio parere non rispecchia pienamente la maglia storica, ma ci può stare. La seconda, in stile away Australia, mi piace molto ma per il Braunschweig, non c’entra molto. Avrei preferito un modello bianco. In più queste non staccano molto dalla prima quindi temo che in alcune partite si debba usare un kit diverso da questi due. Discorso sponsor: lo sponsor Seat è sicuramente più brutto di Volkswagen, e mi ricorda quello della Mazda , con il logo in bella vista e la scritta sotto. Avrei preferito lo sponsor con il logo piccolo e la scritta a fianco, in stile Mazda ai tempi della Roma. Comunque promosse.

  • rudiger

    Non avrei mai pensato di restare indifferente a delle maglie gialloblu, eppure è successo.
    Nike alle volte esalta la semplicità, altre volte cade nella mediocrità.

  • 7748

    Maglie da torneo di calcetto.
    Squadre con una certa storia non dovrbbero MAI avere maglie non personalizzate. Se la Nike non può/vuole fargliele allora vadano da Errea, Legea etc.
    Saranno sempre migliori ri robe come queste!

  • anna

    …la maglia blu con la fascia gialla e’ IDENTICA alla prima maglia nuova dell’HELLAS VERONA. Non ho parole…veramente… Viva la fantasia!

    • raido

      Invece la gialla a maniche blu sembra quella del Chievo… Ma guarda tu il caso… 🙂

  • MATTEO

    La maglia sarà pure uguale a quella dell’hellas ma…piuttosto della givova…o della joma…o dell’asics…

    Il commento è stato modificato dall’autore dell’articolo, rimuovendo la seconda parte.

    • Daniele Costantini

      Ricordo che in questo sito si parla eslusivamente di maglie, evitiamo quindi inutili spunti polemici dettati dal tifo 🙂