SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

È tempo di Europa e ritorna la rubrica “Le Eurorivali”, giunta alla sua terza tappa. Dopo aver parlato di Europa League è giunto il momento di raggiungere le vette più alte del calcio europeo: quelle della Champions League.

La terza giornata del girone A ha visto i greci dell’Olympiakos ospitare la Juventus di Massimiliano Allegri; una sfida cruciale per il passaggio del turno, in un raggruppamento tra i più equilibrati della competizione.

Kit Olympiakos home 2013-2015

Le divise della formazione greca non sono una novità assoluta. Sono infatti le stesse lanciate da Puma la stagione scorsa che sono state riconfermate in toto con la sola eccezione delle personalizzazioni, aggiornate secondo la versione corrente utilizzata dalle squadre vestite dal brand tedesco.

Olympiakos Puma home 2014-2015

La divisa casalinga utilizza il classico disegno a strisce verticali bianco-rosse che contraddistingue da sempre le divise della formazione greca con l’aggiunta di numerosi inserti stilistici. L’elemento che maggiormente la caratterizza è l’elaborato, e oserei dire complicato, colletto a V costituito da una spessa bordatura bianca che contiene una parte triangolare rossa attraversata verticalmente da due piccoli riquadri a contrasto, ribattezzati da molti commentatori della nostra community “dentini”.

Maglia Olympiakos 2014-2015 Puma home

La casacca presenta tre strisce rosse sul pannello frontale, una striscia che corre lungo i fianchi e tre sul retro, queste ultime interrotte da un voluminoso riquadro rosso che ospita le personalizzazioni. Le strisce rosse, presenti anche sulle maniche, sono arricchite da una bordatura dorata che ne sottolinea il profilo sinistro richiamando la colorazione dei loghi Puma.

Divisa Olympiakos 2014-2015 casa

Le tre righe che colorano il pannello frontale sono interrotte bruscamente all’altezza del petto da un riquadro bianco che ospita il logo dell’Unicef applicato in azzurro. Poco più in alto campeggia lo stemma societario, sormontato da quattro stelle dorate che simboleggiano i 41 campionati nazionali vinti, a riprova del grosso spessore della formazione del Pireo: la più titolata di tutta la Grecia. Il kit casalingo si completa con pantaloncini e calzettoni rossi che all’occorrenza possono essere sostituiti da complementi bianchi.

Il colore scelto per le trasferte della formazione greca è il blu scuro. Dal colletto girocollo si diramano due sottili strisce rosse che seguono la linea delle spalle per curvarsi verso l’estremità delle maniche, chiuse da un bordo manica a contrasto.

Seconda maglia Olympiakos 2014-15 Puma

Un altro inserto rosso si sviluppa dal colletto verso il lato destro contenendo all’altezza della scapola il logo Puma applicato in bianco in una posizione asimmetrica rispetto allo stemma societario, posto più in basso sul lato opposto della maglia. Il logo Unicef applicato sul pannello frontale è bianco, come le personalizzazioni applicate sul retro.

Kit away Olympiakos 2014-2015

I pantaloncini del kit da trasferta sono blu e presentano un inserto rosso appuntito che si dirama lungo la gamba sinistra, in posizione opposta rispetto all’inserto presente sulla maglia. Le numerazioni e il logo Puma sono applicate in bianco sulla gamba sinistra mentre lo stemma societario campeggia sul lato opposto. Blu con inserto verticale rosso i calzettoni che completano il kit.

La collezione di Puma, riproposta integralmente per il secondo anno consecutivo, prevede anche un terzo kit, che fino a questo momento è rimasto negli armadi del club greco dovendo ancora registrare il suo esordio stagionale.

Terza maglia Olympiakos 2014-2015

La maglia bianca è “spaccata” diagonalmente nella parte alta da un grosso inserto rosso che occupa la sezione superiore del busto e l’intera manica sinistra. Il rosso della parte superiore della casacca è interrotto dal sottile colletto girocollo bianco, ornato da due alette laterali rosse. Le maniche sono arricchite da un bordino a contrasto, mentre al centro del petto è applicato il logo Unicef in azzurro. Il pannello posteriore, interamente bianco, ospita le personalizzazioni in rosso. Il kit si completa con pantaloncini e calzettoni rossi o bianchi in base alle necessità.

Almanacco alla mano l’ultimo incrocio tra la formazione greca e una squadra italiana risale alla Champions League del 2007-08, quando l’Olympiakos affrontò nella doppia sfida del girone la Lazio di Delio Rossi. In Grecia la partita terminò 1-1 con Zauri a rete per i biancocelesti, mentre a Roma l’Olympiakos si impose per 2-1 rimontando la rete iniziale di Pandev.

La divisa utilizzata nel doppio confronto, sempre griffata Puma, era identica a quella odierna per quel che riguarda il numero di strisce, che erano comunque più sottili, e differiva inoltre nelle maniche interamente rosse e nelle personalizzazioni nere. Invasivo e mal applicato il main sponsor Vodafone e da rivedere anche gli orpelli grafici che sottolineavano l’attaccatura delle maniche.

