SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Un lancio in grande stile per la seconda maglia del Milan 2014-2015, svelata in occasione di un evento a New York con la presenza di Pippo Inzaghi e di tutta la squadra rossonera.

Location d’eccezione è stato l’adidas Store sulla 610 Broadway, dove tanti fans americani hanno avuto l’opportunità di scattare una foto con i giocatori e farsi fare un autografo.

Kit Milan away 2014-2015

Come ampiamente anticipato nei mesi scorsi, la maglia è bianca come da tradizione, con un girocollo rossonero e sottili righe beige orizzontali a fare da sfondo. I colori sociali sono riportati anche sull’orlo delle maniche e soprattutto in basso su un’evidente fascia.

La novità maggiore però è sul petto dove non c’è il classico stemma ovale, al suo posto è stato applicato il logo di Casa Milan, il nuovo quartier generale inaugurato di recente a Milano. Sarà presente solo in questa stagione.

Seconda maglia Milan 2014-2015

Nella parte posteriore spicca la riga adidas arcuata con il tricolore, a rimarcare in tutto il mondo la connotazione italiana del club di Milano. Nomi e numeri sono rossi in ‘Milan Type’, il nuovo carattere ufficiale del Milan.

“Siamo molto contenti di questa nuova maglia studiata per noi da adidas. La città di New York è il palcoscenico ideale per presentare un prodotto in cui eleganza, stile ed innovazione sono perfettamente sintetizzati e integrati”. – Ha affermato Jaap Kalma, Direttore Commerciale AC Milan“Incontrare i nostri tifosi americani in occasione del lancio di questa maglia che accoglie sul petto il logo di Casa Milan, la nostra nuova “Casa”, evidenzia quanto il Club cerchi ogni giorno di mantenere un forte legame tra la nostra città di origine e i nostri supporters che ci seguono con affetto in ogni angolo del mondo”.

Dettagli seconda maglia Milan 2014-15

Lo stemma ufficiale del Milan torna però sui pantaloncini bianchi, decorati dal rosso delle tre strisce laterali e del bordo posteriore. I calzettoni riprendono sia il motivo a righine orizzontali che la fascia rossonera della maglia.

Per tutte le casacche del Diavolo adidas ha utilizzato la nuova tecnologia adizero che aiuterà i calciatori ad essere più veloci e comodi, grazie al tessuto ultraleggero che aumenta la traspirabilità senza rinunciare a elasticità e resistenza.

Milan pantaloncini calzettoni away 2014-15

I tifosi vedranno i propri beniamini scendere in campo con la divisa away domani a Toronto nell’amichevole contro l’Olympiakos.

Si completa oggi la collezione da gara 2014-2015, contraddistinta per la prima volta da tre stemmi diversi su ogni maglia. La Croce di San Giorgio su quella rossonera, il logo di Casa Milan sulla bianca e il classico stemma sulla terza gialloverde in omaggio al Brasile e a tutti i supporters milanisti del Paese.

Collezione maglie Milan gara 2014-2015 adidas

Cosa ne pensate dell’intero lavoro di adidas e della scelta di apporre uno stemma differente per ogni divisa?

Photocredit parziale: store.acmilan.com

 

  • mirazef

    Bella l’idea di rinnovare, ma il nuovo logo è tremendo.

    • mirazef

      “nuovo”, il logo di Casa Milan.. avevo commentato subito solo per vedere le foto

    • Matteo Perri

      Bene specificare prima che qualcuno pensi male. Il logo di Casa Milan non sarà lo stemma del club.

      • Pippo

        Grazie del chiarimento Matteo!
        Io pensavo: praticamente l’hanno già tolto dalla prima(tono su tono non lo vedo nessuno, se non con la lente d’ingrandimento)lo testano sulla seconda maglia…poi se piace o se vende bene…

  • Riccardo

    Bellina come divisa..ma il logo è inguardabile!!!!
    Sicuramente più bella della terza…

    Away: 7

  • squaccio

    Maglia bocciata per tanti dettagli:

    – tanto per cominciare il logo di casa Milan è orrendo, e poi già non mi piace il fatto di proporre loghi vecchi e nuovi; figuriamoci uno brutto che non è il logo della società ma di una sua componente.
    Poi è pure brutto.

    – strisce tutte rosse sulle spalle.

    – strisce a bordomaglia, per di più mozzate, infatti dietro non ci sono.

    – solito archetto, per di più tricolore.

    Ci sta un abisso tra queste maglie e quelle del Chelsea.

  • ciguy

    Con quel logo indecente e con quella scritta sembra veramente una maglia da bancarella.

    La maglia non riesco ancora a capire se mi piace o meno, di certo quella banda orizzontale che non procede nel retro lascia un effetto piuttosto sgradevole per i miei gusti.

