SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Ciò a cui i tifosi del Palmeiras hanno assistito durante la partita pareggiata contro il São Caetano ha dell’incredibile.

No, non ci stiamo riferendo tanto al punto decisivo con cui il Verdão ha ottenuto ufficialmente il pass per ritornare nel massimo campionato brasiliano, quanto al fatto che la squadra che fu di Roberto Carlos è scesa in campo con una divisa molto particolare, realizzata dallo sponsor tecnico adidas.

Palmeiras-Sao Caetano

Ebbene sì, gli uomini di Gilson Kleina hanno indossato un kit verdeoro come quello che veste la Seleção.

La divisa, che eufemisticamente si è ispirata a quella della nazionale brasiliana, è infatti composta da una maglia completamente color oro, con colletto a polo con scollo a V e inserti verdi. I calzoncini sono invece blu con le classiche tre strisce di adidas in bianco, mentre i calzettoni sono bianchi con il risvolto verdeoro, per un risultato che a tutti gli effetti ricalca lo stile classico dell’uniforme della selezione brasiliana.

Terza maglia Palmeiras 2013-14

Dicevamo: incredibile? No, perché in realtà la scelta di adidas ha una sua logica di fondo. Innanzitutto, il kit è stato ideato per festeggiare il centenario del Palmeiras, che cadrà “casualmente” il 26 agosto del 2014, praticamente circa un mese dopo la conclusione dei prossimi Mondiali che si disputeranno proprio in Brasile.

Third kit verdeoro Palmeiras 2013-14

Secondariamente, l’idea dell’azienda tedesca ha anche un precedente storico. Nel 1965, infatti, l’intera squadra del Palmeiras rappresentò il Brasile nella partita amichevole che segnò l’inaugurazione del Mineirão, l’attuale stadio dove giocano il Cruzeiro e l’Atletico Mineiro. Il ricordo di questa partita è impresso nella parte interna del colletto delle maglie, dove si trova un logo celebrativo del centenario e la scritta “Pátria amada. Dois amores, uma camisa”.

Maglia portiere Palmeiras third 2013

Da questo storico evento, nasce anche il design per la maglia da portiere, che ricalca quella indossata negli anni ’60-’70 dai leggendari Gilmar ed Emerson Leão, che è completamente blu con lo stemma societario al centro contornato dal nome della squadra. Ispirati anche agli anni ’70 sono i numeri delle maglie.

Ispirazione maglia portiere Palmeiras-Brasile

Per quanto riguarda invece i kit home & away 2013, adidas ha realizzato un design molto sobrio.

La home è la classica casacca verde con stile gessato, una caratteristica che risalta maggiormente da vicino essendo le righine in verde tono su tono. I particolari invece sono in bianco, come ad esempio il colletto a girocollo o i bordi delle maniche che sono però attraversati da una linea orizzontale dello stesso colore della maglia. I calzoncini sono invece bianchi con dettagli in verde, mentre i calzettoni sono verdi con dettagli in bianco.

Maglia Palmeiras 2013 adidas

L’away è l’esatto opposto della home, con maglia e calzettoni in bianco e calzoncini verdi. Le particolarità sono da ricercare nella trama della casacca, stavolta impreziosita da una serie di bande in grigio molto leggere, che fanno in un certo senso da sfondo alla divisa.

Il colletto e i bordini delle maniche sono interamente verdi, e in particolare il primo cambia forma: diventa alla coreana con un leggero scollo a V, mentre nella parte interna troviamo il tricolore, che rende omaggio alle origini italiane del team.

Seconda maglia Palmeiras 2013

La scelta di adidas, tuttavia, non rappresenta un episodio isolato nella storia delle maglie da calcio. Altre squadre, nel corso degli anni, hanno omaggiato la più vincente nazionale di tutti i tempi con dei kit celebrativi. È il caso del Nottingham Forest che, nel biennio 2005-2007, indossò una divisa verdeoro realizzata da Umbro per cercare ispirazione nella tradizione sudamericana e risollevarsi da un periodo buio (tentativo che non riuscì visto che il Forest bazzica ancora nella serie B inglese da anni).

Nottingham Forest, Coventry ed Hertha stile Brasile

Nello stesso periodo, e più precisamente nella stagione 2005-2006, anche l’Hertha Berlino giocò più partite con una divisa verdeoro, mentre è dell’anno scorso la novità portata sui campi della League One (il contraltare inglese della nostra Lega Pro) dal Coventry City, che ha ufficialmente realizzato una casacca verdeoro per omaggiare il main sponsor della passata stagione. L’abbinamento di pantaloncini blu e calzettoni bianchi con inserto verdeoro, però, non sembra affatto una scelta del tutto casuale.