Maglia Olympiakos 2007-2008

Il gol di Kasami ha dato la vittoria sul campo all’Olympiakos, sarà lo stesso riguardo le divise?
Quale squadra possiede la collezione più bella tra i greci e la Juventus?

  • LORENZO 70

    a parte qualche breve, direi quasi sporadica, parentesi con adidas e asics-tiger nella prima meta’ degli anni ’80, credo che questo, con quello della nazionale austriaca, sia uno degli abbinamenti piu’ longevi per puma.
    chiedo, se qualcuno lo sa, come mai non riportino la patch della nazionale celebrativa di euro 04 come le altre squadre di club greche.

    • LORENZO 70

      p. s. qualcuno sa dirmi perché da qualche anno a questa parte, nella traslitterazione “latina” del nome la C ha sostituito la K?

      • Fla

        siccome il nome Olympiakos è ispirato alle antiche Olimpiadi quando viene traslitterato in inglese perde la K appunto perchè in lingua anglosassone il termine “giochi olimpici” è “olympic games” di conseguenza anche il nome della squadra perde la K in favore di una traslitterazione più internazionale

        • LORENZO 70

          grazie.

        • LORENZO 70

          una lingua classica (degli ideatori dei giochi olimpici) che arretra di fronte a una lingua barbarica…
          almeno i gallo-romani (reinventori delle olimpiadi) non devono traslitterare e se ne fregano.

    • Ant KFDR

      Scusa Lorenzo70 ma non credo che la Puma abbia un legamo molto longevo con l’Olympiakos, credo che il legame abbia poco piu’ di 10 anni. Ricordo che prima di Puma a sponsorizzare gli Erythrolefkoi c’era Umbro per qualche anno a cavallo tra gli anni 90 e i 2000. Prima ancora a meta’ anni 90 c’era Lotto.

      • LORENZO 70

        hai ragione: risale agli anni 80, ma non e’ stato cosi’ continuativo come ricordavo. e’ stato molto inframezzato anche dalle parentesi di cui parli tu.

  • Swan

    L’unico dettaglio che trovo gradevole nella home dell’Olympiakos sono i bordini bianchi sulle righe rosse.
    Per il resto non mi piace, il colletto utilizzato dalla Puma lo scorso anno è sempre più antiestetico e non tollero le righe spezzate dallo spazio bianco sul fronte della maglia.
    Ovviamente non mi piace neanche il quadratone rosso sulla schiena ma ormai è quasi un must per le squadre con maglia a strisce.
    Compitino per maglia e kit away, totalmente inutile la third biancorossa con gli stessi colori della home, complimenti a chi l’ha ideata ed a chi l’ha avallata.

  • mosca

    La home è in pieno stile anni 80, quando lo sponsor non si appoggiaVa sui pali ma si inseriva in un riquadro.

    Soluzione che sebbene oggi mi pare anacronistica, ho sempre trovato stranamente affascinante

    L’away mi piace perché è pulita ma obbiettivamente questo template ha un po stufato

    Il terzo kit non mi piace ma è un personalissimo gusto che non mi fa digerire questi spaccati diagonali

  • Renzo

    il quadratone rosso sul retro è spropositato e (visto in TV) invade anche troppo i fianchi.
    Una bella maglia fatta male

  • vittorio

    la prima maglia è identica a quella della Stella Rossa di Belgrado a parte nei profili che per la squadra graca sono in oro mentre per la Stella di Belgrado sono in blu. Quindi niente di nuovo. Una buona maglia ma credo che sarebbe meglio per la Puma che cominciasse a personalizzare di più le squadre che sponsorizza altrimenti fanno due modelli per tutte con eccezioni di colori…un pò pochino per un marchio di tutto rispetto.

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Buona la home, ma le pin-stripes oro su rosso “decentrano” parecchio e creano una sorta di asimmetria. Le avrei evitate oppure proposte su entrambi i lati delle righe rosse e non solo su uno. Avrei preferito poi il retro rigato, o in alternativa bianco.
    Away e third lasciano molto a desiderare mi sanno di divise abbastanza anonime. La third in particolare pare un’evoluzione del template Puma 2004/05 proposto per il Fulham (http://thumbs.ebaystatic.com/d/l225/m/mGV68CmFh2RnvILdW6bNgZw.jpg).

  • Eugenio

    Sicuramente il confronto con la Juve lo straperde. L’Olimpiakos avrà buoni kit,per carità, ma il confronto con la Juve non lo regge.
    La prima mi sembra sempre uguale da tre anni.
    La seconda ha il colore giusto, ma esteticamente non mi piace.
    La terza invece se la potevano risparmiare, piuttosto una maglia solo bianca.

    Voti 7 – 6 – 5