SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Napoli si appresta a vivere la seconda partecipazione in Champions League dell’era De Laurentiis.

Il 18 Settembre al San Paolo i ragazzi di Benitez affronteranno i vice-campioni d’Europa del Borussia Dortmund con una divisa speciale disegnata da Macron.

Kit Napoli-Macron Champions League 2013-14

Come nel 2011-2012 non si registra nessuno stravolgimento, rispetto alla maglia usata in campionato sono stati aggiunti dei dettagli di colore platino: i loghi Macron, il bordo dello stemma societario, i nomi ed i numeri.

Cambiano anche le dimensioni del main sponsor Lete, più ridotte per rispettare le regole imposte dall’Uefa, il colore dei lembi del colletto, ora azzurri con righe bianche e lo stemma del club sul retro, sostituito dalla scritta “SSC Napoli”.

Maglia Napoli Champions League 2013-2014

Dettagli kit home Napoli Champions 2013-14

Seconda maglia Napoli mimetica Champions League 2013-14

Dettagli maglia mimetica Napoli Champions League

Il platino è utilizzato anche per la discussa seconda maglia mimetica, mentre la terza gialla, qualora servisse, rimane nei colori originari.

Due stagioni fa l’oro, oggi il platino, cosa dobbiamo aspettarci in futuro per un’eventuale partecipazione in Champions League?

  • giallu9

    La prima è decisamente bella, molto più sobria anche visto l’assenza di msc, la seconda… vabbè che ve lo dico a fà

    • Geeno Lateeno

      La seconda…. sarei tentato di dirlo io….
      Io comunque le avrei presentate facendole indossare a Platinette

    • dino

      La seconda, incredibile ma vero, è introvabile nei negozi (a Napoli). Va fortissimo !

  • rudiger

    Mi fanno un po’ sorridere queste guarnizioni “discrete”, queste cesellature di fino, su due maglie che presentano un semaforo rosso sul petto e di cui una ha un disegno mimetico.

    • marco

      Quoto in pieno…

    • F093

      Stra-quoto anche io!

      PS Rudiger, almeno una volta potresti pure fare un commento che non approvo in pieno!!! 🙂

      F093
      old style

  • pongolein

    Ogni cosa che contribuisce a ridurre quell’antiestetico quadratone rosso è una cosa buona.
    I particolari platino a malapena si percepiscono, il colore spicca rispetto al bianco del colletto, ma nulla più. Magari i loghi sulle spalle rifletteranno la luce, ma credo di no…dipende dal materiale.

    Ho sperato fino all’ultimo, invano, che la away fosse la gialla e non questa, forse avevo letto qualcosa del genere su sportmediaset, ma a quanto pare è definitivo, la away è la maglia militare…presentarsi a un appuntamento prestigioso come la champions con una divisa così è vergognoso. Ma questo è un argomento già ampiamente dibattuto… Complimenti al regolamento uefa che rifiuta i gigli viola ma permette questo obbrobrio.

    • rudiger

      Mettete dei fiori nei vostri cannoni.

      • pongolein

        per mettere i fiori nei cannoni hai bisogno del parere del congersso! eheh di questi tempi meglio non parlare di argomenti bellici, o di belle canzoni sessantottine =P

    • Daniele Costantini

      Effettivamente, la cosa più positiva di questa maglietta è l’eliminazione della toppa MSC e il ‘ridimensionamento’ del rettangolo Lete… proprio quando ADL, nella prossima riunione di Lega, proporrà l’introduzione in Serie A di un terzo sponsor su schiena o pantaloncini (fonte: Gazzetta).

      Tornando alle magliette, la home guadagna molti punto da questa ‘cura europea’, mentre la away mimetica mi rimane lo stesso indigesta; non nego che tale casacca sia un successo di marketing – su questo, ADL ha indubbiamente l’occhio lungo -, però la trovo davvero una maglia fuori luogo, ancor di più alla luce della situazione politica internazionale… diciamo che almeno sul palcoscenico europeo, l’avrei evitata e al suo posto promosso la third gialla a seconda maglia.

  • Roberto

    Per dettagli e numeri meglio il bianco “pulito” rispetto al platino, così come due stagioni fa sarebbe stato infinitamente meglio il bianco rispetto all’odioso dorato che rendeva qualsiasi particolare praticamente indistinguibile! Capisco il marketing, ma perchè volere a tutti i costi peggiorare un prodotto?

