SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Tempo di rinnovi in casa Puma, dopo la firma con la Costa d’Avorio è stato esteso il contratto anche con la federazione calcistica austriaca.

Un binomio duraturo che prosegue senza interruzioni ormai da 40 anni e arriverà come minimo al 2018. Puma avrà il compito di vestire la nazionale maggiore, tutte le rappresentative giovanili e la squadra femminile.

Rinnovo Puma sponsor tecnico Austria

L’annuncio è stato dato in una conferenza stampa tenutasi a Vienna alla presenza di Leo Windtner, presidente della ÖFB, Alfred Ludwig, direttore generale della ÖFB, e Christian Voigt, senior head of sports marketing di Puma.

L’Austria è attualmente in piena corsa per la qualificazione agli Europei 2016, una competizione che l’ha vista protagonista solo nel 2008 quando insieme alla Svizzera era il paese ospitante. Guida il gruppo G ed è attesa sabato dalla sfida al vertice contro la Russia di Fabio Capello.

Maglie Austria sponsor Puma

In campo scenderà con la maglia Puma che presenta il rosso come primo colore, in controtendenza rispetto alla muta bianca e nera che ha fatto la storia di questa nazione.

  • Giangio87

    La muta rossa come prima maglia per allontanarsi dall’associazione del parente piccolo della Germania, ma così ci si avvicina e pesantemente ai colori della maglia della selezione elvetica anche quest’ultima sponsorizzata puma.

  • Valerio

    A proposito: la Germania usa il bianco e nero perché erano i colori della bandiera della Prussia. ma l’Austria perché aveva quei colori? Quelli degli Asburgo erano il giallo e il nero

    • Dukla

      In effetti … leggendo su wikipedia ho trovato che “L’Austria ha giocato per la maggior parte della sua storia con una tenuta bianca con pantaloncini neri, adottata verosimilmente imitando la rappresentativa tedesca”. Ora, non so se ciò possa essere confermato, ma stando così le cose si almeno si comprende meglio il motivo per cui negli ultimi tempi la Federazione stia ricorrendo alla divisa rossa come principale.

      • Dukla

        Ciò nonostante, il mio personale pensiero è che ognuno debba credere con forza nella propria tradizione (quale sia la sua origine) e non abdicarvi per altre soluzioni non appena c’è un “ostacolo” (in questo caso, “l’ingombrante” Germania)!

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Se proprio l’Austria deve giocare in rosso e bianco allora che creino un design iconico e ad hoc, magari che segua il design della bandiera: maglia rossa con banda orizzontale bianca. E sempre sia così la maglia, variando solo nella larghezza e disposizione di tale banda orizzontale. Viceversa Austria sempre in bianco-nero.

    • Dukla

      E’ una buona idea.

    • Daniele Costantini

      Personalmente, chiuderei in fretta questa parenteri rossa “simil-elvetica”. E lascerei la bandiera austriaca al suo ruolo attuale: sfondo allo scudo federale.

      Avevo già palesato in passato il mio gradimento verso una nazionale austriaca in total black, peraltro già sperimentato in trasferta qualche anno fa ( http://i.imgur.com/pOeJjWQ.jpg ): ne verrebbe fuori una divisa assolutamente unica nel panorama delle nazionali europee – e che con l’aggiunta di dettagli gialli, più o meno marcati, richiamerebbe perfino la storica bandiera degli Asburgo ( http://i.imgur.com/2XUjqla.png )

      • FDV

        Fantastici i capelli del capitano in versione divisa away.

        In effetti la bellezza della resa di un completo nero con quello stemma potrebbe farmi chiudere un occhio sulla questione della tradizionalità della divisa.

        Poi mi piacerebbe idealmente l’identificazione tra aquila nera e maglia nera, un po’ come il Galles rosso come il drago.

    • Giovanni

      Il design della bandiera è rispettato nel suo insieme: maglia rossa, pantalocini bianchi (a fungere da banda), calzettoni rossi.

      http://i.imgur.com/NvjPp6Ll.jpg

    • Tux

      la penso allo stesso identico modo: se devi differenziarti dal cugino germanico differenziati davvero, adottare un semplice completo rosso che poi ti fa assomigliare comunque ad altre centomila squadre non ha molto senso.
      Io propenderei per un’iconicizzazione ancora più estrema: maglia rossa con banda orizzontale bianca abbastanza larga, pantaloncini neri, calzettoni neri con risvolto rosso-bianco-rosso.
      Così l’Austria sarebbe unica ed inconfondibile nel panorama mondiale delle nazionali e non solo.

  • FDV

    Bel binomio, ma l’ultima maglia dell’Austria che trovai bellissima è quella 1996-98 indossata nella foto da Toni Polster. Tra l’altro è stata anche l’ultima che ha accompagnato l’Austria a qualificarsi per la fase finale di un torneo maggiore.

    Decisamente nefasto il passaggio alla divisa rosso-bianco-rosso con la bianconera per le trasferte, o addirittura rimpiazzata da una nera come nell’Europeo di casa del 2008.

    Come ha detto Torto, avrebbe avuto senso solo passare a qualcosa di fortemente identificativo come una maglia bandiera, rossa con fascia orizzontale bianca.
    http://www.thetimes.co.uk/tto/multimedia/archive/00129/83918108_Robson_129181c.jpg

  • Dave Compton

    non ci siamo. Lo stemma dell’Austria e’ sempre stato tradizionalmente molto grosso e visibile, quasi “vintage” questo e’ minuscolo..
    Anche la scelta della rossa come home e’ infelice, dovrebbe essere bianca e nera come tradizione vuole, la seconda magari gialla-nero-gialla – richiamando i colori degli Absburgo , come tra l’altro utilizzata forse intorno al 2008..

