SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Una settimana fa da adidas arrivava la notizia shock che annunciava la sostituzione dei vecchi silos e la nascita di una nuova era. Niente più Predator, F50, 11Pro e Nitrocharge, al loro posto le scarpe X e ACE progettate per il calcio moderno.

Scarpe X e ACE di adidas

Secondo adidas oggi esistono solo due tipi di giocatori, i gamechanger e i playmaker. Quelli che provocano il caos e quelli che controllano il gioco, come afferma anche Pep Guardiola“È questione di caos o di controllo. Ci sono giocatori che pensano maggiormente a quello che serve al team e a quale sia la soluzione migliore per la squadra. Questo tipo di giocatore è un giocatore intelligente, che ha una visione chiara di ciò che serve. È uno che controlla”.

“Poi ci sono quelli che provocano il caos. Quelli che giocano d’istinto e di talento. Loro sono fuori dagli schemi. Sono perfettamente in grado di creare qualsiasi cosa e non si possono controllare. Non gli si possono porre limiti”.

Ozil con le scarpe adidas ACE

Per questi due distinti tipi di calciatori oggi c’è la risposta di adidas. C’è solo X e ACE, vediamole nei dettagli.

SCARPE ADIDAS ACE15

ACE è la scarpa nata per controllare, per i giocatori che tengono le fila, danno il ritmo, tramutano in azione gli schemi degli allenatori. La vedremo ai piedi, fra gli altri, di Mesut Özil, James Rodríguez, Oscar, Manuel Neuer e Ivan Rakitić.

Infografica scarpini adidas ACE

Le caratteristiche tecniche prevedono una tomaia creata con il sistema Control Web che permette un controllo ottimale del pallone, grazie ai 3 strati combinati con EVA anti-scivolo e alla tecnologia Non-Stop Grip (NSG). Per gli amanti della pelle c’è anche la versione Leather.

Interessante la rinnovata suola FG che oltre ai 10 tacchetti conici delle dimensioni classiche, ne prevede altri più piccoli su tutta la superficie.

Oscar controlla le scarpe ACE adidas

SCARPE ADIDAS X15

Scelta per i calciatori che non possono essere controllati da nessuna difesa, per quelli che entusiasmano il pubblico con i loro lampi di genio. Per gli specialisti del caos. A indossarle Thomas Müller, Gareth Bale, Luis Suárez, Karim Benzema e Álvaro Morata.

Scarpe X adidas infografica

Esordisce il collare a compressione Techfit che avvolge la caviglia per un maggiore supporto e una migliore calzata.

La tomaia qui è in pelle sintetica X-Skin a tre strati per garantire comfort e protezione in tutte le condizioni. Lo scheletro comprende la gabbia X-Cage che fornisce un supporto al piede durante i movimenti più rapidi.

Scarpe X15 adidas Muller

Le nuove scarpe ACE15 e X15 debutteranno per la prima volta nella finale di Champions League il 6 giugno a Berlino, quando si sfideranno in campo il Barcellona contro la Juventus. Per toccarle con mano dovremo avere un po’ di pazienza, saranno nei migliori negozi dal prossimo 1 luglio.

La rivoluzione di adidas è iniziata, vi sentite più X o ACE?

  • squaccio

    …che poi mi chiedo, visto che sulla seconda le 3 strisce sono mimetizzate, non sarebbe più oppurtuno mimetizzarle sulle maglie a righe (Milan) ?

    La seconda scapra, senza logo adidas, fare fatica a capire che è adidas.

  • GianGio87

    Da difensore, tra le 2 quale sarebbe la più adatta? mistero…

    • Peppe

      In teoria scarpe più robuste… ma non ho capito oltre ai tacchetti le differenze tra i due modelli
      Su quale modello punterà Messi…?

    • Pietrogno

      La più adatta è quella con cui ti trovi meglio, Adidas o di altra marca che sia. Dovessi scegliere senza provarle direi ACE

  • ehisintonia

    Esteticamente voto 0. Troppo troppo moderne per i miei gusti.

    Le X15 tutte nere sono ancora ancora passabili (viste foto in rete), ma rispetto alle predator (fino al 2002) o le Copa qui non ci siamo proprio.

    Le ACE15 sembrano simili alle Adizero Feather da tennis.