  • Giulio

    Cambiamenti quasi totalmente ininfluenti, forse il platino le rende un minimo più eleganti, comunque almeno cosi il toppone lete è un po meno antiestetico…

  • Moka

    Apprezzo molto questi dettagli in platino, secondo me rendono la maglietta più elegante. Ovviamente parlo della prima, sulla seconda preferisco non esprimermi.

  • Pingback: Camisas do Napoli para 2013 | Minhas Camisas()

  • squaccio

    Beato chi li vede i dettagli platino….

    • Dukla

      Infatti!

    • stefan

      secondo me non é platino ma latta

  • BOOGIE

    dire il classico “argento” (o anche “silver”, toh!) era troppo da poveretti!?!?

    …platino…

  • LM

    Entrambe belle. Rispetto a due anni fa, le modifiche europee sono quasi impercettibili, a parte lo sponsor Lete ridotto, dato che il color platino è quasi impercettibile, e fa quindi un effetto migliore. La seconda mi piace, ma la vedo per un portiere, non per un giocatore di movimento. Comunque, buon lavoro, sicuramente meglio delle tamarrate fatte due anni fa.

    • Roberto

      Ehm… A me la seconda sembra l’esempio più grande di “tamarrata” che potesse essere concepito dalla mente umana… Ma sono gusti, ovviamente!!!

  • raido

    La prima migliora sensibilmente (ma quanto sarebbe più bella la maglia del Napoli con uno sponsor normale?) mentre per seconda (probabilmente la maglia meno elegante che io abbia mai visto, buona per andare in discoteca con le mutande fuori dai pantaloni e il cappellino al contrario) non riesco a percepire l’effetto dei dettagli color ”platino”.
    In generale non riesco a capire l’utilità dell’aggiunta di dettagli metallizzati nelle maglie europee, e soprattutto non capisco perché la Fiorentina ha dovuto rinunciare ai gigli per una questione di sobrietà quando il Napoli sfoggerà nella competizione più importante del mondo questa tamarrissima divisa.

    • passionemaglie.it

      Chi ha parlato di sobrietà è lontano dal vero.
      Come si misura la sobrietà di una maglia? Con quali criteri oggettivi?

      E’ più plausibile che il giglio sia stato considerato come un simbolo del club e non un semplice elemento decorativo, quindi soggetto a precise regole.

      • Ninho in Champions League

        Infatti anche in queste maglie, dietro al colletto la N è stata sostituita da SSC NAPOLI

      • raido

        Allora chiedo scusa per il mio errore, ma continuo a pensare che questa maglia non dovrebbe apparire nei palcoscenici europei e che i gigli della fiorentina non avrebbero dovuto essere rimossi.
        Dunque se la Juventus dovesse mettere dietro il colletto uno stemma con un toro all’interno, questo verrebbe rimosso dalla divisa perché appare già nello scudetto? E’ incredibile.

  • sousa

    3 tonalità di verde, azzurro, rosso, bianco…e adesso anche il platino!
    Wow! Abbiamo messo la ciliegina! 😉

  • Alessandro

    Più sobrie rispetto a quelle di due anni fa per la champions e migliori di quelle utilizzate in campionato, ma a me quelle alette lines seta ultra al colletto non piacciono proprio. 🙁

  • Sasa93

    In realtà c’è una differenza rispetto alla maglia per campionato e coppa Italia: le “alette” del colletto sono azzurre con le righe bianche, invece che bianche con le righe azzurre. Dopo questa pignoleria, vorrei fare un appello alla FIGC, alla Lega Serie A e a qualunque altra istituzione calcistica: NO AL TERZO SPONSOR SULLE MAGLIE! I due patacconi colorati rovinano la maglia del Napoli che (camouflage a parte) è sempre una delle più belle…

    • passionemaglie.it

      E’ vero, grazie per la precisazione Sasà.

      De Laurentiis è sempre stato molto chiaro, per lui le maglie sono un campo da coltivare con gli sponsor. Spero che la Lega bocci con fermezza tale ipotesi.