    Speriamo che dove non siamo arrivati con le maglie, quest’anno arriveremo sul campo!

  • stefano11

    bocciata, maglia senza ne capo ne coda. voto 3.

  • WhiteBlue

    Incommentabile…. Terribile…. Inguardabili quella linea li sotto… E il logo di casa milan al posto del logo societario gli da quel tocco di bancarella…. Il milan è allo sbando sotto ogni punto di vista

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Logo Casa Milan a parte (pessimo) come maglia bianca del Milan ci può anche stare. Certo sacrificare la banda rossonera così in basso… una volta che la casacca sarà nei pantaloncini non si vedrà più alcun colore, se non una parte di rosso. A livello di design è abbastanza innovativa come soluzione quella di posizionare la banda rossonera così in basso, ma non mi convince: “chiude” troppo la maglietta. Indubbiamente sarebbe stata meglio se posizionata al centro (in prossimità di Fly Emirates, come due stagioni fa) o alta in zona colletto (stile maglia Inghilterra 1982).

    • Lucam95

      Sono un nostalgico delle maglie dentro i pantaloncini ma ahimè sono ben pochi i giocatori che la usano così. Ormai quasi tutti tengono la maglia fuori.

  • giangio87

    la maglia di per se è carina, ma non capisco il logo di casa Milan su di essa e non capisco l’arco tricolore dietro. vuoi un simbolo di italianità basterebbe un triangolo tricolore dentro la maglia.

  • Mr74

    Bella, e passabile anche lo stemma, ma quella striscia rossonera alla fine però….ummmm

  • Stefania

    Certo che alla faccia dell’identificare il brand con lo stemma, quest’anno avremo un logo sulla prima maglia, uno diverso sulla seconda ed un altro ancora sulla terza e le tute da allenamento/prepartita. Mah…

    • Nyk

      Secondo me stanno sperimentando in vista di un redesign del logo societario che è sì pieno di fascino, ma è molto 1899… 😉

  • squaccio

    Ps: invece la polo devo dire che è molto bella.
    Specie la versione rossonera su maglia bianca; insomma con i colori pertinenti.

    L’abbiamo vista già ai mondiali e spesso adidas ha sbagliato colori: per esempio la colombia l’aveva arancio e blu e altre amenità simili…………

  • vigne

    non ci sarà più la scritta il club più titolato vero?

  • Ned

    Maglia da “bancarella” è oscena.

  • sergioXVII

    Ma in adidas lo sanno che da regolamento la maglia va tenuta nei pantaloncini? No?

    • Matteo Perri

      Nell’attuale regolamento AIA non vi è traccia di questa norma.

    • Lucam95

      Da arbitro, ti dico che non è così. Ognuno la tiene come vuole.
      Solo a noi arbitri viene chiesto di tenerla dentro i pantaloncini.

      • Niccolò Nottingham Forest

        E come mai praticamente tutti i tuoi colleghi mi dicono sempre di metterla dentro??

        Sono un metro e novanta e gioco sempre con la maglia fuori perchè essendo così alto mi da fastidio e l’arbitro mi riprende spesso….

        • Lucam95

          Prendi una taglia più grande. 😛
          Non so perchè, sinceramente. Resta il fatto che i giocatori non sono obbligati a tenere la maglia dentro i pantaloni. Così su due piedi, dimmi i nomi dei giocatori che tengono la maglia dentro i pantaloni in serie A. A me viene in mente solo Pirlo, portieri a parte.

        • Niccolò Nottingham Forest

          Purtroppo non posso 🙂

          Me la danno prima della partita e la devo ridare alla fine.

          Da noi fortunatamente i numeri sono ancora dall’1 all’11 e quindi non ce le possiamo portare a casa 🙂

        • Lucam95

          Quello sì che è previsto dal regolamento. I numeri dei titolari devono essere rigorosamente dall’1 all’11, ed i panchinari dal 12 al 18. Solo in A ed in B sono previsti numeri “strambi” e nomi sopra la maglietta.

          Te ne puoi far fare due su misura (Una con un numero dal 2 all’11 per quando parti titolare e con un altro numero quando parti dalla panchina) ed usi sempre quelle. 🙂

        • Niccolò Nottingham Forest

          Visto che siamo saliti di categoria e sono rimasto li l’anno prossimo me ne faccio fare solo quella con il numero 18 🙂

          Dall’2 all’11 servirebbe a poco 🙂

        • Gemide

          @Lucam95 pure Cassano porta la maglia nei pantaloncini

      • Lucam95

        @Gemide: Hai ragione… peraltro non capisco perchè non la usino tutti così, è davvero molto più elegante tenerla dentro i pantaloni a meno che non si abbiano problemi come il nostro amico Niccolò qua sopra.

