SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Il Sunderland ha presentato la nuova maglia da trasferta 2012-2013, da questa stagione griffata adidas.

Partiamo dallo sponsor, Invest in Africa, un’iniziativa sposata già a Gennaio 2012 dal club inglese, mirata a promuovere gli investimenti nel continente africano.

Sunderland kit trasferta adidas 2012-2013

Il blu si mischia con gli inserti verde acqua di colletto a girocollo, maniche e fianchi.  Le maglie sono realizzate con tecnologie ClimaCool e Formotion che migliorano le prestazioni in campo e la traspirazione.

Sunderland maglia trasferta 2012-2013

Anche i calzoncini ed i calzettoni mantengono gli stessi colori della maglia. I tifosi potranno acquistarla dal 5 luglio, giorno in cui verranno inaugurati tre negozi ufficiali completamente rinnovati.

  • W.J. LEE

    molto bella e classica…

  • Francesco

    Bellaa soprattutto i colori, quel blu è splendido

    • Albi27

      Questa maglietta incarna la bellezza delle divise inglesi
      Fantastica
      VOTO 9,5

  • Torto #13

    Non mi dispiace come combinazione cromatica… certo come colori col Sunderland non ci azzeccano molto. Sponsor troppo invasivo.

    • corry_32

      era quello che pensavo anche io!

    • William

      La penso anche io come te!
      Questo template però continua a non entusiasmarmi.

  • pongolein

    che qualità le maglie della premier…i grandi marchi fanno a gara per sponsorizzare anche squadre di 2°/3° fasce consapevoli che tifosi e prodotto televisivo gestito alla grande garantiranno un sicuro ritorno economico. Lo scarso appeal della nostra serie A (meno soldi investiti, meno giocatori, meno qualità del prodotto, meno ricavi…è un circolo vizioso) si percepisce anche da sponsor tecnici e ufficiali poco seri.

    • GIGIO

      E in base a quale parametro la scritta “Invest in Africa” sarebbe un “grande marchio” e “serio”?
      E poi mi piacerebbe proprio sapere quali sono gli sponsor ufficiali “poco seri” e quali parametri usi per definire un marchio “poco serio”…
      Senza considerare, inoltre, che buona parte delle “squadre di 2°/3° fascia” non hanno un contratto diretto con i mitici “grandi marchi”, ma tramite intermediari, quindi nè più, nè meno di quello che hanno Cesena, Varese e Novara.
      Hanno qualcosa in più queste 3 società rispetto a un, chesò, Cagliari, che ha un rapporto diretto con Kappa (che è tutto tranne che un marchio minore o poco serio)? Non mi sembra, a parte il fatto che la gente può sbavare (per non dire volgarità) pensando di avere una maglia di un “grande marchio”…

      • pongolein

        La mia considerazione sugli sponsor era in generale, questo è un marchio no profit, mi sembrava superfluo ricordarlo.
        Marchi poco seri: hai visto cos’è successo quest’anno tra l’udinese e legea? A un certo punto le mancanze dello sponsor tecnico costrinsero l’udinese (terza forza del campionato) a prendere provvedimenti oscurando il marchio dalla propria divisa.
        Alcune squadre hanno contratti tramite intermediari, ma non queste, non sunderland e bolton ad esempio.
        Vorresti negare che i grandi marchi non investono più nella serie A?? Conosci squadre di premier che cambiano 2-3 sponsor durante la stagione, o per altri lunghi periodi rimangono senza? Cosa che capita spesso in serie A.
        Ovviamente non voglio denigrare il lavoro di alcune aziende che investono profumatamente e valorizzano il marchio del quale si fanno esponenti, vedi kappa, macrom, ma è palese che i top sponsor non hanno interesse a investire e nemmeno a partecipare forse alle gare per sponsorizzazioni con i nostri club.
        Se vuoi fare polemica a tutti i costi ok, solo che mi sembra una cosa ovvia visto che alla voce merchandising venduto questi ci fanno nero, e una buona fetta del merchandising viene gestito dallo sponsor tecnico, e se uno sponsor tecnico non ha una buona distribuzione sul territorio, difficilmente verrà premiato dal mercato, anche se offre un prodotto di estrema qualità.
        Siamo tutti grandi non mi sembra il caso di spiegare le cose per filo e per segno, ma perdere due minuti per far recepire il concetto a un utente non mi costa niente =)

  • Roberto

    si conferma la tendenza tipica delle squadre inglesi di creare maglie away con colori che nulla hanno a che vedere con i colori sociali

  • squaccio

    Bellissima.