    • Daniele Costantini

      Solo per chiarire: i terzo sponsor di maglia sarebbe una ‘possibilità’, così come al momento è una possibilità il risorso al secondo sponsor.

      Tra i club di vertice della Serie A, il Napoli è infatti l’unico ad usufruirne: la Fiorentina sfrutta la cosa solo per fini benefici (Save The Children), mentre Inter, Juventus e Milan continuano a sfoggiare solo il main sponsor; addirittura, Lazio e Roma neanche hanno quello al momento…

      • rudiger

        In teoria anche il primo sponsor è una possibilità e non un obbligo 🙂

        • Marcos

          Vallo a dire ai cervelloni che sentono l’obbligo di mettere una scritta (secondo me inutile) sul petto della maglia a noi cara, oltretutto ripetendo un errore già fatto dieci anni fa…

      • Sasa93

        Premesso che, come dice Rudiger, anche il primo sponsor è facoltativo (vedi Lazio), io non sono del tutto contrario al doppio sponsor. Se ora abbiamo in squadra giocatori del livello di Higuain e Reina, è anche grazie agli introiti che derivano dalla doppia sponsorizzazione. Quello che non posso e non potrò MAI accettare è l’invasività di questi sponsor che sono due pugni ad entrambi gli occhi. Stima piena per la Fiorentina e quel che fa per Save the Children, però ti ricordo -mi permetto di darti del tu- che la Juve fino a due stagioni fa alternava due sponsor, di cui uno era Balocco che sulla maglia delle Barbie faceva la sua “degna” figura. Mi sa che analizzando la situazione economica di Milan ed Inter un secondo sponsor farebbe molto comodo anche a loro. Passo e chiudo.

        • Daniele Costantini

          Il caso della Juventus di qualche stagione fa è un po’ diverso, non trovi? La squadra aveva uno sponsor per la divisa home e un altro per la away, che non venivano mostrati mai assieme (a differenza di quanto fa il Napoli).

          Come ho già detto in passato, non sono un ‘integralista’ e non sono contrario agli sponsor di maglia… ma il mio pensiero è che c’è modo e modo di integrarli nella maglia, e personalmente non seguirei mai l’esempio delle recenti casacche partenopee.

          De Laurentiis la pensa diversamente, e comunque gli va dato atto di essere sempre stato chiaro e schietto sull’argomento, non nascondendosi dietro facili parole di circostanza.
          ____

          Piccola divagazione: visto che l’hai citata, non comprenderò mai l’avversione di tanti verso la maglia rosa juventina del 2011-12… forse è oggetto di scherno da parte di tanti, perché è la casacca che ha simboleggiato la rinascita della Juventus 😀 . Posso comprendere il fatto che quello ‘stellone’ non poteva piacere a qualcuno, ma l’uniforme riproneva la storica divisa juventina del 1897, che ritengo faccia sempre una “degnissima” figura ogni qual volta venga riproposta. Del matrimonio Juventus-Nike tutto si può dire, ma va dato atto agli americani di aver rispolverato un abbinamento che fa parte della storia del club – lo fecero sin dal loro arrivo nel 2003 -, e che per quasi un secolo era invece (inspiegabilmente) caduto nell’oblio.

        • marco

          la maglia della juve era rosa, quella riproposta era fucsia e non parliamo di quello stellone

        • rudiger

          Se gli juventini avessero utilizzato la maglia fucsia nel 1897 il papa li avrebbe scomunicati e il re li avrebbe mandati al confino. Non escludo neanche che qualche avversario li avrebbe sfidati a duello 🙂

        • Sasa93

          @Daniele Costantini:
          Ovviamente il caso della juve era diverso, ma era pur sempre una doppia sponsorizzazione ed ogni sponsor era abbastanza evidente sulla maglia. Per il resto sono d’accordo quasi su tutto, tranne sulla maglia della juve.. Ma, come direbbe Lotito, “de gustibus non disputandum est”.

  • FDV

    Modifiche poco invasive ma il bordino dello stemma platino come quello dorato di due anni fa mi piace e mi cade regolarmente l’occhio.

    Ovviamente è un sollievo vedere il solo sponsor Lete e di dimensioni più ragionevoli, nonostante la toppa rossa mantenga la sua consueta pesantezza.

    Gradevole anche l’inversione dei colori delle alette del colletto. Preferisco vedere due righine bianche piuttosto che tre, tabù Adidas.