  • Eug

    La gialla è uno spettacolo, dalla maglia in sè, al completino ai numeri.

  • Tux

    Io ricordo una squadra inglese di Premier (di allora) con una away verdeoro negli anni 90, poteva essere il Crystal Palace?

    • FDV

      Vero, anche il Crystal Palace, che tra l’altro abbinava alla maglia verdeoro pantaloncini quasi celesti, molto Brasile a cavallo tra ’80 e ’90

      • Djibril

        il Norwich

      • Djibril

        Raga questa è la riproduzion fedele della maglia del Brasile ai mondiale del 78…pari pari andatevela a vedere….pure i numeri sono gli stessi….
        L’unica volta che il Brasile fu sponsorizzato adidas…..
        Perdemmo contro di loro la finale per il 3o posto….

    • FDV

      Altro caso Il Cardiff City nei primi anni ’00 http://bit.ly/1c7nZ7A

  • pongolein

    C’è poco da dire, nelle maglie a tinta unita con una tonalità in contrasto che può inserire sul colletto e sulle strisce (o bordomanica), per eleganza, stile, qualità, tradizione, innovazione, e metteteci tutto quello che volete, adidas non ha eguali. Grandissima maglia. Anche se sono talmente abituato a vedere il baffo su quei colori che mi sembra quasi una mancanza innaturale!!! =)

  • Luca F.

    Kit assolutamente perfetto. Nulla da aggiungere.

  • Simone

    Al netto degli sponsor, bellissima la speciale, molto bella la home, bella anche se molto “Palestra” e poco “Italia” la away.
    Nel complesso lavoro dignitosissimo per Adidas.

  • frenz

    Davvero belle. Speriamo non vengano ricoperte di sponsor….

  • giopé

    a me piacerebbe vedere il brasile con uno sponsor tecnico brasiliano

    • Niccolò Nottingham Forest

      Io invece spero rimanga sempre con Nike, l’associazione è troppo forte, insomma è così da quando siamo bambini, così come Argentina e Adidas, Germania e Adidas, Inghilterra e Umbro… ops… Francia e Adidas… ops…..

      • Francesco

        Commento top!!

      • FDV

        Per me il passaggio da Umbro a Nike fu piuttosto scioccante, piu o meno come la parantesi che mi lascia tuttora interdetto di Argentina-Reebok

        • pongolein

          per quanto riguarda umbro ho ricordi sfuocati, è la maglia soprattutto di usa 94 e per noi italiani non può evocare ricordi positivi!
          Poi come ho già scritto, nonostante trovo questa proposta adidas estremamente affascinante, quando penso al brasile, penso al baffo, e penso a quella maglia con quel baffo indossata solo da un giocatore…

  • squaccio

    Non sarebbe malaccio il Brasile con adidas ! 🙂
    Bello il lavoro storico per quanto riguarda la maglia da portiere..interessanti anche le altre maglie.
    Curioso di vederle però con gli sponsor.

  • http://www.portierecalcio.it/ Gaspare Ressa

    Adidas ha dimostrato che può fare una maglia del Brasile molto più bella di quelle della Nike.

  • andy

    spettacolare la divisa da portiere!

  • andrake

    Ricordo che il Crystal Palace negli anni di Wright e Bright (fine ’80-primi ’90) usava spesso come seconda tenuta i colori brasiliani. Sabato passato, peraltro, ho notato che, giocando in casa del Palace, l’Arsenal ha usato i calzettoni bianchi sotto la maglia gialla e calzoncini blu, forse proprio per rendere omaggio a quella tradizione del Palace!

  • CP9

    Bellissima la maglia del portiere!

  • Niccolò Nottingham Forest

    Della maglia celebrativa mi piace più la realizzazione che i molti significati che ci sono dietro più o meno campati per aria (vedi quello del centenario un mese dopo la conclusione dei mondiali, che sarà l’anno prossimo, contenti loro…). La realizzazione dicevo, davvero sublime, un’interpretazione quasi perfetta di un classico del calcio mondiale: la casacca verde-oro, della serie, quando la copia è meglio dell’originale.
    Belle le divise regolari, eleganti, pulite, molto vintage come descritto già nell’articolo.

