SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Ritorna il calcio europeo e riparte la nostra rubrica dedicata alle rivali delle nostre squadre impegnate  in Champions League e in Europa League. Questa settimana ci occupiamo dell’En Avant de Guingamp, formazione bretone della Ligue 1 che se la vedrà con la Fiorentina di Montella nella penultima giornata del gruppo K.

Formazione Guingamp Europa League 2014-2015

Proprio come nel caso del Saint-Ètienne, di cui ci siamo occupati nello scorso appuntamento, anche stavolta la collezione dei francesi presenta una divisa speciale per le gare europee. Osserviamo quindi più da vicino i vari modelli creati dallo sponsor tecnico Patrick.

La divisa casalinga utilizzata nelle gare di campionato presenta i colori tradizionali della società, il rosso e il nero. La casacca rossa, con maniche nere, è arricchita da un colletto a polo nero con un bordino rosso al centro. Lo scollo, sottolineato da una cucitura a vista è contenuto da un inserto a membrana. La decorazione del colletto è ripresa anche per l’orlo delle maniche stavolta a colori invertiti.

Maglia Guingamp 2014-15 Patrick

La maglia è attraversata dalla spalla sinistra al fianco destro da una banda diagonale nera, ripresa anche sul pannello posteriore. Un dettaglio quasi impercettibile orna la trama, infatti nella parte superiore c’è l’acronimo EAG, mentre in quella inferiore compare il trisquel simbolo del club.

Il singolare stemma societario è applicato al centro del petto, quasi nascosto rispetto ai cinque sponsor e ai loghi del fornitore Patrick. Sul retro ritroviamo il trisquel sopra le numerazioni bianche e la scritta “Tous Ensemblè, Toujours En Avant” sul colletto. Completano il kit i pantaloncini neri ed i calzettoni rossi.

Retro maglia Guingamp 2014-2015

Molto più elegante la versione sfoggiata in Europa League che vede la presenza del solo main sponsor in versione dorata al centro del petto. L’oro decora anche gli altri inserti della maglia, come il lembo di tessuto triangolare che chiude lo scollo e i bordi che decorano colletto e bordo manica. Dorati anche i loghi dello sponsor tecnico Patrick posti sulle maniche, dove convivono con le patch della competizione europea.

Divisa Guingamp in Europa League 2014-15

Ulteriore differenza rispetto alla versione utilizzata in Ligue 1 si riscontra nella posizione dello stemma societario, cucito in questa occasione a sinistra sulla banda diagonale nera. Rivoluzionato infine il pannello posteriore che ospita le personalizzazioni dorate e non più bianche come nelle gare di campionato.

Font Guingamp dorati divisa 2014-2015

La divisa da trasferta in campionato propone una casacca spaccata orizzontalmente da un grosso inserto nero che decora la zona delle spalle, interrompendosi in prossimità del petto. Il colletto a girocollo è sottolineato da una sottile bordatura bianca e nera, ripresa poi sul bordo manica. L’inserto nero posto sulle spalle è altresì accompagnato da un profilo nero che ricorda il modello scelto da Erreà per le divise della Reggiana nella passata stagione.

Seconda maglia Guingamp 2014-2015

La trama della maglia è arricchita dalle iniziali del club scritte tono su tono su tutta la superficie bianca del pannello frontale. Le personalizzazioni sul retro sono in bianco per i nomi e in nero per i numeri.

Tutta un’altra maglia quella indossata dai francesi nelle gare away di Europa League. Il colore principale resta il bianco, ma in questo caso Patrick riprende la banda diagonale della versione home colorandola di grigio. Tocca al nero decorare invece il colletto, l’orlo delle maniche e gli sponsor. Questa casacca ricorderà a molti la divisa sfoggiata dalla nazionale statunitense durante i Mondiali 2010, anche se in quel caso la fascia era appena percettibile.

Kit Guingamp away Europa League 2014-15

Il retro è interamente bianco con le personalizzazioni nere bordate di grigio. Nonostante la divisa da trasferta del campionato non sia niente male, a mio parere questa soluzione è preferibile in quanto il modello sbarrato è esaltato dai tre colori scelti che infondono una sensazione di sontuosità ed eleganza al completo.

Maglia trasferta Guingamp Europa League

Chiudiamo come di consueto il nostro appuntamento con una divisa “d’epoca”, in questo caso la versione 2002-2003 proposta da Adidas. La maglia del colosso tedesco vedeva la netta prevalenza del rosso sul nero, confinato ai grossi inserti laterali e al colletto a polo. Le tre strisce bianche si coordinavano con le personalizzazioni e con il main sponsor.

Forse più che la maglia in sè, caratterizzata da un modello piuttosto ordinario, in questo caso a rubare l’attenzione è chi questa maglia l’ha indossata, vale a dire due campioni di livello mondiale quali Didier Drogba e Florent Malouda che proprio nella formazione francese si imposero all’attenzione delle grandi squadre (20 gol in 45 gare per l’ivoriano).

Drogba e Malouda nel Guingamp 2002-2003

Anche la seconda squadra francese della nostra rubrica utilizza un kit differente tra Ligue 1 ed Europa League, come giudicate questa scelta?
Quale maglia away preferite tra quelle proposte?

  • LCaretaker

    A parer mio molto ben concepite le maglie Europa League, peccato non si possa dire la solita cosa delle maglie Ligue , rovinate, puntualmente da troppi sponsor.