  • ccc

    quest’anno va di moda sostituire i colori tradizionali con il verde acqua

  • Hendry

    Leggevo in altri post che qualcuno preferiva i colori originali per lo stemma mentre ad altri, nel caso delle maglie away accettavano anche lo stemma monocolore adattato alla maglia (in stile chelsea per intenderci). Secondo voi in questo caso era meglio adattare il logo del sunderland ai colori della maglia o piuttosto pensare una maglia da trasferta che in qualche modo abbia a che fare con i colori del club??

    • Alex79

      Per me e’ perfetta cosi’!

    • FDV

      Meglio così, lo scudetto del Sunderland mi pare troppo complicato per rendere in due colori.

      • adb95

        in effetti.. veniva un casino

  • Alex79

    Ciao a tutti ..volevo soltanto ricordare a coloro che non sono tanto d’accordo con questo colore, che il Sunderland (di cui faccio il tifo) quando fu fondata (1879) gioco la sua prima partita con un completo tutto azzuro simile al colore sopra illustrato. Credo che specialmente in Inghilterra ci sia a volte la “moda” di onorare con i colori, la fondazione e le origini del proprio club!! Per me questo kit e’ semplicemente meraviglioso e spero che porti fortuna piu’ dello scorso anno al mio Sunderland e sopratutto coronato da un grande sponsor tecnico come ADIDAS!

  • FDV

    Divisa molto carina.
    Lo sponsor è uno spettacolo, anche se mi sa un po’ di un “Colonize Africa” attualizzato 😀 Ovviamente scherzo, non mi permetto di insinuare nulla su realtà che non conosco.

  • Matteo23

    Modello banale e già visto, ma con colori molto belli. Lo sponsor lo avrei applicato dello stesso colore del logo Adidas, o al limite quest’ultimo in bianco. Bene lo stemma societario con i colori originali. Spero che non abbiano un ritorno economico dallo sponsor.

    • Flavio Maione

      no è un accordo no-profit, secondo il sito ufficiale del Sunderland

      • Matteo23

        Bene, era quello che speravo 🙂

  • FERT

    effetto cromatico perfetto…..c’è poco da dire, una maglia molto bella.
    Non capisco perchè il logo adidas nei calzettoni e di due colori, celeste e nero, se non mi sbaglio è la prima volta che Adidas utilizza questa soluzione nel calcio,o per lo meno con due colori simili come il blu scuro e il nero che si distinguono a malapena.
    Una mossa strana…che nulla toglie però alla bellezza del kit.
    Away 8

  • uccino

    che tristezza avere adidas o nike…maglie tutte uguali

  • MEFISTO

    Maglia discreta, belli i colori, “magnifico” il crest con i colori originali…

  • caggiamilan

    la prossima stagione guardare la premier sarà come guardare un partita di calcetto tra dilettanti: tutti con le maglie comprate all’ingrosso che differiscono solo per il colore.

    • Flavio Maione

      esagerato…

  • Jaco

    Classica e semplice con gli inserti inseriti in chiave moderna e 2 splendidi colori abbinati,lavoro veramente ottimo.

  • http://Yahoo Eugenio

    Semplice e bellissima.
    VOTO:8,5

  • Stavrogin

    Concordo con chi ha detto che i colori sono belli, ma il modello così così.

  • delphic_

    mi fa pensare allo sfondo di windows 95

  • Ivan

    Senza infamia e senza lode.