    P.S. Settimana scorsa l’Arsenal ospite del Cristal Palace non poté indossare i calzettoni giallo-blù per non confondersi con i padroni di casa, proponendo un completo che visto in campo ricordava davvero molto quello del Brasile.

    http://static.guim.co.uk/sys-images/Guardian/Pix/pictures/2013/10/26/1382792827663/00be5e66-2517-4ef3-950b-560b525876e8-460×276.jpeg

    http://www.ansa.it/webimages/foto_large/2013/10/26/8d26bc515df1cf6c27b6034c105cf812.jpg

    @ Marco C.: non ti preoccupare! Il Forest tornerà in Premier League MOLTO presto 🙂 🙂

  • Francesco

    Anche il bayern monaco fece una maglia away in onore del brasile!

  • Tux

    tra l’altro, finalmente bentornate alle tre strisce che almeno arrivano fino al bordo manica senza interrompersi!!! Vivaddio ce l’hanno fatta a riproporle dopo anni!!!

  • elkan

    uno smacco a nike INCREDIBILE!
    Nell’anno dei mondiali in sud america ha praticamente realizzato una maglia della nazionale. E in più è 10 volte più bella di quella nike, anche solo per i numeri.

    Attendo risposta nike con una maglia albiceleste!

  • sergius

    Viste le ricorrenti banalità targate Adidas questa è molto bella, nulla da dire. Ad onor del vero se la Selecao brasiliana indossasse queste invece di quelle Nike sarebbe meglio. Pur prendendo atto delle motivazioni che giustificano la scelta di questa maglia celebrativa, non mi entusiasma l’idea che una club indossi in pratica il kit ufficiale della Nazionale, come se il Milan o l’Inter si presentassero una domenica con la maglia azzurra dell’Italia. Belle comunque, senza dubbio.

  • LM

    Bellissima, Adidas lavora meglio fuori dall’Europa. Perfetta la terza, un kit del Brasile che Nike dovrebbe solo stare a guardare e prendere spunto. Bellissimo il font, la perfezione in un Paese dove nella maggior parte delle squadre nei numeri c’è scritto Tim.Belle anche le altre due, poi senza sponsor rendono anche anche di più, ma mi sanno di troppo semplice, di rivisto, avrei voluto qualche dettaglio in più. Quella del portiere è la perfezione, ha un fascino che poche maglie possono dare. Bellissima la scritta Palmeiras attorno allo stemma, la riproduzione è stata fatta davvero bene, molto fedele. Perfette, complimenti ad Adidas ma sopratutto al Palmeiras, uno dei miei preferiti club brasiliani che qualche giorno fa è stato promosso aritmeticamente nella Sèrie A, e quindi giocherà l’anno del suo centenario nella massima serie brasiliana.

  • Daniele Costantini

    Ottime realizzazioni da parte di adidas, che in questo momento storico appare decisamente il brand che sa meglio muoversi con le maglie a tinta unita (non si può dire altrettanto per le strisciate…).

    Nello specifico del Palmeiras, questa third verdeoro sarebbe un’ottima maglia per la Seleçao – stripes a parte -, tanto che come stile la trovo molto vicina alla casacca marchiata Topper vista a Mexico ’86 ( http://3.bp.blogspot.com/-9f7hlxpgeO0/UCuOWB3YlJI/AAAAAAAAAqg/ZUL8gLbz3vk/s1600/Brazil+86.jpg ). Ciò, fermo restando che Nike ha realizzato in questi anni delle divise altrettanto belle e iconiche… penso, su tutte, a quella di Francia ’98 ( http://www.standard.co.uk/news/standard-pictures/article7363340.ece/ALTERNATES/w460/RonaldoBrazil.jpg ) o di Germania 2006 (quest’ultima, con mio rammarico, troppo velocemente dimenticata: http://www.fifa.com/mm/photo/classic/players/01/61/07/56/1610756_full-lnd.jpg ).

    Ancora più bella, se possibile, la divisa da portiere del Palmeiras, che riprende l’idea della denominazione societaria estesa lungo tutto il petto: lo ammetto, mi manca vedere una maglia così per i brasiliani (e non solo). Per quanto concerne invece home e away, le trovo ugalmente otttime maglie, ma meno affascinanti e iconiche.

    • FDV

      Per me di Brasile Nike memorabile c’è solo quello di Francia 98, per il resto per me, lavori o anonimi o eccessivi. Salvo la maglia attuale e a posteriori quella bizzarra della copa america con rettangolino verde.

      • Daniele Costantini

        Invece quella della Copa America 2011 ( http://img.ibtimes.com/www/data/images/full/2011/07/17/132603.jpg ) è una delle poche del matrimonio Brasile-Nike che boccio: sulla maglia della Seleçao, una delle più iconiche del mondo, *non* puoi inserire senza logica un rettangolo in mezzo al petto… 😀 ; stesso motivo per cui boccio ancor di più quella dei Mondiali 2002 ( http://media.web.britannica.com/eb-media/53/74853-004-4C4F7CA7.jpg ), a mio avviso una delle peggiori della storia, con quei numerosi inserti triangolari.