  • tk90

    Per me come maglia da trasferta sarebbe più carina quella che in foto indossa Inaghi…

    Non mi è chiara una cosa: cos’è “Casa Milan”?? Perchè ha un logo suo?? E soprattutto perchè questo logo è sulla maglia del Milan??

    Io pensavo che casa Milan fosse solo il nome dato alla nuova sede….ma non vedo il motivo di dargli un logo tutto suo (logica vorrebbe: sede del Milan -> logo del Milan), che addirittura va a rimpiazzare quello del Milan sulle maglie…mi sembra molto confusionaria come cosa…

    • tk90

      E dimenticavo…indicibile che lo stemma del Milan sia confinato solo alla terza maglia!!!! Poichè se su questa c’è il logo di casa Milan, sulla prima c’è lo stemma di Milano.

      • Alessio

        Casa Milan non è, banalmente, solo la nostra sede. È molto di più. È museo, biglietteria, negozio, ristorante e poi anche sede vera e propria. Una specie di Juventus Stadium senza lo stadio, senza centro commerciale e soprattutto non in estrema periferia come lo Stadium.

        • GianGio87

          Io non capisco quale sia la polemica fra casa milan e jstadium, veramente trovo tutto ciò stucchevole 🙂 Per inciso inserire il logo di casa milan al posto dello stemma societario sulla maglia, a me sembra una cosa buzzurra… e come se tutte le squadre mettessero sulla seconda maglia lo stemma del quartiere ove è ubicata la sede sociale 😛

        • Alessio

          Polemica che in fin dei conti vedi solo tu visto che io mi son limitato ad una mera elencazione delle differenze fra CasaMilan e lo Stadium

        • Moya

          “Sottile” differenza 🙂

  • Pietro

    Carina però questa stagione il logo originale del Milan sarà presente solo sulla Terza Maglia e sinceramente su questa maglia il logo di Casa Milan è orrendo così come la croce di San Giorgio sulla prima
    Voti
    Prima-6
    Seconda-6,5
    Terza-6,5
    ADIDAS-6

  • Renato

    Non riesco a farmela piacere.

  • Semper Chi

    Come avrebbe detto il nostro presunto nuovo allenatore: il logo è “AGGHIACCIANTE”.
    Terribile, povero, piatto, senza una carica emotiva, triste, pacchiano, illogico.
    Il diavolo era meglio.
    Diciamo grazie al designer che affianca sempre Barbarella e ai suoi gusti abominevoli.
    Peccato, senza quel logo e quella SGOMMATA ad altezza pube, la maglia era fine chic.
    E senza bandiere dell’Ungheria finalmente 😀

    • Luca F.

      A voler far la punta ai chiodi, la bandiera ungherese la si può vedere ancora nella striscia adidas sopra il nome…Maglia veramente orripilante, da salvare secondo me c’è solo il font (anche se non capisco il perchè di mettere una lambda invece della A)

      • rudiger

        … oppure quella dell’Iran 🙂

    • Matteo Perri

      @Luca
      Se vogliamo davvero essere precisi, la bandiera ungherese presenta il rosso in alto. Piaccia o no, quello è il tricolore italiano messo in orizzontale.

      • rudiger

        … oppure quella dell’Iran messa bene… a scelta di chi guarda 🙂

        • Alessio

          O quella del Tagikistan.

        • Matteo Perri

          Certo rudiger, ma siccome c’è davvero chi parla di errore e di bandiera dell’Ungheria è meglio specificare. Se il verde è in alto non c’è nessun errore, è il modo corretto di presentare il tricolore in orizzontale.

          Che poi piaccia o meno è un altro discorso. Se metti una bandiera rettangolare sono il primo a preferire il tricolore verticale (vedi away 2012-13).

        • rudiger

          Parlando seriamente, chi mette dei simboli sulla maglia (e ovunque in generale) dovrebbe anche porsi il problema se siano riconoscibili. Mettere una bandiera orizzontale è rischioso, se non è quella degli Stati Uniti o del Giappone. Ovvio che il 99% delle persone riconosce in questo il tricolore italiano, ma è anche ovvio che a una percentuale ben maggiore dell’1% può dar fastidio che sia inserito così, a confondersi con altre bandiere. Perché metterlo dunque?