  • Swan

    Le modifiche sulla maglia home sono davvero minime e contribuiscono ad un lieve miglioramento della stessa che comunque continua a non piacermi. Certo, meglio questa di quella utilizzata due anni fa.
    La away mimetica non merita commenti.

  • Fely

    si sono sprecati… manco si vede la differenza…

  • MARCOPANTERONE

    Ho dovuto fare anche io uno sforzo nel trovare le differenze (anche se preferisco poche varianti su rifiniture piuttosto che stravolgimenti cromatici riguardo le maglie di campionato o europee della stessa squadra), riguardo il colletto mi sembra che ponga l’accento sull’ancestrale domanda: ma la zebra è bianca a strisce nere o nera a strisce bianche?

  • fabimpara

    La diferenza migliore è la spariozione di MSC ed il rimpiocciolimento della pummarola Lete. Per il resto il colletto continua a non entusiasmarmi.

  • sergius

    Ah ecco, queste sarebbero le modifiche….vabbè! Resta il fatto che la prima piace a mezza Italia e la seconda farà fregare dalle risate mezza Europa….ridicola come ridicolo è chi l’ha ideata e voluta.

  • Torto #13

    Preferisco questa home per la Champions rispetto a quella per il campionato. Assenza di MSC a parte, meglio il colletto con prevalenza di azzurro e le sole due righe bianche che il contrario; anche i dettagli platino mi piacciono, in particolare il contorno dello stemma societario che così risalta di più.
    La maglia mimetica invece la boccio anche in versione Champions, proprio non mi piace.

  • francesco

    la seconda maglia è quella di Rolando (alias Aldo di Aldo Giovanni e Giacomo)

  • Alessio

    Credo che il prossimo passo sarà il bronzo, sempre che non venga considerata una diminutio.

  • Marcos

    Senza infamia e senza lode, mi piace l’idea di una maglia diversa per le coppe europee ma senza stravolgimenti, e questa mi sembra perfetta.
    La maglia senza il doppio sponsor guadagna parecchi punti, chissà come sarebbe senza sponsor o con uno sponsor col solo lettering Lete…

    • alfonso

      Le maglie da allenamento del napoli sono con solo la scritta Lete senza quell’odioso pataccone rosso, devo dire che non sono male

  • pongolein

    mettere dei discreti inserti in platino nella maglia militare è come mettere il pomello del cambio in radica nella più tamarra delle punto prima serie con tanto di luci al neon sotto, fiamme alle portiere, fari allo xeno e minigonne che toccano a ogni dosso, e impianto da 6 milioni di watt che pompa in loop le peggiori compilation house della stagione…o gigi d’alessio! =)

    • MARCOPANTERONE

      stagione ’98-’99 ovviamente

      • pongolein

        ovvio…io ne ho una del 99!!!! ma sobrissima intendiamoci =P star 1.2 60 cavalli ehehe, il substrato della tamarrata diciamo

    • rudiger

      Il paragone mi sembra adatto.

  • andrea

    modifiche inutili, neanche ci si fa caso.

    Non avendo seguito la storia napoli di quest’anno, ma si è capito perchè hanno fatto la seconda maglia mimetica?

    Che assurdità

    • passionemaglie.it

      Perchè piaceva al figlio di De Laurentiis e sapevano che avrebbe fatto il botto, in termini di visibilità e vendite.

      Pare abbiano avuto ragione.

      • rudiger

        La maglia militare che fa il botto… ti ci metti anche tu ad aizzare le polemiche? 🙂

  • Jak

    La seconda è tamarra,senza senso proprio…

  • ciguy

    Orribile la scelta del napoli, ieri sera, di indossare senza alcun valido motivo i pantaloncini azzurri, a dispetto dei classici bianchi.
    Odio queste scelte: sul napoli (che non è la mia squadra), passi pure, ma quando lo fa la nazionale provo un enorme senso di fastidio!

    http://img.ibtimes.com/it/data/images/full/2013/09/18/32518-higuain-autore-di-un-goal-contro-il-borussia-dortmund.jpg

  • Francesco

    Ciao a tutti. Onestamente non capisco perché il Napoli metta il riquadro rosso: no basterebbe la scritta bianca Lete?