        Queste due sopracitate, son le uniche maglie che non ho davvero digerito; per il resto, guardando globalmente agli ultimi quindici anni, personalmente trovo che Nike abbia lavorato molto bene coi brasiliani. Ammetto che vorrei vedere come adidas si porrebbe oggi davanti ad un lavoro ‘ufficiale’ per il Brasile (le premesse qui ‘mascherate’ col Palmeiras, sono decisamente stuzzicanti)… sicuramente, non sono tra coloro che rimpiangono le epoche Topper o Umbro.

        • squaccio

          Sarebbe bello un articolo al mese carrellata sulle maglie delle grandi nazionali, magari iniziando col Brasile; tempo fà fu fatto per la Spagna e per il Camerun, se non sbaglio…

        • rudiger

          Stavolta sono d’accordo con Daniele sulle maglie “sbagliate”. Quella coi triangoli sembrava omaggiare il ciuffo di Ronaldo.

  • FDV

    Divisa stupenda, tonalità di giallo, verde e blu perfette, bellissima fino ai calzettoni e numei anni ’80 da brivido. Un vero smacco alla Nike, non mi sarei mai aspettato un risultato cosi bello immaginando un ritorno del Brasile a Adidas.

    La maglia da portiere poi è la ciliegina sulla torta anche se avrei gradoto una tonalità di blu leggermente piu chiara.

  • Swan

    Bella la realizzazione da parte di Adidas di tre maglie per il Palmeiras in stile anni 70.
    Ovviamente quella che più salta all’occhio e quella simil Brasile, davvero ben fatta e con l’aggiunta del font che mi ricorda appunto quello a cavallo tra gli anni 70 e 80. Non sono mai stato un estimatore delle maglie da portiere ma questa riproposizione della maglia indossata dai portieri brasiliani anni addietro è davvero molto bella. Positive anche home e away, spero non vengano devastate da troppi sponsor.

  • hernam

    Kit spettacolare tutte le maglie sono stupende, stupende nella loro semplicità ed esaltate dai (pochi) dettagli.

    niente a che vedere con il galles dell’articolo sopra: maglie banali con dettagli messi a casaccio

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Capolavoro adidas, questa però sarebbe perfetta per la nazionale brasiliana. E la font dei numeri in stile anni ’70/’80? Il dettaglio che fa la differenza.
    Colori perfetti, dal giallo e verde della maglia all’azzurro dei calzoncini fino ai calzettoni bianchi con finiture giallo-verdi.
    Ottima anche la maglia del portiere.
    Peccato si tratti della divisa del Palmeiras e non di quella della “seleçao brasileira”.

    PS: ad ogni modo se fossi stato un tifoso del Palmeiras non so se avrei digerito molto la cosa. I colori della nazionale sono una cosa, quelli del club un’altra. È come se il Milan o la Roma un domani giocassero con una divisa simil nazionale italiana.
    (Ho fatto l’esempio del Milan e della Roma perché non hanno l’azzurro tra i colori sociali).

    • rudiger

      C’è una certa differenza tra come milanisti e romanisti accoglierebbero divise azzurre… e bianche: i milanisti, credo, con perplessità; noi con fiaccole e forconi 🙂

      • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

        Ho detto azzurre (blu royal, per intenderci) non celesti 😉

  • Eugenio

    Questa sarebbe il Brasile con Adidas : spettacolo.
    In generale, il colletto della terza è il migliore, ed è ovviamente l’ unica maglia studiata, con quel font SPETTACOLARE, come la maglia del portiere.
    Le altre, bastava poco , come qualche riga, per dare a loro un po’ di senso.

    Voto 7,5 – 7,5 – 9

  • rudiger

    Bello lo stemmone rel Palmeiras, ancor di più quello gigante e centrale dei portieri. Una risposta a chi dice che le maglie senza sponsor sarebbero vuote.
    Mi piace il bordomanica rigato della maglia verde: evita il brutto incrocio tra le tre strisce e il bordino di tante maglie adidas. Peccato non averlo utilizzato per la prima maglia.
    Numeri belli ma datati, e copiati.
    Tutta l’operazione mi sembra esprimere la gran voglia di adidas di vestire i brasiliani.

  • Jo

    Unico errore nell’articolo l’Atletico Miniero non gioca al Minerao ma allo stadio Raimundo Sampaio o Independencia

  • kalash

    Non ho parole…

    10 – 10 – 10