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Ho scoperto che è stata un’idea di Krankl nel 2004, quella del cambiamento di colori.
    Sul bianco-nero-nero, invece, non sono molto propenso ad attribuire le origini alla Germania: la prima partita della nazionale austriaca è del 1902, mentre il debutto dei tedeschi è del 1908, e questa maglia presenta una predominanza del nero: http://i.imgur.com/MYQw6ql.jpg
    Una banda nera con l’aquila imperiale prussiana è mantenuta anche nel 1912: http://i.imgur.com/VAykOuNl.jpg

    Su quali siano i colori giusti per l’Austria non saprei esprimermi.
    La combinazione rosso-bianco-rosso, per quanto richiami la bandiera, così come è attualmente finisce con l’essere molto simile alla Svizzera, ma anche all’Ungheria. Con la fasciatura sul petto potrebbe essere migliore, ma anche simile alla Polonia.
    L’introduzione del giallonero, per quanto simile al gialloblù svedese o ucraino, sarebbe resa anacronistica dall’assenza della monarchia asburgica.
    Sarei per un ritorno allo schema originario, magari con una doppia fasciatura (se non addirittura cerchiatura) rossa, o sempre in rosso una doppia banda diagonale. Dubito però fortemente che la Puma riuscirebbe a produrne una versione decente.

  • Swan

    Per l’Austria vedrei bene anch’io un kit total black con dettagli biancorossi; il top sarebbe una maglia simil Arsenal con panta e calze nere, ma figuriamoci…
    Per il resto non ricordo, bianconero o rossobianco, un kit dell’Austria che mi sia mai piaciuto.

  • Mr74

    Uno dei sodalizi più lunghi e felici che si possano ricordare. La domanda che mi pongo, è come mai l’Austria ha rinnegato la sua storica divisa home, in favore della maglia rossa. Certi magheggi mi danno fastidio quando si tratta di squadre di club, li trovo addirittura insopportabili quando cambiano i connotati delle squadre nazionali.

  • Vittorio

    Sono contento che questo matrimonio continui meno per la scelta di puntare sulla rossa e non sulla bianca. Come molti di noi hanno già detto rinunciare alla propria tradizione è un pó rinnegare le proprie origini. Prima di scrivere mi sono rivisto la divisa ufficiale austriaca. Pur ammettendo una certa debolezza per la Puma sono un po’ stanco di questa vestibiltá attillatissima. I tifosi in genere amano le maglie per attaccamento e anche per sognare di essere parte della squadra ma con queste linee difficilmente i tifosi possono completare la propria identificazione: quanti hanno il fisico per indossare modelli simili. Credo che puma abbia superato il limite.

    • Matteo Perri

      Per onor di cronaca, le maglie Puma comunemente vendute in negozio non hanno la tecnologia Actv che le rende iper aderenti.

      • Vittorio

        Lo so ma sono comunque molto attillate e credo che a tutti i tifosi piacerebbe indossare le maglie da gara…non credi?

  • squaccio

    Della maglia in foto salvo solo il font del numero…Austria in bianco e basta !

  • squaccio

    Sapete perchè il puma nelle foto 2 e 3 è al contrario ?

  • rudiger

    Approvo la mozione di Torto: se biancorosso deve essere, che non sia così banale, simile a centinaia di club.
    Ai fan del giallonero asburgico ricordo che l’Austria è una Repubblica, e non ha richiamato gli Asburgo dopo la liberazione dal nazismo. Tra l’altro hanno aggiunto dei simboli socialisti allo stemma (falce e martello). Anche l’aquila non è quella imperiale: nel cambio ha perso una delle due teste.
    Usare il giallonero sarebbe come se la nazionale italiana omaggiasse i Savoia… ops 🙂

    • NelloStileLaForza

      È quel che ho pensato anch’io, Rudiger, nel leggere le fantaproposte di Austria in giallonero: la falce e martello dello scudo – quello sì davvero iconico – farebbero decisamente a pugni con i colori del periodo imperiale, concluso con la disastrosa sconfitta militare e politica del 1918.
      Quanto alla contraddizione dell’Italia, che non ha mai dismesso l’azzurro dei Savoia, credo sia da interpretare così: alla caduta del regime e della monarchia, son spariti fascio e scudo di Savoia dalla maglia a favore dello scudetto tricolore, e allo stesso modo è stato proibito il kit alternativo nero… Già un bel po’ di cambiamenti. Però si è voluto mantenere l’azzurro come colore distintivo delle nazionali sportive come segno di continuità.
      Chi l’ha deciso non lo so, e sarebbe interessante leggerlo in un prossimo articolo di PM.

  • F093

    E’ talmente originale e curata che coincide con la Subbuteo ref.1 che utilizzavamo indistintamente per più di 300 squadre.

    Non aggiungo altro….

    F093
    old style

    • NelloStileLaForza

      Già, la “miticissima” ref.1… Che nostalgia!

  • out of mind

    Non mi piace e non capisco l’abbandono della maglia bianca come “home” che
    specialmente se impreziosita da dettagli della bandiera austriaca era molto più particolare del più banale schema rosso-bianco-rosso. Per allontanarsi dalla Germania adesso l’Austria assomiglia ad altre centinaia di squadre. Se non erro almeno la “away” dovrebbe essere bianca.
    Ma i numeri con font diversi davanti e dietro sono solo un errore di presentazione? Quale sarà quello ufficiale?

    • Matteo Perri

      Quella a destra è una maglia vintage, credo anni ’80.

      • out of mind

        Grazie. Sto perdendo colpi, non avevo notato che la striscia bianca continuava lungo tutta la manica e che soprattutto era una maglia a maniche lunghe cosa più unica che rara al giorno d’oggi.