  • SoloSamp

    Difficile immaginare una seconda maglia del Milan più brutta di questa…

  • Hernam

    Hanno tolto lo stemma dalla prima e dalla seconda maglia perchè si dice che lo stemma subirà un restyling per la stagione 2015-2016
    Parlando della maglia, il logo di casa milan è orrendo e non deve stare sulla maglia, al massimo sulla spalla si poteva mettere, la banda in fondo è un’idea originale peró doveva continuare anche dietro

  • broscky

    la cosa bella, e lo dico da tifoso, è che in società si vantano anche di questo logo di casa milan, mentre tutta la tifoseria lo detesta e lo critica e non solo per motivi estetici… come sempre, le opinioni del tifoso vengono sempre considerate…

    • Alessio

      Dire che TUTTA la tifoseria lo detesta è falso. A meno che tu non mi consideri facente parte della suddetta categoria.

  • mosca

    Sembra una maglia uscita da Holly e Benji, nella serie in cui giocano in Europa con i nomi e i simboli dei club cammuffati.

    Beh mi scappa un sorriso se penso che è predisposta per essere da bancarella..

    Mentre ho visto la home dal vivo, iconoclasta ecc ecc, però onestamente non mi è affatto dispiaciuta.

    • Nyk

      Holly e Benji (o anche Captain Tsubasa, che sarebbe il titolo originale) nel proseguo della storia raccontata da Takahashi arrivano a giocare in vari campionati mondiali. Da Benji in Bundesliga a Holly prima in Brasilerao e poi in Liga passando per Landers che dapprima milita nel campionato Primavera e poi viene ceduto in Serie C.

      Il motivo per cui i nomi dei club sono storpiati è molto semplice. Non avevano acquistato i diritti per usarli (anche se, in realtà, nel fumetto i nomi di Reggiana e Albese rimangono esattamente come l’originale).

  • Alessio

    Un orribile pigiama.

  • rudiger

    Tre maglie tre stemmi: l’incubo di Swan 🙂
    Il logo (stavolta è la parola giusta) di Casa Milan sarebbe bellino se non “ricordasse” tremendamente un altro logo celeberrimo: http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=AT%26T
    La maglia mi delude un po’, indossata. Speravo in pantaloncini che riprendessero la fascia rossonera.

    • Swan

      L’hai detto Rudiger! Roba da Chievo, una provincialata bella e buona a dimostrazione di non avere un’identità precisa, cosa percepibile dall’esterno dopo la scissione di potere tra Galliani e BB e con il Cummenda diviso tra cuore e ragione.
      Mi fa sorridere anche il fatto che l’Inter abbia appena, cosa per me ovvia e naturale, unificato stemmi e stemmini delle sue varie attività sotto lo stemma istituzionale del club.
      Non a caso, anche gli americani appena arrivati alla Roma tra le prime cose hanno fatto sparire il lupetto: un club, uno stemma. Poi ok, hanno tolto l’acronimo per Roma 1927…
      La maglia in questione: per me a cui piacciono le maglie da hockey non è male, però la fascia andava fatta proseguire anche sul retro, non male le pinstripes orizzontali. Nonostante tutto la preferisco a quella della stagione appena conclusa.

  • fede

    orribile mi dispiace ma mi faceva schifo anche senza logo casa milan usato piu che altro per pubblicità

  • KingLC

    Non pensavo si potesse far peggio che nella prima maglia, e invece adidas mi ha smentito. Il logo è quanto di più orribile mai visto, la banda rosso-nera in basso è troppo invasiva e distrugge l’equilibrio della maglia.

    http://cdn.bleacherreport.net/images_root/slides/photos/001/701/695/135720890_display_image.jpg?1324567998 Questa secondo me è come dovrebbe sempre essere una seconda maglia del milan.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Che scarpe ha Pato????

      • KingLC

        Non ne ho la più pallida idea…

      • Matteo Perri

        Sono le scarpe T90 Laser IV di Nike.

  • sergius

    Madonna che oscenità, dopo avere sfornato una home che a distanza di un paio di mesi non capisco ancora cos’è, Adidas riesce a fare peggio con una away ancora più strampalata della prima. Tricolore sul retro che non ci azzecca niente, nuovo logo che più che richiamare il Milan richiama il Natale visto che più che su una maglia lo vedrei meglio come palla appesa ad un albero natalizio, e tanto per non farsi mancare nulla doppia banda orizzontale a fine maglia e perdippiù solo sul davanti che dà il colpo di grazia finale. La third gialla appare già più equilibrata non fosse che presenta il vero stemma del Milan, ma non capisco cosa gliene frega al popolo milanista di omaggiare il Brasile. Spiace dirlo ma a livello di immagine il Milan è proprio alla frutta.

  • salvatore

    quest’anno le divise del milan sono inguardabili ahahahahahaha

  • Alessio

    Il tanto vituperato, almeno qui, logo di Casa Milan andrebbe considerato dopo aver visto dal vivo Casa Milan che ha una colorazione ripresa in questo logo.
    Il giudizio estetico dei non milanisti interessa assai poco, da milanista per nulla filosocietario premio il coraggio e l’iniziativa.
    Avanti Milan.

