SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Si è consumato nel weekend il debutto di adidas sulle maglie del Southampton 2013-2014. I Saints sono griffati dal brand teutonico per la prima volta nella loro storia.

Kit Southampton 2013-2014 Adidas

Il club della Premier League ha scelto di proseguire sulla strada intrapresa da Umbro con l‘abbandono del modello palato bianco e rosso. I due colori fanno sempre parte della divisa, ma il bianco è utilizzato solo per gli inserti sul colletto a V e sulle maniche.

Lo stemma del Southampton è dorato, così come il logo adidas e il main sponsor. Nomi e numeri sono applicati in bianco.

Maglia Southampton 2013-2014 home

I pantaloncini sono rossi con le tre strisce bianche sui lati; le righe bianche e rosse compaiono sui calzettoni, ma in versione orizzontale.

La seconda maglia cambia modello ed è nera con un vistoso inserto a forma di V che parte dal collo e scende fino al petto, inglobando il logo adidas. Anche qui lo stemma societario è monocromatico, stavolta con un ricamo bianco, colore che ritroviamo anche sul bordo delle maniche, sui calzoncini e sul risvolto delle calze.

Divise Southampton 2013-2014 Adidas

Per Artur Boruc, il portiere che in Italia ha vestito la casacca della Fiorentina, sono stati disegnati due kit a girocollo. Il primo è verde con inserti neri, il secondo grigio con dettagli arancione.

Le proteste dei tifosi non sono tardate ad arrivare e un sondaggio aperto in un forum online parla chiaro: oltre il 68% dei fans non comprerà la nuova divisa. I votanti sono poco più di 800, una cifra che non può rappresentare la totalità degli appassionati, ma è indice di un malumore da non sottovalutare.

Sondaggio gradimento maglia Saints

Non è comunque la prima volta che il Southampton abbandona le tradizionali strisce verticali, adottate nel lontano 1896. Già nel 1980 lo sponsor tecnico Patrick propose una maglia rossa con palo centrale bianco, mentre nel 1985 arriva una casacca rossa con il bianco relegato sulle spalle.

Kit Southampton anni 80

Divise del Southampton negli anni ’80

Celebre fu anche il modello Hummel del 1987, utilizzato pure da Aston Villa, Coventry e Danimarca.

Qual è la vostra opinione sul nuovo corso dei Saints? Comprereste la maglia anche se lontana dalla tradizione?

  • Classick

    La maglia Umbro della scorsa stagione non era tradizionale, ma almeno era carina.
    Questa non è tradizionale e in più è brutta!

    • adb95

      Vai così, sempre più riciclo, tutti e due i template si sono già visti

    • Luca_USA

      Lo scorso anno le maglie erano belle, semplici e curate. Quest’anno sono pessime x me. Immagino pero’ a molti piacciano.

  • Walter

    Basta con l’oro!

    • magliomane

      Ma davvero basta con sta mania dell’oro… orribile!

  • AndreaDV7

    Questo modello di adidas non riesco a farmelo piacere, l’hanno riproposto in tutte le salse oltre che per molte squadre; quelle parti bianche mi danno l’impressione che nella maglia manchi qualcosa. Oltre alla maglia lontano dalla tradizione, parliamo della away? Non c’è niente che mi ricordi i Saints! Dove sono i dettagli rossi oppure quelli bianchi? o entrambi? A prima vista avevo pensato alla maglia del Rosenborg! Io sono dell’idea che ci si possa sbizzarrire sulle terze maglie, ma prima e seconda non toccatemele, la tradizione prima di tutto!
    Ps Anche se mi sembra di aver capito che nel trend della premier sia prassi che nelle seconde maglie non ci siano colori di appartenenza del club di turno. Qualcuno me lo conferma?

    • GianGio87

      In inghilterra in genere non esiste una seconda maglia iconica (lo è la prima, ma non la seconda)

    • Swan

      Esatto, gran parte dei club inglesi hanno dei kit away che si differenziano totalmente rispetto ai colori sociali del club stesso ( vedi il recente articolo sullo Swansea). Nel caso del Southampton il kit away più utilizzato dagli anni 70 ad oggi è maglia gialla e panta blu.