  • Swan

    Della Patrick ricordo che da bambino/ragazzino avevo dei compagni di squadra che ne indossavano le scarpe da calcio, poi questo marchio sparì dalla mia vista per anni.
    Le maglie del Guingamp non mi entusiasmano, in più mi infastidisce il fatto che abbiano due diversi templates per Ligue1 ed Europa League.
    Preferisco la versione Ligue1, chiaramente ripulita dagli sponsor, con nomi e numeri in bianco per la home e la spaccata bianconera come away.
    Lo stemma del Guingamp è osceno, sembra il logo di uno sponsor.

  • mosca

    Mah è lo stesso Patrick delle maglie Roma di duecento anni fa?
    Visto che siamo in giorni di amarcord sponsor tecnico e ho la lacrima facile…

    Le maglie; bella la home e molto molto bella la bianca grigia davvero elegantissima.

    Meno bella per me, l’away un po troppo pasticciata nella parte alta.

    La vecchia di Drogba, la ricordo, portava i primi segni di invasione pubblicitaria. Non mi piaceva, lo sponsor era già eccessivo..

    • F093

      Effettivamente un venerdì vintage potrebbe essere dedicato proprio alla patrick sponsor della Roma nel glorioso anno di grazia 1982-83 che culminò con la conquista del secondo scudetto giallorosso.

      Peraltro la Patrick fu uno dei pochi casi di sponsor tecnico che cambiò nel corso dell’anno: nel campionato 1983-84 la Roma scudettata inziò infatti sempre con la Patrick per poi passare a gennaio 1984 alla Kappa.

      scusate l’amarcord

      F093
      old style

  • Niccolò Mailli

    Secondo me la versione europea con i dettagli in giallo invece che in oro sarebbe una perfetta divisa per il Belgio.

  • luca

    siete sicuri che per le maglie di EL lo stemma sia cucito? a me vedendola ieri sembrava che sia semplicemente stampato (e questa sarebbe una cosa molto brutta)

    • Matteo Perri

      Ciao Luca, lo stemma è sempre applicato, hai ragione.

  • Eugenio

    Maglie molto eleganti, che meritano la giusta considerazione in un mondo in cui la maggior parte delle maglie sono fatte non badando molto allo stile ( che non deve essere secondo me per forza elegante, mi piacciono molto le maglie iper sportive ) e sono sempre farcite di sponsor ( anche queste,purtroppo,se parliamo del campionato ).
    La prime maglie sono molto simili tra di loro; devo dire però che in generale non gradisco l’oro come colore d’accompagnamento, quindi meglio il bianco.. Ma la versione col bianco è piena di sponsor, mentre per l’Europa si vede una maglia davvero raffinata. L’unico difetto della versione Euro è la mancanza della banda dietro.
    Le seconde invece sono diverse; Devo dire che la versione del campionato mi piace, ma quella europea la supera per eleganza e per pulizia… Anche qui però stesso difetto della prima.

    Voti 6 ( E 8- ) – 6,5 ( E 8- )

  • vittorio

    Quello di usare due template non è una novità e anzi mi piace. Ricordai in un altro commento come la Juventus anni ’80 utilizzasse per la coppa una prima maglia con lo sponsor più grande e la striscia dal colletto in nero invece che bianco. Il ritorno di patrick non mi dispiace, anzi. Per chi come me fa fatica ad accettare le novità è una bella notizia. Le scarpette della patrick le indossava Platini! Ottimi scarpini davvero…

  • Magliomane

    Belle le away e la home di campionato.
    Boccio la home di coppa solo per l’utilizzo del tedioso oro.

  • Mr.74

    Molto belle entrambe, complimenti a Patrick. Fantasia e innovazione senza essere pacchiani, ma salvaguardando una certa sobrietà che Patrick ha sempre avuto. Notazione sulle maglie adidas di inizio anni 2000…template apprezzabile, ma più di tutto mi viene da fare un paragone con le maglie attuali(bene o male di tutti i marchi…), quelle divise sembravano delle coperte! Quanto erano abbondanti!!! Parliamo di poco o più di dieci anni fa…eppure in così poco taglio e vestibilità delle maglie da calcio sono cambiate in maniera assoluta.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Patrick ha svolto un lavoro molto valido per il Guingamp, bellissime divise. Poi che vengano rovinate dagli sponsor quello è un altro discorso, quelle di Europa League lo dimostrano.
    Ovviamente preferisco quest’ultima versione, anche perchél’oro non disturba ed è utilizzato con attenzione e in maniera sobria. Con me poi si sfonda un portone quando si parla di maglie con banda diagonale, le adoro; e questa del Guingamp mi piace anche perché ha le maniche a contrasto, bella idea.
    Buona davvero anche la divisa da trasferta europea, tono su tono. Senza nulla togliere all’ottimo template della maglia away di campionato, che ricorda quelli LCS e Admiral degli anni ’80.

  • adb95

    di che stiamo a parlare sempre questi soliti sponsor che rompono… ciò nonostante le versioni EL meritano rispetto. A prima vista questo Patrick non sembra male

  • jc

    Qualche curiosità sul logo: Guingamp si trova in una delle regioni della Bretagna dove la lingua e il sentimento bretoni sono più fortemente sentite. Il triscele (triskelion) del logo è proprio un omaggio al carattere fortemente celtico della regione e della città.

    (anche lo stemma della Sicilia è in realtà un triscele)

  • collezionista_34

    Belli tutti i kit, sia per Ligue 1 che per EL: ben personalizzati, equilibrati, forse solo un po’ troppo… brillanti i colori per le home.

    Stemma rettangolare imbarazzante. L’ho sempre trovato tristissimo.