    • rudiger

      Il giudizio “morale” dei non milanisti può (forse) valere poco; quello estetico lo possono dare tutti. Altrimenti ognuno si commenta la sua maglia.

      • Alessio

        Ovviamente.
        Solo non mi interessa.

        • rudiger

          Perfetto. Mancava solo il “mi”.

  • Renzo

    Incominciamo dal logo: orrendo, inguardabile. Le striscioline beige fanno tanto pigiama. La solita riga orizzontale posteriore è tristemente presente anche qui e per finire la rossa fascia bicolore posizionata in fondo alla maglia finirà dentro i calzoncini… a meno che non obblighino i giocatori a tenere a maglietta fuori.
    Insomma se la prima maglia era un disastro co la seconda Adidas è stata coerente. Bocciatissima (salvo solo i calzoncini…)

  • salvopassa

    1. Il design orizzontale è sempre bello, poi non so ha un tocco da razionalismo tedesco, molto Bauhaus… ma certo quella striscia in fondo ha senso solo con la maglia fuori, quindi è un paradosso ambulante.
    2. Usare il logo di Casa Milan al posto dello stemma, aldilà della discutibile estetica, è poco delicato.
    3. Epperò, provocatoriamente: ma non è meglio di un secondo, terzo sponsor? Meglio autopubblicizzarsi, tutto sommato.
    4. Font e numeri molto belli, secondo me.

    In sintesi: una linea stagionale che io apprezzo molto, dalla prima (meravigliosa) però si va a scendere fino all’inutile terza.
    Qui siamo nel mezzo, un 6,5 che però so già dienterà un 7.

    • sergius

      Premetto che sono molto rispettoso dei gusti altrui, detto questo vorrei chiederti come mai i tuoi commenti sono nella loro totalità quasi denigratori nei confronti dei lavori Nike, e in automatico sempre compiacenti e lusinghieri nei confronti di quelli Adidas, anche in presenza di quelli palesemente fallimentari come nel caso del nuovo kit del Milan. Tralasciando questa away che già di suo è orrenda, reputare meravigliosa la prima maglia del Milan che ha suscitato sconcerto tra tantissimi tifosi milanisti, non mi pare un grande esercizio di obiettività.

      • salvopassa

        caro sergius, la tua osservazione è giusta per metà: io denigro nike perché, secondo una rapida statistica, fa cose estremamente banali, oppure stravolgimenti grossolani. E visto che sei una multinazionale, e visto che hai i mezzi, e visto che hai la maggior parte delle squadre, e visto che hai probabilmente i migliori talenti, per me è una cosa ingiustificabile. Ci sono ottime eccezioni: quando fanno a ruota libera delle maglie creative: Celtic away di quest’anno, la Francia quasi sempre, e via così.
        Non stimo incondizionatamente adidas, anzi credo che la tirannia delle 3 strisce (intendo come template obbligatorio) abbia prodotto un tale piattume che solo la paradossale identità storica che porta con sé può giustificare. Intendo dire: cosa sarebbe l’estetica del calcio senza le 3 strisce? Difficile immaginarlo, ci siamo cresciuti per 40 anni.
        Nello specifico, anche io sono rimasto scioccato dalla prima maglia del Milan: poi la guardo bene, e ci vedo una sequenzialità quasi matematica. Te dirai: ma quella è a strisce. Lo so, ma se vuoi lo sono anche stavolta. Ma c’è un disegno, uno studio, un dinamismo quasi da stile futurista (la progressione cromatica del rosso ricorda proprio una mutazione, sembra un corpo in movimento tipo dipinto di Balla)… insomma non vorrei esagerare ma qui ci vedo stile. Una bestemmia in chiesa, se vuoi: ma almeno una presa di posizione. Studiata, però.
        Invece prendi l’Inter: come ho già scritto, hai solo preso un template banale (sono 800 anni che si fanno le pinstripes) e lo hai adattato a una maglia che invece ha nel dna le strisce. Non hai fatto niente, niente di studiato. Come, tanto per dire, quella baggianata mimetica al mio Napoli. Che ti sei inventato? Nulla, ha fatto una boutade e pure grezza.
        Questa, solo questa è la differenza, te lo garantisco.
        Per il resto nike e adidas si equivalgono: si stanno spartendo una torta planetaria. E questo, in qualsiasi campo, riduce a zero la creatività. Come sempre quando non devi svettare.