  • http://semplicementescienza.wordpress.com/ MMarans

    Uhm… dopo aver visto le maglie dello Swansea questa mattina ho come un senso di deja-vu… 😉

    L’unica che mi piace è la seconda maglia del portiere…

    Quest’anno non mi stanno facendo impazzire le ditte tedesche…

  • sousa

    La divisa Hummel una delle migliori di sempre…

  • Ivan

    Home davvero brutta, con quelle pezze bianche sulla maniche che non si possono vedere.
    Meno peggio l’away, ma il colletto a V è orrendo.

  • Moa

    Lo sapevo che avrei dovuto prendere quelle dello scorso anno della Umbro.
    Eran senza strisce anche quelle però eran meno oscene di queste

  • terzamaglia

    cioè, adidas, se gli devi dare delle maglie che hai dato uguali ad altre 2 squadre(almeno che io sappia) della stessa nazione, tanto vale dargli delle maglie a righe anche non esclusive…a me il southampton come divisa piace perchè ha (aveva?) la particolarità di avere, con la maglia biancorossa a strisce, i pantaloncini neri anzichè rossi o bianchi come quasi tutte le squadre con quel tipo di maglia; qui invece si và nella banalità più assoluta, maglia rossa e pantaloncini rossi come tremila altre squadre…blah

    la seconda come accostamento mi piacerebbe anche (ovvero maglia scura su pantaloncino bianco) ma anche qui è stravista (spagna, milan), in generale non mi piace come disegno e con sti colori fa anche un po’ effetto suora!

    • terzamaglia

      per inciso, la prima divisa mi sarebbe andata un po’ più giù se avesse avuto i pantaloncini neri e calzettoni bianchi come nelle divise degli anni 80 in cui non venne adottata la maglia a strisce verticali.

  • Simone

    Oro ovunque, stemma monocromo… Lo credo bene che non piaccia!

  • ferro

    non che sian brutte, solo non sono dei saints per me…

  • vitt

    fanno pena.

    che rabbia

  • pongolein

    Per i club di fascia media la adidas propone il modellino di turno, che pur essendo studiato e particolare, è pur sempre poco esclusivo e soprattutto nel panorama calcistico inglese dove adidas la fa da padrona, questa scarsità di alternative per i club meno blasonati appare un po’ triste.

    Anche se a onor del vero qui vedo nella home qualche personalizzazione, ahimè, bruttina, ma comunque contribuisce un minimo a renderla diversa dalle maglie che abbiamo visionato recentemente (vedi swansea per la home).

    La away presenta il leit motif della stagione adidas: l’inserto triangolare…ciò che nella spagna era una sorta di nastro, nel milan delle cuciture, qui diventa a tutti gli effetti una specie di bavaglino, e anche in questo caso non vediamo nulla di nuovo (schalke…).

    Mettiamoci anche l’abbandono delle strisce, l’utilizzo dell’oro e il cambiamento dei colori dello stemma sulla home, ed ecco che si configura il quadro che delinea un lavoro insufficiente. Ovviamente, nella mia modesta opinione.

    Maglie di per se non brutte, anzi, risultano anche piacevoli, ma nel contesto che vengono presentate fanno riflettere in negativo.

  • pongolein

    cmq il sondaggio è pesantemente influenzato da bias di valutazione…
    le società firmerebbero subito affinchè il 32% dei tifosi comprasse le maglie!!!

    Si tratterebbe di introiti pazzeschi, se 240 su 800 prendono la maglia è un enorme successo…questo sondaggio si deve interpretare con un “se tu potessi comprare…” e in questo caso viene fuori la bocciatura clamorosa, visto che quasi il 70% non la comprerebbe.

  • FDV

    Vergognosa.

    Lo scorso anno almeno lo stile della maglia di per sé era accettabile ed un minimo di verticalità con le pinstripes c’era. Questa qui aggiunge ad un modello anonimo la “genialata” di loghi dorati..

    Senza neanche più i colori dello stemma, cosa rimane di Southampton?

    Almeno avessero mantenuto i pantaloncini neri un’ancora di identità sarebbe restata, ma così è una cosa impresentabile.

    Sarebbe stato meglio un doppione in tutto e per tutto del Sunderland Adidas.

    • Niccolò Nottingham Forest

      Non ti avevo ancora visto così cattivo!!!