  • Peppe

    Molto discutibile questa scelta di Adidas, mantenere 4 versioni come modelli di punta è difficile nel mercato, da capire come andrà la battaglia con l’unico competitor di livello (parlo di numeri di vendita, non certo di qualità).
    Personalmente mi sono trovato (quasi) sempre bene con Adidas, la scelta stilistica di questi modelli non mi appassiona tantissimo, vedremo come andrà in futuro…

    • GianGio87

      Io con adidas mi sono sempre trovato male, scarpe con quel mezzo numero in più che rende difficile la scelta delle scarpe, al contrario di Nike (che mi creavano problemi causandomi fastidi alla pianta del piede) o Mizuno (le ultime e le uniche con cui mi trovavo da re).

      • Stefano

        Quale scelta ti è resa difficile? Scusa ma non si capisce ciò che intendi….

        • GianGio87

          La scelta che un difensore deve effettuare tra le 2 nuove proposte Adidas, mi sembra chiara la cosa.

        • GianGio87

          Avendo comunque sbagliato commento a cui rispondere 🙂

      • Peppe

        È lo stesso problema che ho avuto sempre con Nike, dipende dal piede. Io con Nike mi trovo sempre con scarpe troppo lunghe davanti. Infatti con Adidas posso andaread occhi chiusi anche su internet 43 e 1/3 misura sempre perfetta per ul mio piede.

  • pongolein

    Le ace riprendono quella soluzione che prevede una sorta di griglia di plastica a sagomare la tomaia, verosimilmente in tessuto al di sotto di essa…ebbene questa soluzione già propria se non erro dei modelli nike t90 (ma ovviamente non esclusiva, cito solo a titolo di esempio) non mi è mai piaciuta granchè. Trovo che appesantisca la scarpa in maniera davvero eccessiva. Sia alla vista che probabilmente (ma non ho la controprova) al piede. Ovviamente sono materiali ultra fighi iper super e bla bla bla quindi anche se non è citato peseranno poche centinaia di grammi ma è proprio una questione di principio. Quella sorta di impalcatura non la sopporto.
    E dire che il separare l’avanpiede dal retro con i colori che spezzano è una scelta che mi è sempre piaciuta, ma nel complesso è una scarpa che non mi piace.
    E credo che non piacerà a tanti.

    Per quanto riguarda la X beh, questa è veramente strana, vorrei vederla indossata, molti ghirigori spariscono se non si sta a 10 centimetri e rischia di apparire una anonima scarpa fluo anche se a onor del vero è molto elaborata e particolare.
    Diciamo che questa soluzione ambiziosa a mio avviso rispetta più i parametri di scarpa. Mi ricordano vagamente le nike tn air/squalo, una scarpa a mio avviso tra le più belle mai realizzate da nike.
    Più belle delle ace ma sempre di dubbio gusto.

  • Francesco

    Male, malissimo…due modelli inguardabili,uno da la sensazione di plastificato, l’altro ricorda molto una scarpa da trekking. Peccato perchè, a mio avviso, le adipure, le nitrocharge e le predator erano modelli assolutamente gradevoli; anche le adizero avevano il loro fascino.

  • ceppo7

    preferivo i modelli nike prima, figuriamoci adesso. dal punto di vista dell’ innovazione non hanno fatto granchè, a differenza della concorrente statunitense. mi avevano stupito con l’ultimo modello di f50, che pesavano solo 99g, e invece adesso.. PM, mi piacerebbe sapere il peso delle X, che in teoria dovrebbero essere un ibrido tra le f50 e credo predator.. comunque, la realizzazione estetica la trovo veramente pessima, in tutto e per tutto. non mi piacciono nemmeno i colori che sono gli stessi identici in entrambi i modelli. le ace mi ricordano molto le 11pro di qualche tempo fa, con diversa tomaia e parte posteriore. le x non le commento neanche. manca pure il logo adidas. e non sembrano neppure scarpe da calcio. da 1 a 10 voto 2

    • Francesco

      Le X 15.1 pesano 213 g

    • Matteo Perri

      @ceppo87
      Per ogni considerazione tecnica aspettiamo di provarle e averle in mano.
      Le X hanno il logo adidas sul tallone.