  • pongolein

    Il logo di casa milan è semplicemente imbarazzante, sembra una pallina di natale, sotto le festività di fine anno andrà benissimo. Una delle più brutte away di sempre del milan. Elementi stilistici che mal si conciliano fra loro, poca armonia fra le forme, girocollo banale, inutile tricolore sul retro.
    Praticamente in linea con la mediocrità nella quale siamo sprofondati.

  • Andoni Goikoetxea

    SI VEDE I’ MARSUPIOO ???

  • Roberto 85

    La banda rossonera è assolutamente censurabile, così come la sostituzione dello stemma del club con quella “cosa” rotonda. Voto 4,5

  • http://fmita.m4d.it Simone

    Ormai la boiata annunciata è fatta, da amante del buon gusto posso solo auspicare che le vendite di queste maglie vadano talmente male da convincere Adidas a restare di più nel solco della tradizione.

  • http://www.sportbloggers.it FZ

    Bruttezza del logo a parte, l’idea di mettere su una delle tre maglie il riferimento a “Casa Milan” può anche starci, dato che è stata inaugurata quest’anno e dovrebbe appunto rappresentare un punto di riferimento per i milanisti secondo solo a S. Siro.

    Però tre diversi loghi per le tre maglie no!

    Anche perché, se quelle del portiere hanno tutte il logo “giusto”, significa che vedremo una squadra che scende in campo con due stemmi diversi contemporaneamente…

    La “pallina di Natale” andava messa sulla 3rd (che dovrebbe essere la maglia più sperimentale del lotto), mentre per home e away o si metteva il logo del Milan o quello di Milano.

    Chiuso il discorso del logo, direi che senza la banda rossonera (meglio toglierla piuttosto di metterla dove l’hanno messa) ne usciva anche una maglia passabile.

  • Vittorio

    Il nuovo logo é ‘na palla de natale…e pensandoci tutta la maglia ha molto di natalizio. Fin qui nulla di male. Le righine sottili e orizzontali sono belle ma la doppia striscia in fondo ha qualcosa di innaturale e sgraziato esteticamente…..quindi non mi piace. Voto 5

  • ste2479

    il logo a pallina di natale è qualcosa di “agghiacciande”. non capisco neanche la doppia riga rossonera così in basso (da regolamento la maglia “dovrebbe” essere indossata dentro i pantaloncini). Se fosse stata posizionata all’altezza del petto (simil genoa) o come banda obliqua sarebbe stata una maglia bellissima.

  • mkk

    a mio avviso c’è poco da dire, brutta brutta.

  • William

    Da quando il Milan commercializza anche Pomodori??

    Cmq come divisa non sarebbe male (a parte le tre strisce tutte rosse e le strisce sotto che finiscono a metà), però quel logo è terrificante! Come hanno già scritto sembra una maglia da bancarella!!

    • Fabio

      lol, assomiglia molto anche ad un melograno

  • Fabio

    sarà difficile distinguere le seconde maglie di Inter e Milan Quest’anno…grazie nike!

  • F093

    Evidentemente non hanno voluto interrompere l’enorme senso dell’orrido suscitato della prima maglia..

    Se fossi del Milan farei causa all’Adidas per vilipendio delle maglie.

    F093
    old style

  • rudiger

    Tanto per mettere zizzania vorrei dire: basta con questi fotomontaggi con braccia, teste, piedi e gambe attaccate (malamente) a una o all’altra maglia. Frankenstein FC.
    E lo fanno pure le mega multinazionali…

    • ciguy

      non ci avevo fatto caso: IMBARAZZANTE!

  • lop

    La maglia nel suo stile non é brutta, ma il logo di casa Milan nn ha senso: 4,5

  • rudiger

    E questo? http://bit.ly/1AaGFyg 🙂

  • Luigi – TR

    che maglia orribile…
    1.sembra un pigiama
    2. vista nel completo insieme ai pantaloncini è ancora più orribile…sembra che hanno una panciera e non si capisce se le strisce sono un prolungamento della maglia o dei pantaloncini
    logo orrrrrrrrendo

    voto : 3

  • Eugenio

    Non molto bella, forse la peggiore delle tre .. Stemma inguardabile, sembra falso .. Quelle due strisce lì giù non le gradisco, le vedrei meglio in mezzo .. A questo punto, meglio quella dell’anno scorso.

    Voto 6,5

    • Roberto 85

      “Non molto bella, forse la peggiore delle tre, stemma inguardabile”… E le dai 6,5??? C’è qualcosa che mi sfugge…

      • Eugenio

        Si, ti sfugge la cura e la qualità della maglia. Ok, esteticamente è insufficiente, però è molto curata e soprattutto è sicuramente di ottima qualità.

