SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Nike ha presentato la nuova maglia away degli Stati Uniti per il biennio 2015-2016.

A indossarla per prime saranno Alex Morgan e compagne durante l’Algarve Cup che si terrà in Portogallo dal 4 all’11 marzo. La nazionale maschile dovrà attendere il 25 dello stesso mese per utilizzarla in amichevole contro la Svizzera.

Alex Morgan USA away kit 2015

La nuova divisa da trasferta si distingue per i molteplici gradienti di blu uniti al bianco e a tocchi di rosso, a racchiudere tutti i colori della bandiera a stelle e strisce, seppur in maniera meno evidente rispetto alla maglia dei mondiali 2014.

Si parte dal blu navy che ricopre la parte inferiore fino ad arrivare gradatamente al bianco delle spalle. Il rosso è presente nel tassello triangolare che chiude la scollatura a “v”. I lati, oltre che dai fori al laser, sono decorati da una riga bianca che prosegue anche sui pantaloncini blu.

Seconda maglia Stati Uniti 2015

Fori laser maglia away USA Stemma US Soccer maglia away Stati Uniti Dri Fit USA jersey away 2015

All’interno del colletto figurano ancora le 13 strisce in bianco e rosso a simboleggiare le 13 colonie che dichiararono l’indipendenza e diedero il via alla nascita degli Stati Uniti d’America. Non cambia il font di nomi e numeri, sempre ispirato ai college e agli sport americani.

Curiosa la scelta di differenziare i calzettoni tra uomini e donne. I primi hanno a disposizione una versione interamente blu, mentre per le ragazze i colori sono quelli della maglia disposti al contrario. Un’altra differenza, stavolta non dipesa dalle scelte di Nike, sono le due stelle che sormontano lo stemma della US Soccer, a ricordare i titoli mondiali conquistati nel 1991 e nel 1999 dalla rappresentativa femminile.

Dempsey font USA away 2015

“Il nuovo kit è stato disegnato con l’obiettivo di rappresentare il tremendo senso di orgoglio nazionale oltre al loro stile distintivo, inoltre a catturare l’ottimismo degli USA nel raggiungere la grandezza”, ha detto Martin Lotti, direttore creativo di Nike Soccer.

La divisa incorpora la tecnologia Dri-Fit che migliora la traspirazione ed è realizzata in poliestere riciclato (100% calzoncini, 96% maglia, 78% calzettoni).

Sfumature di blu oppure i colori netti dello scorso anno, quale maglia vi piace di più per le trasferte degli Stati Uniti?

  • Arfonso

    Bella bella bella!

  • Randolph Carter

    Bella, per me. Meglio la versione femminile.
    Mi piace che gli USA, avendo meno il peso della tradizione, sperimentino nelle loro divise, e che lo facciano con un aspetto da “bulli”.
    Spererei in una Capitan America style (http://goo.gl/HG0THp), sarebbe divertente.

  • vittorio

    Non male ma ho qualche perplessita sulla confezione del collo. Cucito a un filo sul bordo potrebbe risultare un pò duretto e rigido. l’uso della costina ha una sua motivazione sul confort ma per dirla tutta sarà il caso di vedere la maglia dal vivo.

  • http://www.liberopensiero.eu Simone

    Trovo strano che non abbiano utilizzato come slogan “50 shades of blue” (e puntualmente verrò smentito), anche se è troppo facile e scontato.

    Quanto all’estetica sì, non è male, ma per essere una maglia americana mi ricorda troppo la away russa, che è vero che ha i colori invertiti, ma mi è impossibile da non collegare. http://www.soccerstyle24.it/wp-content/uploads/2014/02/russia-away-2014.jpg

    Preferisco la versione femminile, con i calzettoni sfumati. Completano una simmetria difficile da trovare in un completo.
    Piccola nota di demerito per non aver bordato di rosso anche le lettere del font, che non risaltano completamente sulla sfumatura bianca.

  • ferro

    sarebbe perfetta per il…pescara

  • Daniele Costantini

    Mmm… non ho ancora capito se mi piace o no. Stilisticamente, la trovo una soluzione molto “tennistica”: l’avessi vista addosso a Federer o Djokovic, probabilmente non avrei avuto nulla da ridire; sopra a dei calciatori, invece… vorrei vederla in campo prima di dare un giudizio definitivo.

    Circa i calzettoni, preferisco (e di gran lunga) la versione approntata per Alex Morgan e socie, con la sfumatura che richiama il gradiente della maglia.

    • Franz

      E’ vero, ricorda molto una maglia da tennis!
      Il mio giudizio e’ pero’ negativo: la maglia e’ brutta, preferivo la away dei mondiali che era allo stesso tempo una tradizionale maglia da calcio ma innovativa per gli USA (e aveva avuto un gran successo tra i tifosi).
      A questo proposito, non capisco l’utilita’ di fare una seconda maglia ogni anno per una Nazionale (la stessa cosa nike aveva fatto per la Francia). Va beh che bisogna vendere, ma verra’ usata in 2 partite, massimo 3 se fanno una qualche amichevole inutile.

  • CESM

    Non mi convince più di tanto. Sembra ispirata all’oceano,molto “californiana”, ma diventa troppo un’accozzaglia di colori vicino al colletto

  • Eugenio

    Non riesco ancora a capire se è una maglia geniale oppure uno schizzo da buttare nel cestino.. Comunque meglio la versione femminile certamente.