  • Willimone

    per fortuna ho comprato la maglia della promozione due anni fa, l’ultima a strisce bianco rosse 🙂

  • Vittorio

    Sinceramente non mi piace l’idea di rinunciare al nero. E’ parte della divisa e così come è ideata la trovo poco interessante

  • rudiger

    Premesso che aborro le divise a strisce biancorosse, non capisco perché, se si ha il coraggio di stravolgere la prima maglia, si risolve tutto nella solita maglia rossa con pantaloncini rossi e dettagli bianchi. Non solo si fa uno sgarbo ai tifosi (senza interpellarli); gli si consegna anche una divisa uguale a decine di altre. Detto ciò, in complesso non sarebbe male ma gli inserti dorati sono fuori luogo e poco visibili; e questo, per lo stemma, non è bello.
    La seconda mi piacerebbe molto se il logo adidas non spiccasse al centro della V come una mosca nel latte. Ce lo hanno pure spostato apposta!
    Bella la verde del portiere.

  • sergius

    Altre porcherie targate adidas che almeno dal mio punto di vista sta toccando il fondo. La home del Southampton è rovinata dalle maniche deturpate da quegli inserti bianchi che non hanno alcun senso, mentre la away presenta manco a dirlo l’osceno bavaglino ormai puntualmente presente in molti lavori adidas. Brutto kit, non salvo nulla. Dopo il Milan, la nazionale spagnola e diverse altri clubs ecco un altra perla adidas.

  • Riccardo

    Prima regola: rispettare sempre la volontà del tifoso.. Non si può cambiare la tradizione.

  • raido

    Questa maglia ai miei occhi viene penalizzata dal fatto che l’ho vista da poco in bianco e nero… Ma non riesco a dare la sufficienza a una maglia che 1) non mi piace e che 2) non c’entra niente con la storia del club.
    Ma che fine hanno fatto i pantaloncini neri?

  • TITO

    vorrei ricordare che una volta qualcuno disse che le grandi squadre devono essere vestite da nike, adidas o puma, al massimo warrior. probabilmente, secondo la sua scuola di pensiero, allora le squadre meno blasonate possono sì essere vestite da adidas etc, ma senza ritegno e bellezza.

    è una questione di soldi.

    le grandi ci guadagnano, le piccole risparmiano.

    questa è una supposizione, magari qualcuno può spiegarmela meglio.

    • passionemaglie.it

      I grandi club al giorno d’oggi hanno bisogno di essere sponsorizzati da un marchio che garantisce soldi, visibilità e possibilità di essere presenti nei mercati di tutto il mondo.

      Il nome è indifferente, ma oltre ai soliti noti chi ti garantisce tutto ciò? Ovviamente parliamo di contratti esclusivi, adidas non distribuirà mica le maglie dei Saints a livello globale.

      • alessandro

        quoto in toto:)))

  • Alvise

    adidas si sta paurosamente nikeizzando…

    • Maver

      Gran commento,non avrei saputo dire di meglio!

  • frenz

    L’anno scorso avevo comprato le divise home e away umbro perchè mi piacevano e le trovavo diverse dal solito. Quest’anno sono molto deluso. Oro a volontà, che odio, stemma diventato invisibile. Bocciate, anzi stra bocciate.

    Qui c’è un articolo in inglese su questa nuova maglia http://www.wsc.co.uk/wsc-daily/1164-july-2013/10017-southampton-s-new-kit-splits-opinion-on-launch

  • Tony

    Maglia blanda in tutti i sensi. ‘Ricicli’ a parte, questo template della home a me non dice davvero nulla, lo trovo senza personalita’. Se si aggiunge il fatto che la maglia non rispetta la tradizione e che gli inserti in oro non legano con gli inserti bianchi la frittata e’ fatta.

  • Ark

    Ho molte maglie sei Saints dall’ 84 al 2001 e una maglia così brutta e insulsa non l’ho mai vista .
    A) Continua a non piacermi per niente il logo delle squadre monocolore.
    B)Maglia da catalogo
    C)L’oro l’avrei messo anche da altre parti già che c’erano…

    Voto 1

  • jojo

    effettivamente in questo hanno sbagliato, è come se alla juve o il milan togliessero le strisce verticali.

  • Tony

    Diciamo anche che le maglie del 1980 e del 1987, anche se diverse dalla classica maglia a righe, contenevano comunque delle righe verticali, quindi la tradizione in un certo senso fu ‘violata’ solo nel 1985.

  • Tony

    Io per la maglia del Southampton avrei usato il secondo template e avrei creato, in base alla serigrafia di questo modello, delle V rosse e bianche: un po’ di originalita’ ci sarebbe stata e le strisce bianco-rosse, anche se non proprio verticali, sarebbero rimaste.