  • Stavrogin

    Sono curioso di vedere tra quanto tempo inizierà la moda di decorare maggiormente i pantaloncini.
    Qui ci stava bene un qualcosa di pendant con la parte finale della maglia, così come nella away della Roma mi sarebbe piaciuto un minore stacco tra la maglia-con-banda-diagonale e il pantaloncino tutto bianco. Anche la nuova away del Chelsea si prestava.
    Chissà.

    • Stavrogin

      Specifico: sono curioso, ma non è che lo auspichi particolarmente. Potenzialmente un trend del genere è in grado di creare mostri immondi.

    • rudiger

      In alcune foto dall’America si vedono queste maglie abbinate a pantaloncini neri bordati di rosso.

  • dario

    Se l’Italia è un Paese decisamente conservatore per quanto riguarda l’intoccabilità delle maglie, il Milan ha sempre rappresentato la quintessenza di tale conservatorismo. Credo il Milan sia l’unica squadra al mondo ad aver giocato per una decina di stagioni di fila con la stessa identica divisa (dettaglio più dettaglio meno nel colletto) pur cambiando tre sponsor tecnici (Kappa, Adidas epoca trifoglio, quando ancora non metteva le tre strisce ovunque, e Lotto). E tutto questo in pieno boom merchandising (fine anni ’80 e ’90), quando i team più prestigiosi azzardarono abbinamenti decisamente bizzarri che fecero infuriare parecchie tifoserie.
    Inoltre il Milan credo sia una delle poche squadre al mondo a considerare la seconda maglia sacra e intoccabile tanto quanto la prima. Questo “conservatorismo” non era altro che il frutto di una tradizione, un senso di appartenenza e uno spirito identitario che contraddistingueva la compagine milanese.
    Poi è arrivata Adidas 2.0 e ci è toccato giocare per quasi 20 anni con maniche monocolore, tre strisce o nere o rosse o bianche o dorate (che con le squadre strisciate c’entrano come i cavoli a merenda), improponibili collettoni e collettini bianchi, tricolori messi un po’ ovunque e osceni mutandoni bianchi che arrivano fin sotto le ginocchia che fanno perdere ogni grazia alle divise e a chi le indossa (ma questo non è un problema solo di Adidas, ad essere onesti).
    Bella l’idea di Casa Milan. Ma se rinnovamento deve essere, che lo sia in toto: forse sarebbe ora di cercare un altro sponsor tecnico.

    • rudiger

      Gli sponsor tecnici non si cercano. Sono loro che cercano i club. Le società si vestono dal miglior offerente.

      • dario

        Beh, insomma… la tua Roma è stata in grado di mandare a quel paese Kappa… e credo proprio vhe con Nike si siano “cercati a vicenda”.
        Ma mi rendo conto che mandare a quel paese Adidas è ben più difficile. Quindi altri vent’anni di mutandoni, collettoni bianchi e maniche monocromatiche non ce li toglie nessuno.

        • rudiger

          Magari non è il tuo caso, ma molti pensano che siano i club a “acquistare” gli sponsor tecnici come fanno con i giocatori, e a cambiarli quando non fanno belle maglie o si ha voglia di cambiare ditta. La realtà è diversa: gli sponsor tecnici sponsorizzano, pagando, le squadre che vogliono, in base al loro budget e ai mercati su cui vogliono sbarcare. Salvo i casi in cui rivenditori locali stringono accordi “minori” con i club.
          È vero che la Roma ha chiuso con Kappa per la volontà di passare a Nike. Ma è anche vero che è un caso particolare: il cambio di proprietà (ora americana)e la voglia di globalizzare il club. Questo ribaltamento( il club che “cerca” il fornitore) ha portato a un contratto economicamente meno vantaggioso di altri e al contenzioso legale con Kappa. Non si può dire che sia la norma.

  • Mr. Simpatia

    Lo stemma sembra disegnato da un bambino di 5 anni

  • gas27

    Sicuramente è la più bella del lotto per il Milan ’14-’15, ma non ci voleva molto…
    Discreto l’effetto che fa la banda rosso-nera nel fondo della maglia, belli girocollo e bordo manica… Le stripes le avrei preferite con la nera al centro ma anche tutte rosse vanno bene, perchè su fondo bianco riprendono i colori di Milano…
    Questione logo: sicuramente bello non è ma, per una stagione ci può stare anche perchè così si prendono 2 piccioni con una fava, ci si autosponsorizza e si creano i presupposti che questa maglia diventi storica o meglio da collezione, appunto perchè non ci sarà mai più (o almeno spero) una maglia del Milan con questo stemma… Voto 9 all’idea di Barbara, voto 7 alla maglia…

  • Difa

    A me questa maglia piace molto, a parte il logo di Casa Milan che a mio avviso l’unica vera pecca. Inoltre sinceramente trovo assurdo (come molti altri in questo sito) che il logo del Milan sia presente solo nella Third. A questo punto potevano mettere il vero stemma sulla Home e sacrificare il simbolo di Milano… oppure mettere il logo di Casa Milan sulla third.