  • Tux

    mi disorienta la schizofrenia di Nike che propone divise sempre nuove per gli USA di anno in anno, cambiando in continuazione modelli e colori sia per la home che per la away (per cui è almeno più comprensibile). I tifosi del soccer continuano vanamente a chiedere una maglia iconica che identifichi la loro nazionale una volta per tutte, hanno anche avuto qualche bel modello negli ultimi tempi (la maglia a strisce orizzontali biancorosse ad esempio), ma tempo dodici mesi e tre-quattro partite e subito salta fuori un completo bianco, poi un completo blu notte, poi la maglia col palo diagonale… e questo per la home, figuriamoci la away…
    dico, va bene che devi vendere, ma se i tifosi letteralmente ti supplicano di dargli almeno una home che li faccia riconoscere a prima vista e non cambiarla più, ma gli vuoi andare incontro?
    che poi sulla away ti sbizzarrisci, questa ad esempio è molto bella (come lo era quella dei mondiali)…

    restando in tema nike, qualcuno ricorda quante volte s’è vista in campo la bellissima, iconicissima e carica di significato mariniére francese, la prima versione? a me sembra che la Francia ci abbia giocato una volta sola, e l’anno dopo sia già tornata alla maglia bianca away.
    schizofrenia, torno a dire. Non mi piace così.

    • Franz

      completamente d’accordo!

  • Magliomane

    Non avendo ancora capito quali sono i colori ufficiali della home e della away degli USA e’ difficile dare un giudizio.
    Si puo parlare solo dal punto di vista puramente estetico, come se fosse una qualsiasi maglia della nike per andare a correre. Non mi piace.

  • Geeno Lateeno

    Davvero niente male.
    C’è tutto: colori tradizionali della bandiera, una dose di innovazione (senza esagerare), cura nei dettagli (bello il font).
    Certamente promossa.

    • Franz

      Non so. Questa maglia sa un po’ di “specchietto per le allodole”: a prima vista attira per via dei colori, delle sfumature, della novita’ in generale. Pero’ sono convinto che in una ipotetica quanto personalissima classifica delle top 20 (e forse anche di piu’) maglie away di Nazionali, quasi nessuno inserirebbe questa qua. Piu’ facilmente potrebbe entrarci la USA away degli ultimi mondiali.

  • MOSCA

    Per i miei personalissimi gusti è una maglia improponibile.

    Dalla testa ai piedi non c’è nulla che mi piaccia.
    Nel suo essere quasi un mix tra una maglia, una canotta una maglia pregara e una muta da centometrista, è talmente strampalata che può andar bene proprio per gli Usa

    Non la vorrei neanche regalata

  • rudiger

    Belle. Sempre interessanti le maglie USA. Molta curiosità per la nuova prima.
    Non azzeccata per me la posa delle foto. Quelli sono i cento metri.

    • Stavrogin

      Peraltro, più che di velocità, l’idea che mi dà quella scia è di trattenerli inesorabilmente nonostante i loro sforzi.

  • LORENZO 70

    mi ricorda le maglie della lotto con la forfora sulle spalle dei primi anni ’90 (es. svizzera)…

    • LORENZO 70

      p. s. anche olanda.

  • Daniel

    Io vengo proprio da quelle zone del Portogallo ( mia madre per la precisione) sarebbe Algarve Cup, non Argarve, ma siccome quì si commentano le maglie, questa è bellissima, come del resto sempre quelle degli USA. Approfitto del commento per dire che questo sito è semplicemente magnifico e sono sicuro che sarà sempre più bello e più ricco. Bravi!

    • Matteo Perri

      Ciao Daniel, grazie per l’apprezzamento. Ho corretto il refuso.

  • Denis

    dico solo FANTASTICA! non sarebbe bellissima anche per l’italia???
    a pensarci su… mica male…

  • Swan

    Maglia molto bella, innovativa e ben concepita; unico appunto il triangolino rosso a chiudere il colletto, stona, avrei preferito un bordino rosso.
    Anche il resto del kit mi piace, anche se preferisco i calzettoni in versione Chicks team.
    Peccato che la precedente away degli USA sia già stata rimpiazzata, le nazionali dovrebbero mantenere le loro maglie per un biennio, ma fanno bene gli USA e le altre nazionali che cambiano ciclicamente la away senza fossilizzarsi su un unico modello.

  • adb95

    per me rimane non da USA. E il template è assolutamente discutibile

  • Fabio

    Sono l’unico che la trova orribile? Avrebbe anche dei bei colori da giostrare tra pantaloncini, maglietta e calzoncini.Meglio quella del mondiale a mio avviso

    • NelloStileLaForza

      No, Fabio.
      Siamo almeno in due.
      Anche per me era nettamente meglio quella del mondiale a campiture di colore pieno. Questa… Boh, mi pare buona per giocare a racchettoni in spiaggia.

  • Rampi79

    Cinquanta sfumature di…blu!!! 🙂

  • http://chrilore13.wix.com/torto13 Torto #13

    Orribile dal mio punto di vista, sarà che odio le maglie sfumate e dove i colori si mescolano senza essere divisi nettamente, ma proprio non mi piace questa. Un notevole passo (anzi passi) indietro rispetto alla divisa away dei mondiali.

  • FDV

    Non so, non è male, ma non mi convince. Forse perché ha un aspetto così poco calcistico, sembra più una maglia da tennis o da running.

    Il paragone con la precedente away neanche lo faccio, in quanto sarebbe stato in ogni caso perso in partenza visto quanto mi piaceva.