  • Eugenio

    Non sono stati fatti capolavori , ma ci sta cambiare qualche volta . Adidas sta prendendo una strada sbagliata con questo oro .. Un po’ come Puma con i colletti .. La prima bella senza l’ oro, la seconda da di già visto col Marocco .. I portieri normali .

    Voti 7,5 – 7 – 7 – 7

  • P21

    La maglia hummel della Danimarca semplicemente meravigliosa, una delle più belle di sempre

  • Classick

    Quella maglia 1987-88 della Hummel mi piace molto per il Southampton

  • tot

    concordo con p21 e classick
    quella hummel li, era una gran bella maglia

    di queste mi piacciono solo quelle del portiere
    bocciate

  • Gianluca

    Ma cosa sta succedendo in Inghilterra? Tutte queste nuove versioni di maglie centenarie… che schifezza! Tra Swansea, Saints, Everton… per non parlare del Cardiff… pazzesco!

  • squaccio

    Zero, la + brutta maglia della stagione che toglie questo ambito titolo a quelle di Psg e real Madrid.
    Inutile aggiungere a quanto hanno già detto altri, rispondo alla domanda visto che non l’ha fatto nessuno:

    io compro la maglia della mia squadra del cuore (Foggia) solo se mi piace.
    Altrimenti mi butto o sulla seconda o sulla polo o su altro.
    Altrimenti per un campionato si salta il giro, come quest’anno ! 🙂

  • ste2479

    evvai di bavaglino !!

  • Torto #13

    A parte il fatto che è una casacca che con la tradizione dei Saints non ha nulla a che vedere e già per questo non la comprerei, è pure brutto come modello. A condire il tutto stemma e sponsor in oro. Bocciata.
    Anche la away non mi fa impazzire, anzi… ma di certo è meglio della home.

  • Fely
    • Filippo

      come per tante altre squadre associo al Southampton la prima maglia che io vidi durante la mia infanzia zeppa di pallone, figurine, riviste e tele+2.
      Per me quindi le maglie dei Saints per me (e per tutti) sono a strisce bianco e rosse.
      Quando andai in Inghilterra in vacanza negli anni ’90 rimasi piacevolmente colpito da questa divisa:
      http://www.sporting-heroes.net/content/thumbnails/00130/12932-zoom.jpg
      mi piaceva molto lo sponsor!
      Su queste due divise c’è poco da dire, anonime!

  • piff88

    striscie verticali a vita! non capisco perchè adidas si sia abbassata cosi tanto.. addirittura stemma monocromatico! bah voto 4

  • facce

    Una sola parola: CATALOGO

  • Swan

    Uno scempio. Da simpatizzante del Southampton da tanti anni non ricordo un kit così irrispettoso di colore e tradizioni del club. In Inghilterra non c’è la tradizione ferrea di ancorarsi ad un determinato disegno riguardo alla maglia, ed i tre esempi degli anni 80 ne sono l’esempio, dove nel caso dei Saints c’è stato un distaccamento da quella che è la tradizionale maglia a righe biancorosse. Però in tutti e tre i casi c’erano pantaloni neri e calze bianchorosse, nei nuovi kit il rosso è il colore predominante su maglie e pantaloni, il nero è sparito e solo le calze sono, per così dire, a norma. Alla fine è un kit che può andar bene per il Middlesbrough o per il Forest, non per i Saints.
    Inoltre a peggiorare il tutto la presenza dello stemma monocolore su entrambi i kit, addirittura in oro sulla home, un vero insulto verso questo glorioso club. Il template non è neanche da commentare, questa non può essere considerata una maglia degna, fanno bene i tifosi a boicottarla.

  • Dukla

    Cosa ha a che vedere con il S’mpton questa maglia? Il nocciolo è tutto qua. Una maglia è identificativa e gratificante per il tifoso e l’appassionato quando ti consente un collegamento immediato con il club che rappresenta. Niente di tutto ciò in lavori come questo. Aggiungiamo gli orribili inserti in oro e lo stemma (altro punto chiave!) societario avvilito dal monocolore .. e l’obbrobrio è sfornato! Doppio Ctrl + Canc per questa maglia!

