fbpx

È tempo di rivoluzione per l’Atletico Madrid che ha ufficializzato un cambio epocale, dalla prossima stagione dirà addio allo storico stadio Vicente-Calderon per giocare al Wanda Metropolitano.

Wanda è il conglomerato cinese che possiede il 20% delle quote societarie, Metropolitano invece è il nome dello stadio utilizzato dal 1923 al 1966. Cambia anche lo stemma che mantiene le caratteristiche principali con un restyling più moderno.

Nuovo logo Atletico Madrid

Nuovo logo Atletico Madrid

Il nuovo logo, realizzato in collaborazione con le agenzie Vasava e Sra.Rushmore, ha una forma arrotondata in alto ed è formato da 7 strisce biancorosse (una in meno rispetto alla versione precedente) con quella bianca al centro. Nella parte superiore permangono le stelle dell’Orsa Maggiore a circondare l’orso con il corbezzolo (il simbolo di Madrid).

Quest’ultimo perde i colori originari in favore del solo blu ed è forse la modifica più sostanziale del restyling.

L’evoluzione dello stemma dell’Atletico Madrid
Storia logo Atletico Madrid

Il primo logo dell’Atletico Madrid fu quello dell’Athletic Club di Bilbao (i fondatori furono degli studenti baschi), una serie di cerchi concentrici blu e bianchi con con le lettere C e A sovrapposte. La forma attuale arrivò nel 1917 e non subirà modifiche ad eccezione del periodo in cui la squadra di Madrid si fuse con l’Aviación Nacional.

La reazione dei tifosi

Il nuovo stemma non è stato accolto positivamente da una buona parte dei tifosi dei Colchoneros, in rete è già pronta una petizione al grido #ElEscudoNoSeToca. Alla protesta si è unito anche Tomáš Ujfaluši, ex calciatore dell’Atletico Madrid con trascorsi anche in Italia con la maglia della Fiorentina.

Il direttore creativo dell’agenzia Vasava, Bruno Selles, ha difeso la novità affermando che il logo è stato modificato per restare al passo con i tempi riducendone i colori e semplificando le forme. Come tutte le novità hanno bisogno di tempo per essere assimilate.

Voi da che parte state?