SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Fa piacere rivedere al lavoro un marchio che negli ultimi tempi è rimasto nell’ombra: parliamo di Diadora che ha realizzato le nuove maglie del Twente Fc per la stagione 2010-2011.

Prima maglia Twente 2010-2011 Seconda maglia Twente 2010-11 Terza maglia Twente 2010-2011

Tre le divise prodotte dall’azienda italiana per i campioni in carica dell’Eredivisie, il massimo campionato olandese.

La prima è rossa con colletto a polo e un bordino bianco sulle maniche. La trama presenta un motivo a rombi più scuri e in alcuni di essi troviamo il cavallo rampante, simbolo che fa parte del logo societario.

La maglia da trasferta utilizza lo stesso identico template della prima, ma il colore principale è il blu. Qui la trama a rombi è molto più visibile. Terza divisa nera con inserti in rosso e oro.

Il main sponsor è la Arke, inserito in modo piuttosto vistoso su maglia, maniche e calzoncini.

  • Genoa1893

    bella la prima,se non fosse per lo sponsor gigante..

  • Paco Lanciano

    Lo sponsor sui calzoncini proprio non mi va giù in generale

  • squaccio

    Spero che torni a fare delle belle maglie

  • Walter

    Fa piacere il ritorno di un marchio storico italiano, maglie sufficienti fors eun po’ anonime…

  • http://sampdoria.forumcommunity.net/ Blue-Ringed

    Si rivede la Diadora! Design classico, anche se la prima e la seconda ricordano la maglia del Marsiglia da trasferta del 2008-09:

    [img]http://img683.imageshack.us/img683/7198/olympique2bmarseille2ba.jpg[/img]

  • Ivan

    I loghi delle aziende italiane di abbigliamento sportivo sono ormai un’emergenza sociale ineludibile.

  • Sandro

    Togliendo lo sponsor gigante davanti, gli sponsor sulle spalle e sui calzoncini, è un bel kit (ovviamente non giudicando i calzettoni, che non si vedono nelle immagini)

  • Gluko

    Maglia decente…non direi proprio un ritorno col botto! e poi, la seconda come ha già fatto notare Blue-Ringed è cosa già vista…..forse anche con la scozia-diadora…correggetemi se sbaglio

  • appassionato

    design poco innovativo, senza particolari inserti e cuciture, materiale scarso…da lavoratore del settore si capisce che diadora naviga in cattive acque. non si spacci per design classico o semplice un prodotto mediocre costato 4 soldi alla produzione. mi spiace per la diadora, un marchio da me sempre amato per la sua aggressività e per la qualità dei prodotti

    • FDV

      mi sembra un po’ troppo severo come giudizio.
      Non lavoro nel settore e non so se il materiale è davvero così scadente.
      Ma sul design dico che non mi sembra affatto male: maglia semplicissima, “impreziosita” dalla trama a rombi, che non sarà l’idea della vita ma mi risulta decisamente gradevole.
      Dalla foto giusto le cuciture dei fianchi sembrano da t-shirt,ma comunque anche se fosse una maglia da 4 soldi, in foto non mi dispiace.
      E non sono d’accordo sull’equazione:
      + inserti + cuciture = + qualità

      • appassionato

        inserti e cuciture per dire una qualsiasi lavorazione che renda il lavoro un po piu guardabile.
        basta guardare i disegni di diadora fino a un paio d anni fa e si capisce subito la differenza.
        la lotto si unirà presto alla diadora in quanto sono economicamente allo sfascio come loro
        dispiace tanto…x diadora specialmente

  • luka97

    bellissima la nera!… la home e l’away ricordano la maglia del Marsiglia…

  • io

    la 1 e la 2 sono due capolavori … la 3 nn mi convince ma secondo me si dovrebbero raccogliere firme x evitare gli sponsor!!!

  • Joseph

    Bellissime! 10/10, la Diadora ha fatto un ottimo lavoro secondo me

  • passionemaglie.it

    @appassionato
    Non è che il tuo giudizio è leggermente di parte visto che appartieni alla concorrenza?
    Insomma, a meno che tu non abbia avuto la maglia in mano, non capisco come puoi criticare i materiali utilizzati.

    Siamo ai limiti della diffamazione verso Diadora, secondo me dovremmo essere più concilianti.

    • appassionato

      diffamazione non direi dato che sono un accanito sostenitore di diadora e grande tifoso del napoli e ho tante maglie del napoli griffate diadora. per il materiale si tratta di un semplice poliestere stampato che trattano tutte le aziende. altro che diffamazione io ci rimango male xkè sn prima di tutto appassionato di maglie ed ho fatto della mia passione il mio lavoro.
      per guardare grandi lavori osserva come lavorano Umbro, lotto(anke se ancora x poco), e Kappa 🙂

      • Torto #13

        Grandi lavori da parte di Lotto? Su Umbro e Kappa concordo, ma su Lotto proprio no, sia per design che per materiale. Non confondiamo l’oro (Umbro su tutti, e Kappa) con il Ferro (Lotto).
        Spero però che Lotto si dia una svegliata! Per loro ho una proposta: visto che hanno la linea “Lotto Leggenda” perché non riproporre maglie da calcio storiche o realizzare maglie da calcio sul modello di quelle storiche appunto? Così si che Lotto farebbe un gran bel salto.

    • passionemaglie.it

      Ho detto che siamo ai limiti perchè hai fatto una disamina accurata basandoti su una semplice foto. A questo aggiungi che lavori per un’azienda concorrente ed ecco che il tuo parere rischi di non essere obiettivo.

      Le maglie tra l’altro non sono nemmeno così brutte come le vuoi dipingere, ma è un mio personale giudizio.