  • rudiger

    “Comprereste la maglia anche se lontana dalla tradizione?”
    È difficile rispondere. Dipende dal momento e soprattutto dalla maglia. La maglia ghiacciolo e quella arancione della Roma, a posteriori, la comprerei. Ma all’epoca che reazioni avrei avuto? Probabilmente di sdegno. Ero troppo piccolo allora. Però una maglia ghiacciolo da bambino l’ho avuta.
    Ricordo invece quanto mi affascinò la maglia a bande orizzontali dell’Inter della coppa uefa ’98. Quella l’avrei comprata anche sul momento, ma è abbastanza “lontana dalla tradizione” per rientrare nella domanda ed essere paragonata a questa del Southampton?
    Qui, ripeto, non solo hanno girato le spalle alla divisa storica, ma l’hanno fatto per proporre una maglia anonima, senza nessuna originalità, che tra uno, o dieci, o vent’anni probabilmente sarà ricordata solo come una parentesi, un’interruzione, nella sequenza di maglie storiche della squadra.

    • frenz

      qual’è la maglia a ghiacciolo? perdona cotanta ignoranza

    • tot

      se la maglia é bella si, la comprerei
      credo che ogni tot anni bisogna provare qualcosa di nuovo
      come ho giá detto una volta, quella maglia potrebbe diventare storica
      non succede nulla se x un anno si trasgredisce
      poi ci sono casi come la germania, dove questo succede forse troppo spesso
      la veritá é che risulta difficile trovare idee nuove che rispettino sempre la tradizione e se ogni anno le maglie devono cambiare x forza, ecco che spuntano linee dorate, bavagli, pali colorati e strisce storte

  • misteresse

    Ed io che pensavo che in Inghilterra la maglia fosse “sacra”…
    Se almeno avessero lasciato i pantaloncini neri, un idea lontana del Southampton me la sarei fatta!
    La seconda non mi dispiace e la trovo aggressiva…
    Home: 1
    Haway: 6

  • dani

    No, nn ci sto, nn si può paragonare questa oscenità nemmeno alla più brutta maglia del catalogo Nike, secondo me Adidas ha esaurito le idee, e i proprietari delle squadre ormai sono sequestrati dagli sponsor, persone senza identità, senza morale che giocano sulla pelle dei tifosi.
    La prima maglia è vomitevole, la seconda nemmeno la commento.

    • ste2479

      i contratti sono stati fatti negli ultimi 3-4 mesi..(o anche meno)
      di conseguenza le maglie sono di catalogo o quasi…
      mettiamoci anche che queste squadre non sono di “prima fascia” e le conseguenze sono queste…
      lo stesso trattamento l’avranno il sassuolo (adidas) e l’hellas verona (nike)…

      • matts

        Da quello che ho letto sul Resto del Carlino il Sassuolo invece continua con Sportika, mantenendo la prima maglia uguale a quella della scorsa stagione. La seconda maglia sarà bianca con inserti nero-verdi e la terza sarà “azzurro-mapei”.
        Comunque ero molto curioso della ipotetiche maglie Adidas per noi…forse è stato meglio il retromarcia per quello che ho visto per il Southampton

  • ciguy

    Oscene entrambe.

  • MARCOPANTERONE

    Una delle tante negatività della filosofia “same pattern, different colours” è che una maglia diventa “bella” o “brutta” in base all’accostamento dei colori: una squadra ha un kit promosso se l’accostamento dei colori sono azzeccati, la cosa da appassionati di tradizioni, filosofie e mentalità sportive ci fa venire i brividi

  • MARCO0890

    Secondo me l’Adidas, visti i kit di quest’anno della Premier e non solo, sta cadendo molto in basso, al contrario della Nike che invece quest’anno lo vista sfoggiare completi niente male

  • salvopassa

    Allora: la home è stucchevole, di per sé nemmeno brutta ma anonima. A me il template dell’away in generale piace, la V mi intriga: il problema è l’accostamento inesistente con i colori sociali, ma vabbè.

    Io però farei notare che il cosiddetto “catalogo” tanto vituperato, adidas – come altri, ma forse più di tutti – lo propone fin dagli anni 90, quando cominciò a diffondere diversi template per ogni annata. Al tempo, persino i top team, e persino le nazionali avevano praticamente quasi tutte lo stesso template: vista la prima, tutte sarebbero state “di catalogo”. Tre blocchi sulle spalle, losanghe, triangoli, rombi…
    Il che, per me, non è un dramma: chi è che si permette di fare una divisa differente per ogni team? Nemmeno nei sogni del più maniaco di noi potremmo concepire la sostenibilità economica di una simile operazione.

