SoccerHouse24 - Scarpe da calcio adidas e Nike

Nike e la US Soccer Federation hanno annunciato il rinnovo della loro partnership per i prossimi nove anni, nei quali il brand con il baffo realizzerà i kit per tutte le selezioni maschili e femminili fino al 2022.

Il presidente di Nike, Trevor Edwards, ha affermato di essere fiero di continuare la collaborazione con la federazione calcistica statunitense che permette di rinforzare la loro leadership nel calcio.

Dempsey USA

Il matrimonio tra Nike e la nazionale a stelle e strisce è iniziato nel 1995, un anno dopo il mondiale casalingo. Il risultato migliore è stato il trionfo ai mondiali femminili del 1999, mentre la selezione maschile si è sempre qualificata alla fase finale dei campionati del mondo raggiungendo i quarti nel 2002.

Di recente la federazione statunitense ha anche celebrato i 100 anni con un kit speciale ispirato a quello del 1916 e prossimamente svelerà le nuove casacche per i mondiali brasiliani.

  • squaccio

    Mi piacerebbe che la nike trovasse una maglia fissa per la nazionale statunitense…

    • rudiger

      Mettiamola così: mi piacerebbe che la nazionale statunitense trovasse una maglia fissa da farsi fare da Nike 🙂

  • italia30

    adidas 94. Le migliori divise degli USA!

  • CP9

    Per me la maglia più bella che hanno avuto le nazionali statunitensi è quella a strisce orizzontali bianco-rosse e finiture blu navy, quindi io manterrei sempre quel modello. Se poi ci aggiungessero una bella scritta USA blu al centro del petto sarebbe perfetta, molto “americanata”.

  • LM

    Devo dire che Nike ha sfornato modelli molto belli per gli USA negli ultimi anni, ma urge la necessità di trovare un modello definitivo, che diventi fisso e iconico. Finora il mio modello preferito è stato quello del centenario, molto semplice e classico,o la seconda in stile giacca college, molto particolare. Speriamo che per i Mondiali trovi un modello che diventi fisso, o che almeno ricordi qualche modello celebre usato in passato e che evochi bei ricordi.

  • Daniele Costantini

    Ritengo che Nike non abbia lavorato male con la “sua” nazionale di riferimento. Il problema è che – non so se da parte della federazione, o dell’azienda – non c’è stata fin qui la volontà di trovare uno stile ‘fisso’ per la nazionale a stelle e strisce: negli ultimi anni abbiamo così assistito ad un tornado di maglie che farebbe invidia al Parma anni ’90! 😀

    A mio avviso, il template migliore fin qui proposto rimane quello con la banda diagonale, che tra l’altro riprende una storica muta degli anni ’50 ( http://www.whoateallthepies.tv/wp-content/uploads/2010/06/PA-677561.jpg ); lo adotterei stabilmente come maglia home, affiancandogli come away l’attuale secondo completo in “college style”, con petto blu e maniche bianche.

    In cuor mio, spero soprattutto di non vedere mai più quei template strisciati biancorossi – utilizzato oggi (in orizzontale) così come ai Mondiali ’94 (in verticale) -, che trovo semplicemente imbarazzanti.

  • F093

    Riflessione provocatoria (tanta Natale è appena passato…)

    NIKE : USA/NIKE; Germania/Adidas; Italia/Puma

    Dov’è l’intruso in queste proporzioni??

    Non vorreste che la maglia della Nazionale Italiana fosse orgogliosamente griffata da qualche storico brand italiano (Lotto, Diadora, Emporio Armani, per citarne alcuni) che avrebbe l’onere (e l’onore) di vestire la SUA Nazionale?

    Tanto per spezzare -almeno a livello nazionale- l’egemonia dei soliti tre brand AdidasPumaNike e riprenderci un po’ del nostro “Made in Italy”!!!

    F093
    old style

    PS Scusate l’OT e avanti con le critiche a questa mia idea malsana… 🙂

    • F093

      USA/NIKE; Germania/Adidas; Italia/Puma

      (avevo lasciato un “Nike” di troppo…)

    • GianGio87

      Quando i marchi italiani potranno offrire la cifra annua che incassa la FIGC da puma allora potrà essere plausibile l’approdo di un marchio “italiano”. Ma non c’è le vedo io Macron, Lotto, Diadora offrire minimo 18 milioni annui solo ad una federazione (oltre a quelli che devono dare ai club)

      • elkunazzurro

        @F093
        Il tuo discorso non fa una piega, però ha ragione GianGio87 quando dice che nessun marchio italiano possa offrire tutti quei soldi che offrono Nike,Adidas o Puma.
        Se non si guardasse ai soldi allora dovremmo avere di nuovo Inghilterra-Umbro, Francia-Le Coq Sportif o Giappone-Asics 😀

    • lfc

      Nessuna critica, ma allora questo discorso vale anche per la maggioranza delle nazionali europee, come Spagna (ok, Mercury non è granchè), Francia (la mitica “le coq sportif” dov’è finita), Inghilterra (anche se aveva la britannicissima umbro fino a un anno fa), Danimarca (che tradì la sua Hummel per passare alle tre strisce). Io semmai sfrutto l’assist che fai per dire che il binomio Italia-puma è l’intruso anche per altre ragioni… diciamo che secondo me la nostra gloriosa nazionale meriterebbe ben altro che quel “gattaccio” sulla maglia!

      • GianGio87

        Le maglie della nazionale italiana costano per le aziende visto che tra le nazionali quella azzurra è una di quelle che vende di più… quindi le aziende prima di sganciare determinati soldi si fanno i loro conti sulla convenienza o meno. Quelle del Brasile vendono di più ma Nike paga relativamente poco rispetto a quanto da Puma all’Italia

  • Lucas

    le migliori maglie USA sono quelle di Italia 90 e Usa 94

  • Stavrogin

    Lieve restyling allo stemma (dal navy blue al royal blue).
    https://scontent-b-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-prn1/1549415_10152054034058941_1521969825_n.png

    Per me un peggioramento.

  • pongolein

    federazione ambiziosa e brand di livello mondiale che ha comunque lavorato bene (ma non benissimo) con i nord americani. Il proseguimento del rapporto di partnership è quasi fisiologico. Curioso (ma fino a un certo punto) il fatto che la mls abbia un rapporto esclusivo con adidas mentre la federazione veste col baffo.

  • http://teamusasoccerjersey.com/ Marco

    Le migliori maglie USA sini è il centenario.