SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

La tecnologia superleggera Crazylight, lanciata con Gareth Bale pochi mesi or sono, è stata implementata nell’intera gamma di scarpe adidas con il nuovo Crazylight Pack.

F50, 11Pro, Nitrocharge e Predator sono ora disponibili in una versione più leggera grazie alla struttura sprintframe che riduce drasticamente il peso.

Scarpe adidas Crazylight Pack

Iniziamo dalla Predator, di cui quest’anno ricorre il 20° anniversario, progettata conservando le zone letali in gomma della versione Instinct che permettono un controllo ottimale del pallone. Il suo peso è di 215 grammi. A livello visivo si presenta con una grafica bianca e rosa molto aggressiva.

La F50 Crazylight come suddetto l’abbiamo già vista all’opera con il gallese Bale nella passata Champions League, terminata con il trionfo del Real Madrid. Si aggiudica la palma della più leggera con i suoi 140 grammi. Il colore principale è il verde con frecce arancioni e blu sfumate.

Predator, F50, 11Pro e Nitrocharge versione Crazylight

Tonalità arancione e nero per gli scarpini 11pro in pelle sintetica di nuova generazione sviluppata dall’adidas Innovation Team. Si piazza al terzo posto con 180 grammi. Chiude la collezione la scarpa più corposa, dedicata ai giocatori instancabili della squadra, la Nitrocharge Crazylight bianco-verde-blu che pesa 225 grammi.

Scarpini adidas Crazylight 2014

L’intera gamma adidas è già disponibile nei migliori rivenditori ed ha debuttato nell’ultima giornata di coppe europee ai piedi di Lahm, Oscar, Koke, Alaba e James Rodriguez.

  • Nic023

    non se ne salva una…

  • FDV

    A livello ottico trovo notevoli le Predator, le 11 Pro e le Nitrocharge. Come sempre fatico ad apprezzare le F50, in questo caso anche la fantasia cromatica è povera rispetto alle altre.

    Certo trovo disorientante vedere degli scarpini adidas senza la “rassicurante” presenza delle tre strisce.

  • pongolein

    Bei modelli ma “livree” a dir poco imbarazzanti.
    Tutto sommato faccio notare una cosa, guardando lateralmente la 11 pro quella sorta di lingue biforcuta in punta segmenta la porzione anteriore nera in due…swoosh!!!
    E considerando che ormai la nike piazza il baffo proprio in quella zona in tanti modelli l’effetto ottico (forse conferito principalmente dalla prospettiva di quel preciso fotogramma) contribuisce a creare un po’ di confusione, anche alla luce dell’assenza delle canoniche 3 strisce.
    A voi non sembra?

    • Matteo Perri

      Sì, ci può stare, ma serve davvero un occhio attento e un po’ di immaginazione 🙂

      • pongolein

        ma si è solo la terza immagine che mi ha colpito, alla vista frontale ogni considerazione su un possibile richiamo (che ci tengo a precisare, ritengo sia assolutamente fortuito e casuale, parliamo della adidas, non della madigan di fine anni 90) viene meno.

  • mosca

    Pongolein, ottimo osservatore!
    Concordo totalmente

  • TITO

    belle, ma spaccaunghie…

    • Matteo Perri

      Spaccaunghie in che senso?

      • TITO

        perché sono sottili in punta.

      • Matteo Perri

        Per comprendere meglio, è una tua impressione o le hai provate ed effettivamente hai avuto problemi?

        • TITO

          perché si vede che non sono spesse e non sono imbottite sul davanti.
          preferivo la tipologia di una volta.
          comunque hanno dei colori meravigliosi.
          e forse sono troppo belle per giocarci.
          tutto questo significa spaccaunghie.

  • Nonno Festa

    Non mi sento in grado di commentarle. E dire che non disprezzo le scarpe colorate. Ma queste sono imbarazzanti.