SoccerHouse24 - Scarpe da calcio ACE 16 e Magista Dark Lightning



Per questo Venerdì Vintage non andiamo molto indietro nel tempo, parliamo infatti della stagione 2002-2003 e la maglia in oggetto è quella da trasferta dei Rangers di Glasgow, prodotta all’epoca dall’italiana Diadora.

Dettaglio maglia Rangers arancione 2002-2003

Presentata nell’Aprile 2002, innescò (tanto per cambiare) roventi polemiche con i rivali del Celtic, tanto da spingere i vertici dei Rangers a limitarne l’uso in campo e ad assicurare che a fine stagione sarebbe stata ritirata.

Il motivo di tanto clamore stava nella scelta del colore, l’arancione, associato nella questione nord irlandese ad alcune forme estreme di contrapposizione protestante alla popolazione cattolica. Il riferimento in particolare è ai membri dell’Ordine di Orange, società segreta nata nel 1794, accusata in passato di fanatismo contro i cattolici ed ancora oggi influente tra i protestanti dell’Irlanda del Nord.

Membri dell'Orange Order

Filo-irlandesi e cattolici contrapposti a fedeli alla corona e protestanti: la distanza tra l’Ulster e l’Old Firm è davvero breve. Anche la Scottish FA e la politica nazionale condannarono la scelta che rischiava di vanificare gli innumerevoli sforzi per cercare di arginare i risvolti settari della contrapposizione tra tifosi di Rangers e Celtic.

Maglia Rangers 2002-2003 arancione

Ovviamente la dirigenza Rangers negò fermamente ogni legame della scelta cromatica con motivi religiosi, assicurando che si trattasse di una mera mossa di marketing legata piuttosto ad un omaggio alla folta schiera di olandesi presente in rosa, ben 5: Ricksen, Numan, Mols, Konterman e Ronald De Boer. Inoltre la parola “orange” non venne mai utilizzata per definire il colore della maglia, chiamato piuttosto con un più diplomatico “tangerine”, cioè mandarino.

Ronald De Boer divisa arancione Rangers 2002-2003

A proposito dell’affinità con l’Olanda, già due anni prima, in omaggio ai successi dell’allora allenatore Dick Advocaat, i tifosi dei Rangers colorarono di un insolito arancione le tribune di Hampden Park per la finale di Coppa di Scozia contro l’Aberdeen.

Tifosi Rangers in arancione nel 2000 come tributo all'allenatore Dick Advocaat

In ogni caso il risultato di questo polverone fu che la maglia ottenne un successo senza precedenti, con circa 300.000 unità vendute e frange di tifosi dei Rangers a cavalcare i significati anticattolici associati al colore piuttosto che prenderne le distanze.

La maglia arancione dei Rangers utilizzata dal portiere Klos 2002-03

Eravate a conoscenza di questa storia particolare del calcio scozzese?