  • RH

    Ma in Adidas quando si accorgeranno che esistono anche i difensori, e che nei campi normali sono almeno 4/11(senza contare i medianacci)?? Forse quando lo dirà il visionario Guardiola, che a guardare come mette giù le sue squadre, forse nemmeno sa che esistono..
    Purtroppo per il calcio, però, un modello giallo fluo tamarrissimo vende più di una sobria, classica e tradizionale scarpa da calcio nera in pelle, che solo chi ha vera passione è disposto a lavare, pulire e cospargere di grasso ogni maledetta domenica

  • Stefano Pede

    Una curiosità quanti di voi che commentano sono giocatori di calcio?

    • GianGio87

      Beh, uno non può neanche considerarsi calciatore per aver giocato in terza categoria con una squadra di amici? A volte ci si prende sempre troppo sul serio 🙂

    • Matteo Perri

      @GianGio87
      Credo che per calciatore intendesse chiunque metta piede in campo, al di là della categoria. Leggendo i commenti, qui e sui social, sono state bocciate da molti senza neanche averle indossate e provate in partita, magari da persone che non giocano abitualmente o sporadicamente.. Se per le maglie ci può stare, per le scarpe un po’ meno. Estetica a parte 😉

      • Peppe

        E’ un’operazione di marketing, quindi può essere valutata inizialmente come tale. Poi possono essere le migliori scarpe al mondo, noi comuni mortali possiamo giudicarle solamente in questo modo, non abbiamo la possibilità di poter provare ogni modello, soprattuto la versione da top player da 200€.
        D’altronde i giocatori le indossano perchè piace il modello/colore oppure per la quantità di denaro che gli arriva nel conto? 🙂

      • Matteo Perri

        @Peppe
        Certo, è un’operazione di marketing per il lancio di due nuovi prodotti su cui adidas punta molto. Si può scrivere un commento, ma non un giudizio globale come ho visto specialmente sui social. C’è chi addirittura ha già detto che sono peggiori delle “Y” (leggi un nome di scarpa qualsiasi). In base a cosa l’ha scritto non ne ho idea, neanche un addetto ai lavori può sbilanciarsi così su un prodotto che deve ancora arrivare sul mercato.

    • pongolein

      Vedo dietro questa domanda l’allusione che solo chi gioca può giudicarle. Niente di più sbagliato.
      Altresì è sbagliatissimo GIUDICARLE negativamente per quanto riguarda la qualità dei materiali e del comfort senza averle provate, tastate.
      Capisco l’intervento dell’amico stefano (e se ho capito a cosa si riferisce sono assolutamente d’accordo con lui) ma forse doveva modulare meglio la sua domanda/provocazione.

      Qui su questa piattaforma possiamo giudicare il punto di vista estetico, le sensazioni che un modello ci da, ma addentrarci in discorsi e trarre conclusioni che non possiamo proprio permetterci dalla mera visualizzazione di immagini, è un falso ideologico.

      • Stefano Pede

        Il commento e il giudizio di chi gioca a calcio, conosce i materiali e in carriera ne ha provate a decine ha più valore di chi invece resta in pantofole sul divano. Ho letto i commenti di una decina di articoli sulle scarpe ed ho avuto la sensazione che molti appartengano alla seconda categoria eppure ci vanno giù pesante con le bocciature. Per non parlare di quelli che vorrebbero solo scarpe nere e in pelle. Dico che non hanno mai provato le nuove tecnologie eppure le criticano.

        • pongolein

          Stefano, un commento estetico ha lo stesso valore per un calciatore così come per un profano, si tratta di una questione di gusti. La valutazione invece qualitativa spetta esclusivamente a chi ha avuto modo di provarle. Su questo secondo parametro posso darti ragione (come ho scritto prima). Se in questo gruppo c’è una maggioranza di utenti, o più precisamente, una parte di utenti, che boccia gli scarpini che più che scarpe sembrano astronavi, con tanto di calzarino alto, e subiscono il fascino retro delle scarpe nere senza fronzoli, è un parere soggettivo che va rispettato seppur non condiviso.

  • MauroStregatto

    Nel tempo ho scoperto una cosa… al di là del numero, Adidas ha una calzata leggermente più stretta di Nike nella parte di appoggio del piede; tende, inoltre, ha chiudersi con un angolo più chiuso dal mignolo verso l’alluce. La differenza è nella conformazione del piede di ognuno. Non è questione di mi pace di più Nike o Adidas, ma con quale mi sento a mio agio (e che sia Puma, Lotto, Mizuno, etc.).
    Se poi è questione fighetta…
    Per i difensori… Vanno benissimo gli scarpini di Jimmy Grimble…

  • nobbru

    Orripilanti .

