SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Inizia il secondo capitolo della storia tra Puma e la Slovacchiainiziata nel 2012 quando il brand del felino è subentrato ad Adidas nella fornitura del materiale tecnico destinata a durare fino al 2016.

Hamsik e compagni saranno soltanto spettatori ai prossimi mondiali avendo mancato la qualificazione, ma tenteranno di rifarsi nel prossimo biennio per guadagnare un posto ai prossimi Europei. Nella corsa verso la maggiore competizione continentale gli slovacchi utilizzeranno i loro nuovi kit 2014-2016.

Maglie Slovacchia 2014 Puma

La prima divisa consiste in un completo bianco con inserti blu. Il modello ricalca quello già utilizzato da Puma per le divise delle nazionali europee e americane della sua scuderia e presenta un colletto a girocollo senza particolarità che non risalta nel contesto della maglia per l’assenza di colori a contrasto.

Maglia Slovacchia 2014-2016 Puma

Da questo semplice colletto si sviluppano due pannelli rettangolari blu royal che seguono la linea delle spalle. Altre note di colore si trovano nell’inserto forellato presente sotto le maniche, nel dettaglio tondeggiante che cinge le maniche e nella linea verticale spezzata che si sviluppa lungo i fianchi. Nella zona laterale è presente un altro inserto verticale, anch’esso di colore blu, che si proietta nel suo tratto finale verso la parte frontale della maglia.

Dettagli Slovacchia maglia 2014-16

La maggiore novità che contraddistingue questo lavoro Puma è l’accentramento del logo dello sponsor tecnico per far spazio allo stemma della SFZ, la federazione calcistica slovacca, che affiancherà su queste divise lo stemma tradizionale del Paese, costituito dalla croce bizantina che svetta sulle cime di tre monti, che secondo la tradizione rappresentano i Carpazi e più precisamente le cime del Tatra, del Fatra e del Mátra. La stessa croce decora la parte frontale con un disegno tono su tono, quasi impercettibile.

La divisa si completa con pantaloncini e calzettoni bianchi con inserti blu.

Colori invertiti per la seconda divisa, rappresentata da un completo blu con dettagli bianchi. In questo caso il colletto è più elaborato e consiste in un sottile girocollo arrotondato di colore bianco parzialmente nascosto da un orlo blu. La sottile striscia che evidenzia verticalmente la forma dei fianchi in questa versione è continua mentre è presente, come per la maglia home, l’inserto tondeggiante sulla parte esterna delle maniche.

Anche qui ritroviamo sull’intero pannello frontale la figura tono su tono della croce bizantina, simbolo che appare sulla bandiera nazionale della Slovacchia. Il kit è corredato da pantaloncini e calzettoni dello stesso colore della maglia.

Seconda maglia Slovacchia 2014-16

Entrambi i kit sono sviluppati incorporando la tecnologia Puma Pwr Actv che permetterà agli atleti slovacchi di migliorare le performance in gara grazie ai nastri in silicone che esercitano un micro-massaggio mantenendo il tono muscolare in riscaldamento. Presenti inoltre i fori laser nelle zone di maggior sudorazione atti a garantire una migliore traspirabilità.

Personalmente devo dire che non ho mai visto di buon occhio l’esclusione del rosso dalle divise slovacche e da anni attendo una divisa che possa giocare con tutti e tre i colori della bandiera nazionale.

Qual è invece la vostra opinione? Come giudicate questo lavoro di Puma per la Slovacchia?

  • Maurizio

    Molto belle! Mi piace tantissimo la prima, un giusto mix tra classico e moderno. Bella anche la seconda.
    Voto: 10 home, 8 away

  • CP9

    La prima non è assolutamente diversa dai soliti lavori puma per le nazionali. Molto meglio la seconda, la croce tono su tono oltre a personalizzare la maglia sta anche molto bene. Bocciati gli inserti tondeggianti e i due stemmi sulla maglia, sarebbe stata meglio con solo lo stemma tradizionale, un po’ come sarebbe meglio la maglia azzura con lo stemma tradizionale senza vortice.

  • Tux

    assolutamente anonime come le solite maglie della Slovacchia. Se alla prima si mette lo stemma della Grecia o della Finlandia non se ne accorge nessuno.

  • Swan

    Due maglie davvero mediocri, l’aggiunta dello stemma della federazione slovacca è inutile quando si è sempre usato lo stemma nazionale.
    Ribadisco la mia idea, tra le nazionali vestite da Puma l’ unica che si salva con maglie discrete è l’ Italia, per il resto ho visto solo maglie di basso livello.

  • rudiger

    Righine, insertini, rettangolini, pumini, stemmini: magliettine.

  • walter

    La seconda mi piace, la prima non è molto entusiasmante per me. Comunque le preferisco alle Puma dell’Italia.

  • Renzo

    Vabbé, Puma ha deciso di propinare anche agli slovacchi quelle odiose righine per rovinare una maglia che sarebbe bella.