  • teo’s

    Cioè no, spiegatemi cosa significa la banda rossonera posta in quel, scusate il gioco di parole, posto. E se un giocatore ha l’abitudine di infilarsi la maglia dentro ai pantaloncini come ai bei vecchi tempi, la divisa diventa persino di un anonimo ancor più sconcertante.. Mi ha deluso Adidas, che con la away del Milan (come del resto con tutte le divise monocromatiche) ha sempre fatto lavori da bei ad eccellente, ma dallo scorso anno sembra aver iniziato una fase discendente anche col template da trasferta.. Se Sparta piange Atene non ride, recitava un vecchio adagio, e tutto sommato anche da questo punto di vista sarà un Derby al ribasso con noi nerazzurri, che se possibile a maglie siamo conciati anche peggio quest’anno. Bah, e pensare che Milano è la capitale mondiale della moda e dello stile..

  • http://www.irelandshirts.com/assets/image/Crest%202.JPG out of mind

    Logo casa Milan: no comment! Striscia in fondo: boh? Per il resto maglia carina.
    Certo che tre maglie e tre stemmi diversi…

  • landi

    grande maglia forza milan

  • derrida

    tutto ok tranne il logo di casa milan osceno

  • Daniele Costantini

    Tralasciando i giudizi sul logo di Casa Milan… non so chi l’abbia partorito – lo stesso Fabio Novembre della nuova sede del Portello? -, ma la prima cosa a cui mi fa pensare, è una mela stagliuzzata 😀

    Venendo alla away, poteva essere una buonissima maglia se in casa adidas avessero optato per un solo stile: “o” le pinstripes orizzontali, “o” la fascia rossonera. Messe insieme, ritengo che le due cose mal si fondono.

    La stessa idea della fascia rossonera inserita a bordatura del petto, poi, mi lascia un po’ interdetto. Di prim’acchitto mi ha rimandato a una maglia extracalcistica – a cui accennammo brevemente mesi fa, in occasione delle maglie ceche per il torneo di hockey di Sochi 2014 -, quella con cui l’allora Cecoslovacchia vinse nel 1985 il titolo mondiale su ghiaccio ( http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2013/10/cecoslovacchia-1985.jpg ).

    Mentre però, in quel caso, l’idea aveva un senso in quanto riprendeva la bandiera nazionale, sulla divisa milanista non colgo nulla di iconico né tantomeno di interessante… paradossalmente, se avesse un diverso colletto, troverei molto più azzaccata come seconda muta la polo indossata da Inzaghi 🙂 che senbra quasi riprendere le away meneghine a cavallo degli anni ’70 e ’80 e i loro inserti rossoneri all’altezza delle spalle ( http://38.media.tumblr.com/7379988d638af63826b6915bb14a8ec8/tumblr_mjibwdq4eH1ru2ag8o1_400.jpg ).

  • lopes

    il nuovo logo penso si richiami al grosso sedere di un ciccione con mutande rosse-nere nell’atto di sedersi
    font dei numeri piuttosto brutto

    • NelloStileLaForza

      Fantastico! È davvero un logo imbarazzante, specie se si considera l’eleganza di quello vero del Milan.

  • FDV

    Buona, mi convince del tutto o quasi.

    Il quasi è riferito alla fascia rossonera lì in basso, sicuramente originale, ma non sono sicuro dell’effetto che farà in campo, potrebbe appesantire alla vista la maglia.

    Promuovo l’idea del logo di Casa Milan, non mi dispiace affatto il suo effetto e come è stato rifinito, lucido e con i bordini dorati. Ovviamente il giudizio è alleggerito dal fatto che non si tratti di un nuovo logo ma di qualcosa di temporaneo.

    Nel complesso le prime due maglie del Milan da me ottengono una promozione tutt’altro che scontata.

  • http://Www.murbond.it Stefano dede

    Fighe e mi piace lo stemma

    • NelloStileLaForza

      La striscia rossonera, per quanto poco canonica, può avere il suo perché. Ma lo stemma…

  • Amedeo

    Bella la divisa, le uniche cose che non riesco a digerire sono: lo stemma di casa milan e le bande rossonere (le preferivo all’altezza dello sponsor, come l’anno scorso e come negli anni ’80). Di positivo c’è che l’archetto sulla schiena si mischia bene alla maglia (diversamente dalla prima e dalla third) e la righine grigie toto su tono)
    Voto: 7