      • appassionato

        i gusti sono gusti ovviamente 🙂 cmq interessante qst sito! sei molto aggiornato

  • Torto #13

    Tutte e tre le divise non mi dispiacciono: pulite, semplici e la trama a rombi non da fastidio. Diadora ha fatto un buon lavoro secondo me.

  • out of mind

    Non so la qualità del materiale ma viste così il risultato mi pare più che positivo.
    Le trame a rombi non sono invasive e nello stesso tempo rendono la maglia particolare (non è un idea diadora ma quanto meno l’ha riproposta in modo buono).
    Lo sponsor arke in effeti prende parecchio spazio ma è sempre meglio delle toppe.

  • ThePickwickPub

    Niente di rivoluzionario, cmq un lavoro decoroso: grafica sobria con pochi semplici inserti e gradevole il colletto a polo.

    Non mi convince molto la scelta cromatica per la terza maglia, più che altro l’uso del color oro, mentre per le dimensioni e la posizione degli sponsor non si può certo accusare Diadora.

    @appassionato: e se fosse stato il Twente a richiedere l’utilizzo di un materiale più economico a Diadora rispetto ad alternative più costose? Non si può accusare un produttore di avere nel proprio campionario (eventualmente) un materiale “cheap” se risponde alle richieste del mercato.

    ***Post Scriptum***

    Da utente della prima ora penso di aver titolo per segnalere che negli ultimi tempi si è persa un pò la trebisonda nel tono dei commenti.

    Un conto è esprimere un parere con cognizione di causa, muovendo delle critiche argomentate, un conto è sputare sentenze per il gusto di farlo.

    Si dà la croce addosso ai designer un pò troppo facilmente, senza pensare che sono le società ad avere l’ultima parola sulle divise: magari per la stessa squadra erano stati presentati lavori più rifiniti o con una migliore grafica rispetto a quelli poi adottati, lavori che però le società non hanno scelto per questioni di gusto, per ragioni economiche o chissà che altro.

    Una maglia non nasce con due colpi di photoshop e soprattutto non è il frutto di un unico passaggio da parte di un’unica persona. Il designer non è un artista che asseconda esclusivamente la propria fantasia ma un lavoratore che deve rispondere alle richieste di un committente o alle indicazioni della propria azienda.

    Buon proseguimento.

    Nessun riferimento ad “appassionato” nello specifico, è più una considerazione di carattere generale.

    • appassionato

      la diadora paga il twente per indossare i suoi prodotti non è il twente ke compra e quindi va x il risparmio

      • appassionato

        poi certamente i compratori vorranno sicuramente risparmiare e ogni azienda ha i suoi prodotti “cheap” ovviamente. su questo ti dò ragione.

      • ThePickwickPub

        Forse mi sono espresso male usando il termine “risparmio”, il senso del mio discorso va letto in questo senso:

        se l’accordo è denaro+fornitura e il Twente ha interesse più alla componente economica che non a quella dei materiali, va da sè che se l’offerta di Diadora era (cifre di puro esempio) o il club può aver optato per la seconda ipotesi.

        Di fatto implicitamente “risparmiando” sui materiali.

      • ThePickwickPub

        Ripeto perchè la replica non è stata inviata completamente.
        ———————————————————–
        Forse mi sono espresso male usando il termine “risparmio”, il senso del mio discorso va letto in questo senso:

        se l’accordo è denaro+fornitura e il Twente ha interesse più alla componente economica che non a quella dei materiali, va da sè che se l’offerta di Diadora è (cifre di puro esempio) “50+fornitura di elevata qualità”, o “100+fornitura cheap”, tra le due il club può aver optato per la seconda ipotesi. Di fatto implicitamente “risparmiando” sui materiali.

        • appassionato

          le aziende solitamente per sponsorizzazione danno sempre gli ultimi prodotti usciti e sempre della migliore qualità. nell azienda dove lavoro le produciamo apposta di materiale migliore addirittura di quelle ke facciamo sempre quindi non penso che diadora metterebbe a rischio la sua immagine per risparmiare sulla qualità delle maglie(anke perkè all azienda le maglie fatte bene o fatte male costano comunque pochissimo)

        • ThePickwickPub

          Vabbè, resteremo col dubbio su come siano andate effettivamente le cose…cmq ne è scaturito un piacevole scambio di vedute 🙂

          Saluti

  • pongolein

    maglie carine, almeno la diadora non fa scempi come la nike, si tengono sul modello classico e inseriscono alcune innovazioni qua e la, e il colletto a polo è sempre il più elegante. Qui sento puzza di denigratori a priori…

  • Niccolò

    a me sembra un buon ritorno…classico e impreziosito dal rombo (anche se non è una novità)…belle le prime 2, un po’ meno la terza con nero, rosso e..oro…

  • Alessandro Vezzi

    i pantaloncini delle prime due vestono malissimo, la terza ha il template dell’osasuna dell’anno scorso, ma è molto bella per materiale e qualità!

  • Luigi

    Carine tutte ma ancora una volta gli sponsor con tutta la visibilità che pretendono rovinano tutto. Stile OL.Marsiglia di qualche anno fa.
    Voto prima e seconda : 6
    Voto terza : 6.5
    Comunque una sufficienza piena per Diadora

  • giorgio

    belle

  • Albe

    Belle le tre maglie,classiche niente di sbalorditivo.Da quello che si sente dire in Diadora,non puntano più di tanto al calcio,ma con la nuova gestione Geox danno priorità a ciclismo e running.Logo aziendale gira voce sarà modificato,vedremo…Certo Nike,Adidas e Puma sono un altro pianeta…da sempre.