SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Da Barcellona a Madrid, dalle rivoluzionarie Magista alle altrettanto innovative scarpe Mercurial Superfly IV.

Nike ha presentato in terra spagnola l’ultima generazione delle scarpe da calcio Mercurial, in un eccezionale evento a cui ha partecipato anche Cristiano Ronaldo con la maglia del Portogallo per i Mondiali 2014.

Cristiano Ronaldo scarpe Mercurial Superfly

Le Superfly sono il risultato di quattro anni di ricerca e sviluppo dei laboratori Nike e come tutta la gamma Mercurial si piazzano nel segmento speed, velocità.

Come le Magista si distinguono per l’utilizzo della tecnologia Flyknit abbinata al collo alto, denominato Dynamic Fit Collar. “Caratterizzate dall’innovativa tecnologia Flyknit di Nike e da una nuova silhouette dalle linee decise, morbide e nettamente scolpite, le Mercurial Superfly saranno le scarpe prescelte dai giocatori più veloci,” ha affermato Mark Parker, Ceo di Nike Inc. in occasione del lancio di Madrid. “Il potere della creatività sta nella rimozione di ogni limite. Siamo entusiasti di queste scarpe ed estremamente ansiosi di vederle indossate dai giocatori più veloci”.

Scarpe Mercurial Superfly Nike

Scarpini calcio Superfly Mercurial Nike

Flyknit è una nuova tessitura a tre maglie che impiega meno materiale fra il piede e il tallone, allo scopo di migliorare il tocco dei giocatori, un elemento prezioso quando si interviene nel gioco ad alta velocità.

Il collare posto all’estremità superiore, una sorta di “calzino” incorporato, aumenta la sensazione che la scarpa sia un’estensione del piede, ma non è concepito per fornire alcuna protezione alla caviglia, a dispetto di quanto si può immaginare.

“I giocatori ci hanno riferito che le Mercurial calzano come nessun’altra scarpa,” ha affermato Phil McCartney, VP di Sport Performance Footwear. “Esse si percepiscono come un’estensione del corpo, poiché il Dynamic Fit Collar integra il piede, la caviglia e l’arto inferiore. Elimina le distrazioni e consente al giocatore di essere più veloce sul pallone e con il pallone. Questo l’enorme vantaggio di Flyknit: ci consente di mettere a punto una scarpa con maggiore precisione, allo scopo di armonizzarla con gli attributi di un giocatore”.

Presentazione scarpe Mercurial Superfly Madrid

Ulteriore dettaglio sono i cavi Brio, intessuti all’interno della tomaia e fissati alla suola. Questo sostegno collegato al calcagno, simile ad un tendine, permette alle Superfly di provocare un effetto fionda che aiuta lo slancio in avanti dei calciatori. La suola è in carbonio con i tacchetti sul tallone che offrono una maggiore stabilità sul terreno.

“Oggi siamo al culmine del viaggio che abbiamo intrapreso verso il Brasile,” ha aggiunto Trevor Edwards, presidente di Nike Brand.“È un percorso di innovazione fatto grazie alla passione per il gioco. Come I giocatori per I quali noi lavoriamo, quando arrivano i Mondiali non ci risparmiamo in nulla. Perchè quando gli occhi del mondo sono puntati su di te, devi tiare fuori il meglio di te. In Nike noi viviamo per questo momento, questo è quello che facciamo. Sappiamo che il sogno di un’intera nazione è sulle spalle dei giocatori e per questo vogliamo che vadano in campo con tutto ciò di cui hanno bisogno per raggiungere il successo. Ogni giorno è una sfida per assecondare le loro ambizioni. Loro scelgono l’eccellenza, noi anche”.

Scarpe Superfly Mercurial nere

Le colorazioni di lancio sono il rosso e il nero, nei negozi arriveranno in pre-ordine dal 26 Maggio mentre per la vendita libera si dovrà attendere il 12 Giugno. In seguito sarà presentata anche la versione senza il collare e con materiali differenti.

 

  • rudiger

    Però. Cavi, fionde… eppure non mi sembra uno scarpino pubblicitario, una bizzarria per far parlare di sé. Come detto per magista: se son rose fioriranno.

  • mosca

    Io nel 95 o 96 avevo uno scarpino Asics “a 6″(come si chiamavano all’epoca) fatta piu o meno così, più alta di una scarpa normale, con il collo elasticizzato a mo di calzino

    Non so, sono stato l’unico?

    • rudiger

      E come ti ci trovavi, giocando?

      • mosca

        Ricordo bene che di fatto erano estramente comodi.

        Diventavano devastanti e indossabili però se capita che il terreno fosse molto bagnato o ( e capitava in certi campi..) fangoso; li lo scarpino, ricordo bene, diventava proprio pesante, da tenere ai piedi, dava la sensazione che te li perdessi.

        così comprai un secondo “a6″normale, che alternavo a seconda di quanto fosse brutto il campo.

