SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Mentre nel vecchio continente ci stiamo apprestando a vivere la fase finale della stagione calcistica, dall’altra parte dell’oceano è invece da poco iniziata una nuova annata nel segno del fútbol.

Sotto il sole caliente della Baja California, il Club Tijuana sta sfoggiando nella Primera División de México le sue nuove divise 2014 firmate Nike, con cui andrà a caccia dei titoli di Clausura e Apertura.

Club Tijuana 2014, mascotte

La squadra nordamericana ha attirato la nostra attenzione per essere una delle più giovani nel panorama internazionale.

Pur se la città di Tijuana vanta una lunga tradizione nel campo del football, l’odierno club è stato fondato appena nel 2007, giocando solo dal 2011 nella massima categoria del paese.

Club Tijuana 2014, maglia home

Fin dalla nascita, la formazione ha adottato come mascotte lo xoloitzcuintle, razza canina tipica della regione nord-occidentale del Messico.

Ritroviamo così il famoso “cane nudo messicano” nello stemma del club, dove sono ben evidenziati anche i due colori sociali, il rosso e il nero.

Club Tijuana 2014, stemma

In fatto di maglie, gli Xolos de Tijuana sembrano abbacciare una filosofia ben nota agli appassionati del calcio tedesco

Nel corso della sua acerba storia, il club ha fin qui giostrato su di una casacca rossa con inserti neri, quest’ultimi liberi di variare forma e posizione di stagione in stagione.

Club Tijuana 2014, maglia home, fronte-retro

Il 2014 vede il ricorso a un template abbastanza canonico, una maglietta rossa arricchita da una banda nera sul petto, che ingloba lo swoosh dello sponsor tecnico assieme allo stemma societario. Come da tradizione per la squadra messicana, il completo da trasferta si limita a riproporre l’esatto schema, a tinte inverse.

Nonostante, a uno sguardo superficiale, il risultato possa sembrare fin troppo minimale, a ben vedere le uniformi tradiscono una spiccata attenzione ai dettagli e alle personalizzazioni, che ne fanno due divise inestricabilmente appartenenti al Club Tijuana.

Club Tijuana 2014, maglia home, retro

La cosa che più salta all’occhio è il pattern che caratterizza la banda orizzontale: una particolare fantasia grafica, uno “scarabocchio” che fin dal 2007 ritroviamo sempre presente, anche solo in minima parte, nei completi vestiti dagli Xolos.

Dal 2012 questa è inoltre arricchita, mascherata al suo interno, da un particolare easter egg, il numero 21: si tratta di un velato riferimento a Club Tijuana-Irapuato del 21 maggio 2011, un 2-1 che sancì l’approdo della squadra, per la prima volta, in Primera División.

Club Tijuana 2014, maglia away, fronte-retro

Il colletto a “V”, a contrasto rispetto alla tinta della maglia, nella parte posteriore reca un piccolo fregio, una stilizzazione grafica della mascotte societaria, disegnata coi tipici tratti della cultura azteca.

Sempre in questa zona possiamo apprezzare il font scelto per nomi e numeri, dal curioso stile “pennellato” (una caratterizzazione simile a quella ideata da Warrior per il Siviglia).

Club Tijuana 2014, maglia away, stemma

Com’è ormai nota consuetudine per le formazioni al di là dell’Atlantico, l’originale idea di partenza viene sovente stravolta dall’inserimento di una varietà infinita di marchi pubblicitari, che finiscono per tappezzare ogni angolo della divisa.

Non sono sfuggite a questa pratica le uniformi degli Xolos, che mostrano però la volontà di coniugare questi due mondi – lo stile e il marketing – nella maniera meno “ruvida” possibile.

Club Tijuana 2014, maglia home, numeri

I loghi commerciali sono infatti qui virati in negativo o nei colori societari del club, attenuandone di non poco l’impatto visivo e facendo sì che l’intera muta, compresi pantaloncini e calzettoni, sia colorata unicamente dalle tinte canoniche della squadra.

Pur avendo solamente sette anni di vita alle spalle, il Club Tijuana è stato protagonista di una fulminea ascesa che, non senza sorpresa, l’ha già portato tra le squadre di punta del calcio messicano.

Club Tijuana 2014, maglia home, formazione

Con queste nuove maglie addosso, gli Xolos daranno quindi battaglia per riconquistare quel titolo nazionale già fatto loro nel torneo di Apertura 2012.

Come giudicate il lavoro di Nike per il Club Tijuana?