    Il problema è quando, ormai troppo spesso, il cd “catalogo” significa non più piegarsi ai colori di un club, ma arriva a stravolgere l’essenzialità di una maglia, che si esprime o nel classico stile (le strisce in questo caso) o almeno negli elementi iconici essenziali (lo stemma, questo ormai sconosciuto).
    Che, unito a campagne di comunicazione sempre uguali (sorta di guerrieri tamarri su sfondo nero con scarpe da circo e capelli appena fatti), dà l’idea di un visto e rivisto ormai bolso. E, cosa per un tifoso, anche più grave, del tutto sostituibile con altre maglie o club.

    • Cigno di Utrecht

      Parole sante.

    • Luigi – TR

      verissimo

    • MARCOPANTERONE

      “chi è che si permette di fare una divisa differente per ogni team? Nemmeno nei sogni del più maniaco di noi potremmo concepire la sostenibilità economica di una simile operazione.”: Umbro anni ’90

      • salvopassa

        Non è vero, Marco, e te lo dico piangendo (metaforicamente! 😀 ) e ricordando quante maglie Umbro nel frattempo – ero troppo piccolo e squattrinato negli anni 90 – sono riuscito a recuperare… Molti template erano gli stessi, però cambiavano un paio di aspetti non da poco: che si lavorava molto più su 1.trama del tessuto, 2.dettagli dedicati al team, 3.piccole variazioni sul tema. Senza contare che c’erano più modelli in catalogo, magari con piccole sfumature ma c’erano. Prendi i colletti: tra ’93 e ’95 hanno fatto credo 6-7 varianti differenti del colletto “incrociato”, magari poi la maglia era la stessa.
        Comunque sia, probabilmente c’erano più modelli – anche per adidas stessa.

        Ripeto, io sono più dell’avviso che il problema sia la differente forza contrattuale di un marchio sportivo colossale rispetto a una volta, e di conseguenza la prospettiva differente quando ci si mette a progettare una maglia. E il fatto che, un pezzo alla volta, l’unicità di una maglia sta svanendo completamente.

  • cris

    La Home è proprio anonima, la away mi piace. Adoro Adidas ma questo mi sembra un lavoro sbrigativo e poco riuscito.

  • Luigi – TR

    orrende anche queste…personalmente poi odio i colori sgargianti sulle maglie di calcio…sembra che l’adidas quest’anno stia facendo di tutto per battere la concorrenza della Nike…in bruttezza

  • Adidas male male quest’anno…

  • William

    Non mi piace il cambio della maglia.

    Tuttavia mi piace la maglia away

  • Gluko

    Don’t like it, won’t buy it…io sto con i tifosi!

  • Peppe

    Poche volte ho visto maglie così brutte, in una parola: orrenda.

  • morgigno

    farà la fine del Titanic

  • LM

    Spero vivamente che i tifosi organizzino una petizione contro questa/e maglia/e, sopratutto la prima, perchè è un affronto a una squadra che ha più di 100 anni.
    Queste divise non hanno un tocco di striscia bianca verticale, se non quei maledetti inserti che avrò già visto su almeno altre 5 maglie.La cosa più grave sta qua, ma ci sono altre cose che mi deludono,come lo stemma dorato, almeno quello andava lasciato normale, e lo sponsor dorato, che oltre a essere più brutto è anche meno visibile. Tifosi del Southampton, non comprate queste maglie!!!

  • Antonio

    Prima maglia: collo senza senso; strisce bianche sulle maniche senza senso; di nuovo l’abuso dell’oro.

    Seconda maglia: orribile, con questo bavaglino l’adidas sta deturpando le divise di troppe squadre.

  • Cristiano

    Qualcuno mi sa spiegare perchè ora vanno i loghi monocromatici???
    Sono orrendi. Qualcuno che lavora in Adidas, può spiegarmi il perchè di questo vero e proprio obbrobrio???

    • MarlonBrando

      Non c’è ragione.
      Si chiama moda.
      Cose diverse.
      Nuove.
      Ogni epoca ha le sue.
      Non lo fa solo Adidas.

  • Riccardo

    Carina ma nn è il massimo , nella seconda nn mi piace il colletto che è orribile
    Quelle dei portieri sono invece belle
    Home 5
    Away 5,5
    Portiere 7,5-7

  • Bear Grylls

    Home orrenda
    Away leggermente meglio
    Portieri molto meglio di quelle dei giocatori soprattutto la maglia grigia

  • lfc

    Boh, ok che non è british, non è da Southampton ed è un catalogone, ma non mi dispiace affatto, anzi…

  • WHU1978

    Una maglia deludente….