SoccerHouse24 - Scarpe da calcio ACE 16 e Magista Dark Lightning

“A modern twist on a classic kit” (Una svolta moderna per una divisa classica).

Esordisce così la federazione di calcio scozzese che annuncia la presentazione della nuova divisa away 2014-2015 realizzata da adidas. Nonostante la Scozia non si presenterà alla fase finale del mondiale brasiliano, in quanto non qualificata, il brand tedesco ha voluto aggiornare il guardaroba della Tartan Army in occasione del recente rinnovo contrattuale con lo sponsor tecnico.

Dopo aver presentato una divisa casalinga molto elegante e impreziosita con dettagli ben curati, adidas dà una svolta al look degli scozzesi con un kit away che richiama gli albori del calcio a nord del Regno Unito.

Presentazione maglia away Scozia 2014

La nuova divisa da trasferta che indosserà la Scozia è composta da colori chiari e sgargianti che riempiono il template di una maglia non troppo sofisticato, diverso da quello utilizzato per quella casalinga soprattutto per l’impiego di un colletto a giro con scollatura di tipo Henley segnata da due bottoni.

Maglia away Scozia 2014 Rosebery adidas

Il bianco fa da cornice alle bande orizzontali, a grandezza decrescente dall’alto verso il basso, che attraversano la maglia solo sulla parte frontale: il rosa del primo drappo fa da campo al logo adidas e allo stemma della Scottish FA che ritorna ai colori originari (nella maglia casalinga adidas aveva optato per una versione tonal dello stemma adattandolo al contesto cromatico della casacca), mentre le restanti strisce orizzontali sono riempite in giallo che va a scemare man mano che le bande si rimpiccioliscono.

Per le rifiniture della maglia si ritorna sul rosa che riempie il già citato colletto, le stripes adidas sulle spalle, il bordo delle maniche e la striscia che solca la schiena sul retro.

Magllia away Scozia 2014 dettagli

A completare il kit ci pensano i pantaloncini bianchi con strisce rosa ai lati e i calzettoni che riprendono gli hoops della maglia seguendo, però, il criterio di grandezza inverso, ovvero le bande si ingrandiscono man mano che si procede dall’alto verso il basso.

Per quanto riguarda il concept della maglia, il risultato di questo layout non dipende da alcun colpo di testa dei designer adidas:  per quanto possa essere originale, la combinazione di colori utilizzata per la realizzazione di questo kit non risulta inedita per la nazionale scozzese. Bisogna, infatti, tornare indietro di poco più di un secolo per sentir parlare di una maglia recante questi colori che originariamente rappresentavano le scuderie di Archibald Philip Primrose, V conte di Rosebery, futuro primo ministro del Regno Unito nonché uno dei primi mecenati del calcio scozzese.

Scotland kit away 2014

Questi colori vestirono per la prima volta la Tartan Army alla fine dell’800 e fino agli inizi del ‘900, periodo in cui Lord Rosebery venne insignito della presidenza onoraria della Scottish Football Association, SFA. Tuttavia, fu utilizzata per circa una ventina di anni dopo di che bisognerà attendere la fine della Seconda Guerra Mondiale per avere una testimonianza fotografica di questa maglia che subì una riedizione tra il 1946 e 1949, anno in cui fece la sua ultima apparizione in una partita contro la Francia ad Hampden Park vinta dagli scozzesi per 2-0.

Scozia away kit 1946-1949

La maglia e la ricostruzione del kit away usati dalla nazionale scozzese dal 1946 al 1949

 

Una divisa certamente stravagante, soprattutto dopo che a novembre era stato presentato un kit decisamente più raffinato e ricercato anche a livello sartoriale. La maglia e i colori a cui questa nuova casacca si riferisce, tuttavia, ha un valore iconico per la storia del calcio scozzese perché riconduce direttamente ai suoi albori e al contempo proietta la nazionale di Gordon Strachan verso la fase di qualificazione ai campionati europei del 2016.

Sebbene le ironie sui social network si sprechino mostrando un’accoglienza poco calorosa da parte dei tifosi, il centrocampista della nazionale, Scott Brown, ha manifestato molto entusiasmo nei confronti della nuova divisa, sottolineando come questa maglia li aiuterà a spiccare nella folla, che è proprio ciò che dovranno fare, a livello calcistico, per ottenere la qualificazione alla fase finale del prossimo europeo. Una sorta di tributo scaramantico, dunque, per gli scozzesi che avevano indossato per l’ultima volta i Primerose Colours contro la Francia nel ’49 e che vengono rispolverati proprio per intraprendere il cammino verso l’europeo francese del 2016.