        Immagino che oggi, 20anni dopo, il problema soprattutto del peso, non esista neanche più.

        Se il risultato fosse simile alla calzabilità di quelle asics, sarebbe davvero confortevole, una bella “novità”

      • Passione Maglie

        @mosca
        Riesci a trovare una foto di queste scarpe?

        • mosca

          Pm, credimi, ho cercato subito dopo aver lasciato il commento per postarvele ma tra le mie foto personali non ho trovato nulla.

          Non ho fatto, però, nessuna ricerca in rete, chissà che non salti fuori qualcosa,

          non era un articolo molto diffuso, non ricordo in effetti altri che ne avessero, sicuramente nessuno tra i miei compagni.

          Lo scarpino era Asisc, nero e aveva il logo in violetto o azzurro.
          Questo è quanto ricordo.
          Ahime buttate come tutte le scarpe di quegli anni.

  • Code

    Esteticamente a me piacciono molto, sia queste che le Magista.
    Penso che non ci sia da fare tanti discorsi, sono una novità assoluta e quindi secondo me vanno solo che provate.
    Ecco, forse l’unica cosa è che il prezzo sarà un po’ alto.
    Staremo a vedere…

    • vigne

      Solo i modelli top saranno a pilacchino..quindi parliamo di 275 euro..gli altri modelli saranno scarpe “classiche”

  • Armagranata

    Strane davvero, al limite del bizzarro.
    Però … sino a qualche anno fa persino i tacchetti in materiale plastico parevano un sacrilegio.
    A me pensare di avere qualcosa che avvolge e protegge la caviglia fa persino piacere sulla carta, anche se è lampante che non nascono minimamente come una scarpa anti-distorsione.

    • Passione Maglie

      Assolutamente no, in molti l’hanno pensato, ma Nike non l’ha mai scritto nei comunicati.

  • Cigno

    Massaro nel 94 usava già qualcosa del genere… Indossava valsport.

  • pongolein

    o fanno la storia o finiranno nel dimenticatoio prima di subito. Io mi sento di premiare l’audacia nike e credo che saranno premiate, e non solo perchè diventeranno fenomeno di costume visto il lancio in grandissimo stile. Ovvio che il concetto classico di scarpino che tutti amiamo appare superato, ma probabilmente è anche ora che ce ne facciamo una ragione, dato che si evolve tutto.

    • Cigno

      …non è detto che si evolva in meglio però!
      Copa Mundial e World Cup non saranno superate mai. Al massimo si imitano.

      • pongolein

        verissimo, cambiare non significa per forza in meglio. Ai posteri l’ardua sentenza…o meglio, ai dati di vendita del prossimo trimestre =P

  • Vittorio

    Ho visto le Magista dal vivo e erano il modello coi tacchetti in alluminio, troppo pesanti per la tomaia garzata…queste mi sembrano più robuste e stabili. Se manterranno solo un po’ di quello che promettono sarà un successo….

    • mattia

      io ho provato la versione col calzino quindi la top di gamma(magista) e ragazzi vi posso assicurare che sono semplicemente fantastiche per comodità leggerezza e flessibilità!valgano i 277 euro che costano fino all’ultimo centesimo,io comprerò il modello che uscirà a settembre e differirà da questo solo per il colore,questa scarpa non ha rivali sul mercato!!

  • LM

    Esteticamente mi piacciono, moderne, aggressive e dai colori vivaci, spero solo che questa moda di avere gli scarpini alti non tolga dal mercato tutti gli altri modelli bassi, sostituendoli con altri modelli, come per le CTR 360 con le Magista. Comunque, ribadisco che sono davvero dei bei scarpini, esteticamente, e ovviamente escludendo quella fasciatura che cinge la caviglia, fossero state basse avrebbero fatto sfracelli, perchè non fare di ogni modello le versioni alte e basse ? Nessuno ci rimetterebbe, e il mercato sorriderebbe a tutti, clienti e azienda.

    • Passione Maglie

      Sia Magista che Superfly avranno il modello “basso” senza collare.
      La tomaia però non sarà in Flyknit.

  • MatG

    Esteticamente molto belli, specialmente quelli nere, ma con la protezione del piede e la resistenza degli scarpini come la mettiamo, il flyknit è molto leggero e innovativo ma la robustezza secondo me non è sufficiente

    • Passione Maglie

      In generale le scarpe del segmento speed non sono famose per la protezione del piede, anche quelle in pelle. Del resto per farle iperleggere è necessario sacrificare qualcosa.

      Riguardo la resistenza e la durabilità è tutto da scoprire.

      • MatG

        Il problema c’è anche sulle Magista che sono control in teoria quindi più protettive delle speed, (nike avrà 3 scarpe speed, Hypervenom, Mercurial e Magista) e per i modelli adidas

  • Pingback: Puma, le scarpe bicolore Tricks per i Mondiali 2014()

  • Pingback: Le maglie dei Mondiali 2014 in Brasile()