  • Code

    Lasciando stare il discorso sulla maglia. Vorrei fare una domanda, ma in Sud America non c’è una regola sullo spezio che gli sponsor devono occupare sulle maglie ?

    • Geeno Lateeno

      …. ma soprattutto…. mi chiedo…. i numeri sono proprio necessari?
      🙂

  • Niccolò Nottingham Forest

    Innanzitutto complimenti come sempre all’enciclopedico Daniele per la bellissima panoramica su questa squadra.

    Detto questo molto affascinante la figura dello xoloitzcuintle come mascotte. Mi è sempre piaciuto l’utilizzo del cane come simbolo di una squadra, vedi Hellas Verona, Lille e Castiglione (Lega Pro 2)

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/b/b4/F.C._Castiglione.png

    Le maglie mi piacciono tantissimo nella versione più pulita, bellissimo lo scarabocchio che nasconde il numero 21 di cui mi piace il significato spiegato nell’articolo. In definitiva un lavoro molto curato e personalizzato rovinato inesorabilmente dai soliti sponsor e font improbabili dei campionati di oltreoceano.

    P.s. bruttissima la mascotte in stile Anubi… inquietante 🙂

  • Moa

    Stupenda! Le adoro queste maglie pasticciate sudamericane (che poi sudamerica non è!)

  • sergius

    La maglia di per sè non è affatto male anche se gli sponsor come sempre rovinano il tutto. In definitiva l’articolo di Daniele mi piace di sicuro più della maglia.

  • Tux

    in fede mia, la mascotte me la sogno stanotte, e non sarà un bel sogno.

    Ottime maglie, al netto dei disgraziati sponsor (di cui però l’impatto è attenuato, almeno). Molto particolare ed originale il motivo grafico sulla banda sul petto.
    Come sempre il campionato messicano propone roba forte addosso ai giocatori 😀

  • Andy

    Penso che il Nord America finisca con gli Stati Uniti 🙂 il Messico è considerato centro America 😀
    Bell’articolo in ogni caso!

    • Passione Maglie

      In realtà no, fa davvero parte dell’America del Nord.

      • Andy

        oops chiedo venia 🙁

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Pur non essendo una squadra di grande blasone questi del Club Tijuana hanno sempre maglie particolari, ma ad hoc, e ben curate… e poi, perché no, anche belle.
    Non mi piace la font spennellata dei numeri.
    Tra le due divise preferisco quella nera.

  • Swan

    Il modello delle due maglie non è male ma, a parte i vari sponsor, vengono rovinate dallo scarabocchio sulla fascia frontale e dal pessimo font dei numeri.

  • http://www.soccerstyle24.it LM

    Molto belle, semplici ma anche curate da Nike, nonostante sia una squadra senza una storia importante. In ogni caso, penso che in Messico tutte le maglie siano curate, tipo i Tigres, o i Pumas UNAM, o il Chivas, senza dimenticare il Club Amèrica. Molto bella la grafica sul petto, molto particolare, ma sono belli anche lo stemma e i numerosi dettagli. Peccato per gli sponsor, poco invasivi ma davvero troppi, dato che ricoprono anche le posizioni più improbabili e strane. Bello il font stile Siviglia, che rispecchia il completo ma anche il simbolo della squadra. Ottimo lavoro di Nike, che mi piace sempre di più, speriamo in bene per la Roma…

  • jojo

    Particolare sicuramente. la scelta di un cane come logo del club è anche bella secondo me. le particolarità della maglia stanno nei disegni della banda orizzontale. voto:7

  • Eugenio

    Tipica maglia d’oltre oceano, che ricevono tutte lo stesso commento:
    Un kit sobrio che si fa rovinare dall’eccessività di sponsor. Non c’è nulla di particolare, è stata fatta semplice apposta per mettere tutti gli sponsor.
    Vero è che le squadre americane devono usare la tattica del Santos Laguna, cioè gli sponsor tono su tono.

    Voti 7,5 – 7,5

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    C’è anche una divisa “messicana” (maglia verde, calzoncini bianchi e calzettoni rossi) del Club Tijuana: http://2.bp.blogspot.com/-aiozhpCZgro/U0ERvao_hSI/AAAAAAAAOYY/09-WNyRzP10/s1600/Nike+Tijuana+Green+Kit+(2).jpg
    Operazione promossa da Nike per “supportare” la nazionale del Messico. Anche altre squadre, come Club America, Pachuca e Atlas, scenderanno in campo vestite di tricolore.

    • Daniele Costantini

      Penso che se ne parlerà in un prossimo articolo… 😉

  • Pingback: Messico, Nike adotta il tricolore per la Primera Division 2014()