SoccerHouse24 - Scarpe da calcio ACE 16 e Magista Dark Lightning

Qualche indiscrezione sulla vicenda era già trapelata intorno a metà Novembre, quando il sito deportevalenciano.com prospettava la rottura del contratto tra il Valencia C.F. e lo sponsor tecnico Joma, con il club spagnolo in procinto di guardare oltre i confini nazionali e affidarsi ai tedeschi di adidas.

Negli ultimi due giorni, la notizia sta iniziando a rimbalzare di nuovo su tutti i siti di radio e giornali della città valenciana, da quando il programma radio Ser Deportivos Valencia ha confermato la fine della partnership.

Presentazione divise Valencia Joma 2013-14

Joma aveva siglato l’accordo con il Valencia nell’estate del 2011, quando sotto la guida di Manuel Llorente il club spagnolo aveva preferito i compaesani al posto di Kappa. Un contratto di cinque anni a 3,7 milioni di euro a stagione per accaparrarsi la produzione dell’attrezzatura sportiva dei valenciani. Questa la situazione contrattuale che avrebbe dovuto concludersi nel 2016, ma il nuovo amministratore delegato del Valencia insediatosi la scorsa estate, Amadeo Salvo, ha voluto mettere al centro della strategia imprenditoriale una ulteriore espansione del marchio Valencia CF nel mondo attraverso progetti diversi, incluso il cambio dello sponsor tecnico.

Il club è dunque disposto a firmare un contratto con un altro marchio, che può anche prevedere condizioni economiche meno ricche a favore di una maggiore presenza sul mercato internazionale che uno sponsor multinazionale, come ad esempio adidas o Nike, può garantire.

La svolta è avvenuta nei giorni scorsi quando le due parti hanno trovato l’accordo di cessazione contrattuale che terminerà a fine stagione e prevede che il club spagnolo non percepisca i 3,7 milioni stanziati per questa stagione. Il Valencia, dunque, sarà libero di soddisfare i propri piani di marketing attraverso lo sponsor tecnico che presumibilmente sarà adidas,  la quale compenserà la differenza di introiti rispetto a Joma con una maggiore visibilità mondiale.

Kempes Valencia

Il nuovo amministratore delegato del Valencia considera, infatti, un elemento molto importante affidarsi ad un marchio che abbia una rete internazionale già ampiamente consolidata, in modo da compensare eventuali diminuzioni dei ricavi della sponsorizzazione con la vendita di magliette in tutto il mondo. A questo punto non ci resta che attendere ulteriori sviluppi per capire se il marchio a tre strisce metterà un altro segnaposto in Spagna e quali saranno i termini dell’accordo.