  • nobbru

    Dal punto di vista estetico si intende . Io ho avuto quasi parecchi modelli di Predator e Tiempo (dalla mania fino alle LZ ) saltando ovviamente qualche modello .. me le potevo permettere sia per sconti societari che tramite siti internet. Non ho mai giocato a livelli neanche dilettantistici però un pò di scarpe ne ho provate . Personalmente non mi piacciono le Mercurial perchè troppo morbide e soprattutto fragili se non giochi su erba . Ogni colpo lo senti . Tutto sommato credo che Adidas come comodità di calzata non abbia paragoni , sulle tecnologie non ho mai notato grosse differenze nelle mie mediocri capacità ;-D .
    Il mio giudizio è puramente estetico . Anche le X erano brutte ,ma rivoluzionarie . Queste però proprio non le digerisco .

  • nobbru

    Almeno si è tornati al canguro sulla prima linea. 😉
    Tra un anno magari le compro a 90;-)

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Esteticamente trovo le Ace leggermente migliori delle X, eppure nessuna mi piace.
    Sono di quelli che amavano le AdiPure: a me piacciono le scarpe semplici ma comode. Per ora ho, e da anni, un paio di Umbro bianche, morbide e non rigide come quasi tutte quelle che ho visto nei negozi (si salvano appunto le AdiPure, qualche AdiNova, qualche 11pro e le Copa).

  • stepholli

    Non per fare il bastian contrario davvero (perchè anche a me non entusiasmano), ma bisogna riconoscere che adidas ha avuto coraggio nel rivoluzionare e cambiare la sua strada da quella che percorreva con Nike, a livello dei quattro scarpini intendo. Poi da Nike-dipendente lo vedo come un passo indietro rispetto alle capacità di Adidas, perchè penso che nel mercato di oggi devi offrire una sempre più ampia gamma di prodotti…per esempio ora Nike ha portato il cliente ad una scelta tra 7 diversi scarpini se vogliamo contare le due versioni che hanno ora anche le hypervenom oltre a mercurial e magista, e le mie preferite tiempo (senza contare le premier). Dunque vedremo, bisognerà sicuramente provarle ste Ace e X per giudicarle anche se sono dell’idea che ai nostri livelli soprattutto, E’ BELLO AVERE UNA SCARPA COMODA MA SE LO E’ ANCHE ESTETICAMENTE E’ MOLTO PIU’ BELLO. Poi Adidas non penso sia così impreparata e in caso di flop rimedieranno con altre scelte in futuro più azzeccate, ci potrei scommettere…anche perchè ora hanno in mano i tre personaggi che in Nike hanno disegnato e ideato le ultime tiempo e le magista con nuovi materiali utilizzati su di essi oltre che sulle nuove mercurial.

    Come ultima cosa, ho una riflessione/domanda da porvi amici di Passione Maglie: non è che adidas investendo moltissimo nel settore dei kit, (vedete tutti i milioni spesi per essere sponsor tecnico nei prossimi anni di Manchester United e Juventus tra le tante squadre importanti) abbia appositamente tralasciato la gestione degli scarpini in sè?

    • Matteo Perri

      Ciao stepholli, in merito alla tua domanda direi di no, il mondo delle scarpe è molto importante e la rivoluzione è comunque un segno di riguardo verso questo settore. Se poi avrà successo o meno lo sapremo più avanti, al momento Nike ha una posizione molto solida.

  • kikkoM

    In primis pubblica stima a PM, Matteo ed a tutti gli autori d questo magnifico e sempre civile luogo d discussione.

    Sulle novità Adidas (precisando d essere fan del brand), confesso che pur odiando qualsiasi colore dello scarpino diverso dal nero, le X chaos mi piacciono assai. Chiaro che trattasi d mera estetica e sono d’accordo sul fatto che un giudizio complessivo si può dare solo avendole calzate su un campo da calcio.

    Le ace sono brutte e basta.

    Un ottimo lavoro è stato fatto invece con le nuove Messi, che ritengo sia una scarpa davvero eccellente.

    Concludo dicendo che spesso l’abitudine a determinati modelli sia fuorviante nel giudizio e che il top di adidas (oltre alle mitiche Cupa Mundial) siano state a mio parere le predator accelerator e le prime F50 nere con i due inserti gialli.

    Scusate la lunghezza del commento amici.

  • nevskji

    caos e controllo……..
    ma per cortesia.