  • lfc

    Il solito lavoro puma… non superano il 5, di stima!
    Ma com’è che ancora c’è gente che si affida a questi per farsi vestire nei più importanti appuntamenti di sport internazionale? Devono pagare veramente bene, ‘sti qui!

  • squaccio

    Perchè nella prima non c’è la croce tono su tono ?

    • Passione Maglie

      Perchè non hai letto l’articolo 😛

  • Gianluca

    La seconda è molto carina, bello anche il tono d’azzurro usato. La bianca un po’ anonima.

  • Lord Balod

    Come maglia per l’Italia ai mondiali sarebbe andata benone,come template di base,poi tutti quei richiami alla nazione sarebbero stati sostituiti da qualcosa di eguale effetto

  • iusep

    Come sempre Puma si dimostra il peggior fornitore possibile.

  • LM

    A me piacciono, non c’è confronto fra questi e quelli precedenti, totalmente anonimi e privi di dettagli. Questi modelli mi piacciono, hanno qualche dettaglio, tipo la croce slovacca tono su tono, o dettagli a staccare da due modelli che sembrerebbero due copie a colori opposti. Pessima idea, mettere anche quei il secondo logo, brutto pure data la somiglianza notevole con la croce israeliana, quindi meglio lasciarne solo uno, ovvero lo stemma nazionale, che è pure bello. Va detto che Puma ha fatto un buon lavoro con la Slovacchia, tutt’altra cosa rispetto ai modelli usati prima, dove il livello era decisamente più basso.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Non mi piacciono per niente, mi sembrano abbastanza dozzinali. Soprattutto la home che non ha nulla di caratteristico. La maglia away almeno ha la doppia croce tono su tono impressa nella parte frontale. Comunque niente di che.

    • Niccolò Mailli

      La croce bizantina, simbolo del Paese si trova anche nella versione home, ma è quasi impercettibile.
      Personalmente ne avrei evidenziato il contorno in bianco sulla maglia away e in blu su quella home. Riempita avrebbe appesantito troppo la maglia ma contornata sarebbe stata più bella.

      • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

        Appunto, impercettibile… sembra proprio non esserci. Se l’effetto fosse stato come sulla maglia away ancora ancora, ma così no.
        E poi croce bizantina a parte, anche se fosse stata più visibile (su entrambe le casacche), non avrebbe cambiato di molto il mio giudizio. Non mi piacciono proprio.

  • Daniele Costantini

    Questo è uno dei rari casi in cui mi vedo costretto a bocciate in toto una maglia…

    La home è, per certi versi, la più disarmante: se non avesse sopra gli stemmi slovacchi, potrebbe tranquillamente passare per una qualsiasi maglietta d’allenamento. La away è un poco più personale – unicamente per la foggia del colletto, e per il fatto che la croce sul petto gode di un maggiore risalto -, ma nulla più; certo, fossi negli slovacchi, giocherei stabilmente con quest’ultima.

    Capitolo a parte per gli stemmi. Mi sono sempre chiesto quale sia, per le compagini nazionali, la soluzione migliore: solo lo stemma nazionale (come l’Inghilterra), entrambi (come in questo caso la Slovacchia), solo il logo federale (come l’Italia degli anni ’90), oppure un’ibridazione tra i due (come l’odierno “forchettone” della FIGC)? Senza dubbio, scelgo la soluzione inglese!

    Nel caso delle divise slovacche, trovo davvero troppo saturo quel petto; soprattutto, il logo della federazione è oggettivamente bruttino, mentre il bel simbolo nazionale – che meriterebbe di essere messo bene in risalto – risulta invece sacrificato dal poco spazio a sua disposizione.

    In generale, non posso non fare un parallelo con le divise della nazionale slovacca di hockey ( http://www.soccerstyle24.it/2013/11/strofe-inno-nazionale-vestono-slovacchia-hockey-sochi-2014/ ), l’esatta antitesi di quelle calcistiche: casacche belle e personali, dove lo stemma nazionale è libero di esprimersi in tutta la sua forza ed efficacia.

    Vero è che in Slovacchia l’hockey gode di un’attenzione sicuramente maggiore rispetto al calcio, ma ciò non dovrebbe giustificare la poca attenzione verso le maglie di Hamsik e compagni. A Sochi, Nike ci ha dimostrato come anche con la Slovacchia si può lavorare con stile, fantasia ed eleganza, tutte cose che invece non vedo i questi lavori Puma.

    • Maurizio

      A me quelle usate a Sochi sembrano le più brutte maglie da Hockey usate dalla Slovacchia nell’ultimo decennio… con i colori degli USA… non fosse per lo stemma non direi mai che sono Slovacche. Il blu Slovacco è royal, non navy! Invece queste da calcio le trovo stupende… de gustibus 🙂

  • kesu

    Comunque meglio rispetto alla prima dell’Italia…